Thunderbolt Ross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la saga di Hulk Rosso, vedi Hulk Rosso.
Thunderbolt Ross
Il generale Ross (sinistra) assieme a Hulk e Rick Jones, disegni di Jack Kirby.
Il generale Ross (sinistra) assieme a Hulk e Rick Jones, disegni di Jack Kirby.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Thaddeus E. Ross
  • Hulk Rosso
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1962
1ª app. in The incredible Hulk (Vol. 1[1]) n. 1
Editore it. Editoriale Corno
app. it. giugno 1971
app. it. in Thor n. 5
Interpretato da
Voci italiane
Specie umano mutato
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita New Hampshire
Abilità Ross

Hulk Rosso

Affiliazione
Parenti

Il generale Thaddeus E. "Thunderbolt" Ross è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni) pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in The incredible Hulk (Vol. 1[1]) n. 1 (maggio 1962).

L'antieroico, duro e inflessibile generale Ross è uno dei principali nemici di Hulk, a cui dà una spietata caccia al limite dell'ossessione in quanto lo ritiene una minaccia per gli Stati Uniti e l'intero pianeta. Dopo oltre quarant'anni di vita editoriale ha assunto l'identità di Hulk Rosso (Red Hulk) per poter affrontare più facilmente la sua nemesi.

Nella classifica stilata nel 2009 da IGN, si è posizionato al 71º posto come più grande cattivo nella storia dei fumetti[4].

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Nato in New Hampshire[5], in una famiglia che vanta una centenaria tradizione nelle forze armate, Ross si diploma col massimo dei voti alla United States Military Academy e, appena diciottenne, diviene uno dei migliori piloti della United States Air Force servendo il suo paese sia nella Seconda Guerra Mondiale che nella Guerra di Corea[5] ottenendo il rango di capitano e il soprannome "Thunderbolt", attribuitogli dalle sue truppe in onore della sua rapidità d'azione[6].

Al termine del conflitto, promosso maggiore, sposa Karen Lee, unica figlia del capitano Lee, suo mentore ed ex-superiore[5] e, dopo aver preso parte a vari conflitti in Asia venendo infine promosso tenente generale, ottenendo un incarico d'ufficio dapprima a Los Alamos e poi a Desert Base. Poco tempo dopo nasce la sua unica figlia, Betty, e, non volendola crescere in un ambiente militare, allontana lei e sua madre dalla base mandandole nella sua città natia[5]. Nonostante il suo carattere duro l'uomo ha sempre amato profondamente sia la moglie che la figlia e, proprio in virtù di ciò, quando la consorte muore di cancro la figlia sedicenne si trasferisce alla Base Gamma da lui supervisionata, in Nuovo Messico, per potergli stare vicina[5][6].

Hulkbusters[modifica | modifica wikitesto]

Il generale Ross stagliato di fronte a Hulk, disegni di Adam Kubert.

Nel momento in cui, divenuta adulta, sua figlia si innamora di Bruce Banner, lo scienziato a capo del Progetto Bomba Gamma comandato da Ross, questi disapprova aspramente in quanto lo considera un debole e un vigliacco assolutamente indegno di stare al fianco della sua bambina[6] che, al contrario, vorrebe sposasse il suo secondo in comando, il maggiore Glenn Talbot[7]. Dopo la comparsa di Hulk, il generale inizia a dargli una caccia spietata e, nel momento in cui scopre che la creatura altri non è che Banner[8], si mette al comando degli Hulkbusters[9], una speciale task force da lui istituita al fine di inseguirlo e neutralizzarlo; la sua ossessione nei confronti del Golia Verde cresce fino al punto da portandolo ad allearsi con supercriminali quali il Capo[10] e Abominio[11] subendo infine un crollo nervoso e venendo radiato[12].

Tempo dopo, saputo dell'imminente matrimonio tra sua figlia e Banner, vi si presenta tentando di impedirlo ma, in un misto di rabbia, dolore e pazzia, finisce unicamente per sparare a Rick Jones e venire allontanato senza riuscire nell'intento di impedire che i due pronuncino i loro voti[13]. Furioso, l'ex-generale viene avvicinato dall'agente S.H.I.E.L.D. Clay Quartermain e sottoposto ad un esperimento per unirlo con la creatura elettrocinetica Zzzax; tale processo danneggiare però ulteriormente il suo già precario equilibrio psichico, motivo per il quale viene prontamente invertito[14].

Tempo dopo, Ross osserva Banner e Jones affrontare un mutante capace di assorbire energia e capisce di essersi sempre sbagliato sul conto della creatura, motivo per il quale si sacrifica per aiutarli e muore poco dopo tra le braccia di sua figlia dando la sua benedizione a lei e al marito[15].

Il corpo dell'uomo viene tuttavia in seguito rianimato dal Capo, che ne fa il suo servitore ribattezzandolo Redeemer[16]. In seguito tuttavia, viene liberato da tale schiavitù e reintegrato nella U.S. Air Force riappacificandosi col genero e coesistendoci pacificamente fino alla morte di Betty per contaminazione da raggi gamma apparentemente trasmessile per via sessuata dal marito[17] (in realtà dovuto a una macchinazione di Abomino[18]).

Straziato dal dolore e desideroso di vendetta, Ross riprende i tentativi di catturarlo finché non gli subentra il generale John Ryker[19].

World War Hulk[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: World War Hulk.

Durante la guerra al pianeta dichiarata da Hulk, Ross, promosso generale a quattro stelle[20], tenta di uccidere Hulk bombardandolo con 10 tonnellate di adamantio ma, poiché il Gigante di Giada rimane illeso, il generale arriva a saltare da un elicottero gettandoglisi personalmente contro e sparandogli in faccia[20]. Fallito anche tale tentativo, Ross viene catturato, deportato al Madison Square Garden insieme a vari altri supereroi sconfitti e imprigionato sotto la guardia dei Fratelli di guerra. Viene liberato dopo la sconfitta di Hulk a opera di Tony Stark e Sentry[21].

Hulk Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Hulk Rosso.

Allettato dalle prospettive di salvare gli Stati Uniti dallo sbando in cui sono caduti dopo la morte di Capitan America e di resuscitare sua figlia Betty, Ross si allea con l'Intellighenzia (una coalizione di scienziati malvagi) permettendo al Capo e a M.O.D.O.K. di trasformarlo, tramite un bombardamento di raggi gamma e radiazioni cosmiche, in una versione rossa di Hulk[22] facendone l'agente principale del loro piano di conquista del paese[23]. Nei panni di Hulk Rosso (o Rulk[24]) uccide Abominio e Wendigo per poi affrontare Hulk e Thor sconfiggendo facilmente entrambi[25]. Dopo l'apparizione della She-Hulk Rossa[26], l'uomo realizza si tratti di sua figlia Betty motivo per il quale, capendo che l'Intellighenzia stia andando troppo oltre, si allea con il suo più acerrimo nemico: Bruce Banner rivelandogli la propria identità. Dopo aver annientato il gruppo di scienziati e privato il Capo dei suoi poteri drenando l'Energia Gamma dal suo corpo[27], Hulk Rosso occupa la Casa Bianca durante una conferenza stampa con la ferma intenzione di dominare gli Stati Uniti, tuttavia viene raggiunto da Hulk verde che, dopo una cruenta battaglia, lo sconfigge[28].

Sconfitto dalla sua nemesi e creduto morto dal resto del mondo, Ross/Rulk viene imprigionato nella Base Gamma, in Nuovo Messico, finché, su proposta di Banner, viene arruolato da Steve Rogers in una squadra di Vendicatori "forzuti"[29] istituita allo scopo di sventare il "Programma Terra Bruciata", innescato dalla distrutta Intellighenzia come contromisura estrema in caso di fallimento del loro piano di conquista[30]. Dopo il successo di tale missione, Rulk gli viene conceso di rimanere nei Vendicatori affiandandolo a una Life Model Decoy di nome Annie[31], ad ogni modo, il suo ingresso ufficiale nella squadra avviene solo dopo che aiuta a sconfiggere Hood, entrato in possesso di quattro delle Gemme dell'Infinito[32].

Durante Fear Itself tenta, senza successo, di impedire alla Cosa (sotto il controllo del Serpente) di distruggere la Torre dei Vendicatori[33]. Durante il conflitto tra Vendicatori e X-Men invade Utopia al fine di assassinare Ciclope ma fallisce[34].

Successivamente fonda un nuovo gruppo di Thunderbolts non sponsorizzato dal governo per compiere alcune missioni segrete volte a riparare gli errori commessi durante la sua carriera militare[35]. Nel momento in cui Hulk diviene il geniale e malvagio "Doc Green" decidendo di eliminare tutti gli individui potenziati dai raggi gamma, affronta Rulk con l'aiuto di Deadpool[36] riuscendo a sconfiggerlo e a rimuovergli i poteri. Regredito alla sua forma umana, il generale viene arrestato per diserzione[37].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Il generale Ross è un esperto militare addestrato nel combattimento corpo a corpo e nell'utilizzo delle armi da fuoco diplomatosi tra i migliori della United States Military Academy ed avendo prestato servizio nella Seconda Guerra Mondiale, nella Guerra di Corea[5] nonché in vari altri conflitti nel Pacifico. È un ottimo leader e un eccellente stratega che, come spesso dimostrato nella sua ossessiva caccia a Hulk, dispone di capacità analitiche e tattiche elevatissime. Superbo pilota, il suo soprannome, "Thundebolt" (in inglese: fulmine), gli è stato attribuito dai commilitoni, i quali, commentando la sua rapidià d'esecuzione, affermavano che: «colpisce come un fulmine» ("He Struck Like a Thunderbolt")[6].

Hulk Rosso[modifica | modifica wikitesto]

A differenza della sua nemesi, Ross possiede il totale controllo della propria mutazione, cosa che gli consente di ragionare sempre in maniera lucida e razionale, nonché di usufruire della sua incredibile esperienza militare anche in forma mostruosa[23], ciò lo rende «tutto ciò che l'Hulk verde non è»[38]. La trasformazione da una forma all'altra avviene solo consciamente e a piacimento dell'uomo che, dunque, non regredisce in forma umana nemmeno qualora reso incosciente o con livelli adrenalinici nella norma; inoltre il suo sangue è giallo fluorescente[39] e rimane di tale colore anche in forma umana[23][27]. Al di là di tutto ciò Rulk possiede una forza fisica immensa (molto superiore a quella di Hulk non arrabbiato); una resistenza allo strenuo dell'invulnerabilità, l'immunità al dolore e alla fatica; velocità, agilità, riflessi e capacità di salto sovrumane nonché un fattore rigenerante che lo immunizza da qualunque malattia conferendogli tempi di recupero sovrumani (inferiori a quelli di Hulk). Tali abilità non aumentano però in relazione alla rabbia della creatura, difatti, qualora colto dall'ira, anziché divenire più forte, Hulk Rosso inizia a emettere un calore letale dal proprio corpo, che aumenta in maniera direttamente proporzionale alla sua rabbia, senza mai raggiungere un limite, sebbene, superata una certa intensità, lo renda esausto[39]. Può ad ogni modo, emettere tale calore dagli occhi in maniera volontaria e regolandone autonomamentel'intensità anche senza essere arrabbiato.

Essendo stato creato da una combinazione di radiazioni gamma e Potere Cosmico[40], Hulk Rosso può aumentare drasticamente le sue capacità assorbendo tali tipologie di energia, riuscendo perfino a estrarle da altri individui potenziati tramite esse regredendoli alla loro forma umana[41][40][27]. Sebbene non ci sia limite a tale potere un suo abuso potrebbe impedire a Ross di tornare in forma umana; il generale è inoltre in grado di assorbire energia anche in forma umana per trasformarsi in Rulk qualora privo del quantitativo energetico necessario per eseguire automaticamente la metamorfosi[27] e la sola energia che non è in grado di assimilare parrebbe essere quella della Zona negativa[42].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

1602[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: 1602 (fumetto).

In 1602, l'ammiraglio Ross, della Royal Navy, è mandato alla colonia di Roanoke ad occuparsi degli accusati di stregoneria[43].

Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Amalgam Comics.

Nell'universo Amalgam, Ross è un generale a capo del Progetto Cadmus che crea, tramite esperimenti genetici, il piccolo Pete Ross, sentendosi in colpa nei confronti del neonato, Ross chiude il progetto e adotta il ragazzo, che lo chiama affettuosamente Zio Gen. Dopo che il militare viene ucciso da un ladro, il ragazzo assume l'identità di Ragno-Boy[44].

L'era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: L'era di Apocalisse.

Nella saga L'era di Apocalisse, il generale "Thunderbolt" Ross è un membro del Grande Consiglio Umano[45].

Age of Ultron[modifica | modifica wikitesto]

Hulk Rosso in Age of Ultron, disegni di In-Hyuk Lee.
Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Age of Ultron.

Nella realtà alternativa di Age of Ultron, Hulk Rosso, sopravvissuto all'olocausto causato dall'intelligenza artificiale creata da Hank Pym, si unisce ad un gruppo di eroi sopravvissuti e raggiunge la Terra Selvaggia, partendo poi per il futuro assieme a una formazione di Vendicatori al fine di trovare e distruggere Ultron[46], sebbene venga subito ucciso dai servitori di quest'ultimo[47].

Heroes Reborn[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo alternativo di Heroes Reborn, Ross è stato uno dei maggiori consiglieri del presidente Harry S. Truman quando, al termine della Seconda Guerra Mondiale, decise di lanciare la bomba atomica su Hiroshima e Nagasaki; dopo essere stato aspramente criticato da Capitan America, il generale mette Nick Fury a capo del neonato S.H.I.E.L.D. al fine di tenere il supereroe sotto controllo[48]. Decadi dopo diviene Capo dello stato maggiore congiunto delle forze armate statunitensi ma, a seguito di un infarto, lascia tale posizione, viene ricoverato ed assistito da sua figlia Liz Ross, impiegata presso le Stark Industries[49].

Mini Marvels[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie per tutte le età Mini Marvels, Hulk Rosso è un essere amichevole e di scarsa intelligenza, amico dell'Hulk Verde e dell'Hulk Blu[50].

Marvel Noir[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Marvel Noir, Ross è un ex-commilitone di Edwin Jarvis durante la Seconda Guerra Mondiale[51].

Newuniversal[modifica | modifica wikitesto]

Nella realtà newuniversal, il generale Ross è il Capo dello stato maggiore congiunto delle forze armate statunitensi, pesantemente criticato per il continuo utilizzo di armi nucleari contro i superumani[52].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ultimate Fantastic Four.

Nell'universo Ultimate, Ross è un generale U. S. Army[53] ex-direttore dello S.H.I.E.L.D. che, dopo essersi ritirato, ha istituito un think tank nel Baxter Building per coordinare gli UFF assieme al generale Talbot[54].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Il generale Ross interpretato da Sam Elliott.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Affiliazione militare[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della vita editoriale del personaggio la sua affiliazione militare è stata spesso oggetto di discussione poiché rappresentata in maniera alquanto inaccurata: sebbene nelle prime storie di Hulk Ross venisse raffigurato come un generale della United States Army e fosse difatti a capo di una task force dell'esercito (gli Hulkbusters)[9], lo si è praticamente sempre visto indossare la divisa blu della United States Air Force fin dalla sua prima apparizione[6] e le storie relative la sua partecipazione alla Seconda Guerra Mondiale lo hanno raffigurato come un ufficiale della United States Army Air Corps[5] divisione che, il 18 settembre 1947, si sarebbe separata dall'esercito divenendo la U.S. Air Force. Lo stesso Joe Quesada ha confermato, in un'intervista del 2009, che Ross fa parte della U.S. Air Force, giustificando le rare occasioni in cui lo si è visto indossare la divisa dell'esercito come una licenza creativa presa degli autori, o una possibile appartenenza del personaggio ad una unità speciale dotata di uniforme a se stante[58]. Nell'edizione del 2004 di The Official Handbook of the Marvel Universe: Hulk, viene stabilito che Ross è un tenente generale U.S. Air Force a tre stelle, sebbene durante World War Hulk venga promosso generale a quattro stelle[20].

In ognuna delle trasposizioni animate del personaggio, sia in The Marvel Superheroes, che nella serie del 1982 e in quella del 1996, è stato raffigurato come un generale della U.S. Army, stesso dicasi per le interpretazioni di Sam Elliott e William Hurt, rispettivamente nei film Hulk (2003) e L'incredibile Hulk (2008).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b Hulk
  3. ^ a b L'incredibile Hulk
  4. ^ Thunderbolt Ross is number 71, IGN. URL consultato il 10 maggio 2009.
  5. ^ a b c d e f g Incredible Hulk (Vol. 1) n. 291 (gennaio 1984)
  6. ^ a b c d e The incredible Hulk (Vol. 1) n. 1 (maggio 1962)
  7. ^ Tales to Astonish (Vol. 1) n. 61 (novembre 1964)
  8. ^ Tales to Astonish (Vol. 1) n. 77 (marzo 1966)
  9. ^ a b Incredible Hulk (Vol. 1) n. 148 (febbraio 1972)
  10. ^ Incredible Hulk (Vol. 1) n. 115-117 (maggio-luglio 1969)
  11. ^ The Incredible Hulk (Vol. 1) n. 159 (gennaio 1973)
  12. ^ The Incredible Hulk (Vol. 1) n. 238 (agosto 1979)
  13. ^ The Incredible Hulk (Vol. 2) n. 319 (maggio 1986)
  14. ^ The Incredible Hulk (Vol. 1) n. 325–327 (novembre 1985–febbraio 1986)
  15. ^ The Incredible Hulk (Vol. 1) n. 330 (maggio 1986)
  16. ^ Incredible Hulk (Vol. 1) n. 400 (dicembre 1992)
  17. ^ Incredible Hulk (Vol. 1) n. 466 (luglio 1998)
  18. ^ Incredible Hulk (vol. 1) n. 472-474 (gennaio-marzo 1999)
  19. ^ The Incredible Hulk (Vol. 3) n. 12 (marzo 2000)
  20. ^ a b c World War Hulk (Vol. 1) n. 2 (settembre 2007)
  21. ^ World War Hulk (Vol. 1) n. 5 (gennaio 2008)
  22. ^ Hulk (Vol. 2) n. 23 (luglio 2010)
  23. ^ a b c Hulk (Vol. 2) n. 1 (marzo 2008)
  24. ^ "'Hulk' #5 is red hot – second printing announced", Comic Book Resources, 12 agosto 2008.
  25. ^ Hulk (Vol. 2) n. 4-5 (agosto-ottobre 2008)
  26. ^ Hulk (Vol. 2) n. 16 (dicembre 2009)
  27. ^ a b c d Hulk (Vol. 2) n. 23 (agosto 2010)
  28. ^ Hulk (Vol. 2) n. 24 (ottobre 2010)
  29. ^ Hulk (Vol. 2) n. 25 (novembre 2010)
  30. ^ Hulk (Vol. 2) n. 26 (dicembre 2010)
  31. ^ Hulk (Vol. 2) n. 30.1-33 (maggio-luglio 2011)
  32. ^ Avengers (Vol. 4) n. 12 (giugno 2011)
  33. ^ Avengers (Vol. 4) n. 14 (luglio 2011)
  34. ^ Avengers (Vol. 4) n. 28 (settembre 2012)
  35. ^ Thunderbolts (Vol. 2) n. 1 (febbraio 2013)
  36. ^ Hulk (Vol. 3) n. 14 (giugno 2015)
  37. ^ Hulk (Vol. 3) n. 15 (giugno 2015)
  38. ^ (EN) David Colton, The reliably green Incredible Hulk gets pulled into a crimson tide for '#2', USA Today, 17 febbraio 2008. URL consultato il 13 giugno 2008.
  39. ^ a b Hulk (Vol. 2) n. 6 (novembre 2008)
  40. ^ a b Hulk (Vol. 2) n. 12 (luglio 2009)
  41. ^ The Incredible Hulk (Vol. 1) n. 600 (settembre 2009)
  42. ^ Hulk (Vol. 2) n. 19 (marzo 2010)
  43. ^ 1602 (Vol. 1) n. 3 (gennaio 2004)
  44. ^ Spider-Boy (Vol. 1) n. 1 (aprile 1996)
  45. ^ X-Universe (Vol. 1) n. 2 (giugno 1995)
  46. ^ Age of Ultron (Vol. 1) n. 5 (giugno 2013)
  47. ^ Age of Ultron (Vol. 1) n. 6 (luglio 2013)
  48. ^ Iron Man (Vol. 2) n. 1–3 (novembre 1996-gennaio 1997)
  49. ^ Iron Man (Vol. 2) n. 4 (febbraio 1997)
  50. ^ Hulk and Power Pack (Vol. 1) n. 4 (agosto 2007)
  51. ^ Iron Man Noir (Vol. 1) n. 1 (giugno 2010)
  52. ^ newuniversal (Vol. 1) n. 5 (2007)
  53. ^ Ultimate Fantastic Four (vol. 1) n. 1 (febbraio 2004)
  54. ^ Ultimate Fantastic Four (Vol. 1) n. 3–4 (aprile-maggio 2004)
  55. ^ William Hurt Joins The Incredible Hulk!, SuperHeroHype.com, 13 giugno 2007. URL consultato il 13 ottobre 2007.
  56. ^ The Red Hulk Comes To GameStop, Game News International, 5 agosto 2008. URL consultato il 5 agosto 2008.
  57. ^ "Galactus Lands in New LEGO Marvel Super Heroes Trailer", Marvel.com..
  58. ^ Joe Quesada, "CUP O' Q&A: Spider-Man & The Hulk!", Comic Book Resources, 14 agosto 2009.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics