Bestia (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bestia
Bestia disegnato da Greg Land
Bestia disegnato da Greg Land
Universo Universo Marvel
Nome orig. Beast
Lingua orig. Inglese
Alter ego Henry Philip "Hank" McCoy
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. settembre 1963
1ª app. in The X-Men Vol. 1[1], n. 1
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 24 aprile 1973
app. it. in Capitan America n. 1
Interpretato da
Sesso Maschio
Luogo di nascita Dundee, Illinois
Abilità
  • Forza, resistenza, velocità e agilità sovrumane
  • Fattore rigenerante che guarisce ferite non mortali in poche ore
  • Sensi sovrumani
  • Artigli e denti letali
  • Esperto nelle scienze

Bestia (Beast), il cui vero nome è Henry Philip "Hank" McCoy, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua apparizione è in The X-Men (Vol.[1]) n. 1 (settembre 1963).

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Henry Philip McCoy è nato a Dundee, Illinois, negli Stati Uniti, da Norton ed Edna McCoy. Suo padre era impiegato in un impianto locale di energia nucleare prima della nascita di Henry. Le radiazioni nucleari a cui è stato esposto sul posto di lavoro sembrerebbero essere la causa della mutazione di suo figlio. Hank è nato con un intelletto vasto, e arti insolitamente grandi per un essere umano, infatti, le proporzioni del suo corpo sono paragonabili a quelle di un gorilla. Non a caso il suo soprannome a scuola era "Magilla Gorilla". I suoi poteri si espressero al massimo durante l'adolescenza, fornendogli grande forza ed agilità che gli permisero di eccellere in ambito sportivo ma che gli attirarono anche l'odio dei suoi compagni. Venne avvicinato dal Charles Xavier che gli propose di studiare presso la sua Scuola per Giovani Dotati e di entrare a far parte della formazione originale degli X-Men con il nome di battaglia di Bestia.

Dopo gli X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Hank restò a lungo nel gruppo, anche quando Xavier fece credere a tutti di essere morto finché non decise di mettere a frutto il suo genio nella biochimica, intraprendendo la carriera di ricercatore presso la Brand Corporation. Il suo obiettivo era quello di isolare la causa delle mutazioni genetiche e ci riuscì isolando un composto chimico. Nel tentativo di impedire che il composto fosse trafugato dal Professor Maddicks, McCoy ingerì[2] il liquido che accentuò la sua mutazione, tramutandolo in un essere scimmiesco con il corpo completamente ricoperto di pelo blu.

Vendicatore[modifica | modifica wikitesto]

Non molto tempo dopo questa trasformazione, venne dai Vendicatori come membro provvisorio ma alla fine divenne un componente fisso del team e strinse una forte amicizia con Wonder Man. Periodicamente Hank lasciava la squadra per aiutare gli X-Men nel momento del bisogno (come durante la saga di Fenice Nera). Alla fine lasciò definitivamente i Vendicatori quando il governo impose loro un numero massimo di sei membri attivi per lasciare il posto a nuove reclute.

X-Factor[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esperienza con i Vendicatori, Hank raggiunse i suoi amici Angelo e Uomo Ghiaccio nel gruppo dei Difensori, di cui rimase uno dei pochi sopravvissuti. Quando Jean Grey fu ritrovata viva e vegeta sul fondo della Jamica Bay[3], Bestia si ricongiunse con gli altri quattro X-Men originali e, su idea di Angelo, diedero vita al gruppo X-Factor[4], con lo scopo di portare avanti il sogno di Xavier al posto degli X-Men ufficiali che, in quel periodo, collaboravano con Magneto. Durante una delle prime avventure del gruppo, Hank fu rapito dal Professor Maddicks, l'uomo in parte responsabile della sua trasformazione. Lo scienziato, nel tentativo di curare il figlio mutante, sperimentò su McCoy una terapia che fece regredire la sua mutazione ridonandogli sembianze umane, seppur con i capelli blu[5]. Tuttavia riprese le sue sembianze animalesche dopo essere stato toccato da Pestilenza, Cavaliere di Apocalisse.

X-Treme X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente Bestia si unì alla squadra formata da Tempesta con lo scopo di recuperare i diari della veggente cieca Destiny. Nel tentativo di vendicare la morte di Psylocke per mano di Vargas, Hank fu poi ridotto in fin di vita da quest'ultimo[6]. Per salvarlo, Sage usò su di lui il suo potere di attivazione e sviluppo della mutazione altrui facendolo evolvere ad un livello superiore e più felino. A causa della sua nuova mutazione Hank venne lasciato dalla sua fidanzata storica, Trish Tilby; ciò lo ha reso più cupo e depresso, cosa che cerca di nascondere dietro una maschera da burlone.

New X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Nelle storie dei New X-Men, Cassandra Nova (sorella del Professor X) fece notare a Hank come le sue mutazioni secondarie siano più simili ad involuzioni ed in seguito la stessa Cassandra manipolò lo studente Becco affinché percuotesse ferocemente l'insegnante. Ripresosi, Hank venne successivamente accusato del presunto omicidio di Emma Frost. In realtà cercherà di ricomporre il suo corpo adamantino con l'aiuto della telecineta Jean Grey. Quando si diffuse la notizia di una "cura" per le mutazioni, Bestia cominciò a pensare seriamente di prenderla in modo da poter nuovamente apparire umano. Alla fine decise comunque di non farlo in quanto, come sottolineatogli da Wolverine, sarebbe mandare un messaggio negativo per altri mutanti se uno X-Man avesse "curato" la propria condizione. Indagando sugli esperimenti condotti da Kavita Rao per lo sviluppo della cura, Hank e gli altri X-Men trovarono Colosso prigioniero e lo liberarono.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Quando la guerra civile scoppiò tra i supereroi, Bestia, insieme agli altri X-Men, assunse una posizione neutrale. Tuttavia, McCoy, violò segretamente la sua posizione neutrale, fornendo a Peter Parker un travestimento olografico per consentirgli di continuare ad insegnare alla Midtown High, dopo che la sua identità segreta era stata rivelata.

Specie in Extinzione[modifica | modifica wikitesto]

Percepito il grave pericolo in cui si trovava la specie mutante dopo la decimazione, Hank pianificò di risolvere gli effetti dell'M-Day, arrivando anche a contattare scienziati criminali come Sinistro, Arnim Zola o il Dottor Destino. Decise addirittura di allearsi con Bestia Nera, il suo doppio proveniente dall'era di Apocalisse. Benché i differenti metodi di approccio alla scienza abbiano portato spesso i due a battibeccare, giunsero alla conclusione di recarsi dall'unica persona conosciuta per aver generato molti figli dotati di mutazioni: giunti a casa Guthrie, mentre Bestia discuteva della possibilità di studiare il patrimonio genetico familiare, Bestia Nera compì un esperimento di alterazione genetica su uno dei ragazzi più giovani portando la cavia al confine con la morte prima che Bestia fosse in grado di guarirlo. Dopo un'accesa lite, i due McCoy divisero nuovamente le loro strade.

Messiah Complex[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Messiah Complex.

Quando gli X-Men, i Marauders e i Purificatori si scontrarono per reclamare la nenoata messia mutante, Bestia fu mostrato allo Xavier Institute opporsi all'attacco delle sentinelle e successivamente lavorare senza sosta con Prodigy per curare tutti i feriti. In seguito, dopo l'assalto del Predatore X venne teletrasportato insieme agli altri sull'isola di Muir da una terrorizzata Pixie dove prese parte allo scontro finale e fu testimone dell'accidentale omicidio di Xavier per mano di Alfiere.

Secret Invasion[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secret Invasion.

Durante l'invasione Skrull Bestia, analizzando un alieno catturato, fu in grado di scoprire che i Super-Skrull potenziati con le abilità mutanti degli X-Men potevano essere infettati dal Virus Legacy. Nonostante le sue proteste, Ciclope decise di usarlo su di loro, offrendo l'antidoto in cambio della resa degli alieni.

X-Club[modifica | modifica wikitesto]

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dark Reign e Oscuri X-Men.

Secondo Avvento[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secondo avvento (fumetto).

In seguito Bestia partecipa ai funerali del suo amico e compagno di squadra, Kurt Wagner. In questa occasione affronta Ciclope e lo incolpa della morte di Kurt, attribuendo il fatto all'atteggiamento sempre più militante ed estremista di Scott, nel tentativo di proteggere la specie mutante a tutti i costi (anche a costo di sacrificare i propri amici). Nonostante i suoi problemi con Ciclope, Bestia rimane inizialmente su Utopia per contribuire ad affrontare gli attacchi compiuti da Bastion. In seguito alla distruzione di Bastion per mano di Hope, Henry lascia però Utopia.

Età degli Eroi[modifica | modifica wikitesto]

Quando Steve Rogers divenne il capo dello S.H.I.E.L.D., Hank fu reclutato come membro dei "Vendicatori Segreti".

Regenesis[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Regenesis (fumetto).

Dopo la separazione degli X-Men in due squadre, Bestia è tra coloro che seguono Wolverine a Westchester per fondare "L'Istituto Jean Grey per giovani dotati".

Avengers vs. X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Avengers vs. X-Men.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Il Dott. Hank McCoy è nato con una mutazione che gli dava un aspetto simile a quello a metà strada tra un umano ed una scimmia-gorilla, con i piedi prensili, anche se ancora glabro. In seguito ha sviluppato questa mutazione fino a diventare un ottimo atleta e combattente nel corpo a corpo.

Successivamente Bestia è intervenuto con un siero su sé stesso, per cercare di invertire la propria mutazione, causando però invece un ulteriore cambiamento, che lo ha fatto assomigliare ancora di più ad un animale scimmiesco, completamente ricoperto di peli (inizialmente grigi e poi bluastri).

Più tardi, quando ha rischiato di morire in seguito ad uno scontro con Vargas, Bestia ha sviluppato una ulteriore mutazione secondaria che lo ha dotato di una forza sovrumana riuscendo a sollevare fino a 5 tonnellate, nonché dell'aspetto e delle caratteristiche fisiche di un felino, con i suoi sensi più affinati di quelli di un uomo. Inoltre queste mutazione gli garantiva un fattore rigenerante che gli permetteva di guarire da ferite non mortali in poche ore. Questa mutazione gli donò anche artigli e denti affilati e molto robusti, che Bestia utilizzò in combattimento come arma offensiva. Molto più recentemente la sua mutazione secondaria si è sviluppata in maniera anomala e l'ha portato sull'orlo della morte, finché lo stesso McCoy più giovane, proveniente dal passato, è intervenuto, invertendo nuovamente la mutazione del McCoy anziano verso l'aspetto scimmiesco, anziché felino.

Il dottor McCoy è inoltre un genio sia in campo medico, dove è considerato una vera e propria autorità soprattutto in materia di mutazioni, sia in campo meccanico (la manutenzione dei jet degli X-Men è stata affidata a lui). Inoltre è considerato fra le 8 persone più intelligenti del pianeta Terra. Sia come Vendicatore che come X-Man, McCoy, a dispetto del suo nome in codice e del suo aspetto, si è sempre messo in luce oltre che per il suo genio scientifico, anche per il suo impeccabile aplomb, il suo parlato forbito ed un vivace senso dell'umorismo; ciò lo ha reso ben voluto da tutti i suoi compagni di team, almeno fino alla recente rottura con Ciclope.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Amalgam Comics.

Unendosi a Garfield Logan alias Changeling Hank dà vita a Beastling, agile mutaforma che fa parte della squadra X-Patrol (X-Men più Doom Patrol).

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M.

Nel mondo creato da Scarlet, Hank McCoy appare come uno scienziato che lavora per Tony Stark insieme a Hank Pym e Forge. Qui, egli conserva il suo aspetto umano di quando si unì agli X-Men originali. Bestia dichiara di essere superiore agli esseri umani, semplicemente a causa della sua mutazione.

Era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi L'era di Apocalisse e Bestia Nera.

Durante l'era di Apocalisse Henry McCoy è diventato un sadico genetista che conduce orribili esperimenti sui suoi prigionieri umani. Egli ha viaggiato a ritroso nel tempo di 20 anni nel passato degli X-Men originali creando i Morlock. Uno dei suoi piani più audaci fu quello di rapire la Bestia di Terra 616 e di prenderne il posto.

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate Bestia e Ultimate X-Men.

In Ultimate X-Men la Bestia ha un aspetto meno felino, fatta eccezione per la pelle blu e gli arti abnormi. Ha avuto una storia con Tempesta. Apparentemente ucciso dalle sentinelle, Bestia è in realtà stato prigioniero dello S.H.I.E.L.D. e costretto a lavorare per una cura al virus Legacy. Utilizzando le risorse governative riesce inoltre ad invertire gli esperimenti di Arma X e a tornare al suo aspetto umano.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Film sugli X-Men.

Hank McCoy, nella sua versione "senza peli", appare in un cameo nel film X-Men 2 (2003) interpretato dall'attore Steve Basic. In X-Men - Conflitto finale (2006) compare invece nella sua versione pelosa e scimmiesca, interpretato da Kelsey Grammer; in quest'ultimo film è uno dei personaggi principali e viene lasciato intendere che il personaggio facesse parte della squadra prima degli eventi narrati nel primo film.

L'attore Nicholas Hoult interpreta una giovane Bestia in X-Men - L'inizio (2011). Qui, tentando di modificare geneticamente il suo aspetto, incrementa invece la sua mutazione trasformandosi in un essere dall'aspetto vagamente felino e ricoperto di peli blu. Hoult riprende il ruolo in X-Men - Giorni di un futuro passato (2014), con una cameo di Grammer in versione adulta.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Bestia appare in tutte le serie animate dedicate ai mutanti:

È inoltre comparso nelle serie The Marvel Superheroes, L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici, Spider-Man: The Animated Series, Avengers: United they Stand e Marvel Super Hero Squad.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Bestia è apparso nei seguenti videogiochi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Capitan America n. 72, Editoriale Corno
  3. ^ Fantastic Four n. 286, gennaio 1986
  4. ^ X-Factor n. 1, gennaio 1986
  5. ^ X-Factor n. 3, aprile 1986
  6. ^ X-Treme X-Men n. 2, agosto 2001

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics