Borgaro Torinese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Borgaro Torinese
comune
Borgaro Torinese – Stemma Borgaro Torinese – Bandiera
Borgaro Torinese – Veduta
Municipio
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitana Città metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
Sindaco Claudio Gambino (lista civica) dal 27-5-2014
Territorio
Coordinate 45°09′N 7°39′E / 45.15°N 7.65°E45.15; 7.65 (Borgaro Torinese)Coordinate: 45°09′N 7°39′E / 45.15°N 7.65°E45.15; 7.65 (Borgaro Torinese)
Altitudine 240 m s.l.m.
Superficie 11,18[1] km²
Abitanti 11 828[2] (31-05-2017)
Densità 1 057,96 ab./km²
Frazioni Villaretto
Comuni confinanti Caselle Torinese, Mappano, Settimo Torinese, Torino, Venaria Reale
Altre informazioni
Cod. postale 10071
Prefisso 011
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 001028
Cod. catastale A990
Targa TO
Cl. sismica zona 4 (sismicità molto bassa)
Nome abitanti borgaresi
Patrono santi Cosma e Damiano
Giorno festivo ultima domenica di settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Borgaro Torinese
Borgaro Torinese
Borgaro Torinese – Mappa
Localizzazione del comune di Borgaro Torinese nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Borgaro Torinese ([bór-ga-ro]; Borghi in piemontese) è un comune italiano di 11 828 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte. Il comune fa parte dell'area metropolitana del capoluogo piemontese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa parrocchiale

Alcuni ritrovamenti storici fanno pensare che Borgaro abbia avuto origine nell'epoca romana. Nel 774 d.C. con l'arrivo dei Franchi di Carlo Magno vi è l'annessione del territorio di Borgaro al territorio di Caselle e di Altessano Inferiore.
Nel 1600 Borgaro era suddiviso fra tre famiglie feudatarie: i Birago di Vische, gli Havard di Sènantes ed i Provana di Druent. Successivamente i Birago riuscirono lentamente ad espandere e consolidare il loro potere sul territorio finché nell'anno 1746 tutta Borgaro divenne feudo dei Birago, che presero il titolo di Conti di Birago.

Nel XVIII secolo re Carlo Alberto di Savoia separa nuovamente Altessano da Borgaro e successivamente il territorio viene incorporato nei beni del Duca di Chiablese fino alla creazione dello Stato Sabaudo.[3]

Negli anni sessanta e settanta vi è stato un forte aumento della popolazione grazie allo sviluppo dell'industria automobilistica piemontese, portando la popolazione residente a moltiplicarsi per ben sei volte nell'arco di cinquant'anni, a partire dal 1961.

Nell'agosto 2003 è stato riconosciuto a Borgaro il titolo di Città.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture civili[modifica | modifica wikitesto]

Castello di Santa Cristina[modifica | modifica wikitesto]

Situato ad est rispetto al concentrico, c'è il Castello di Santa Cristina, realizzato nel XVII secolo, ed attualmente sede di un'azienda agricola privata. La storia del Castello di Santa Cristina è legata alla presenza, in Piemonte, del nobile François Havard de Sènantes, venuto al servizio della corte sabauda. Con il passare del tempo, il nobile francese acquisì potere ed aumentò di rango, tanto da riuscire ad acquistare vari edifici rurali ed aree agricole, concentrate tutte nella stessa zona: questa sarà la base per la costruzione del Castello.
L'edificio era completamente ricoperto da affreschi di notevole interesse: molti erano i medaglioni, le cariatidi ed i putti che decoravano l'edificio, oggi scomparsi o poco leggibili.
Oggi il Castello di Santa Cristina è posto sotto il vincolo monumentale.[4], [5]

Aree verdi[modifica | modifica wikitesto]

Pista ciclabile all'interno del Parco Chico Mendes

Il Parco intitolato a Chico Mendes si estende per circa 100 ettari, confinando con i territori di Torino e Venaria e con il fiume Stura di Lanzo, ed è attraversato da percorsi pedonali e ciclabili, dirigentesi verso Caselle Torinese e verso la Valle di Lanzo.
Durante i mesi estivi il parco viene utilizzato per lo svolgimento di manifestazioni e concerti musicali.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Negli ultimi cinquant'anni, a partire dall'anno 1961, la forte immigrazione ha portato ad un aumento pari a sei volte della popolazione residente.

Abitanti censiti[6]


Stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Secondo i dati ISTAT al 31 dicembre 2009 la popolazione straniera residente era di 385 persone. Le nazionalità maggiormente rappresentate in base alla loro percentuale sul totale della popolazione residente erano:

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Il paese è servito dalla linea ferroviaria Torino-Ceres e dalle linee di autobus GTT nº 69 e 46/N facendo rispettivamente capolinea l'una in piazza Stampalia e l'altra a Park stura, nonché da alcune linee della ditta di autotrasporti "Sadem", che collegano il comune con Torino e l'aeroporto di Caselle Torinese.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Le rotatorie[modifica | modifica wikitesto]

A Borgaro si trovano numerose rotatorie, quasi tutte rese particolari da un'installazione.

La podista[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995 è stata installato un monumento allo sport sulla rotatoria in via Gramsci di fronte al centro sportivo comunale. La statua in marmo nuvolato del Piemonte è stata progettata e realizzata da Nicola Scaramella, e rappresenta una figura femminile, una podista, nell'atto di esprimere, attraverso la posa e il senso di serenità, l'amore per lo sport.

Eccentricità[modifica | modifica wikitesto]

La 500 Topolino sulla rotonda

Al 2009 risale l'installazione in acciaio corten realizzata da Michele Privileggi di fronte a Piazza Agorà.

Monumento al Grande Torino[modifica | modifica wikitesto]

Nel Maggio 2014 è stata inaugurata un'altra rotonda su Via Gramsci per ricordare, a 65 anni di distanza dalla Tragedia di Superga, la Squadra. Il monumento raffigura la coda di un aereo nell'atto dello schianto contro un muro di mattoni.

Fiat 500 "Topolino"[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2015 è stata installata su una delle rotonde di Via Lanzo un modello di Fiat 500 "Topolino", creando un singolare effetto visivo lungo il percorso viario. [4]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
1946 1968 Edoardo Defassi PCI Sindaco
1975 1990 Claudio Sola PCI Sindaco
1990 1995 Giuseppe Vallone PCI Sindaco
1995 1999 Giuseppe Vallone centro sinistra Sindaco II mandato
1999 2004 Giuseppe Vallone centro sinistra Sindaco III mandato
2004 2009 Vincenzo Barrea centro sinistra Sindaco
2009 2014 Vincenzo Barrea centro sinistra Sindaco II mandato
2014 in carica Claudio Gambino centro sinistra Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La prima squadra cittadina di calcio è il Borgaro 1965, che nel 2015 ha compiuto e festeggiato i primi cinquant'anni di attività[7] e che milita attualmente in Serie D.

Persone legate a Borgaro[modifica | modifica wikitesto]

  • Borgaro Torinese è il paese di Cristina Chiabotto, ex Miss Italia 2004, conduttrice televisiva e showgirl.
  • Renzo Contratto: ex difensore di Atalanta, Udinese e Fiorentina durante gli anni 80 e 90, ora procuratore per molti calciatori.La sede storica di Borgaro
  • Francesco Cimminelli fondatore di Ergom Materie plastiche S.p.A. con ex-sede storica a Borgaro Torinese.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN129970765
Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte