Taskmaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taskmaster
Universo Universo Marvel
Nome orig. Taskmaster (Taskmaster)
Lingua orig. Inglese
Alter ego non rivelato
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1980
1ª app. in The Avengers n. 195 - I serie
Editore it. Star Comics
app. it. aprile 1992
app. it. in Starmagazine Oro n. 2
Sesso Maschio
Luogo di nascita Bronx (New York, USA)
Abilità
  • Riflessi fotografici
  • Forza e agilità straordinarie
  • Ottimo tiratore
  • Ottimo spadaccino

Taskmaster è un personaggio dei fumetti, creato da David Michelinie (testi) e George Pérez (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione è in The Avengers (prima serie) n. 195 (maggio 1980).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Istruttore di combattimento dei supercriminali, è dotato sin dall'infanzia di "riflessi fotografici", cioè dal potere di duplicare le mosse di chiunque, a prescindere dalla loro difficoltà, dopo averle osservate anche per una sola volta (vedi ad esempio il lancio dello scudo di Capitan America, l'abilità di arciere di Occhio di falco o quella come spadaccino del Cavaliere Nero)

Questa sua abilità gli ha permesso di imparare numerosissime tecniche di lotta e di conseguenza fondare la sua personale accademia di criminali, dove addestra personalmente i suoi allievi, destinati successivamente alla carriera di mercenari. Tra le sue tante imprese, ha addestrato personalmente Brock Rumlow (il futuro Crossbones) e Rachel Leighton (alias Diamante).

Mentre era prigioniero delle forze armate, collaborò con il governo (in cambio di una riduzione della pena) insegnando al nuovo Capitan America (John Walker, il futuro U.S. Agent) a combattere ed a lanciare lo scudo come faceva l'originale.

Fu ingaggiato da una misteriosa organizzazione per uccidere Marc Spector, ma la sua aggressione fu la molla che spinse quest'ultimo a rivestire i panni di Moon Knight.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Durante Civil War Taskmaster entra a far parte del gruppo dei Thunderbolts.

Durante lo scontro finale viene sconfitto dalla Donna invisibile; Taskmaster cercò di colpirla alla spalle, ma il marito di lei, Reed Richard le fece scudo col suo corpo. Alla vista del marito ferito, Sue si infuriò e lo colpì con tale forza da fargli perdere i sensi. Conclusasi la guerra civile viene arrestato e portato nella Zona negativa. Data la sua abilità nell'uso dello scudo, qualcuno lo ritiene uno dei candidati a divenire il nuovo Capitan America (ma il suo nome non è stato preso in reale considerazione, visti i precedenti).

L'Iniziativa[modifica | modifica wikitesto]

Taskmaster oggi viene impiegato a Camp Hammond come istruttore delle giovani reclute aderenti all'Iniziativa dei 50 stati, agli ordini di Hank Pym e di Henry Peter Gyrich, osservatore del governo, che lo controllano grazie ai dei naniti nel suo sangue, proprio come quando era un Thunderbolt.

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dark Reign.

Durante il Dark Reign si scontra contro la nuova formazione dei Thunderbolts insieme a Deadpool, per sistemare un conto in sospeso che aveva Norman Osborn con Deadpool.

Viene invitato da Norman Osborn al tavolo della Cabala, cosa che manda su tutte le furie il Dottor Destino, che abbandona. Durante l'Assedio ad Asgard combatte al fianco di Osborn, ma viene facilmente battuto sia dal Capitan America originale che dal Nuovo Capitano. Alla fine della battaglia. lui e il Costrittore fuggono in Giappone a lavorare per la Yakuza.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics