Ophelia Sarkissian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ophelia Sarkissian
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego
  • Viper II
  • Madame Hydra
  • Merriem Drew
  • Principessa guerriera bianca
  • Mrs. Smith
  • Leona Hiss
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. febbraio 1969
1ª app. in Captain America Vol. 1[1], n. 110
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 10 aprile 1974
app. it. in Capitan America n. 26
Sesso Femmina
Luogo di nascita Szekesfehervar (Ungheria)
Abilità
  • Esperta di arti marziali, dello spadaccino e Cecchina e col mantello
  • Teletrasporto
  • Ottima stratega e tattica
  • Una maggiore durata di vita
Affiliazione

Ophelia Sarkissian, più conosciuta come Madame Hydra, e in precedenza come Viper II, è un personaggio immaginaria dell’universo Marvel, creato da Stan Lee (testi) e Jim Steranko (disegni). È apparsa per la prima volta come in Captain America (Vol. 1[1]) n. 110 (febbraio 1969).

È nemica dei Vendicatori, degli X-Men e l'arcinemica di Capitan America.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Ophelia Sarkissian rimase orfana da bambina in Ungheria. Un tempo una cicatrice le attraversava il volto, ma ora non più. Insieme ad altre 12 ragazze fu accolta nell’HYDRA e cresciuta da Comandante Kraken. Nei 22 anni seguenti, Viper divenne la migliore studente di Kraken[2]. Riuscì a salire sempre più di rango all’interno dell’HYDRA e si scontrò spesso con Capitan America e lo S.H.I.E.L.D.. Fece la prima comparsa come capo dell’HYDRA con il nome in codice di Madame Hydra: mentre cercava di contaminare le scorte d’acqua di New York, combatté contro Capitan America, riuscendo anche a farlo prigioniero[3]. Dopo aver catturato Rick Jones per tendere una trappola a Capitan America[4], sconfisse i Vendicatori con il gas, con l’intento di seppellirli vivi, e si trovò di nuovo ad affrontare Capitan America. Sembrò che fosse morta quando fu investita dall’esplosione dei missili che lei stessa aveva lanciato contro Capitan America e Rick Jones[5]. Qualche tempo dopo, si scoprì invece che il Fantasma dello spazio aveva preso il suo posto, ma non si sa dove si trovasse in realtà la donna[6].

Dopo aver reciso i legami con l’HYDRA[7], Madame Hydra aiutò il criminale Jordan Stryke a evadere, solo per poi ucciderlo e strappargli il nome in codice di Viper I e il comando della Squadra dei serpenti[8]. Come nuova Viper, rapì Hugh Jones, presidente della Roxxon, per asservirlo alla Corona del Serpente. Combatté contro Nomad e Namor il Sub-Mariner[9]. Divenne capo della malavita grazie alla sua spietatezza, al tradimento e all’astuzia.

Viper si impadronì dell’Helicarrier dello S.H.I.E.L.D. con l’intenzione di farlo schiantare sulla sede del Congresso. Tra i suoi agenti vi erano Boomerang e Silver Samurai. Si scontrò con l’Uomo-Ragno, Vedova Nera, Shang-Chi, e Nick Fury[10]. Cercò di rapire Michael Kramer, portatore di una malattia mortale creata in laboratorio, per diffonderla sul territorio americano. Combatté anche contro la prima Donna Ragno, che riteneva essere Merriem Drew. In realtà Merriem era la madre della Donna Ragno, che si credeva morta nel 1931. La donna si era alleata con Chthon in cambio del dono della longevità. Viper stessa, dopo aver rivelato di essere stata una pedina di Chthon per 50 anni, salvò la vita della Donna Ragno sconfiggendo Chthon[11]. Viper, utilizzando Costrittore come agente in comando, catturò la Donna Ragno, credendo che avesse voluto farle credere di essere imparentata con lei. Si scoprì poi che era stato Chthon a imprimere nella mente di Viper il falso ricordo di aver partorito Jessica come parte di un piano per mantenere le due donne asservite. Viper catturò Capitan America e pianificò di scatenare la sua nuova peste in America[12].

Utilizzando Silver Samurai, Viper cercò di costringere Team America a rubare un cristallo di cavorite, e si scontrò con i Nuovi Mutanti[13]. Durante uno dei suoi atti terroristici, cercò di prendere il controllo di un’organizzazione chiamata Società dei serpenti, insieme a Slither, Bitis (Davis Lawfers), Cervone, Fer-De-Lance, e Black Racer. Gli ultimi quattro agenti si infiltrarono nella Società dei serpenti per prendere il potere. Viper inviò Cobra, Biacco e Copperhead ad avvelenare le scorte d’acqua di Washington D.C. con un agente mutageno rettile. La donna terrorizzò la Casa Bianca e il Presidente, e si scontrò con Capitan America[14]. Cercò di uccidere il precedente leader dell’organizzazione, Sidewinder, ma fu tradita da Cobra e arrestata da Capitan America. Dopo essere stata liberata da Tyrannus, si ribellò a lui. Utilizzò il suo agente mutageno su alcuni tossicodipendenti e combatté contro il Punitore[15].

Madame Hydra entrò in conflitto anche con gli X-Men. Li incontrò per la prima volta mentre cercava di uccidere Mariko Yashida per conto del suo alleato e presunto amante Silver Samurai: la donna, travestita da cameriera di Mariko, provò ad avvelenare la squadra di mutanti. Riuscì quasi ad uccidere Rogue e Tempesta in due occasioni, in particolare Tempesta rischiò di essere uccisa da Viper durante l’invasione di Khan[16]. Affrontò anche i Nuovi Mutanti e le fu attribuita la morte presunta di Karma (la quale, in realtà, era solo stata ferita ed era stata rapita da Re delle Ombre)[17].

Madame Hydra è una terrorista ed ha una sua organizzazione. Si è scontrata sia con molti eroi sia con molti criminali. Il suo nichilismo e la tendenza a seminare cadaveri le hanno reso ostili anche i cattivi. Solo Teschio Rosso è rimasto affascinato dalla donna e ha avuto una relazione con lei fin quando ha scoperto che Viper stava sfruttando le sue risorse per finanziare massacri senza alcun apparente beneficio economico[18].

Per un certo periodo Viper utilizzò una squadra di sosia (conosciute come "Pit-Vipers") per impersonarla. Una di queste, Pit-Viper 12[19], agendo di propria iniziativa, iniziò una relazione con il Punitore durante una conferenza internazionale sul crimine a Las Vegas[20] e in seguito passò informazioni allo S.H.I.E.L.D. rivelando il piano di Viper di rubare missili nucleari russi a Mosca[21]. Viper stessa uccise la sosia traditrice per aver messo a rischio il suo anonimato[22].

Successivamente constrinse col ricatto Wolverine a sposarla per rafforzare il suo impero del crimine a Madripoor. Nonostante fosse un matrimonio di convenienza, la donna volle comunque consumare l’unione. In seguito il suo corpo fu posseduto per breve tempo dallo spirito di Ogun, e Wolverine la ferì mortalmente nel tentativo di liberarla. Il mutante salvò Viper aiutandola a trovare assistenza medica e chiese in cambio il divorzio[23]. Più tardi è implicita che lei in realtà aveva sentimenti per Wolverine[24].

Viper divenne anche membro di un’incarnazione del Club Infernale e lavorò con Courtney Ross, utilizzando per breve tempo il titolo di “Principessa guerriera bianca”[25]. Collaborò con la Mano e ristrinse i rapporti con Silver Samurai. Riprese anche il nome di “Madame Hydra”.

Per un certo periodo, Viper divenne dittatrice di Madripoor e usò le risorse del paese per sostenere azioni terroristiche a livello mondiale attraverso l’HYDRA. Fu scalzata dal potere da Tony Stark, nuovo direttore dello S.H.I.E.L.D., e da Tigre, che rimase alla guida di Madripoor[26].

Nella saga Dark Reign, Viper lasciò Silver Samurai per ricongiungersi con il Barone Von Strucker e il consiglio direttivo dell’HYDRA[27]. Si scopre che la donna era stata sostituita come Madame Hydra dalla Contessa Valentina Allegra de Fontaine[28].

Viper venne rapita dal misterioso gruppo Leviathan che intendeva scoprire l’ubicazione di una scatola misteriosa che Viper e Madame Hydra avevano ottenuto dagli Yashida. Con grande sconcerto di Viper, Madame Hydra arrivò al quartier generale del Leviathan e offrì la scatola al leader del gruppo. Madame Hydra uccise poi Viper, ma all’arrivò dell’HYDRA Hive risuscitò la donna donandole anche dei tentacoli che le uscivano dal capo. Viper riprese il nome di Madame Hydra[29].

In seguito alla saga Fear Itself, Madame Hydra si unì agli H.A.M.M.E.R. dopo la fuga di Norman Osborn dal Raft e ne prese il comando[30]. Dopo la sconfitta di Osborn e dei suoi Oscuri Vendicatori, Madame Hydra usò le risorse dell’ormai defunto H.A.M.M.E.R. per ricostruire l’HYDRA[31]. Successivamente Viper rivelò alla Donna Ragno e Occhio di Falco che Mister Negativo stava organizzando un furto in un magazzino dello S.H.I.E.L.D.. Mentre i Vendicatori si stavano occupando di questa minaccia, Madame Hydra attaccò un altro edificio dello S.H.I.E.L.D. e sottrasse alcuni prigionieri Skrull risalenti alla Secret Invasion[32].

Madame Hydra condusse poi un attacco contro la Torre dei Vendicatori mentre il gruppo era lontano. Venne infine sconfitta da Angelo e il suo auto più giovane da precedenza nella linea temporale[33].

Madame Hydra VI[modifica | modifica sorgente]

Madame HYDRA
Lingua orig. Lingua inglese
Alter ego non rivelato
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. agosto 1988
1ª app. in Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. n. 3
Editore it. Play Press
app. it. gennaio 1990
app. it. in Nick Fury contro SHIELD n. 3
Sesso Femmina
Professione Agente sovversivo
Affiliazione HYDRA

La sesta Madame Hydra fu creata da Bob Harras e Paul Neary, e debuttò in Nick Fury vs. S.H.I.E.L.D. n. 3 (agosto 1988).

Madame Hydra fu inclusa nell’Official Handbook of the Marvel Universe Update '89 n. 4, sotto la voce "Madame Hydra VI".

Come agente dell’HYDRA impressionò così favorevolmente i suoi superiori che, dopo solo un breve periodo nell’organizzazione, la promossero al livello di Madame Hydra VI (le identità delle Madame Hydra da I a V, di grado superiore al suo, sono sconosciute).

Una delle sue prime missioni come Madame Hydra fu di catturare Nick Fury e consegnarlo a un gruppo di Life Model Decoy modello Delta (chiamati Deltites), che si stavano impadronendo dello S.H.I.E.L.D.. Dopo aver fallito e aver scoperto che i Deltites la stavano manipolando, la donna si alleò con gli agenti dello S.H.I.E.L.D. per ostacolare i Deltites .

In seguito fu consegnata alle autorità federali, fu dichiarata pazza e pericolosa e mandata al manicomio Arnold per ricevere cure psichiatriche (lo stesso manicomio in cui poi fu richiuso Bigfoot).

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Viper non ha abilità sovrumane ma possiede forza, velocità, riflessi, agilità, destrezza, coordinazione, equilibrio e resistenza degni di un campione olimpico. È un’eccellente schermitrice e un cecchino infallibile con armi di lunga gittata; si è inoltre allenata nel combattimento corpo a corpo. A volte utilizza armi avvelenate decorate con temi che richiamano i serpenti, come frecce avvelenate o zanne artificiali riempite di veleno. Usa armi sperimentali, incluso un anello che consente il teletrasporto, e in X-Treme X-Men indossava dei guanti dotati di artigli affilati come rasoi[16].

È una brillante stratega, che combina la tattica con un’ampia esperienza di tecniche di combattimento. È stata al vertice di diverse organizzazioni criminali e ha contatti con la malavita internazionale. È anche esperta nello spionaggio. I suoi punti di forza maggiori probabilmente sono la sua influenza, le risorse finanziarie a cui può attingere grazie alla sua posizione nel crimine organizzato, e un’incredibile fortuna che le ha consentito di sfuggire alla morte in situazioni che sarebbero risultate fatali a molti altri. Potrebbe anche aver ottenuto una longevità sovrannaturale.

Viper di solito porta con sé diverse pistole a raggi e armi da fuoco convenzionali. È stata anche in possesso di un anello per il teletrasporto e altre armi speciali, inclusi dardi avvelenati, coltelli e fruste. Le corone sui suoi canini, appositamente allungati e appuntiti, contengono un veleno a cui la donna è immune. Per un breve periodo, Chthon ha sostituito l’occhio destro di Viper con una sfera nera in grado di inviare le persone in una dimensione magica.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

L'era di Apocalisse[modifica | modifica sorgente]

In questa oscura realtà, Viper è sposata con Silver Samurai e con lui si fa strada dall'Isola del Giappone combattendo di Infiniti dell’Apocalisse. Tragicamente, Viper sacrifica la propria vita per salvare Silver Samurai. Proprio a causa della sua morte, in seguito, Silver Samurai accetta l’offerta di Magneto di unirsi agli X-Men.

Exiles[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Exiles (Marvel Comics).

Una delle dimensioni alternative presentata in Exiles nn. 91-95 è stata conquistata da una versione di Madame Hydra. Questo mondo (Terra 1720) è dominato da Madame Hydra (in realtà Susan Storm Richards), il suo amante Wolverine, e il loro migliore assassino Slaymaster. Comunque, prima che gli Exiles possano mettere in atto la loro punizione, Madame Hydra e i suoi fedeli fuggono nell’omniverso per cercare altri mondi da conquistare.

Ultimate Marvel[modifica | modifica sorgente]

Viper compare in Ultimatum: Spider-Man Requiem insieme all’HYDRA. La donna attacca gli uffici di Tony Stark per impossessarsi dell’armatura di Iron Man ma è sconfitta dall’eroe, aiutato dal Spider-Man, e viene presa in custodia dallo S.H.I.E.L.D..

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Giocattoli[modifica | modifica sorgente]

Una action figure di Viper è stata messa in commercio nella serie 2012 delle action figures Marvel Legends della Hasbro: si tratta di una di due statuette con lo stesso corpo ma teste diverse denominate "Marvel's Madames" (la seconda statuetta è Madame Masque).

Televisione[modifica | modifica sorgente]

  • Viper, doppiata da Lisa Ann Beley, compare come Madame Hydra nell’episodio “Bersaglio X” di X-Men: Evolution, nel quale è presentata come capo dell’HYDRA. È improbabile che sia riuscita a sopravvivere alla distruzione della sua base per mano di X-23, ma nei fumetti il suo personaggio è sfuggito alla morte in diverse occasioni.
  • Viper, doppiata da Vanessa Marshall, compare in Avengers - I più potenti eroi della Terra[36]. Fa la prima apparizione nell’episodio "Mondo Gamma (prima parte)". In "Il morso della vedova nera", viene catturata dallo S.H.I.E.L.D., e si scopre che in realtà è uno Skrull. Nell’episodio " Prigioniero di guerra", la vera Viper è tenuta prigioniera su una nave Skrull e viene liberata da Capitan America. Ha solo un cameo nell’episodio successivo "L'invasione segreta", nel quale aiuta i supereroi a combattere contro gli Skrull. Viper ritorna nell’episodio "E poi venne un ragno" nel quale la Società dei serpenti la sottrae, insieme a King Cobra, allo S.H.I.E.L.D.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ Secret Warriors n. 15
  3. ^ Captain America (Vol. 1) n. 110
  4. ^ Captain America (Vol. 1) n. 111
  5. ^ Captain America (Vol. 1) n. 113
  6. ^ The Avengers (Vol. 1) n. 107
  7. ^ Captain America (Vol. 1) n. 170
  8. ^ Captain America (Vol. 1) n. 180
  9. ^ Captain America (Vol. 1) nn. 181-182
  10. ^ Marvel Team-Up (Vol. 1) nn. 83-85
  11. ^ Spider-Woman (Vol. 1) nn. 42-44
  12. ^ Captain America (Vol. 1) nn.281-283
  13. ^ New Mutants (Vol. 1) nn. 5-6
  14. ^ Captain America (Vol. 1) nn. 341-344
  15. ^ Daredevil Annual n. 4
  16. ^ a b X-Treme X-Men n. 11
  17. ^ New Mutants (Vol. 1) n. 6
  18. ^ Captain America (Vol. 1) n. 419
  19. ^ http://www.marvunapp.com/Appendix3/pitviper.htm
  20. ^ Punisher War Journal nn. 45-47
  21. ^ Nick Fury, Agent of S.H.I.E.L.D. (Vol. 2) n. 45
  22. ^ Silver Sable and the Wild Pack n. 15
  23. ^ Wolverine (Vol. 2) n. 125
  24. ^ Astonishing Tales (Vol. 2) n. 6
  25. ^ Uncanny X-Men n. 452
  26. ^ Invincible Iron Man Annual n. 1
  27. ^ Secret Warriors n. 2
  28. ^ Secret Warriors n. 3
  29. ^ Secret Warriors n. 12
  30. ^ New Avengers (Vol. 2) n. 16.1
  31. ^ Avengers (vol. 4) n. 24
  32. ^ Avengers (vol. 4) n. 30
  33. ^ All-New X-Men n. 8
  34. ^ Hugh Jackman May Cross Paths With Jessica Biel In THE WOLVERINE!!
  35. ^ BREAKING: 20th Century Fox In Talks With Svetlana Khodchenkova For Viper In THE WOLVERINE
  36. ^ Findlay, Kurtis (26 aprile 2010)."Avengers Images from C2E2 " animatedsuperheroes.com. Recuperato il 16 agosto 2010
  37. ^ Jim Reilly (5 ottobre 2010). Captain America: Super Soldier Announced. Xbox 360 IGN. Recuperato il 11 gennaio 2011.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics