Thunderbolt Ross

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thaddeus E. Ross
Il generale Ross (Sam Elliott) in Hulk
Il generale Ross (Sam Elliott) in Hulk
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Hulk Rosso
Soprannome Thunderbolt
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1962
1ª app. in The incredible Hulk n. 1
Editore it. Marvel Italia
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio
Abilità Come Thunderbolt Ross:
  • abile stratega
  • soldato addestrato

Come Hulk Rosso:

  • forza e resistenza immense
  • fattore rigenerante
Parenti

Il generale Thaddeus E. "Thunderbolt" Ross è un personaggio dei fumetti Marvel Comics, creato da Stan Lee e Jack Kirby. È uno dei principali nemici di Hulk e ha recentemente assunto l'identità di Hulk Rosso.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È un generale dal carattere duro e inflessibile, comprimario delle storie di Hulk, al quale dà una spietata caccia da sempre; egli lo ritiene infatti una minaccia per l'intero paese. Ironia della sorte, egli diverrà suocero del Golia Verde, in quanto Bruce Banner e sua figlia Betty (l'unica persona insieme a Sentry che sia mai riuscita a calmare Hulk) si sposeranno e vivranno felicemente fino all'uccisione della donna da parte di Abominio; da allora Ross gli attribuisce la responsabilità della morte della figlia e riprende i tentativi di catturarlo.

World War Hulk[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi World War Hulk.

Durante World War Hulk Ross tenta di uccidere Hulk bombardandolo con 10 tonnellate di adamantio: poiché il gigante rimane illeso, il tenace generale arriva a saltare da un elicottero e gettarsi personalmente su Hulk, sparandogli in faccia. Naturalmente il tentativo è vano e Ross viene catturato dallo stesso Sfregio Verde e deportato al Madison Square Garden insieme agli altri supereroi catturati in quell'occasione.

Saga dell'Hulk Rosso[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hulk Rosso.

Ross diventa un membro dell'Intellighenzia (una coalizione di scienziati malvagi) in cambio della resurrezione di sua figlia e della prospettiva di salvare gli Stati Uniti dallo sbando in cui erano caduti dopo la morte di Capitan America. Il Capo e M.O.D.O.K., tramite un bombardamento di raggi gamma e radiazioni cosmiche, lo trasformano in una versione rossa di Hulk, con lo scopo di farne l'agente principale del loro piano di conquista degli U.S.A. ma notando che la squadra del Capo si spingeva troppo oltre, si allea con il suo più acerrimo nemico: Bruce Banner e gli rivela la propria identità. Insieme pianificano come fermare le macchinazioni dell'Intellighenzia. Annientato il gruppo di scienziati, Ross cerca di portare a termine i suoi obbiettivi occupando la Casa Bianca durante una conferenza stampa, ma viene raggiunto dall' Hulk verde che, dopo una cruenta battaglia, lo sconfigge.

Terra Bruciata[modifica | modifica wikitesto]

Sconfitto da Banner e creduto morto dal resto del mondo, Ross/Rulk viene imprigionato nella Base Gamma del Nuovo Messico. Su proposta di Banner, viene arruolato da Steve Rogers in una squadra di Vendicatori "forzuti" creata con lo scopo di sventare il programma "Terra Bruciata", innescato dalla distrutta Intellighenzia come misura estrema in caso di fallimento del loro piano di conquista.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Hulk (film) e L'incredibile Hulk (film).

Nel film Hulk (2003) di Ang Lee Ross viene interpretato da Sam Elliott, mentre nel film L'incredibile Hulk (2008) è William Hurt a vestire i panni del personaggio.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics