Scarlet (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scarlet
Scarlet ritratta da Milo Manara.
Scarlet ritratta da Milo Manara.
Universo Universo Marvel
Nome orig. Scarlet Witch
Lingua orig. Inglese
Alter ego Wanda Maximoff
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. marzo 1964
1ª app. in X-Men n. 4 – I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 1973
app. it. in Capitan America n. 6 – I serie
Sesso Femmina
Luogo di nascita Monte Wundagore, Trasnia
Abilità
  • alterazione della realtà
  • uso della magia
Affiliazione
Parenti

Scarlet (Scarlet Witch), il cui vero nome è Wanda Maximoff, è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni) nel 1964, pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione è in X-Men (prima serie) n. 4.

È figlia del mutante Magneto e sorella di Quicksilver.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Origini[modifica | modifica wikitesto]

Wanda e Pietro sono nati sul Monte Wundagore, in Trasnia, all'insaputa di Magneto dalla moglie Magda, che lo aveva abbandonato in preda al terrore dopo che questi manifestò i suoi poteri contro dei mafiosi ucraini che avevano assassinato la loro primogenita: Anya. Al momento della nascita dei gemelli, tuttavia, il demone Chthon (sigillato sotto il monte) provoca una tempesta mistica che influenza i poteri mutanti dei due, in particolar modo quelli di Wanda, che diviene predisposta alla magia poiché designata come suo futuro corpo ospite[2].

Subito dopo la loro nascita Magda fugge da Wundagore nel timore che Magneto la trovi ma muore avvelenata dall'alta concentrazione di uranio nei dintorni del luogo. I due gemelli vengono dunque presi in custodia dalla creatura dell'Alto Evoluzionario Bova, che dopo aver assistito al parto la supereroina avvelenata da radiazioni Miss America senza riuscire a salvare ne lei ne i bambini, cerca di convincere suo marito Robert Frank che Pietro e Wanda siano i suoi figli sopravvissuti ma egli, sconvolto, fugge via[3][4]. L'Alto Evoluzionario dunque, non volendo che i bambini crescano in un luogo pericoloso come Wundagore li lascia a Django e Marya Maximoff, una coppia di zingari che li cresce come loro assieme ai figli Ana e Mateo; tuttavia quando emerge il potere mutante di Wanda provocando un incendio che uccide la madre adottiva, i due sono costretti a scappare[5].

Confraternita dei Mutanti Malvagi[modifica | modifica wikitesto]

Raggiunta l'adolescenza i due scoprono i loro poteri mutanti: Pietro è in grado di muoversi a velocità supersoniche, e Wanda è in grado di manipolare le probabilità in maniera del tutto casuale e incontrollata, cosa che la porta ad essere ritenuta una strega dagli abitanti del villaggio nel quale soggiornano e, come tale, quasi messa al rogo.

Viene tuttavia salvata dall'intervento di Magneto, che, ignaro del legame di sangue coi due, offre a lei e al fratello di diventare membri della sua Confraternita dei mutanti malvagi. I due ragazzi, intimoriti dal potere del signore del magnetismo, accettarono, e con lui affrontarono gli X-Men in diverse occasioni[6][7][8][9], seppur riluttanti alle ideologie del leader.

Nel momento in cui il gruppo si scioglie per via della sparizione di Magneto e Toad (rapiti dallo Straniero), i gemelli decidono che il loro debito di gratidudine verso Magnus è ripagato appieno[10].

Vendicatori[modifica | modifica wikitesto]

Poco tempo dopo, Pietro e Wanda vengono contattati da Tony Stark, che gli propone di entrare nella seconda formazione dei Vendicatori, assieme a Capitan America e Occhio di Falco[11], che col tempo diviene il migliore amico di Wanda. I due rimangono nella squadra per diverso tempo, rimanendo a lungo gli unici membri mutanti.

Durante la militanza con il gruppo inoltre, i gemelli hanno modo di comprendere che Magneto sia malvagio e di riappacificarsi con gli X-Men[12][13]. A lungo convalescente dopo essere stata ferita in missione[14], e in seguito rapita da Arkon[15][16], tornata operativa, Scarlet si innamora del nuovo membro della squadra, l'androide noto come Visione (originariamente un'arma creata da Ultron); la relazione che ne nasce[17], seppur travagliata, finisce per essere accettata dall'intera squadra, tanto da culminare in un insolito matrimonio[18].

Scarlet nera, disegnata da John Byrne.

Contemporaneamente i suoi poteri continuano a crescere, motivo per il quale viene addestrata all'uso della magia da una vera strega: Agatha Harkness[19]. Contemporanemente all'arrivo alla base dei Vendicatori di Trottola (Robert Frank), che afferma di essere il padre biologico dei due (come dettogli da Bova anni prima), Scarlet viene posseduta da Chthon secondo il progetto messo in atto alla sua nascita[2]. Cacciato il demone, viene però rivelato che nemmeno Frank è il padre dei due. Magneto intanto, scoperto la verità sui gemelli da Magda dopo averla rintracciata, si presenta alla nascita di Luna, figlia di Quicksilver e dell'inumana Crystal, rivelandola anche a loro[20]. Presasi una pausa assieme al marito, Wanda si ritira in New Jersey[21] e da alla luce due gemelli: Thomas e William[22], questo nonostante il marito non fosse umano ma un androide. Con la nascita dei figli, lei e Visione decidono di stabilirsi definitivamente in New Jersey ed entrano nei Vendicatori della costa ovest[23].

A seguito di una missione che lascia Visione privo di emozioni umane[24], viene rivelato che i figli di Wanda sono stati concepiti grazie ai suoi poteri: essa infatti ha infuso nei loro corpi delle anime inconsciamente sottratte a Mefisto, uno dei signori degli inferi, che, furioso per lo stratagemma di Scarlet, la per riavere i bambini che, nella battaglia vengono apparentemente uccisi[25]. In realtà però, gli spiriti dei bambini vengono trasferiti in due nuovi corpi, nati in luoghi diversi e, una volta cresciuti, essi diventano Speed e Wiccan dei Giovani Vendicatori[26].

Il ricordo dei due figli veiene rimosso dalla memoria di Wanda grazie a un incantesimo di Agatha Harkness[25], tuttavia una serie di eventi drammatici (tra cui essere lasciata da Visione[27]) la portano a cadere in stati di depressione profonda architettati da Immortus per poterla indebolire, catturare ed usare come fonte di energia, soccorsa dalle grinfie del criminale grazie ai Vendicatori, Scarlet, come effetto collaterale recupera la memoria[28] e perde temporaneamente il controllo dei propri poteri che, tuttavia, le viene restituito poco dopo dal Dottor Strange e da Agatha Harkness[29]. Brevemente nominata leader dei Vendicatori della costa ovest[30], lascie in seguito il gruppo[31] e fonda la fallimentare squadra Force Works[32] che in seguito scioglie per tornare nei Vendicatori assieme a Occhio di Falco[33]. Qui ha finalmente modo di riconciliarsi con Visione[34].

Nel frattempo però, il pensiero costante dei due bimbi perduti porta Scarlet alla follia, in un'escalation di distruzione involontaria che porta allo scioglimento dei Vendicatori e alla morte di alcuni membri. Involontariamente i suoi poteri iniziano a riscrivere la realtà, dapprima in maniera innocua: provoca in Iron Man i sintomi di una sbornia mentre teneva un discorso alle Nazioni Unite (portandolo a essere allontanato dall'aula), seduce Capitan America e altera la personalità di Falcon facendo riemergere alcuni lati del suo passato criminale. Ma in seguito, il suo potere mutante attacca i Vendicatori direttamente: fa esplodere la loro base uccidendo Scott Lang (il secondo Ant-Man), crea un'orda di copie di Ultron dal corpo di Visione, uccidendolo, e modifica il cervello di She-Hulk tramutandola in una creatura selvaggia aggressiva come il cugino ed aizzandola contro i compagni ferendo gravemente Wasp e la nuova Capitan Bretagna (Kelsey Leigh). Infine crea dal nulla un'intera armata di aerei Kree nel centro di Manhattan provocando nello scontro successivo la coraggiosa dipartita di Occhio di Falco[35].

Solo grazie all'aiuto del Dottor Strange, i Vendicatori riescono a farle recuperare temporanemante il controllo e, in seguito, trasportarla a Genosha per metterla sotto osservazione da parte di Magneto, Charles Xavier e lo stesso Strange, nella speranza che possa recuperare il controllo sui suoi poteri di manipolazione della realtà.

House of M e Decimation[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M e Decimation.

Mentre i Vendicatori e gli X-Men decidono del suo destino a New York, Pietro, temendo per la sua vita, la convince a cambiare radicalmente la realtà[36], trasformando la Terra in un mondo in cui i mutanti sono una maggioranza e gli uomini normali una minoranza, dove la casata di M (la famiglia di Magneto, appunto) è unita ed è la più potente del mondo[37].

Layla Miller e Wolverine riescono però a ricordare gli eventi della loro vita precedenti al mutamento causato da Scarlet e, ritenendo Magneto responsabile di quanto accaduto, ripristinano i ricordi di alcuni eroi e tentano di sconfiggerlo. Durante la battaglia, Strange e il redivivo Occhio di Falco (resuscitato da Wanda stessa) si accorgono però che Scarlet non si rende nemmeno più conto di quanto sta avvenendo o di quello che ha fatto[36]; tuttavia nel momento in cui Magneto scopre quanto fatto da Quicksilver e lo uccide davanti agli occhi di Wanda, essa, distrutta dal dolore e dalla rabbia per il padre, fa ritornare il mondo com'era, eliminando però i poteri mutanti dalla quasi totalità della popolazione mondiale[38].

Wanda si ritira dunque in Transia, sulle montagne dell'Europa dell'Est che le hanno dato i natali, nascondendosi da chi la cerca[38]. Viene in seguito rintracciata prima da Occhio di Falco, desideroso di scoprire perché lei lo avesse prima ucciso e poi resuscitato[39], e poi dalla Bestia[40]; ma entrambi trovano una donna che di Wanda ha solo le sembianze: difatti essa ha perso ogni ricordo della sua vita passata, non sapendo più nulla di chi sia stata e di cosa abbia fatto.

Il ritorno[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Potenti Vendicatori.

Quando la terra è stata sommersa da alcuni cataclismi di origine sovrannaturale, una rediviva Wanda ha cominciato a reclutare misteriosamente alcuni supereroi per formare un nuovo team di Vendicatori: vengono scelti l'incredibile Hulk, l'ex compagno dei Vendicatori della Costa Ovest U.S. Agent e i Giovani Vendicatori Visione II e Stature, che si uniscono ad Hank Pym, Ercole, Jocasta e Jarvis. Si scopre in seguito che la Wanda che ha riunito il gruppo è in realtà Loki, che ne ha assunto le sembianze[41].

La Crociata dei Bambini[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver scoperto che la Scarlet residente su Wundagore altri non è che un Doombot, i Giovani Vendicatori e Magneto si recano a Latveria, seguiti dai Vendicatori e da Quicksilver. Qui trovano la vera Wanda, priva di poteri e memoria, ed in prossimità di nozze col Dottor Destino[42]. Il giovane vendicatore Iron Lad la accompagna dunque nel passato per farle ritornare la memoria, e sebbene nell'alterazione temporale conseguita dal viaggio riesca a salvare la vita di Scott Lang[43], Wanda cade in uno stato di profonda depressione, sentendosi in colpa per quello che aveva fatto ai Vendicatori, a suo fratello e a suo padre. Dissuasa dal suicidio dai Giovani Vendicatori, Wanda scopre che Magneto, Quicksilver e i suoi figli sono ancora vivi e riconosciuti in Wiccan e Speed i propri bambini decide di farsi aiutare da loro nel riparare ai danni fatti in passato[44].

Bestia e X-Factor, sopraggiunti, le chiedono dunque se sia in grado di annullare l'incantesimo "Basta mutanti" ed essa, incerta, fa un tentativo riuscendo a restituire i poteri al mutante depotenziato Rictor[44]. La successiva battaglia tra X-Men e Vendicatori per decidere cosa farne di Wanda, costringe la donna a tornare da Destino[44], il quale rivela che l'aumento di poteri di Wanda è derivato dall'aver tentato di usare la Forza Vitale per resuscitare i suoi figli, ma l'eccessiva potenza richiesta da tale entità magica ha fatto si che Wanda perdesse il controllo[45]. Con l'aiuto di Wiccan, Destino cerca di estrarre l'entità da Wanda allo scopo di ridare i poteri ai mutanti ma, raggiunto dai Giovani Vendicatori, diviene evidente che il vero scopo di Destino è appropriarsi dei poteri di illimitati di Scarlet[45], poteri che, una volta ottenuti lo rendono paragonabile all'Arcano o chi brandisce il Cubo Cosmico[46], ma che tuttavia perde grazie all'intervento dei Giovani Vendicatori, i quali convincono poi sia i Vendicatori che gli X-Men di lasciare in pace Wanda poiché incolpandola non si risolverebbe nulla, Ciclope acconsente e si dichiara d'accordo ma ammonisce Wanda che, semmai si rivoltasse di nuovo contro gli eroi la ucciderebbe[47].

In seguito, Wanda rifiuta di tornare fra i Vendicatori o di ricongiungersi con la sua famiglia affermando di dover riscoprire se stessa prima di decidere che cosa fare della sua vita[47].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Wanda è una mutante il cui principale potere è legato alla distorsione della realtà spazio-temporale e all'alterazione delle probabilità. A questo si aggiunge il fatto che Wanda è nata durante un evento sovrannaturale che ha mischiato ai suoi poteri originari delle facoltà magico/mistiche legate al demone Chthon. Come conseguenza Wanda ha la facoltà di intervenire per alterare e modellare la realtà a suo piacimento, ma per molti anni questa capacità si è limitata ad interventi relativamente ristretti e circoscritti al suo raggio visuale. Inoltre questi interventi avevano la caratteristica di essere piuttosto caotico/casuali (lei stessa ha definito i suoi poteri come "Magia del Caos": in seguito questa affermazione venne smentita dal Dottor Strange negando l'esistenza di questa definizione della magia). Ciò ha significato che, per parecchio tempo, i suoi "colpi d'incanto" (hex bolt, come li definiva lei stessa, in inglese, che si manifestano con raggi o sfere di energia rossa), agivano in maniera piuttosto imprevedibile, modificando soprattutto le normali probabilità. Con l'andare degli anni però Wanda ha imparato a focalizzare ed indirizzare meglio questo suo potere, aumentandone quindi di molto l'efficacia. Tra i più tipici effetti di questi suoi colpi "magici", possiamo ricordare: la capacità di deviare le traiettorie dei proiettili o dei raggi di energia, di fare incendiare o esplodere le cose, di creare scudi o campi di forza, di spostare l'aria (ad esempio svuotando completamente un ambiente di tutto il suo ossigeno), più recentemente, focalizzando il proprio potere su se' stessa, Scarlet ha mostrato anche la capacità di saper levitare. Il suo potere è generato dal suo unico pensiero, anche se spesso lei lo appoggia con gesti e frasi (tuttavia non necessarie).

Negli anni più recenti però si è scoperto che il potere di Wanda, in certe occasioni, quando lei riesce a legarsi a poteri magici di livello cosmico, può assumere delle potenzialità enormi, i cui limiti sono ancora sconosciuti. Perciò è stata anche classificata come una mutante di livello omega o classe 5, quindi tra i personaggi più potenti esistenti; ciò è stato dimostrato quando Wanda, in alcuni momenti di instabilità mentale, è riuscita a modificare la realtà mondiale a suo piacimento: un esempio è avvenuto con la serie House of M, quando Wanda ha creato un mondo governato dai mutanti, sotto il comando di suo padre Magneto, o all'opposto quando, in un momento di rabbia e con una semplice frase («No more mutants», in lingua italiana tradotto «Basta mutanti»), riduce drasticamente la popolazione mutante sulla Terra, da molti milioni ad appena poche centinaia di individui, facendo praticamente scomparire all'improvviso il gene mutante nei suoi possessori e causando di conseguenza la morte accidentale di moltissimi di essi.

Questo ha portato Wanda ad avere molto timore dei suoi poteri, poiché non in grado di conoscerli e controllarli a pieno e, durante gli eccessi emotivi, con un solo pensiero sa di poter modificare interamente la realtà. Dopo questi eventi catastrofici e grazie al fatto di aver ridotto il suo legame con la magia del demone Chthon, i poteri di Scarlet sembrano tornati ai suoi livelli abituali, molto più bassi.

Wanda è inoltre una esperta combattente, istruita da Capitan America e Occhio di Falco, un'abile stratega che si è addestrata nel corso di numerosissimi anni tra i Vendicatori, partecipando ad una infinità di missioni.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Amalgam Comics e Personaggi Amalgam Comics.

Scarlet è stata usata, assieme a dei personaggi DC Comics, per creare due personaggi Amalgam Comics:

L'era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi L'era di Apocalisse.

Nella saga L'era di Apocalisse, Wanda è un membro degli X-Men di Magneto e muore cercando di difendere la base della squadra sul monte Wundagore. Le sue ultime parole, rivolte all'ultima arrivata in squadra, Rogue, sono di prendersi cura di suo padre[48].

Heroes Reborn[modifica | modifica wikitesto]

Essendo una dei Vendocatori che hanno affrontato Onslaught, per un certo periodo Scarlet è rimasta intrappolata nell'universo alternativo di Heroes Reborn, dove era la figlia adottiva di Agatha Harkness e l'Incantatrice si dichiarava sua madre[49].

Exiles[modifica | modifica wikitesto]

Sulla testata Exiles ha fatto la sua apparizione una versione alternativa di Wanda proveniente dalla Terra-8823 e, per un certo periodo, ha fatto parte del team di viaggiatori interdimensionali[50] ma è successivamente morta sul campo ed è stata sostituita, a insaputa degli altri membri, da un ulteriore versione alternativa[51].

Vendicatori/JLA[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Vendicatori/JLA.

Nel crossover Vendicatori/JLA Scarlet esordisce sconfiggendo Starro con l'aiuto di Ms. Marvel e Visione[52]; scopre in seguito che nell'Universo DC la "Magia del Chaos" è più forte che nell'Universo Marvel ma come effetto collaterale la fa star male[53]. Cerca in seguito di impedire a Krona di unire i due universi e ci riesce grazie all'aiuto di Lanterna Verde[54]. Successivamente si unisce alla Justice League nella battaglia finale[55].

1602[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 1602 (fumetto).

In 1602, suor Wanda e suo fratello Petros sono i figli dell'inquisitore della Chiesa Spagnola Enrique[56].

Marvel Noir[modifica | modifica wikitesto]

Nella serie X-Men Noir, Wanda Magnus è l'altolocata figlia dell'ispettore capo Eric Magnus[57].

Marvel Zombi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Marvel Zombi.

Nella serie Marvel Zombi, Scarlet viene zombieficata nella prima miniserie[58] e, in seguito ricompare nel terzo spin-off[59].

MC2[modifica | modifica wikitesto]

Nel futuro alternativo di MC2, compare una versione invecchiata di Scarlet la quale, caduta in coma dopo uno scontro al fianco dei Vendicatori[60], viene risvegliata da Loki e manipolata per attaccare i vecchi compagni ma riesce in seguito a tornare in se[61].

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Ultimate Quicksilver e Scarlet disegnati da Bryan Hitch.
Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate X-Men e Ultimates.

Esiste una versione di Scarlet anche nell'universo Ultimate Marvel: prima ha combattuto contro gli Ultimate X-Men al fianco di Magneto e, in seguito, lei e suo fratello Quicksilver (con cui ha una relazione incestuosa) si sono uniti agli Ultimates.

Nel terzo volume, apparentemente viene uccisa da un colpo d'arma da fuoco, esploso da Ultron, l'androide creato da Hank Pym, innamorato della stessa Wanda, che in seguito si scopre aver agito sotto il controllo del Dottor Destino[62]. Mostrata nuovamente viva a Wundagore assieme a Teddy (figlio mutante di Blob) e Mystica[63], si scopre poi trattarsi solo di un'illusione creata (come la riapparizione di Magneto in Egitto) da Apocalisse[64].

La differenza principale tra i poteri della versione classica di Scarlet e quella Ultimate è che per farli funzionare, la Scarlet Ultimate deve "fare i conti", ossia deve calcolare matematicamente la probabilità che qualcosa accada per poterlo modificare, e maggiore è l'improvabilità della sua manipolazione maggiore è la difficoltà della formula matematica di cui dovrà servirsi[65].

What If?[modifica | modifica wikitesto]

In uno scenario autoconclusivo della serie fuori continuity What If?, che ipotizza cosa sarebbe successo se gli X-Men fossero morti tutti eccetto la Bestia nella loro prima missione, Scarlet e Quicksilver sono due alleati del mutante nel momento in cui deve combattere Ani-Man e il Conte Nefaria. Al termine della missione Bestia propone loro di unirsi a lui ma essi rifiutano dicendosi però disposti a altre collaborazioni future[66].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi X-Men 2, Captain America: The Winter Soldier e X-Men: Giorni di un futuro passato.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Proveniente da un'altra dimensione.
  2. ^ a b The Avengers Vol. 1, #185
  3. ^ The Avengers Vol. 1, #186
  4. ^ The Avengers Vol. 1, #187
  5. ^ Vision and the Scarlet Witch Vol. 2, #1
  6. ^ X-Men Vol. 1, #4
  7. ^ X-Men Vol. 1, #5
  8. ^ X-Men Vol. 1, #6
  9. ^ X-Men Vol. 1, #7
  10. ^ X-Men Vol. 1, #11
  11. ^ The Avengers Vol. 1, #16
  12. ^ X-Men Vol., 1 #59
  13. ^ X-Men Vol. 1, #60
  14. ^ The Avengers Vol. 1, #49
  15. ^ The Avengers Vol. 1, #75
  16. ^ The Avengers Vol. 1, #76
  17. ^ The Avengers Vol. 1, #109
  18. ^ Giant-Size Avengers #4
  19. ^ The Avengers Vol. 1, #128-137
  20. ^ The Vision and the Scarlet Witch #4
  21. ^ The Vision and the Scarlet Witch Vol. 2, #1
  22. ^ The Vision and the Scarlet Witch Vol. 2, #12
  23. ^ West Coast Avengers Vol. 2, #35
  24. ^ West Coast Avengers Vol. 2, #42-45
  25. ^ a b Avengers West Coast Vol. 2, #51-52
  26. ^ Young Avengers Vol. 1, #11
  27. ^ Avengers West Coast Vol. 2, #53
  28. ^ Avengers West Coast Vol. 2, #61-62
  29. ^ Darkhold #6
  30. ^ Avengers West Coast Vol. 2, #98
  31. ^ Avengers West Coast Vol. 2, #102
  32. ^ Force Works #1
  33. ^ The Avengers Vol. 1, #397
  34. ^ The Avengers Vol. 3, #57
  35. ^ The Avengers Vol. 3, #500-503
  36. ^ a b House of M #7
  37. ^ House of M #1
  38. ^ a b House of M #8
  39. ^ New Avengers #26
  40. ^ X-Men: Endangered Species
  41. ^ Mighty Avengers #21-23
  42. ^ Avengers: The Children's Crusade #1-4
  43. ^ Avengers: The Children's Crusade #5
  44. ^ a b c Avengers: The Children's Crusade #6
  45. ^ a b Avengers: The Children's Crusade #7
  46. ^ Avengers: The Children's Crusade #8
  47. ^ a b Avengers: The Children's Crusade #9
  48. ^ X-Men Chronicles #1
  49. ^ The Avengers Vol. 2, #1
  50. ^ Exiles Vol. 3, #1
  51. ^ Exiles Vol. 3, #6
  52. ^ JLA/Avengers #1
  53. ^ JLA/Avengers #2
  54. ^ JLA/Avengers #3
  55. ^ JLA/Avengers #4
  56. ^ Marvel 1602 #1 - 8
  57. ^ X-Men Noir #1
  58. ^ Marvel Zombies #1-6
  59. ^ Marvel Zombies 3 #1-4
  60. ^ A-Next #1
  61. ^ Last Hero Standing #1-5
  62. ^ Ultimates 3 #5
  63. ^ Ultimate X #5
  64. ^ Ultimate Comics X-Men #12
  65. ^ Ultimates #1-13
  66. ^ What If? Vol. 2, #9
  67. ^ Josh Wilding, Bryan Singer Reveals Scarlet Witch's Role In X-MEN: DOFP; Says She's Been Cut From The Movie, Empire, 27 aprile 2014.
  68. ^ Mirko D'Alessio, The Avengers: Age of Ultron, Samuel L. Jackson conferma la presenza di Elizabeth Olsen, BadTaste.it, 3 ottobre 2013.
  69. ^ Elizabeth Olsen Closing On Deal To Join 'Avengers: Age Of Ultron', .deadline.com, 3 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics