Combattimento corpo a corpo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Corpo a corpo" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Corpo a corpo (disambigua).

La locuzione combattimento corpo a corpo indica una modalità di combattimento ravvicinato, tra due o più persone.

Essa viene utilizzata in special modo per confronti con esiti mortali, come nei combattimenti militari o di duello. Ciò lo distingue dalla disciplina sportiva (sport da combattimento), quest'ultima praticata anche per scopi di autodifesa.

La frase indica generalmente un tipo combattimento a mani nude disarmato, o che va ad utilizzare delle armi bianche o ad energia muscolare, quali manganelli, lame, fucili muniti di baionette.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le organizzazioni militari hanno sempre istruito i propri soldati nel combattimento disarmato da affiancare al combattimento armato. I soldati Cinesi sono stati addestrati nel combattimento disarmato fin dalla Dinastia Zhou (1022 a.C. - 256 d.C.).

L'addestramento rimase anche dopo cambiamenti tecnologici importanti nei conflitti quale l'uso della polvere da sparo nelle guerre napoleoniche, la mitragliatrice nella guerra russo-giapponese e nella guerra di trincea della Prima guerra mondiale. Per esempio, un metodo di combattimento corpo a corpo come quello con l'uso della baionetta è rimasto comune nell'addestramento militare moderno, benché l'importanza di addestramento convenzionale sia notevolmente declinata dopo il 1918.

Durante la seconda guerra mondiale, il combattimento con la baionetta non è stato sempre insegnato alle reclute: dal 1944 i fucili tedeschi cominciarono ad essere prodotti senza alette per l'innesto della baionetta.

della grondaia": un termine che venne usato anche da Applegate insieme a "sistema Fairbairn".

Il combattimento corpo a corpo è passato in secondo piano dopo la Seconda guerra mondiale, ma insurrezioni e conflitti come la guerra del Vietnam, conflitti di bassa entità e guerra urbana hanno messo in evidenza l'utilità di addestrarsi in questa disciplina.
La tecnica di combattimento ravvicinato con le armi è denominato Close Quarters Battle CQB se coinvolge una squadra o un plotone, o Military Operations on Urban Terrain MOUT a livelli tattici elevati.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Queste arti di combattimento sono abilità militari essenziali anche nella guerra moderna. Le armi da fuoco possono essere perse o rotte, o possono non riuscire ad essere imbracciate. Quando le forze amiche e nemiche vengono a scontrarsi in campi ristretti e confusionali in cui le armi da fuoco e le granate non sono utilizzabili, l'abilità di combattimento corpo a corpo si trasforma in un bene vitale.
Vi sono antiche tradizioni di combattimento corpo a corpo. La maggioranza delle culture ha i propri dati storici particolari relativi al combattimento ravvicinato e specifici metodi di pratica.
Ci sono molte varietà all'interno delle arti marziali, compresa la boxe. Altre varianti includono i combattimenti dei gladiatori di Roma antica e degli eventi medioevali di torneo come le giostre.

Stili e tipologie[modifica | modifica wikitesto]

I vari tipi e sistemi di combattimento corpo a corpo sono il frutto del lavoro di dozzine e perfino di centinaia di istruttori dedicati e personali, conosciuti e sconosciuti. Altri sistemi di combattimento corpo a corpo moderni che hanno le loro origini nell'ambiente militare sono il cinese San Shou, il sovietico Sambo, gli israeliani Kapap e Krav Maga.

Il combattimento urbano in ambito, così come viene insegnato dai tempi della Seconda guerra mondiale, è stato in gran parte codificato da William Ewart Fairbairn e Eric Anthony Sykes, conosciuti principalmente per aver creato il coltello da combattimento Fairbairn-Sykes.
Fairbairn e Sykes lavorarono a Shanghai nella Polizia Municipale e contribuirono ad insegnare alle forze armate britanniche una tecnica rapida, efficace e semplice per combattimento con o senza armi in situazioni di mischia. Addestramento simile è stato fornito ai commando britannici, alla Brigata del diavolo, all'OSS, ai Rangers dell'esercito di Stati Uniti ed ai Raiders di Marina.
Fairbairn chimò questo sistema Defendu e scrisse varie pubblicazioni su di esso, come fece il suo collega americano Rex Applegate.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

La maggior parte degli istruttori civili insegnano il combattimento corpo a corpo a polizia, arti marziali o per combattimento sportivo, ma vi sono molti casi in cui addestrano i civili per l'autodifesa.

La specializzazione e lo stile di addestramento al combattimento vengono sviluppati sia per corpi speciali addestrati per combattere in guerra, ad esempio i corpi d'élite e i commando: unità che tendono ad avere un addestramento molto più completo sul combattimento ravvicinato che la maggior parte degli altri militari, che per uomini che operano in contesti civili. In Italia ad esempio corpi di polizia istruiti alla disciplina sono i NOCS o i Gruppo di Intervento Speciale dei Carabinieri).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

guerra Portale Guerra: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di guerra