MODOK

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MODOK
MODOK alle spalle di Wolverine e degli Alpha Flight
MODOK alle spalle di Wolverine e degli Alpha Flight
Universo Universo Marvel
Nome orig. MODOK
Alter ego George Tarleton
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. settembre 1967
1ª app. in Tales of Suspense vol.1 n.93
app. it. ottobre 1973
app. it. in Capitan America Editoriale Corno n.13
Abilità Intelligenza estrema; poteri psionici
Affiliazione Intellighenzia

MODOK (anche scritto M.O.D.O.K.) è un personaggio dei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics, il suo nome è l'acronimo di Mental (o Mobile o Mechanized) Organism Designed Only for Killing.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

George Tarleton era un tecnico della Avanzate Idee Meccaniche (A.I.M.) che venne trasformato dagli scienziati dell'organizzazione nel super intelligente MODOC (Mental Organism Designed Only for Computing). Il suo compito era studiare e migliorare le potenzialità dell'artefatto noto come Cubo Cosmico ma, diventato ambizioso, Tarleton uccise i suoi padroni e prese il controllo dell'A.I.M.. Ribattezzatosi MODOK (Mental Organism Designed Only for Kill), il suo primo avversario fu Capitan America, impegnato a salvare l'agente S.H.I.E.L.D. Sharon Carter, rapita dall'organizzazione[1]. MODOK diventa un nemico ricorrente per Capitan America, combattendo l'eroe più volte[2], ma si scontra anche con Namor e con il Dottor Destino per il possesso del Cubo Cosmico[3]. Nel tentativo di distruggere Hulk, MODOK rapisce Betty Ross, trasformandola nell'Arpia; la ragazza e l'alter ego del gigante di giada, Bruce Banner, fuggono su di un nido fluttuante dove lo scienziato riesce a curare dal suo stato Betty. MODOK li raggiunge, insieme a una squadra dell'A.I.M., arrivando in tempo per uccidere il guardiano del nido, la Bi-Bestia, ma attivando un meccanismo di autodistruzione che costringe tutti a fuggire[4]. Successivamente MODOK accetta l'offerta dell'essere ultra-dimensionale noto come Lama Nero, partecipando alla "Guerra dei Supercriminali", ma non riesce a vincere il premio stabilito quando viene sconfitto da Iron Man[5]. Quando l'A.I.M. comincia a spazientirsi per la mancanza di progresso scientifico, e per l'ossessione di MODOK nel cercare vendetta contro i metaumani, lo estromette dal comando; Tarleton allora tenta di riprendere il controllo dell'organizzazione, e di dimostrare il proprio valore, liberando un agente nervino su New York City, ma il piano gli è impedito da Ms. Marvel e dalla Visione[6]. In seguito cerca vendetta contro Ms. Marvel, prima tentando di controllarne la mente[7], poi ingaggiando Deathbird per ucciderla[8], ma viene sconfitto in entrambi i casi[9]. L'ambizione del criminale cresce fino a portarlo a cercare di dominare il mondo, ma è ostacolato in questo piano da Iron Man e dai Campioni[10]. Dopo un tentativo di saccheggiare le risorse della Terra Selvaggia, fallito a causa dell'intervento di Ka-Zar e Hulk[11], MODOK sviluppa un nuovo agente biologico, denominato Virus X, che intende testare su dei senzatetto, fortunatamente l'esperimento viene bloccato dalla Cosa, affiancata da Namor e Capitan America[12].

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Abbandonato dall'A.I.M. per i continui fallimenti, MODOK resuscita il nemico di Hulk, l'Abominio, così da utilizzarlo contro i suoi superiori e trasforma la dottoressa Katherine Waynesboro, una socia di Bruce Banner, in una versione femminile di se stesso. Tuttavia il piano fallisce, Blonsky si rivela troppo instabile per essere tenuto sotto controllo e la dottoressa, inorridita dal cinico disprezzo per la vita di MODOK, esige di essere riportata alla sua forma umana[13]. In risposta all'attacco di MODOK, l'A.I.M. assume la Società dei Serpenti per assassinarlo, Marasso lo uccide e restituisce il corpo all'organizzazione che intende usarlo come supercomputer[14]. Successivamente il corpo di MODOK viene trafugato da un agente dell'A.I.M., che intende usarlo contro Iron Man, e durante la lotta viene distrutto[15]. Dopo questa avventura l'A.I.M. sostituisce il criminale con una sua più fedele e più efficace controparte femminile, MODAM (Mental Organism Designed for Aggressive Maneuvers)[16].

Resurrezione[modifica | modifica wikitesto]

MODOK viene resuscitato dall'A.I.M. per aiutarli nella creazione di un altro Cubo Cosmico, ma per sicurezza viene temporaneamente imprigionato in una dimensione alternativa[17]. Dopo aver tentato di rubare un dispositivo che aumenta la potenza mentale[18], accetta di aiutare il gruppo degli Uomini Testa nei loro piani di conquista ma, dopo aver preso nuovamente il controllo dell'A.I.M., rinnega l'accordo per evitare di scontrarsi con i Difensori[19]. Dopo una battaglia con il gruppo canadese Alpha Flight[20], viene catturato da un cartello della droga, che collabora in segreto con la marina militare, che lo lobotomizza per infiltrarlo in satelliti spia e manipolare il mercato azionario, MODOK, tuttavia, recupera la sua personalità e sfrutta la situazione fino a quando viene catturato e preso in custodia dallo S.H.I.E.L.D.[21]. MODOK, quindi, si mette alla ricerca un campione degli esseri cibernetici noti come Phalanx[22], e, dopo alcuni scontri con gli X-Men[23], combatte nuovamente Ms. Marvel, affiancata dal compagno Vendicatore Wonder Man, mentre una branca rinnegata dell'A.I.M., di cui fa parte anche suo figlio, cerca di ucciderlo[24]; alla fine, attraverso un piano complicato ed elaborato, il criminale ristabilisce la sua ricchezza ed il suo potere personale sull'A.I.M.[25]. MODOK, inoltre, entra a far parte dell'organizzazione Intelligencia, contribuendo a creare Rulk[26] e She-Hulk Rossa[27], e a sottoporre alcuni eroi, tra cui Amadeus Cho, al raggio Cathexis, in grado di trasferire l'energia radiante da un soggetto ad un altro; a differenza degli altri individui colpiti, Amadeus, diventa così potente da ottenere la capacità di deformare la realtà all'interno di un raggio di tre metri, facoltà che usa per riportare MODOK alla sua forma umana e metterlo in fuga[28]. George Tarleton viene preso in custodia dall'esercito, anche se viene interpellato occasionalmente da Bruce Banner per sventare le "bombe a tempo" innescate nel caso il suo piano principale fallisse, non sembra ricordare quasi nulla della sua vita come MODOK[29]. In realtà queste piani collaterali servono solo come specchietto per le allodole, mentre l'attenzione è concentrata su di essi un computer senziente, prodotto dalle cellule cerebrali del criminale, si attiva e riesce a creare un nuovo MODOK, privo delle debolezze dell'originale[30]. Durante Fear Itself, MODOK, riconosce in Skadi Sin, la figlia del Teschio Rosso, scoprendo che ha attinto alla magia degli Asgardiani, osserva Rulk che combatte la Cosa[31], trasformata in Angir, e si allea con Zero/Uno per combattere i soldati del Serpente[32]. Nel prologo di Avengers vs. X-Men, il criminale attacca un convoglio che stava scortando il Dr. Udaku, ex scienziato A.I.M., al Pentagono ma viene fermato dall'intervento di Scarlet, aiutata da Ms. Marvel e dalla Donna Ragno[33].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

George Tarleton è stato sottoposto a un processo mutageno che gli ha conferito un'intelligenza e una memoria sovrumane, la capacità di connettersi alle banche dati computerizzate e di risolvere problemi matematici astratti quasi istantaneamente. Ha anche la facoltà di calcolare la probabilità matematica che un dato evento si verifichi, una capacità così forte che sconfina nella precognizione. Possiede poteri psionici che gli consentono di controllare mentalmente individui o gruppi e di generare campi di forza in grado di contenere anche lievi esplosioni nucleari. La fascia frontale che indossa, creata per lui dall'A.I.M., gli permette di concentrare il suo potere mentale in un raggio devastante. Un effetto collaterale della sua mutazione è stata la crescita sproporzionata della testa, tanto che il suo corpo non può più sostenerne il peso, rendendogli necessario l'uso di un esoscheletro e di un mezzo di trasporto fluttuante e dotato di vari armamenti. Di tanto in tanto Tarleton fa uso di un veicolo umanoide proporzionalmente dimensionato alla testa. Sempre a causa della mutazione, i suoi organi si deteriorano velocemente, rendendogli necessario l'utilizzo di cloni da usare come donatori[34]. In qualità di leader di A.I.M., MODOK ha a disposizione una tecnologia avanzata e un esercito personale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tales of Suspense vol.1 n.93-94; edizione italiana: Capitan America Editoriale Corno n.13
  2. ^ Captain America vol.1 n.112/120/133; edizione italiana: Capitan America Editoriale Corno n.28/36/49
  3. ^ Sub-Mariner vol.1 n.49; edizione italiana: I Fantastici Quattro Editoriale Corno n.111
  4. ^ The Incredible Hulk vol.2 n.167-169; edizione italiana: Hulk & Difensori Editoriale Corno n.39-40
  5. ^ The Invincible Iron Man vol.1 n.74-75; edizione italiana: L'Uomo Ragno Editoriale Corno n.172-173
  6. ^ Ms. Marvel vol.1 n.5; edizione italiana: I Fantastici Quattro Editoriale Corno n.218
  7. ^ Ms. Marvel vol.1 n.7; edizione italiana: I Fantastici Quattro Editoriale Corno n.220
  8. ^ Ms. Marvel vol.1 n.9; edizione italiana: I Fantastici Quattro Editoriale Corno n.224
  9. ^ Ms. Marvel vol.1 n.10; edizione italiana: I Fantastici Quattro Editoriale Corno n.225
  10. ^ The Invincible Iron Man Annual n.4; edizione italiana: L'Uomo Ragno Editoriale Corno n.262
  11. ^ Marvel Team-Up vol.1 n.104; edizione italiana: inedito
  12. ^ Marvel Two-In-One n.82; edizione italiana: inedito
  13. ^ The Incredible Hulk vol.2 n.287-290; edizione italiana: inedito
  14. ^ Captain America vol.1 n.313; edizione italiana: Capitan America & i Vendicatori n.54
  15. ^ The Invincible Iron Man n.205; edizione italiana: inedito
  16. ^ The West Coast Avengers n.36; edizione italiana: inedito
  17. ^ The Avengers vol.1 n.386-388, Captain America vol.1 n.440-441; edizione italiana: Iron man & i Vendicatori n.8-9
  18. ^ The Invincible Iron Man & Captain America Annual 1998; edizione italiana: Marvel Crossover n.28
  19. ^ The Defenders vol.2 n.9-10; edizione italiana: Marvel Monster Edition n.1
  20. ^ Wolverine vol.2 n.142-143; edizione italiana: Wolverine n.124-125
  21. ^ Captain America & the Falcon n.9; edizione italiana: Marvel Mix n.58
  22. ^ Cable & Deadpool n.11; edizione italiana: inedito
  23. ^ X-Men vol.1 n.200, Uncanny X-Men vol.1 n.488; edizione italiana: Gli Incredibili X-Men n.215
  24. ^ Ms. Marvel vol.2 n.14-17; edizione italiana: Thor & i Nuovi Vendicatori n.106-108
  25. ^ Super villain Team-Up: MODOK's 11 n.1-5; edizione italiana: inedito
  26. ^ The Incredible Hulk vol.2 n.600; edizione italiana: Devil & Hulk n.159
  27. ^ Fall of the Hulks: Alpha; edizione italiana: Devil & Hulk n.166
  28. ^ The Incredible Hulk vol.2 n.610; edizione italiana: Devil & Hulk n.172
  29. ^ Hulk n.28; edizione italiana: Devil & Hulk n.176
  30. ^ Hulk n.29; edizione italiana: Devil & Hulk n.177
  31. ^ Hulk n.37; edizione italiana: Devil & Hulk n.183
  32. ^ Hulk n.38; edizione italiana: Devil & Hulk n.184
  33. ^ Avengers vs X-Men n.0; edizione italiana: Marvel Miniserie n.128
  34. ^ Fall of the Hulks: Red Hulk n.1; edizione italiana: Marvel Universe n.3
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics