Graviton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Graviton
Graviton interpretato da Ian Hart.
Graviton interpretato da Ian Hart.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Franklin Hall
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. aprile 1977
1ª app. in Avengers Vol.1[1], n. 158
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 30 aprile 1979
app. it. in Il mitico Thor n.210
Sesso Maschio
Luogo di nascita Banff, Alberta
Abilità
  • grande intelligenza
  • manipolazione gravitazionale
Affiliazione A.I.M.

Graviton, il cui vero nome è Dr. Franklin Hall, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics creato da Jim Shooter e Sal Buscema ed apparso per la prima volta in Avengers #158 (aprile 1977). Antagonista ricorrente dei Vendicatori, è noto anche con il soprannome di Signore delle Forze Fondamentali (Master of the Fundamental Force).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nativo di Banff, Alberta[2], Franklin Hall era un brillante scienziato intento ad un esperimento in una struttura privata tra le Montagne Rocciose Canadesi quando, un errore di calcolo, portò delle particelle instabili a fondersi con le sue molecole donandogli la capacità di manipolare la gravità con la sola forza della mente. Nonostante gli iniziali tentativi di tenere nascosta la cosa, Hall viene in seguito sopraffatto dalla sete di potere e, adottato l'alias di Graviton, prende il controllo della struttura di ricerca bloccando tutte le comunicazioni con l'esterno.

Nel momento in cui un collega scienziato riesce comunque a mandare una richiesta di soccorso ai Vendicatori Graviton, furioso, solleva l'intero laboratorio di ricerca nell'aria e vi combatte il gruppo di supereroi neutralizzandoli tutti con l'eccezione di Pantera Nera e Thor, sopraggiunto in seguito. Successivamente, quando gli viene fatto credere con l'inganno che una scienziata di cui era innamorato si era suicidata, Graviton, nel panico, perde il controllo rimanendo sepolto sul fondo di un fiume assieme alle macerie del laboratorio[3]. Sopravvissuto all'esperienza, Graviton contrae una forte amnesia e, in preda all'incertezza, tenta di rapire la scienziata amata ma viene fermato dalla Cosa e da Freccia Nera. Durante la battaglia Graviton perde nuovamente il controllo ed implode[4].

Diverso tempo dopo l'ex-scienziato ricostituisce il suo corpo ed eleva al cielo un negozio della catena Bloomingdale segregandovi diverse donne per farvi un harem. Viene tuttavia raggiunto da Thor che, con l'astuzia riesce ad intrappolarlo in una dimensione parallela[5]. Graviton riesce in seguito ad evadere dalla sua prigione grazie ad un'anomalia cosmica e tenta di prendere il controllo della malavita di Los Angeles, salvo poi venire neutralizzato dai Vendicatori della Costa Ovest[6]. Successivamente viene assoldato da Mefisto per uccidere l'Arcano ma fallisce nell'intento[7]; si allea dunque con una serie di altri supercriminali per vendicarsi dei Vendicatori della Costa Ovest ma viene nuovamente battuto[8]. Dopo aver battuto l'Uomo Ragno[9], Graviton ha uno scontro con i Fantastici Quattro[10] e, in seguito, viene sconfitto in un secondo scontro con l'Uomo Ragno dopo che questi ha ottenuto poteri cosmici[11][12].

Sigillato nuovamente in un'altra dimensione dopo una battaglia coi Vendicatori[13], Graviton viene liberato da Techno e dal Barone Zemo ed attacca i Thunderbolts, salvo venire poi convinto a desistere da Moonstone[14]. Desideroso di ottenere più potere, si reca dunque a San Francisco e ne prende il controllo, tuttavia viene sconfitto da Machine Man[15].

Esiliato nuovamente nella stessa dimensione parallela, Graviton impazzisce a causa delle continue sconfitte e ritorna sulla Terra con l'obbiettivo del dominio del mondo, accompagnato da un alieno P'tah di nome M'reel. Dopo aver ucciso i Redeemers ed essere stato nuovamente battuto dai Thunderbolts tuttavia, Graviton scopre che M'reel si è semplicemente servito di lui per aprire un portale che permettesse alla sua specie di invadere il pianeta. Furioso, Graviton distrugge l'armata aliena morendo poco dopo per lo sforzo[16].

Apparentemente sopravvissuto, Graviton perde temporaneamente i suoi poteri e viene imprigionato al Raft, tuttavia nel momento in cui Electro vi fa irruzione per liberare Sauron, Graviton e una dozzina di altri detenuti riescono a fuggire, salvo poi essere ricatturati dai Nuovi Vendicatori[17]. Apparentemente il motivo del suo calo di poteri sembra essere un danno alla testa subito in uno scontro precedente che gli provoca una tale megalomania da far si che, recuperati in parte i suoi poteri, evada poco tempo dopo dichiarandosi in grado di perdonare o punire i peccati. Affrontato nuovamente dai Vendicatori, Graviton sconfigge l'Uomo Ragno e Capitan America ma viene in seguito massacrato e quasi ucciso da un'Iron Man potenziato dal virus Extremis[18].

Ingiustamente accusato di un crimine commesso da un uomo al soldo del Mandarino, Graviton viene rintracciato ed affrontato una seconda volta da Iron Man e, convinto che non avrà mai un equo processo, si suicida facendo esplodere il suo aneurisma[19].

Viene in seguito rivelato che Graviton è sopravvissuto al trauma ed è divenuto parte del consiglio direttivo dell'A.I.M., assieme a Andrew Forson, Jude the Entropic Man, Mentallo, Superia e Taskmaster[20]. Nel momento in cui i Vendicatori Segreti tentano di assassinare Forson, Graviton li attacca ma viene rapidamente sconfitto da un'armata di Iron Patriot guidata da Hulk[21].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Franklin Hall possiede un'intelligenza geniale ed è uno scienziato enormemente dotato. Come Graviton è in grado di circondare ogni oggetto o persona con gravitoni o anti-gravitoni, manipolando dunque l'attrazione gravitazionale dei suddetti. Il suo campo d'azione è di circa 230 km³[22], all'interno dei quali è in grado di manipolare la gravità in vari modi, come generando onde d'urto, facendo levitare, attraendo o respingendo oggetti e persone o formando campi di forza. Nonostante l'applicazione di tali poteri richieda un'enorme concentrazione, Graviton ha dimostrato di poter applicare le sue abilità in modi differenti su oggetti differenti nel medesimo istante[23] e prima che la stanchezza fisica comprometta l'uso delle sue abilità è necessario un lasso di tempo superiore alle otto ore[23].

Manipolando i suoi stessi gravitoni ed anti-gravitoni è infine in grado di volare a velocità supersonica fino ad altezze a cui è in grado di respirare, sebbene con i sui campi di forza gravitazionali sia in grado di respirare anche nello spazio[24][25]. Ribaltando quest'ultima abilità, Graviton è in grado di far mancare l'ossigeno intorno ai suoi avversari o danneggiarne il sistema cardiovascolare.

È in grado di estendere il potere del volo ad un numero fino a 70 persone contemporaneamente e di toglierlo a piacimento[23].

Con il tempo, Graviton ha imparato ad usare i suoi poteri anche su intere isole o zolle di terra[22], di servirsene mentre dorme[26] o da un lato all'altro della Terra[27]. Inoltre si è dimostrato in grado di teletrasportarsi[24], passare attraverso i corpi solidi[28][29] aprire e chiudere portali interdimensionali[28] e simulare caratteristiche quali la superforza manipolando i gravitoni attorno al suo corpo.

La sua sola debolezza è, apparentemente, l'essere, sia emotivamente che mentalmente, molto instabile.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

  • Graviton è un'antagonista del videogioco per Game Boy The Amazing Spider-Man 2.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Official Handbook of the Marvel Universe v.1 # 4
  3. ^ Avengers #158 - 159 (aprile 1977)
  4. ^ Marvel Two-In-One Annual #4 (1979)
  5. ^ Thor #324
  6. ^ West Coast Avengers #2 - 4 (ottobre-dicembre 1984)
  7. ^ Secret Wars II #7 (gennaio 1986)
  8. ^ West Coast Avengers Vol. 2, #12 - 13 (settembre-ottobre 1986)
  9. ^ Amazing Spider-Man #326 (dicembre 1989)
  10. ^ Fantastic Four #322 (gennaio 1989)
  11. ^ Amazing Spider-Man #329 (febbraio 1990)
  12. ^ Web of Spider-Man #64 - 65 (maggio-giugno 1990)
  13. ^ Avengers Unplugged #2 (dicembre 1995)
  14. ^ Thunderbolts #17 (agosto 1998)
  15. ^ Thunderbolts #27 - 30 (giugno-settembre 1999)
  16. ^ Thunderbolts #53 - 58 (agosto 2001-gennaio 2002)
  17. ^ New Avengers Vol. 1 #1-5
  18. ^ Iron Man #8 (luglio 2006)
  19. ^ Iron Man #21 - 23 (2007)
  20. ^ Secret Avengers Vol. 2 #2
  21. ^ Secret Avengers Vol. 2 #7 (ottobre 2013)
  22. ^ a b All-New Official Handbook of the Marvel Universe A to Z Update 1 (2007)
  23. ^ a b c Thunderbolts #28
  24. ^ a b Thunderbolts #56
  25. ^ Thunderbolts #53
  26. ^ Thunderbolts #29
  27. ^ Thunderbolts #54
  28. ^ a b Thunderbolts #17
  29. ^ Thunderbolts #58
  30. ^ Franklin Hall AKA 'Graviton' Will Feature In AGENTS OF S.H.I.E.L.D Ep 103 "The Asset", comicbookmovie.com, 19 settembre 2013.
  31. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x03, La risorsa.
  32. ^ Declassifying Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D. Ep. 103: The Asset, marvel.com, 19 settembre 2013.
  33. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x18, Provvidenza.
  34. ^ Agents of S.H.I.E.L.D.: episodio 01x22, Il principio della fine.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics