Gargoyle (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il personaggio dell'anime Nadia - Il mistero della pietra azzurra, vedi Nemesis Ra Algol.
Gargoyle
Universo Universo Marvel
Nome orig. Grey Gargoyle
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Yuri Topolov
  • Paul Pierre Duval
  • Isaac Christians
Editore Marvel Comics
Paul Pierre Duval
Gargoyle, disegnato da Tom Raney
Gargoyle, disegnato da Tom Raney
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Gargoyle I
Soprannome Paul St. Pierre
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. agosto 1964
1ª app. in Journey into Mystery n. 107 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 14 settembre 1971
app. it. in Il mitico Thor n. 12
Sesso Maschio
Etnia francese
Luogo di nascita Fontainebleau (Francia)
Abilità
  • Trasformare in pietra la materia circostante
  • Forza sovraumana
  • seconda abilità
Isaac Christians
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Gargoyle II
Soprannome Molasses (in passato)
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. aprile 1981
1ª app. in The Defenders n. 94
Editore it. Comic Art
app. it. gennaio 1991
app. it. in All American Comics n. 16 - I serie
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita Christiansboro (Virginia, USA)
Parenti
  • Ezekial (padre, deceduto)
  • Mary (madre, deceduta)
  • Jeremiah (fratello, deceduto)

Gargoyle (Grey Gargoyle), il cui vero nome è Paul Pierre Duval, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics.

Biografia dei personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Paul Pierre Duval[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Paul Pierre Duval era un chimico parigino, noto per essere molto attento nei suoi studi. Un giorno scoprì una strana soluzione che aveva il potere di trasformare la materia in un composto chimico simile alla roccia. La sua mano, per sbaglio, toccò tale intruglio che lo trasformò, modificando per sempre la struttura molecolare di tutto il suo corpo. Da quel momento in poi, ogni cosa che sarebbe stata toccata dalla sua pelle sarebbe diventata di "pietra" per circa un'ora, non importa se organica oppure no. Come risultato Pierre divenne quello che sembrava un "gargoyle" vivente, chiamandosi difatti con tale nome nelle sue future malefatte. Proprio riguardo a ciò, decise immediatamente di ottenere ciò che non aveva mai avuto in vita e cominciò a derubare e a saccheggiare diverse banche, salvo poi venire scoperto e sconfitto da Thor. Il primo incontro con il Dio del Tuono fu abbastanza per renderlo uno dei nemici più noti dell'asgardiano, tentando di allearsi anche con altri supercriminali per ottenere i suoi scopi.

Fear Itself[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Fear Itself (fumetto).

In Fear Itself, Gargoyle si ritrova inizialmente in una grave crisi di identità. Non era più il supercriminale che voleva diventare e stava perdendo la fiducia in sé stesso. Nascondendosi tra i gargoyle di Notre Dame, qualcosa all'improvviso attira la sua attenzione: si tratta di uno dei martelli mistici del Serpente, al cui interno riposa uno spirito di nome Mokk. Gargoyle pensa di poter diventare come Thor con tale arma, ma viene impossessato dallo spirito che giaceva al suo interno e diventa il Distruttore di Fede. Pur di creare paura per nutrire il suo padrone, Mokk trasforma l'intera Parigi in pietra, mentre i suoi abitanti vengono letteralmente sbriciolati in polvere, scioccando Iron Man, che aveva sentito di qualcosa che stava accadendo nella capitale francese. Una battaglia ne segue, nella quale il Valoroso perde parte del cranio, salvo poi sopravvivere grazie all'energia mistica dello spirito.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'accidentale reazione chimica che lo ha reso permanentemente solido, Gargoyle ha un'incredibile resistenza e forza nei combattimenti corpo a corpo, essendo capace di confrontarsi con nemici anche più forti fisicamente di lui. Ha anche ottenuto la capacità di ricomporre le parti danneggiate del suo corpo anche se questo richiede diverso tempo. Come dice il nome stesso, Grey Gargoyle può mimetizzarsi in ambienti rocciosi o strutture tipo cattedrali o chiese, con Notre Dame quella preferita. Ciò gli consente di cogliere di sorpresa i nemici, pietrificandoli per un periodo che dura all'incirca un'ora. Anche esseri divini come Thor risentono di questo effetto. Basta essere sfiorati per venire automaticamente pietrificati. L'effetto sarebbe permanente se la forza di Gargoyle aumentasse a dismisura, come ammesso da lui stesso nel tentativo di mangiare una delle mele di Idunn. Fuori dal combattimento, il supercriminale è capace anche di aggiungere sul suo corpo pezzi di roccia per cambiare il suo aspetto fisico. In tal modo è riuscito a ricreare copie false del Mangog e di un gigante di roccia di Jotunheim (sebbene non vengano citati nella mitologia nordica). I punti deboli non mancano: immerso nell'acqua non può risalire in superficie perché troppo pesante; inoltre se il suo corpo riceve troppo calore può fondersi e diventare una statua vivente.

Nei panni di Mokk, meglio noto come il Distruttore di Fede, avviene esattamente ciò che lui voleva avere da sempre: poteri divini capaci di rendere le cose permanentemente di pietra e renderlo invulnerabile a ferite che sarebbero mortali per un normale essere umano (come quando Iron Man gli taglia parte della testa con una sua nuova arma, una spada laser ad altissimo consumo energetico).

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics