Traves (Italia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Traves
comune
Traves – Stemma
Traves – Veduta
Panorama
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoAntonio Osvaldo Cagliero (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate45°16′N 7°26′E / 45.266667°N 7.433333°E45.266667; 7.433333 (Traves)Coordinate: 45°16′N 7°26′E / 45.266667°N 7.433333°E45.266667; 7.433333 (Traves)
Altitudine628 m s.l.m.
Superficie10,45 km²
Abitanti540[1] (31-12-2014)
Densità51,67 ab./km²
FrazioniAndrè, Bertolè, Biò, Campetto, Fontana, Grangia, Luisetti, Lusiana, Malerba, Perini, Pignastello, Rosello, Tese, Tiglierai, Villa
Comuni confinantiGermagnano, Mezzenile, Pessinetto, Viù
Altre informazioni
Cod. postale10070
Prefisso0123
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001279
Cod. catastaleL340
TargaTO
Cl. sismicazona 3A (sismicità bassa)
Nome abitantitravesini
Patronosan Pietro in Vincoli, santa Blandina
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Traves
Traves
Traves – Mappa
Localizzazione del comune di Traves nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Traves (Tràves in piemontese e francoprovenzale, Travey in francese) è un comune italiano sparso di 540 abitanti della città metropolitana di Torino (ex provincia di Torino), in Piemonte. Si trova nelle Valli di Lanzo.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del nome non è chiara : può derivare dal dialettale "intra aives" (cioè "tra le acque", e in effetti la parte principale dell'abitato è collocata alla confluenza della Stura di Lanzo proveniente dalla Val d'Ala e dalla Val grande di Lanzo con la Stura di Viù proveniente dalla Val di Viù), oppure dalle travi che servivano all'attraversamento del fiume Stura di Lanzo od anche dal nome romano "Travius".

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio del comune è attraversato, oltre che dal torrente Stura di Lanzo, anche dal Rio d'Ordagno. Al confine tra il comune di Traves e quello di Viù, si erge l'Uia di Calcante (1614 m s.l.m.), raggiungibile dalla piazza Comunale di Traves con un paio d'ore di cammino lungo un antico sentiero, che nel 1997 la Parrocchia e la locale Pro Loco [2] hanno intitolato e dedicato alla memoria del beato Pier Giorgio Frassati, frequentatore della montagna in questione.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di San Pietro in Vincoli (sullo sfondo a destra il santuario di Sant'Ignazio)

Il comune è meno antico di altri della valle e la parrocchiale è stata costruita solo nel seicento.

L'attività principale del paese è stata, per molto tempo, lo sfruttamento delle miniere di rame e di nichel ed i suoi abitanti erano specializzati nella produzione dei chiodi.

Oggi l'economia si basa sul turismo e sul lavoro dei pendolari che raggiungono i comuni della pianura. Nel paese si trova un "Ecomuseo dei Chiodaioli".

Negli ultimi quarant'anni hanno ottenuto particolare sviluppo attività finalizzate alla promozione del territorio e delle produzioni gastronomiche tipiche, con la costituzione di numerosi associazioni di volontari, tra cui la Proloco, la Filarmonica, un gruppo folcloristico denominato "Le Lunelle" (che cura la preservazione di canti e danze della tradizione e si esibisce nel corso dei più importanti appuntamenti festivi), l'"AgriTraves" (un'associazione che cura il rilancio di alcune particolari attività agricole). Particolarmente attivi, nel paese, anche le sezioni locali del Gruppo Alpini, dell'ANPI, dell'Anti Incendi Boschivi.

Nel 2001 viene aperta la prima farmacia a Traves, che tutt'oggi opera sul territorio.

Feste[modifica | modifica wikitesto]

Curiose e molto frequentate le feste tipiche che costellano il programma di appuntamenti estivi animati dalle associazioni del paese. Tra queste, le due feste patronali di Santa Blandina (2 giugno) e di San Pietro in Vincoli (nel primo fine settimana del mese di agosto), e alcuni festeggiamenti dedicate alle antiche e affascinanti cappelle collocate nelle varie frazioni del paese (tra queste, la festa di Sant'Andrea, presso la cappella della frazione Andrè, e la festa di San Rocco, patrono della Cappella della frazione Tese).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Il municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Eraldo Perino lista civica Sindaco
2009 2014 Antonio Osvaldo Cagliero lista civica Sindaco
2014 in carica Antonio Osvaldo Cagliero lista civica Sindaco II mandato

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Traves fa parte dell'Unione dei Comuni montani delle Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone, ex Comunità montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2014.
  2. ^ Sito della Pro Loco www.prolocotraves.it
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte