Taskmaster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Taskmaster
Taskmaster e Deadpool, disegni di Patrick Zircher.
Taskmaster e Deadpool, disegni di Patrick Zircher.
Universo Universo Marvel
Nome orig. Taskmaster
Lingua orig. Inglese
Alter ego Tony Masters
Soprannome
  • Contingenza T
  • Tasky[1]
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1980
1ª app. in The Avengers (Vol. 1[2]) n. 195
Editore it. Star Comics
app. it. aprile 1992
app. it. in Starmagazine Oro n. 2
Specie umano
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita Bronx, New York
Abilità
Affiliazione
Parenti

Taskmaster, il cui vero nome potrebbe essere Anthony "Tony" Masters[3][5], è un personaggio dei fumetti, creato da David Michelinie (testi) e George Pérez (disegni) pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in The Avengers (Vol. 1[2]) n. 195 (maggio 1980).

Supercriminale mercenario frequentemente dipinto anche come antieroe[6], Taskmaster è dotato dell'abilità superumana di duplicare perfettamente i movimenti di chiunque, a prescindere dalla difficoltà, dopo averli visti anche solo una volta[7]; motivo per il quale è stato spesso assoldato in qualità di addestratore da varie organizzazioni supercriminali, dal governo statunitense e perfino dallo S.H.I.E.L.D., del quale è in realtà un'agente dormiente infiltrato nel sottobosco criminale globale[3].

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origni[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel Bronx, New York, e cresciutovi da una madre single[8], Tony Masters (sebbene molti sostengano non sia il suo vero nome[5]) ha alle spalle un'esistenza nebulosa da cui si evincono con certezza solo pochi dettagli: da bambino ha rischiato l'annegamento[9] rimanendo tanto traumatizzato da sviluppare per anni l'idrofobia[6], è stato in seguito il miglior quarterback mai avuto dalla squadra di football americano del suo liceo[8] ma, dopo il diploma, anziché perseguire una carriera sportiva, si è unito allo S.H.I.E.L.D.[3] divenendone uno dei migliori agenti proprio grazie alle sue capacità fisiche di livello olimpico. Nel corso delle missioni svolte per l'organizzazione, conosce e si innamora della collega Mercedes Merced, che diviene sua moglie[10].

Anni dopo, svolge una missione in Bolivia per eliminare il geniale ex-hauptsturmführer Horst Gorscht[3], intento a replicare il siero del supersoldato lavorando su un elaborato super-cortisolo capace di sbloccare il 100% della memoria procedurale umana[3], Tony, a missione compiuta, si inietta l'ultima dose esistente di tale sostanza al fine di servirsene per svolgere in modo migliore gli incarichi affidatigli[10]. Il siero gli permette di sviluppare i "riflessi fotografici", ovvero l'abilità di imitare (e perfino prevedere) perfettamente i movimenti di chiunque a prescindere dal grado di difficoltà; in tal modo, semplicemente guardando video delle loro imprese, apprende gli stili di combattimento di Capitan America, Pantera Nera, Devil, Elektra, il Punitore, Tigra, l'Uomo Ragno e Wolverine, nonché il talento d'arciere di Occhio di Falco o quello di spadaccino del Cavaliere Nero. L'effetto collaterale del siero è tuttavia che il suo cervello, dando importanza primaria alle memorie fisico-muscolari, per farvi spazio cancelli automaticamente altri ricordi[11] portandolo a uno stato confusionale tale da dimenticare il suo vero nome[3][5], l'identità della moglie[10] e dichiarare sovente che tali poteri siano una speciale memoria eidetica[8] posseduta fin dalla nascita[7]. È però cosciente dei suoi problemi mnemonici e di non riuscire a ricordare visi[4], nomi o discorsi per più di una settimana[11].

Sicuro che tutti i più grandi nemici dello S.H.I.E.L.D. si combatterebbero i suoi servigi, Fury gli assegna il compito di infiltrarsi nella comunità criminale e supercriminale di tutto il mondo come mercenario[3] venendo affiancato, nello svolgimento di tale incarico, da Mercedes, desiderosa di rimanergli accanto seppure questi non la ricordi più[3] e la consideri solo il suo supervisore: Org[10].

Rimasto affascinato dall'immagine della Santa Muerte durante una missione in Messico[12], se ne ispira per creare la maschera e il costume con cui, in seguito, diviene famoso come Taskmaster[7].

Taskmaster[modifica | modifica wikitesto]

Con il passare degli anni, Taskmaster, oltre ad acquisire numerosi altri stili di combattimento e perfino crearne di propri, diviene una figura leggendaria nel mondo del crimine venendo assunto costantemente come addestratore di task force criminali, aspiranti supercriminali e, spesso, anche alcuni gruppi governativi[13][12] tale è la sua reputazione di competenza e professionalità. Sempre grazie alle sue abilità, viene frequentemente assoldato anche per impersonare altri superumani. Raccolti abbastanza fondi apre un'accademia criminale a Brooklyn, New York[7], dove addestra personalmente (a pagamento) supercriminali neofiti, aspiranti mercenari o comuni scagnozzi[7]; tra i suoi allievi più illustri figurano: Brock Rumlow (Crossbones), Danny Leighton (Tagliagole)[9], Markus Ettlinger (Capitan Germania)[14], Rachel Leighton (Diamante)[15], Nathan Lemon (Spymaster)[16], Jessica Drew (Donna Ragno)[17] e Nijo Minamiyori (Agente X)[18]. Il corpo docenti dell'istituto, oltre che dallo stesso Taskmaster, è composto da supercriminali professionisti; Anaconda, ad esempio, è stata a lungo l'istruttrice di calistenia[15].

La fama dell'accademia si espande fino al punto da portare alla fondazione di decine di istituti analochi su tutto il territorio degli Stati Uniti[7] senza che nessuno sospettasse né della loro esistenza né di quella di Taskmaster, almeno finché il preside della sede di Brooklyn non attira l'attenzione dei Vendicatori compromettendo la sua copertura e portando Taskmaster a intervenire in prima persona sconfiggendo facilmente Calabrone, Wasp e Ant-Man, giunti a indagare sulla struttura[7]. In seguito tiene testa al resto dei Vendicatori accorsi in loro soccorso e si trova in difficoltà solo nel momento in cui gli si para innanzi Jocasta, la cui natura robotica gli rende difficile prevederne i movimenti costringendolo dunque alla fuga[8].

Successivamente si stabilisce a Manhattan affrontando Ant-Man, prima assieme all'Uomo Ragno[19] e poi assieme a Occhio di Falco[20], riuscendo a fuggire in ognuna delle due occasioni. Assoldato poi dall'Abate Nero per addestrare i suoi uomini, Taskmaster si scontra nuovamente con l'Uomo Ragno e con Nomad fuggendo non appena i suoi studenti vengono sconfitti[21].

Stabilita la nuova base delle sue attività all'interno di un circo itinerante[20], durante una tappa in una piccola cittadina dell'Ohio alcuni agenti governativi assalgono la struttura e lo prendono in custodia[22]. Le circostanze sospette in cui avviene il suo arresto sono in seguito chiarite come un accordo precedentemente stretto con Teschio Rosso che, infiltratosi alla Casa Bianca nella Commissione per le Attività Superumane con l'alias di "Mr. Smith", assolda Taskmaster per addestrare il nuovo Capitan America, John Walker (U.S. Agent), a utilizzare lo scudo dell'originale[13], per poi lasciarlo libero.

Tornato a Brooklyn si stabilisce in un cimitero abbandonato[23] e, assieme a Lapide, partecipa a una gara sponsorizzata dalla Mano per vedere chi tra i due sarebbe riuscito a uccidere per primo Devil e il Punitore[24]. Taskmaster viene poi assunto da una setta di fanatici religiosi avversa ai Vendicatori per impersonare Capitan America e condurre il gruppo in una trappola, tuttavia viene scoperto da Warbird, Ant-Man, Silverclaw e Capitan Marvel, che lo costringono alla fuga[25]. Contemporaneamente, molte delle sue accademie vengono scoperte, e di conseguenza chiuse, dai supereroi, cosa che lo costringe a svolgere nuovamente delle missioni come mercenario unendosi all'Agenzia X[18] per raccimolare nuovi fondi; tale attività lo porta a venire assoldato dal Comitato per assassinare Marc Spector (Moon Knight), sebbene la sua aggressione fallisca e sproni quest'ultimo a rivestire i panni supereroistici da poco abbandonati[26].

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Civil War (fumetto).

Durante la guerra civile dei superumani, Taskmaster riceve un'amnistia temporanea dal governo e viene reclutato nei Thunderbolts con l'incarico di catturare i Vendicatori Segreti di Capitan America[27]; nella battaglia finale tenta di uccidere la Donna invisibile sparandole alle spalle, ma Mister Fantastic le fa da scudo col suo corpo ed essa, alla vista del marito ferito, si infuria colpendo Taskmaster con un campo di forza di tale potenza da fargli perdere i sensi[28]. Conclusasi la guerra civile, viene arrestato ed imprigionato nella Zona negativa[29].

Tempo dopo viene fatto evadere dall'amico-nemico[30] Deadpool (unico al mondo di cui non è in grado di prevedere i movimenti a causa delle sue psicosi) che gli chiede in cambio di scontrarsi con lui di fronte a alcuni appaltatori di servizi mercenari di modo da guadagnarsi la loro stima[29], obbiettivo che non riesce a conseguire pur vincendo. Convinto che Taskmaster lo abbia lasciato vincere, Deadpool lo ringrazia ma questi lo rassicura dicendogli che ha vinto solo grazie alle sue capacità e che ciò che gli manca non è il talento bensì la professionalità[29].

Taskmaster riceve in seguito l'indulto presidenziale per aver aiutato a testare le misure di sicurezza del nuovo Helicarrier dello S.H.I.E.L.D.[31]; in seguito, la direttrice Maria Hill trova però un suo messaggio sullo specchio del proprio bagno privato lasciato per dimostrarle che, se solo lo volesse, irrompere nello S.H.I.E.L.D. non gli sarebbe affatto difficile[31].

Dopo essere stato brevemente impiegato a Camp Hammond in qualità di istruttore delle giovani reclute aderenti all'Iniziativa dei 50 Stati[32], Taskmaster torna all'attività di mercenario lavorando per il logorroico amico Deadpool, che aiuta a sconfiggere i nuovi Thunderbolts regolando così un conto in sospeso tra quest'ultimo e Norman Osborn[33].

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Da sinistra: Taskmaster, Iron Patriot e Hood, disegni di Matteo De Longis.
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Dark Reign.

Durante il Regno Oscuro di Osborn, questi assolda Taskmaster per addestrare supercriminali a comportarsi come eroi a cominciare da Penance[34]. Sotto gli ordini di Osborn, Taskmaster si occupa inoltre di reprimere l'evasione di Blastaar dalla Zona negativa[35] e di sparare in testa a Night Thrasher facendolo catturare[36]; motivi per i quali, nel momento in cui Namor e Emma Frost lasciano la Cabala, Osborn gli offre di prendervi parte[37] mandando su tutte le furie il Dottor Destino, che abbandona il gruppo mandando Taskmaster all'ospedale[37]. Nonostante tale incidente lo porti a rivalutare l'alleanza con Osborn, Taskmaster è costretto da quest'ultimo a prendere parte al suo folle piano di attaccare Asgard[37] misurandosi con Thor[38], il Capitan America originale e il Nuovo Capitano[39], venendo infine sconfitto da questi ultimi. Infine, realizzando che Osborn è a un passo dalla sconfitta, abbandona sprezzantemente le sue dipendenze e, assieme al Costrittore, fugge in Giappone iniziando a lavorare per la Yakuza[40].

Qualche tempo dopo viene messa una taglia di 1.000.000.000 di dollari sulla sua testa da qualcuno che dichiara di essere Org, cosa che porta l'A.I.M., l'HYDRA, l'Impero Segreto e vari altri gruppi a tentare di catturarlo per incassare il bottino[11]. Saputo della cosa la vera Org, Mercedes Merced, lo avvicina ad un bar in Messico dove egli si reca di frequente e essa ha un lavoro di copertura come cameriera; fingendo di non conoscerlo assiste a un suo scontro con alcuni cacciatori di taglie e si offre di aiutarlo a risolvere il mistero della sua memoria per capire chi realmente lo voglia morto[11][12]. Il viaggio dei due li porta in Bolivia a una ricostruzione del castello di Wewelsburg dove Taskmaster ricorda: il suo vero nome, le sue vere origini (avvenute in quel luogo) e la voce di Mercedes[3]. Sospettando che essa abbia tramato contro di lui, Taskmaster minaccia di ucciderla ma la donna gli rivela di essere sua moglie nella speranza che recuperi anche tale ricordo, cosa che accade[10]. Il ricongiungimento tra i due ha però breve durata poiché in seguito sono attaccati dallo über-umano Red Shirt (vero responsabile della taglia[3]) e, al temine dello scontro, pur riuscendo ad eliminare sia lui che i suoi uomini, Taskmaster acquisisce le informazioni sui loro stili di combattimento perdendo nuovamente la memoria[10], cosa che riporta lui e Mercedes al precedente status quo.

La cadetta dell'Accademia dei Vendicatori Jeanne Foucault (Finesse), cresciuta da una coppia di truffatori e convinta che Taskmaster sia il suo padre biologico in quanto dotata di poteri analoghi[41], lo contatta affinché possa confermare o smentire. Commosso dal gesto della ragazzina, Taskmaster le rivela che, a causa dai suoi problemi mnemonici, non può esserne certo ma le chiede di affrontarlo affinché possa memorizzare i suoi movimenti e, in qualche modo, ricordarsi di lei[4].

Fear Itself[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fear Itself (fumetto).

Durante il periodo della paura, Taskmaster si trova in Canada e unisce le forze con Alpha Flight per combattere il Partito dell'Unità[42]. Scongiurato il periodo di crisi, i Signori del male lo assoldano al fine di sottrarre la Corona dei Lupi al Concilio dell'Ombra, tuttavia questi decide all'ultimo momento di tenere per se l'artefatto e alzare il prezzo, cosa che da ai Vendicatori Segreti il tempo di localizzarlo portando a uno scontro[43] in cui Taskmaster, ferito mortalmente, diviene l'Avatar dell'Abisso fondendosi all'artefatto[44] da cui però, viene separato grazie all'intervento di Venom e Ant-Man (Eric O'Grady) ristabilendosi completamente dalle sue ferite[45].

Soccorso da Nick Fury Jr. in seguito ad una missione andata male in Bagalia, Taskmaster accetta di sdebitarsi infiltrandosi per conto dei Vendicatori Segreti nel Concilio Supremo dell'A.I.M.[46] assieme a Mimo[47] che, nel momento in cui l'A.I.M. scopre il suo doppiogiochismo, si offre di ucciderlo sparandogli a bruciapelo[48] ma mancando di proposito ogni punto vitale di modo che questi riesca a sopravvivere e a fuggire non appena lei e l'A.I.M. abbandonano la scena[49].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Già da prima di iniettarsi il siero di Gorscht, Taskmaster era un atleta di livello olimpico dotato, oltre che di una immensa esperienza nel combattimento corpo a corpo, anche di enorme forza fisica, elevata agilità[3], una fine intelligenza e straordinarie doti strategiche[6]. Avendo servito per anni nello S.H.I.E.L.D., è inoltre una spia tanto abile da portare a termine con successo una missione d'infiltrazione sfuggendo perfino allo sguardo di Maria Hill[31], nonché esperto nell'uso delle armi da fuoco e come pilota[3][10].

L'assunzione del siero ha dotato Taskmaster dei "riflessi fotografici" (Photographic Reflexes), rendendolo uno degli uomini più pericolosi del mondo poiché capace di imitare perfettamente i movimenti di chiunque, a prescindere dalla difficoltà, vedendoli anche solo una volta[7]; ciò gli conferisce: le superbe capacità combattive di Devil, Elektra o Shang-Chi; le straordinarie doti ginnico-coordinative di Vedova Nera, Tigra o Pantera Nera; l'abilità da schermidore di Cavaliere Nero, Silver Samurai e Spadaccino; il talento d'arciere di Occhio di Falco; la maestria balistica e da tiratore scelto del Punitore; e perfino stili di combattimento specifici come quello acrobatico dell'Uomo Ragno, quello bestiale di Wolverine e la tecnica con lo scudo di Capitan America[7][8]. Una volta che Taskmaster memorizza i movimenti di qualcuno, è anche in grado di prevederne gli attacchi[8], unica eccezione a ciò è Deadpool a causa della sua personalità psicotica per natura imprevedibile[50]. Tali abilità di mimica non si limitano al corpo ma anche alla voce, rendendolo capace di imitare (o impersonare) chiunque voglia[25]; per lo stesso motivo la sua velocità d'apprendimento linguistica è pressoché immediata, sebbene possa memorizzare un massimo di otto lingue, dopodiché, per impararne una nuova ne dimentica una vecchia[9]. Il limite principale dei suoi poteri è che pur potendo imitare i movimenti dei superumani, le sue capacità fisiche rimangono quelle di un comune essere umano[9][51], sebbene possa effettivamente sviluppare una limitata supervelocità imitando i movimenti dei video ravvelocizzati, procedimento che lo lascia visibilmente provato[10]. L'effetto collaterale dei poteri di Taskmaster è tuttavia che il suo cervello, dando importanza primaria alla memoria procedurale, per farvi spazio cancelli automaticamente i ricordi legati alla sua identità o a esperienze personali[11] costringendolo a vivere una costante amnesia.

Per potersi servire al meglio delle abilità memorizzate, Taskmaster porta sempre con sè un vasto arsenale delle più disparate tipologie d'armi, generalmente composto da: una spada, una replica dello scudo di Capitan America col simbolo "T", una faretra da almeno 30 frecce, un arco, vari manganelli, un lazo, dei nunchaku, innumerevoli dardi e molteplici armi da fuoco. Occasionalmente si è servito anche di un dispositivo dello S.H.I.E.L.D. capace di creare armi di energia solida, tuttavia predilige le armi tradizionali[6].

Org[modifica | modifica wikitesto]

Mercedes Merced
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Org
  • Hub
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. novembre 2010
1ª app. in Taskmaster. (Vol. 2) n. 1
Editore it. Panini Comics
app. it. inedito
Sesso Femmina
Abilità
Affiliazione S.H.I.E.L.D.
Parenti
  • Tont Master/Taskmaster (marito)

Org, il cui vero nome è Mercedes Merced-Masters[3] esordisce ad opera di Jefte Palo (storia) e Fred Van Lente (disegni) su Taskmaster (Vol. 2) n. 1 (novembre 2010).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Entrata nello S.H.I.E.L.D. poco dopo la fine del liceo insieme al suo migliore amico, Derek Khanata[10], durante l'addestramento Mercedes conosce Tony Masters[10], assegnatole poi come partner sul campo[3]. Inizialmente, pur subendone il fascino, lo considera vanitoso e insopportabile[10] ma, col tempo, inizia con lui un'intensa storia d'amore che li porta al matrimonio[3]. Dopo la missione in Bosnia in cui Tony assume il siero di Gorscht[3], iniziando di conseguenza a perdere i ricordi specifici in favore della memoria procedurale[11], diviene incapace di riconoscere Mercedes[3] che, tuttavia, volendo rimanergli vicina, nel momento in cui Fury gli assegna la missione d'infiltrazione nel sottobosco criminale globale[3], essa ne diviene il supervisore col nome in codice di "Org"[11] e il compito di guidarlo attraverso la sua perdita di memoria poiché svolga correttamente il suo incarico.

Come Org, la donna agisce nell'ombra fingendosi una misteriosa e quasi onniscente rete di intelligence criminale e comunica con il marito solo attraverso messaggi vocali[11], il cosiddetto "Hub": la voce dell'Org[3]. Essa mantiene in piedi tale facciata anche dopo che Norman Osborn fonda l'H.A.M.M.E.R. tuttavia, quando viene messa una taglia di 1.000.000.000 di dollari su Taskmaster da qualcuno che si passa per lei[11], esce allo scoperto fingendosi una cameriera coinvolta per caso in tale storia di spionaggio ed accompagnando l'immemore marito in un viaggio che lo porta a riacquistare progressivemante la memoria[12][3]. Dopo tanti anni, Mercedes e Tony hanno dunque un breve ricongiungimento che termina non appena egli, per sconfigere il vero responsabile della taglia, ne acquisisce i movimenti perdendo nuovamente i ricordi[10], cosa che riporta lui e Mercedes al precedente status quo.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Age of Ultron[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Age of Ultron.

Nella realtà alternativa di Age of Ultron, Taskmaster aiuta l'Hulk Rosso ad affrontare le sentinelle di Ultron[52] ma, al termine dello scontro l'alleato, non fidandosi di lui, lo uccide[53].

Avataars: Patto dello Scudo[modifica | modifica wikitesto]

Nella miniserie Avataars, in cui l'universo Marvel è reinterpretato in chiave fantasy, è un assassino prezzolato di nome Deathmaster[54].

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: House of M.

Nella realtà di House of M, Taskmaster è un membro della squadra d'azione speciale nota come Fratellanza e, servendosi dei suoi poteri, si finge un mutante in quanto gli umani (anche quelli con poteri) sono trattati come cittadini di seconda classe[55]. il suo inganno viene però smascherato dopo essere stato battuto da Luke Cage per vendicare l'omicidio di Tigra[56].

Marvel Scimmie[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Marvel Scimmie, compare una versione primate di Taskmaster[57][58][59].

Marvel Universe Millennial Visions 2001[modifica | modifica wikitesto]

Nella miniserie Marvel Universe Millennial Visions 2001, dove Occhio di Falco si prodiga per portare i supercriminali alla redenzione, Taskmaster viene costretto a unirsi ai Thunderbolts tramite l'ipnosi[60].

Marvel Universe Vs. The Punisher[modifica | modifica wikitesto]

In Marvel Universe Vs. The Punisher, Taskmaster è una delle molte vittime della piaga cannibale che decima la popolazione mondiale[61].

MAX[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: MAX (fumetto).

Nelle serie Marvel MAX Deadpool MAX, compare una versione femminile di Taskmasterc nelle vesti di un'autoritaria e leggendaria mercenaria a tratti psicopatica che ha fatto da figura a materna a Deadpool dopo averlo rapito in giovane età[62].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Ultimate Taskmaster è un supercriminale mercenario afroamericano dotato della capacità di assorbire e riemettere qualsiasi forma di energia. Assoldato dalla Rxxon Corporation per catturare Cloak e Dagger[63], si scontra con Spider-Man, Spider-Woman e Bombshell per poi venire sconfitto dai New Ultimates[64].

Ultraverse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ultraverse.

Nella miniserie Malibu Comics Siren e in tutti i suoi spin-off, Taskmaster compare come personaggio di supporto[65][66].

Vendicatori/JLA[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Vendicatori/JLA.

Nel crossover Vendicatori/JLA, Taskmaster è uno dei supercriminali che affrontano Batman, Pantera Nera, Vedova Nera e Cacciatrice nella battaglia finale con Krona[67].

What If?[modifica | modifica wikitesto]

In uno scenario autoconclusivo della serie fuori continuity What If?, che ipotizza cosa sarebbe successo se Capitan America avese abbandonato permanentemente il suo ruolo, Taskmaster addestra Super-Patriot e vari Bucky poiché lo rimpiazzino[68].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Attribuitogli da Deadpool
  2. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s t u Taskmaster (Vol. 2) n. 3 (gennaio 2011)
  4. ^ a b c Avengers Academy (Vol. 1) n. 9 (aprile 2011)
  5. ^ a b c Battle Scars (Vol. 1) n. 2 (febbraio 2012)
  6. ^ a b c d Taskmaster (Vol. 1) nn. 1–4 (aprile-luglio 2002)
  7. ^ a b c d e f g h i The Avengers (Vol. 1) n. 195 (maggio 1980)
  8. ^ a b c d e f The Avengers (Vol. 1) n. 196 (giugno 1980)
  9. ^ a b c d Heroic Age: Villains (Vol. 1) n. 1 (gennaio 2011)
  10. ^ a b c d e f g h i j k l Taskmaster (Vol. 2) n. 4 (febbraio 2011)
  11. ^ a b c d e f g h i Taskmaster (Vol. 2) n. 1 (novembre 2010)
  12. ^ a b c d Taskmaster (Vol. 2) n. 2 (dicembre 2010)
  13. ^ a b Captain America (Vol. 1) n. 334 (ottobre 1987)
  14. ^ Captain America (Vol. 1) n. 387 (luglio 1991)
  15. ^ a b Captain America (Vol. 1) n. 403 (luglio 1992)
  16. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 254 (marzo 1990)
  17. ^ Spider-Woman Origin (Vol. 1) n. 2 (marzo 2006)
  18. ^ a b Agent X (Vol. 1) n. 1 (settembre 2000)
  19. ^ Marvel Team-Up (Vol. 1) n. 103 (marzo 1981)
  20. ^ a b Avengers (Vol. 1) n. 223 (settembre 1982)
  21. ^ Marvel Team-Up (Vol. 1) n. 146 (ottobre 1984)
  22. ^ The Thing (Vol. 1) n. 26 (agosto 1985)
  23. ^ The Amazing Spider-Man (Vol. 1) n. 308 (novembre 1988)
  24. ^ Daredevil (Vol. 1) n. 292–293 (maggio-giugno (1991)
  25. ^ a b Avengers (Vol. 3) n. 26 (marzo 2000)
  26. ^ Moon Knight (Vol. 5) n. 3 (agosto 2006)
  27. ^ Civil War (Vol. 1) n. 4 (novembre 2006)
  28. ^ Civil War (Vol. 1) n. 7 (gennaio 2007)
  29. ^ a b c Cable & Deadpool (Vol. 1) n. 36 (marzo 2007)
  30. ^ Deadpool (Vol. 1) n. 67-68 (luglio-agosto 2002)
  31. ^ a b c Marvel Comics Presents (Vol. 2) n. 2 (dicembre 2007)
  32. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 9 (marzo 2008)
  33. ^ Deadpool (Vol. 2) n. 9 (giugno 2009)
  34. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 25 (agosto 2009)
  35. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 26 (settembre 2009)
  36. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 28 (novembre 2009)
  37. ^ a b c Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 31 (febbraio 2010)
  38. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 32-33 (marzo-aprile 2010)
  39. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 34 (maggio 2010)
  40. ^ Avengers: The Initiative (Vol. 1) n. 35 (giugno 2010)
  41. ^ Avengers Academy (Vol. 1) n. 1 (giugno 2010)
  42. ^ Alpha Flight (Vol. 4) n. 5 (dicembre 2011)
  43. ^ Secret Avengers (Vol. 1) n. 30 (ottobre 2012)
  44. ^ Secret Avengers (Vol. 1) n. 31 (novembre 2012)
  45. ^ Secret Avengers (Vol. 1) n. 32-33 (dicembre 2012)
  46. ^ Secret Avengers (Vol. 2) n. 2 (maggio 2013)
  47. ^ Secret Avengers (Vol. 2) n. 6 (settembre 2013)
  48. ^ Secret Avengers (Vol. 2) n. 13 (febbraio 2014)
  49. ^ Secret Avengers (Vol. 2) n. 16 (aprile 2014)
  50. ^ Deadpool (Vol. 2) n. 2 (novembre 2008)
  51. ^ Marvel Avengers: The Ultimate Character Guide (Vol. 1) n. 1 (2010)
  52. ^ Age of Ultron (Vol. 1) n. 3 (aprile 2013)
  53. ^ Age of Ultron (Vol. 1) n. 4 (maggio 2013)
  54. ^ Avataars: Covenant of the Shield n. 1 (settembre 2000)
  55. ^ House of M: Avengers (Vol. 1) n. 2 (febbraio 2008)
  56. ^ House of M: Avengers (Vol. 1) n. 3 (febbraio 2008)
  57. ^ Marvel Apes: Evolution Starts Here (vol. 1) n. 1 (2009)
  58. ^ Marvel: Apes: Speedball Special (vol. 1) n. 1 (2009)
  59. ^ Marvel Apes: Grunt Line Special (vol. 1) n. 1 (2009)
  60. ^ Marvel Universe Millennial Visions 2001 (Vol. 1) n. 1 (febbraio 2002)
  61. ^ Marvel Universe Vs. The Punisher (Vol. 1) n. 4 (novembre 2010)
  62. ^ Deadpool MAX (Vol. 1) n. 5 (aprile 2011)
  63. ^ Ultimate Comics: Spider-Man (Vol. 1) n. 26 (ottobre 2013)
  64. ^ Ultimate Comics: Spider-Man (Vol. 1) n. 27 (ottobre 2013)
  65. ^ Siren (Vol. 1) n. 0-3 (settembre-dicembre 1995)
  66. ^ Siren Special (Vol. 1) n. 1 (1996)
  67. ^ JLA/Avengers (Vol. 1) n. 4 (maggio 2004)
  68. ^ What If...? (Vol. 2) n. 3 (settembre 1989)
  69. ^ Marvel Vs. Capcom 3 - Taskmaster Introduction Trailer Video - Xbox 360 su IGN, 17 gennaio 2011. URL consultato l'11 febbraio 2011.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics