Vedova Nera (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vedova Nera
Universo Universo Marvel
Nome orig. Black Widow
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego
  • Claire Voyant
  • Natasha Romanoff
  • Yelena Belova
Editore Marvel Comics - Timely Comics
Sesso Femmina
Claire Voyant
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego Vedova Nera I
Editore Timely Comics
1ª app. agosto 1940
Etnia statunitense
Natasha Romanoff
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego
  • Natalia Alianovna Romanova
  • Vedova Nera II
Editore Marvel Comics
1ª app. aprile 1964
Etnia russa
Yelena Belova
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego Vedova Nera III
Editore Marvel Comics - Marvel Knights
1ª app. marzo 1999
Etnia russa

Vedova Nera (Black Widow) è un personaggio dei fumetti Timely Comics/Marvel Comics, del quale esistono tre versioni:

Biografia dei personaggi[modifica | modifica sorgente]

Claire Voyant[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Claire Voyant (Timely Comics).

Claire, dopo essere stata uccisa da James Wagler, fu rianimata da Satana. In seguito divenne una supereroina, chiamata Vedova Nera, il cui unico scopo era di vendicarsi di James per aver ucciso lei e sua sorella. Era anche un membro del gruppo Twelve. Prima della fine della seconda guerra mondiale, a Berlino, insieme agli altri undici supereroi, fu intrappolata e posta in animazione sospesa; il 2 agosto 2008, ben 63 anni dopo, durante gli scavi per la costruzione di un condominio, il gruppo fu ritrovato e risvegliato[4].

Natasha Romanoff[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Natasha Romanoff.

Natasha Romanoff è nata nella città della Russia Stalingrado, era ballerina classica del Teatro Bolshoi. Si sposò con il pilota collaudatore Alexei Shostakov (in futuro Guardiano Rosso II) e, dopo la morte presunta di Alexei, decise di diventare un agente del KGB, assumendo il nome di Vedova Nera. Si alleò con Boris Turgenev per combattere Iron Man[5]. Natasha si innamorò di Clint Barton e si alleò con lui di nuovo contro Iron Man[6]; infine Natasha si unì ai Vendicatori.

Yelena Belova[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Yelena Belova.

Yelena è una spia senza scrupoli e una assassina, addestrata dagli stessi maestri che avevano in precedenza addestrato Natasha Romanoff. Inizialmente era una ex-spia sovietica GRU e, dopo la morte di Vasilievich Pyotr Starkovsky, ha accettato di ricoprire il ruolo della terza Vedova Nera.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Monica Chang-Fury[modifica | modifica sorgente]

Monica Chang-Fury è la seconda Vedova Nera nel ciclo Ultimate Marvel e appare in Ultimate Comics: Avengers. Nonostante i ricordi dolorosi legati alla precedente Vedova Nera (Natasha Romanoff), la donna rifiuta di cambiare il suo nome in codice. Si scopre che Monica è asiatico-americana ed è l’ex-moglie di Nick Fury ma il matrimonio andò in frantumi quando la donna scoprì che Nick l’aveva tradita con vari membri della sua famiglia e della sua cerchia di amicizie, inclusa la madre.

Nei Vendicatori, insieme ad altri condusse una missione per ri-catturare Capitan America e finì con l’affrontare Teschio Rosso[7]. Ha anche contribuito alla cattura e al reclutamento del Punitore nelle file dei vendicatori[8]. È stata membro attivo del gruppo in diverse missioni. Monica fu trasferita ai New Ultimates, dove fu immediatamente schierata contro i precedenti compagni quando si cominciò a sospettare che Nick Fury stesse vendendo segreti dello S.H.I.E.L.D.[9]. Dopo il ritorno di Fury al comando dello S.H.I.E.L.D., l’uomo ricompose gli Ultimates e Monica si unì a loro, trasferendosi con il figlio avuto da Fury (Julius Chang) alla base Triskelion[10]. È l’attuale Direttore dello S.H.I.E.L.D. per ordine del Presidente Capitan America[11]. In seguito consente a Fury e Abigail Brand di riformare gli "Howling Commandos" per combattere la minaccia dell’HYDRA[12].

Terra-616[modifica | modifica sorgente]

Una versione alternativa di Monica dal ciclo Marvel Terra-616, che apparirà nella serie Vendicatori A.I.[13]

Ultimate Vedova Nera[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate Vedova Nera.

La versione Ultimate è simile a quella classica, ma più spiccatamente cinica e malvagia. Mentre la Vedova Nera della normale continuity ha un suo senso di lealtà e onore, questa è palesemente una doppiogiochista e traditrice. È infatti responsabile di un complotto per distruggere gli Ultimates. Ritiene l'America colpevole della caduta dell'Unione Sovietica e della sua disfatta economica. È stata sul punto di sposare Tony Stark; inoltre sembra avere dei potenziamenti cibernetici, che la Natasha Romanoff tradizionale non possiede. Le sue armi tradizionali sono le pistole semiautomatiche. Viene uccisa da Occhio di Falco.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Edizione italiana L'incredibile Devil n. 36 (9 settembre 1971), Editoriale Corno
  3. ^ Edizione italiana Cavaliere Marvel n. 5 (ottobre 1999), Marvel Italia
  4. ^ The Twelve n. 1, prima edizione italiana: Collezione 100% Marvel n. 133 (febbraio 2009, Panini Comics)
  5. ^ Edizione inglese Tales of Suspense (Vol. 1) n. 52 (aprile 1964); in edizione italiano L'incredibile Devil n. 36 (9 settembre 1971), Editoriale Corno
  6. ^ Edizione inglese Tales of Suspense (Vol. 1) n. 60 (dicembre 1964); in edizione italiano L'incredibile Devil n. 44 (30 dicembre 1971), Editoriale Corno
  7. ^ Ultimate Avengers nn. 1-6
  8. ^ Ultimate Avengers (Vol. 2) n. 1
  9. ^ Ultimate Avengers vs New Ultimates nn. 1-6
  10. ^ Ultimate Comics: Ultimates n. 1
  11. ^ Ultimate comics: Ultimates n. 21
  12. ^ Ultimate comics: Ultimates n. 22
  13. ^ marvel-avengers-a-i-series-announced.html

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics