Valle Orco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Valle dell'Orco)
Jump to navigation Jump to search
Valle Orco
Valle orco dalla cialma.jpg
Lo sbocco sulla pianura visto dalla Cialma
StatiItalia Italia
RegioniPiemonte Piemonte
ProvinceTorino Torino
Località principaliAlpette, Ceresole Reale, Locana, Noasca, Pont Canavese, Ribordone, Sparone
Comunità montanaComunità Montana Valli Orco e Soana
FiumeOrco
Cartografia
Mappa della Valle
Sito web

Coordinate: 45°25′01.2″N 7°28′01.2″E / 45.417°N 7.467°E45.417; 7.467

La Valle Orco (detta anche Valle di Locana o Valle di Ceresole) è una valle italiana situata nelle Alpi Graie nella città metropolitana di Torino. Posta a Sud della Valle d'Aosta e a Nord delle Valli di Lanzo, congiunge Pont Canavese al Colle del Nivolet e termina a nord-ovest con la Punta Leynir.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Alta Valle dell'Orco con la strada che sale al passo del Nivolet

il versante sinistro della valle, che guarda verso il Gran Paradiso (4.061 m s.l.m.) ed il suo massiccio, fa parte in larga misura dell'omonimo parco. Il versante destro culmina con il gruppo montuoso delle tre Levanne, delle quali la Levanna Centrale raggiunge l'altezza di 3619 m. Scavata dall'omonimo fiume Orco, è disposta prevalentemente in direzione Ovest-Est. La valle è particolarmente stretta, in particolare nella parte centrale, dove alcuni centri abitati in inverno non vedono il sole per molti giorni. Nella valle sono presenti alcune centrali idroelettriche; quella principale si trova a Rosone, frazione di Locana. Il lago principale è il Lago di Ceresole.

Monti[modifica | modifica wikitesto]

I principali monti che contornano la valle sono:

Valichi alpini[modifica | modifica wikitesto]

I principali valichi alpini che collegano la valle con le vallate vicine sono:

Laghi[modifica | modifica wikitesto]

il lago Agnel e Serrù

La valle è ricca di laghi, alcuni alpini naturali, altri invasi artificiali:

Gli invasi, formati da sbarramenti artificiali, sono atti ad alimentare le centrali idroelettriche che nella Valle Orco si snodano secondo la sequenza indicata:

Centri principali[modifica | modifica wikitesto]

I centri principali che si incontrano salendo la valle sono:

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

La valle ha acquistato una grande vocazione turistica, legata soprattutto alla presenza del Parco nazionale del Gran Paradiso.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La valle è rinomata per le numerose vie d'arrampicata. Nella seconda metà degli anni settanta, seguendo la scia del mito della Yosemite Valley le pareti del Caporal diventano scenario della nascita del "Nuovo Mattino".

Il bacino del Piantonetto è il vero cuore di roccia del Gran Paradiso, le cime che lo circondano presentano belle pareti di varie esposizione e altezze, alcune fino a 600 metri. La roccia è il caratteristico e bellissimo gneiss del gran Paradiso, ricco di regolari fessure e placche compatte, che ha da sempre costituito un forte richiamo per gli arrampicatori. Accanto a grandi vie classiche come la “Malvassora” al Becco della Tribolazione e la “Mellano-Perego” al Becco di Valsoera ci sono vie più moderne di grande impegno, alcune aperte con l’uso del trapano;  ci sono arrampicate brevi e ben attrezzate ma non mancano itinerari di ogni difficoltà su cui mettersi alla prova su terreno d’avventura.

Il girolago di Ceresole Reale, durante l'inverno si trasforma in una pista per lo sci di fondo, mentre ai Chiapili e a Locana all'Alpe Cialma si pratica lo sci di discesa.

Sul territorio è presente la riserva di pesca Gran Paradiso aperta dall'ultima domenica di febbraio fino a Novembre.

Sul territorio sono presenti numerosi sentieri da praticare con le ciaspole, mountain - bike o semplicemente passeggiando.

Rifugi alpini[modifica | modifica wikitesto]

Per facilitare l'escursionismo di alta quota la valle è dotata di alcuni rifugi alpini:

Controllo di autoritàVIAF (EN236104528