Mimo (Barbara Morse)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mimo
Occhio di Falco (dietro) e Mimo, disegni di Paul Renaud
Occhio di Falco (dietro) e Mimo, disegni di Paul Renaud
Universo Universo Marvel
Nome orig. Mockingbird
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego Barbara "Bobbi" Morse Barton
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. giugno 1971
1ª app. in Astonishing Tales n. 6
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 8 agosto 1973
app. it. in Gli Albi dei Super-Eroi n. 8
Specie umana
Sesso Femmina
Etnia statunitense
Luogo di nascita San Diego, California
Abilità
Parenti

Mimo (Mockingbird), il cui vero nome è Dr. Barbara "Bobbi" Morse Barton, è un personaggio dei fumetti creato da Gerry Conway e Barry Windsor-Smith, pubblicato dalla Marvel Comics. È apparsa la prima volta in Astonishing Tales n. 6 (1971).

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La dottoressa Barbara Morse esordisce in Astonishing Tales n. 6 (giugno 1971), tuttavia la sua prima apparizione sarebbe dovuta avvenire in Savage Tales n. 2 (luglio 1971) ma la cancellazione della serie ha impedito la pubblicazione della suddetta storia, motivo per il quale il personaggio è stato ospitato in un'altra testata. Negli anni successivi il personaggio ha assunto diverse identità, ma la più celebre, Mimo (Mockingbird) risale a Marvel Team-Up n. 95.

Tra l'agosto 2010 e il gennaio 2013 è stato un personaggio fisso sulle pagine dei Nuovi Vendicatori, comparendo poi ne Vendicatori Segreti di Nick Spencer e Luke Ross[1].

Curiosamente al suo esordio, era una brunetta ma, due numeri dopo, senza che sia mai stata data alcuna spiegazione, divenne bionda[2].

Biografia del Personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Agente 19[modifica | modifica wikitesto]

Nativa di San Diego, California, la dottoressa Barbara Morse, poco dopo essersi laureata alla facoltà di biologia del Georgia Institute of Technology, entra a far parte del "Progetto: Gladiatore", volto a replicare il Siero del Super Soldato[3]. Suo compagno di ricerca negli studi, svolti nella Terra Selvaggia, è il suo fidanzato, il dottor Paul Allen[3], che finisce disperso a seguito di un incidente aereo[4], spingendo la ragazza prima a cercare l'aiuto di Ka-Zar[5] e poi a mettersi sulle sue tracce attraverso la giungla[2] per ricongiungervisi proprio grazie proprio all'aiuto del re della giungla[6]. Successivamente lei, Ka-Zar e Paul fanno ritorno negli Stati Uniti[3], tuttavia quest'ultimo si rivela essere un agente doppiogiochista dell'A.I.M. e Barbara, che esce allo scoperto come membro dello S.H.I.E.L.D. (nome in codice: agente 19) svela di aver sempre avuto l'incarico di smascherarlo e arrestarlo, obbiettivo che manca a causa dell'intromissione dell'Uomo Cosa, che uccide brutalmente Paul[7].

Successivamente divenuta coprimaria delle storie a sfondo metropolitano di Ka-Zar[8], il personaggio adotta il diminutivo "Bobbi" ed un costume rosse-nero mostrando le sue competenze da agente S.H.I.E.L.D. finemente addestrato. Nel corso delle storie aiuta il protagonista contro vari criminali e sviluppa una certa intesa sentimentale nei suoi confronti[9]. La successiva introduzione di Shanna quale coprimaria della serie[10] porta tuttavia alla fine della relazione tra Ka-Zar e Bobbi ed alla progressiva sparizione di quest'ultima dalla testata[11].

Mimo[modifica | modifica wikitesto]

Tempo dopo, intenta a smascherare un senatore corrotto, Bobbi lavora fuori dal radar dello S.H.I.E.L.D. assumendo l'identità supereroistica della Cacciatrice[12]; che venne successivamente modificato in Mimo (Mockingbird)[13][14]. La sua indagine la porta a scoprire la corruzione di alcune divisioni dello S.H.I.E.L.D. e, dunque, con l'aiuto di Spider-Man e di Nick Fury riesce a smascherare gli agenti corrotti e ad arrestarli venendo però gravemente ferita da un colpo di pistola[14].

Perfettamente ripresasi dopo sei mesi di terapia[15], Mimo riprende la sua carriera di supereroina/agente segreta e, proprio nel corso di una missione di spionaggio alla Cross Technological Enterprises, la sua strada incrociò quella del celebre Vendicatore Occhio di Falco. Sebbene inizialmente i due non vadano d'accordo e finiscano a battibeccare sono costretti dalle circostanze a cooperare per sconfiggere Crossfire innamorandosi tanto perdutamente da convolare a nozze sulle Pocono Mountains poco tempo dopo[16].

Il matrimonio con Clint le apre le porte al mondo dei Vendicatori[17] e, presto, Bobbi si trova ad aver che fare con déi, super soldati, androidi e mutanti; inizialmente spaesata e confusa, si abitua velocemente[18] ai suoi nuovi amici, specie quando al marito viene affidato l'incarico di guidare una nuova squadra di Vendicatori in California[19].

Vendicatori della Costa Ovest[modifica | modifica wikitesto]

Stabilitisi a Los Angeles Mimo e Occhio di Falco diedero vita ai Vendicatori della Costa Ovest e, sebbene priva di superpoteri, la sua formidabile conoscenza nelle arti marziali la rese un elemento chiave della squadra.

La sua carriera come supereroina e il suo matrimonio procedevano a gonfie vele, fino a quando Bobbi venne drogata e stuprata da Phantom Rider (Lincon Slade). Una volta ripreso il controllo, Mimo si vendicò del suo aggressore, facendolo precipitare da un burrone.

A causa di ciò che aveva subito, i rapporti tra lei e Clint deteriorarono fino ad arrivare al divorzio, che la convinse ad abbandonare i Vendicatori. Dopo un pausa di riflessione tornò fra i ranghi, rimanendo separata da Occhio di Falco; ma nonostante le liti i due si amavano ancora e presto tornarono insieme, prendendo in considerazione l'idea di avere un bambino.

La loro riconciliazione fu breve però: al termine di una missione nel regno di Mefisto, per salvare la vita a suo marito Bobbi fu colpita da una palla di fuoco lanciata dal demone e destinata a quest'ultimo, morendo sul colpo.

Con i suoi tracciati cerebrali, il robot senziente Ultron si costruì una seconda "compagna", Alkhema, proprio come fece anni prima con quelli di Wasp per creare Jocasta.

Secret Invasion[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secret Invasion.

Creduta morta per anni, durante l'invasione Skrull, Barbara è apparsa fuori da un'astronave atterrata nella Terra Selvaggia, assieme a parecchi presunti eroi; nella confusione è stata avvicinata dal suo ex marito Clint Barton (nei panni di Ronin) che, ponendole una domanda che solo lei poteva conoscere (un aborto di cui non parlò a nessuno eccetto Clint) si è accertato che si trattava della vero Mimo e non di un impostore skrull; questo fino a quando Reed Richards non troverà il modo di rivelare l'identità degli Skrull. La Mimo aliena, uccisa da un furente Clint Barton, era comunque convinta di essere quella originale, perché aveva i suoi stessi ricordi. La vera Barbara era stata realmente rapita dagli alieni (presumibilmente nelle convulse fasi dell'operazione Tempesta nella galassia) e, quando gli eroi sostituiti sono tornati sulla Terra al termine del conflitto, Clint e Bobbi hanno potuto finalmente riabbracciarsi.

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dark Reign.

Bobbi però è ancora sotto shock per l'esperienza del rapimento alieno. Mettendosi in contatto con alcuni ex agenti S.H.I.E.L.D. rapiti con lei, ha messo su un'agenzia di spie anti terrorista chiamata W.C.A..

Dopo aver appurato che la riconciliazione che ebbe con l'ex moglie avvenne in realtà con la sostituta skrull, Clint Barton ha deciso di aiutare Barbara con la nuova agenzia, ricominciando una nuova relazione sentimentale con lei, dopo che Bobbi gli ha confidato di essere ancora innamorata di lui. In seguito, Barbara diventa membro dei Nuovi Vendicatori, guidati da Clint a cui succederà poi Luke Cage come leader.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Seppur sprovvista di superpoteri, Mimo è una agente S.H.I.E.L.D. finemente addestrata diplomatasi col massimo dei voti nel suo corso[20] e di conseguenza è un'esperta in molte forme di combattimento corpo a corpo, svariate tecniche di spionaggio e nell'utilizzo di una vasta gamma d'armi. Inoltre è un'acrobata formidabile, un'esperta di informatica ed ha un dottorato in biologia[21][20].

Per sopravvivere dopo aver riportato una ferita mortale nello svolgimento di una missione, Mimo ha subito l'iniezione di un siero creato dalla combinazione tra il Siero del Super Soldato e la Infinity Formula. Sebbene si ignori cosa ciò possa provocare alla lunga nel suo organismo, il solo effetto collaterale dimostrato finora è stato un aumento quasi superumano di forza ed agilità[22].

La sua arma preferita sono una coppia di manganelli d'acciaio combinabili in un bastone , che manovra con tale maestria da sapersene servire sia in maniera offensiva che difensiva[23].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nell'universo alternativo di The Last Avengers Story compare la versione anziana di Bobbi al fianco del marito Clint, ormai cieco[24]. I due, ritirati da anni, ritornano tra i vendicatori in occasione della battaglia finale contro Ultron, Grim Reaper e Kang il Conquistatore[25].
  • Nella realtà alternativa di Fantastic Four: Big Town, Bobbi e Clint sono due sposi novelli che hanno una crisi matrimoniale quando lei commette un omicidio per salvare la vita del marito[26], cosa che da il via a una serie di eventi che vedono l'uomo morire ugualmente[27].
  • Nell'universo di House of M Bobbi è un ex-agente dello S.H.I.E.L.D. ora membro dei Vendicatori, qui gruppo ribelle capeggiato da Luke Cage, nonché sentimentalmente legata a Occhio di Falco[28] che alla fine della miniserie richiede asilo in Wakanda[29]
  • Ne Marvel Zombies vs. The Army of Darkness, compare una versione zombiezzata del personaggio[30].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dave Richards, NYCC: Spencer's "Secret Avengers" are the Newest Agents of S.H.I.E.L.D., Comic Book Resources, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  2. ^ a b Astonishing Tales vol. 1, #8 (ottobre 1971)
  3. ^ a b c Astonishing Tales vol. 1, #12 (giugno 1972)
  4. ^ Astonishing Tales vol. 1, #10 (febbraio 1972)
  5. ^ Astonishing Tales vol. 1, #6-7 (giugno-agosto 1971)
  6. ^ Astonishing Tales vol. 1, #11 (aprile 1972)
  7. ^ Astonishing Tales vol. 1, #13 (agosto 1972)
  8. ^ Astonishing Tales vol. 1, #15 (dicembre 1972)
  9. ^ Astonishing Tales vol. 1, #15–20 (dicembre 1972–ottobre 1973)
  10. ^ Ka-Zar, Lord of the Hidden Jungle vol. 1, #1 (gennaio 1974)
  11. ^ Ka-Zar, Lord of the Hidden Jungle vol. 1, #8 (gennaio 1975)
  12. ^ Marvel Super Action vol. 1 #1 (gennaio 1976)
  13. ^ Per evitare problemi legali con il personaggio omonimo DC Comics.
  14. ^ a b Marvel Team-Up vol. 1, #95 (luglio 1980)
  15. ^ Hawkeye vol. 1, #2 (ottobre 1983)
  16. ^ Hawkeye vol. 1, #4 (dicembre 1983)
  17. ^ Avengers vol. 1, #239 (gennaio 1984)
  18. ^ Avengers vol. 1, #242 (aprile 1984)
  19. ^ Avengers vol. 1, #243 (maggio-giugno 1984)
  20. ^ a b Hawkeye vol. 1, #2 (Ott. 1983)
  21. ^ Astonishing Tales vol. 1, #12 (Giu. 1972)
  22. ^ New Avengers vol. 2 #13
  23. ^ New Avengers: The Reunion vol. 1, #2 (Giu. 2009)
  24. ^ The Last Avengers Story vol. 1, #1 (Nov. 1995)
  25. ^ The Last Avengers Story vol. 1, #2 (Nov. 1995)
  26. ^ Fantastic Four: Big Town vol. 1, #1 (Gen. 2001)
  27. ^ Fantastic Four: Big Town vol. 1, #4 (Apr. 2001)
  28. ^ House of M: Avengers vol. 1, #1 (Gen. 2008)
  29. ^ House of M: Avengers vol. 1, #4 (Mar. 2008)
  30. ^ Marvel Zombies vs Army of Darkness vol. 1, #2 (Lug. 2007)
  31. ^ Craig Byrne, Marvel TV Updates: AKA Jessica Jones, Hulk, Cloak & Dagger, Mockingbird & More, KSiteTV, 23 luglio 2011. URL consultato il 23 luglio 2011.
  32. ^ Lesley Goldberg, 'Agents of SHIELD' Enlists Adrianne Palicki as Marvel Favorite (Exclusive), The Hollywood Reporter, 19 agosto 2014. URL consultato il 19 agosto 2014.
  33. ^ Comic-Con: il promo con l’arrivo di Patton Oswalt in Agents of S.H.I.E.L.D. e nuovi spoiler, BadTaste.it, 26 luglio 2014. URL consultato il 26 luglio 2014.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics