Uomo Assorbente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uomo Assorbente
Universo Universo Marvel
Nome orig. Absorbing Man
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego Carl "Crusher" Creel
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. marzo 1965
1ª app. in Journey into Mystery n. 114
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 12 ottobre 1971
app. it. in Il Mitico Thor n. 14
Sesso Maschio
Abilità Capacità di assumere le caratteristiche di ogni materia che tocca

forza e resistenza sovraumane

Parenti
  • Titania (moglie)
  • Stonewall (Jerry Sledge; figlio)

L'Uomo Assorbente (Absorbing Man), il cui vero nome è Carl "Crusher" Creel, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni) nel 1965, pubblicato dalla Marvel Comics. È un supercriminale apparso la prima volta in Journey into Mystery n. 114 (marzo 1965).

Sebbene Creel sia un criminale e un malvivente, non è un uomo completamente malvagio e di solito tenta di non uccidere passanti innocenti (anche se non ha scrupoli a minacciarli).

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

Come raccontato da Loki stesso, Carl Creel fin dall' infanzia venne messo sotto pressione dal padre, autoritario e molto rozzo. Costretto a difendersi dai teppisti di strada, si diede alla boxe e venne soprannominato "Crusher", poiché tutti gli avversari che combattevano contro di lui venivano brutalmente sconfitti. In un particolare caso uccise volontariamente uno, venendo squalificato e mandato in prigione per omicidio.[1] Quando Loki andò alla ricerca di un degno avversario di Thor, scelse Creel per la sua storia somigliante alla sua: entrambi erano infatti persone cacciate dalla società civile e in cerca di vendetta. Apparendogli, gli disse di ingerire un'erba magica che gli avrebbe conferito la capacità di imitare la struttura molecolare di ogni materiale, che sia anche quello più duro o soffice. Utilizzando la sua palla da prigione, diventò di ferro ed evase facilmente, chiamandosi da allora l'Uomo Assorbente. Incontrando dopo non molto Thor, lo sfidò in battaglia, solo per venire trasformato in elio e spedito nello spazio. Successivamente, venne salvato da Loki per essere in seguito riportato sulla Terra.

In tempi recenti, Creel ha sposato una supercriminale, ovvero la nuova Titania. Nonostante si rispettino l'uno con l'altra, sono molto simili in carattere e ciò tende a renderli ancora più uniti che mai.

I due hanno preso parte alla formazione dei Signori del male che per poco non sconfissero i Vendicatori, venendo incredibilmente battuti da Wasp e Scott Lang.

Fear Itself[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fear Itself (fumetto).

Assieme alla sua compagnia Titania, Creel si dirige in Sudafrica, alla ricerca di diamanti a Johannesburg. Qui assiste all'arrivo di uno dei sette martelli magici del Serpente e prova ad alzarlo, ma senza successo. Prova anche ad assorbirne il materiale, ma stranamente non funziona neanche questo tentativo. Titania si offre nel sollevare l'arma e si trasforma in Skirn, la Distruttrice di Uomini. Promettendogli di trovare un martello adatto a lui, lo porta in Cina, dove si trasforma in Greithoth, il Distruttore di Fede. Più avanti nella storia viene visto a Dubai distruggendo tutto ciò che incontra, utilizzando il martello che, proprio come la sua inseparabile sfera, termina con una catena maneggiabile.[2]

Battlin' Jack Murdock[modifica | modifica sorgente]

Nella storia di Devil Battlin' Jack Murdock, scritta da Zeb Wells e disegnata da Carmine Digiandomenico, i due autori suggeriscono che la notte in cui il padre di Matt morì per non aver accettato di perdere un incontro truccato, il suo avversario sul ring fosse proprio Crusher Creel, che però non era al corrente della combine.

Poteri ed abilità[modifica | modifica sorgente]

Creel ha la capacità di assorbire le proprietà dei materiali, cosa che lo rende estremamente forte nel caso diventi duro quanto leghe o metalli tipo l'adamantio, il vibranio addirittura l'Uru, uno tra i più densi in assoluto. Nel corso della sua carriera criminale ha assorbito un' enorme varietà di sostanze, le quali hanno deciso in modo rilevante gli esiti degli scontri in cui era impegnato.

La sua maggiore debolezza è l'intelligenza poco acuta, cosa che lo rende facilmente raggirabile, e il suo potere può essere rivolto contro di lui se è spinto ad un contatto fisico con una sostanza indesiderata e di scarsa capacità. Per esempio, combattendo con Hulk, in una occasione commette l'errore di rompere del vetro sopra di lui riducendolo in frammenti. Quando entra in contatto con un frammento di tale materiale, il suo corpo assume le caratteristiche del vetro e Hulk sfrutta subito il vantaggio di tale situazione, oppure da Deadpool[3] in cui il mercenario chiacchierone riesce a trasformarlo in carta igienica.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edizione italiana: Fear Itself n. 5, Panini Comics, marzo 2012.
  2. ^ Edizione italiana: Fear Itself n. 3, Panini Comics, dicembre 2011.
  3. ^ Headtrip; edizione italiana: In viaggio con la testa n. 10.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics