Guerre segrete

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Guerre segrete
fumetto
Guerre segrete, pittura di Alex Ross su disegni di Mike Zeck
Guerre segrete, pittura di Alex Ross su disegni di Mike Zeck
Titolo orig. Secret Wars
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Testi Jim Shooter
Disegni Mike Zeck
Editore Marvel Comics
1ª edizione maggio 1984 – aprile 1985
Periodicità mensile
Albi 12 (completa)
Formato 17 × 26 cm
Rilegatura spillato
Editore it. Star Comics
1ª edizione it. marzo – luglio 1990
Collanaed. it. Speciale: Guerre Segrete n. 1
Periodicità it. aperiodica
Albi it. 3 (completa)
Formato it. 17 × 26 cm
Rilegatura it. brossurato
Pagine it. 96
Testi it. Elisabetta Delogu (traduzione)
Cronologia
  1. Guerre segrete
  2. Guerre segrete II
(EN)
« In the distant reaches of the Universe... »
(IT)
« Nelle remote distanze dell'Universo... »
(Jim Shooter, Guerre segrete n.1, l'incipit della serie)

Guerre segrete (Secret Wars) è una miniserie a fumetti di 12 numeri scritta da Jim Shooter e disegnata da Mike Zeck, pubblicata dalla Marvel Comics tra il maggio 1984 e l'aprile 1985.

È una storica saga dai risvolti e dalle conseguenze narrative di grande rilievo, in cui i più grandi personaggi Marvel Comics sono chiamati ad affrontare i più temibili nemici dell'umanità, in dodici albi basati sullo sviluppo delle personalità dei componenti di entrambi gli schieramenti. Esempi di grande rilievo dei cambiamenti apportati sono il nuovo costume nero dell'Uomo Ragno e la nuova formazione dei Fantastici Quattro, con l'ingresso di She-Hulk e l'abbandono della Cosa.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Gli eroi Thor, Iron Man, Hulk, Ciclope, Wolverine, il professor X, Tempesta, Rogue, Magneto, Colosso, Nightcrawler, Capitan Marvel, Wasp, Occhio Di Falco, Uomo Ragno, Capitan America, She-Hulk, la Cosa, la Torcia Umana e Mister Fantastic sono messi a confronto con supercriminali del calibro del Dottor Destino, Dottor Octopus, l'Uomo Assorbente, Galactus, Ultron, Lizard, l'Incantatrice, Thunderball, Bulldozer, Piledriver, Uomo Molecola, Kang, Demolitore, Volcana e Titania, da una misteriosa entità intergalattica, nota come l'Arcano, che vuole scoprire qual è la forza più potente tra il bene e il male.

«I am from beyond» (in lingua italiana: «Vengo da oltre lo spazio e il tempo») sono le parole che danno inizio alla ciclopica sfida: il gruppo che vincerà la competizione lanciata dall'Arcano (in originale, The Beyonder) vedrà tutti i propri desideri soddisfatti.

Il primo albo inizia inquadrando tutti gli eroi raccolti in una strana astronave fiancheggiata da un'altra astronave stavolta trasportante supercriminali citati qui sopra. Da prima Galactus uccide con un colpo solo Ultron poi sfonda l'astronave e cerca di raggiungere l'Arcano che risponde all'attacco tramortendolo e lasciandolo svenuto sul pianeta Battleworld. Le astronavi, scendendo a terra si separano e raggiungono lati opposti del pianeta. Gli eroi da prima litigano sul fatto che Magneto sia coi buoni. Poi vengono subito attaccati dall'alleanza criminale, ma senza Destino, che vuole avere il potere dell'Arcano per salvare sua madre da Mefisto.

A fine battaglia gli eroi hanno la meglio, e fanno prigionieri la Squadra Distruttrice al completo più l' messa k.o. da She-Hulk Questo pianeta è pieno di cittadelle dalla tecnologia avanzatissima, e ogni fazione trova facilmente la sua base. Demoralizzati dalla sconfitta ,i supercriminali tornano alla loro base e qui scoprono che il Dottor Destino ha riparato Ultron, e quest'ultimo ora esegue ogni suo comando, a questo punto il gruppo si affida al dottore per guidarli contro i buoni, il quale accetterà l'ingaggio, ma per dimostrare che non scherza uccide senza pietà Kang che precedentemente aveva cercato di neutralizzarlo con un cannone trovato nella base.

Intanto nella base degli eroi, i prigionieri sono messi al sicuro nelle celle, ma durante la notte succede di tutto, in primo luogo una terribile tempesta cosmica circonda l'intero pianeta così da rendere ogni tentativo di attacco vano per le due frazioni, inoltre Wasp viene rapita da Magneto che in una nuova base operativa spera di sedurla e prosperare con lei, la donna sta al gioco solo per scoprire le intenzioni del mutante.

Sempre quella sera poco dopo l'attacco gli X-men decidono di abbandonare gli eroi e cercare di convincere Magneto a restare con i buoni, ma mentre progettano ciò vengono scoperti dall Uomo Ragno che pensando a un tradimento verso gli eroi cerca di trovare Capitan America e riferirli ciò che ha sentito, ma viene bloccato all'ultimo momento dal Professor X, facendogli dimenticare ciò che aveva da dire.

Sempre quella notte Thor libera l'Incantatrice, quest'ultima cerca come al suo solito di conquistare il cuore del dio, il quale risponde che se cambiasse forse ci sarebbe una possibilità. Durante la tempesta Destino riesce ad impossessarsi del potere dell'Arcano creando così due nuove supercriminali: Volcana e Titania, che si dimostrano subito favorevoli ai piani di Destino in cambio di tenere i loro nuovi poteri.

All'alba i supercriminali prendono di sorpresa gli eroi che vengono sconfitti senza difficoltà, inoltre i prigionieri vengono liberati e come se ciò non bastasse Uomo Molecola seppellisce con il suo enorme potere gli eroi sotto una catena montuosa i quali sopravvivono grazie alla superforza Hulk più alla genialità di Mister Fantastic che usando gli spararagnatele dell'Uomo Ragno collegato al calore della Torcia Umana e di Capitan Marvel invia una superiore energia ai propulsori di Iron Man che crea un buco da cui gli eroi escono.

Alla fine della saga Destino viene privato dei poteri e la Cosa cede il posto a She-Hulk.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Durante una battaglia il costume originale classico dell'Uomo Ragno, di colore rosso e blu, viene ridotto in brandelli. Per ovviare alla mancanza di un costume di riserva, Uomo Ragno crea, tramite una macchina aliena, un nuovo costume, di colore nero e bianco, che successivamente si rivelerà essere un essere vivente simbionte alieno.

La serie è stata tradotta lingua italiana, raccolta in tre volumi brossurati, dalla Star Comics nel 1990. È stata successivamente ristampata in due volumi dalla Marvel Italia nel 1997. Nel 2009 è stata raccolta in un unico volume dal Corriere della Sera in collaborazione con Panini Comics, nella collana Super-Eroi: Grandi Saghe.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics