Wolverine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Wolverine (disambigua).
Wolverine
Wolverine, disegnato da Jim Lee
Wolverine, disegnato da Jim Lee
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1974
1ª app. in The Incredible Hulk Vol.2, n. 180
Editore it. Editoriale Corno
app. it. settembre 1977
app. it. in L'Uomo Ragno n. 192 - I serie
Sesso Maschio
Abilità
  • Resistenza, agilità e riflessi sovrumani
  • Parziale immunità al controllo mentale
  • Fattore rigenerante, dal quale deriva una virtuale immortalità
  • Sensi sovrumani
  • Scheletro ed artigli letali rivestiti di adamantio e quindi virtualmente indistruttibili
  • Esperto in numerose arti marziali e tecniche ninja
  • Esperto nell'uso di armi bianche e da fuoco e ottimo tiratore
  • Esperto nella strategia
  • Vaste conoscenze scientifiche e tecnologiche
Parenti

Wolverine, il cui vero nome è James Howlett detto Logan, è un personaggio dei fumetti, creato da Len Wein (testi) e da Herb Trimpe (disegni) con la collaborazione di John Romita Sr., pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione è in The Incredible Hulk (Vol.2) n. 180 (ottobre 1974) in un breve cameo, ma il vero e proprio esordio è stato sul n. 181 (novembre 1974) della stessa serie.

Logan è un mutante, cioè un essere umano con il DNA contraddistinto dal gene X, gene che conferisce capacità straordinarie. In questo caso si tratta del fattore rigenerante, ovvero la capacità di guarire rapidamente da tutti i tipi di ferite (come spiegato in Wolverine: Origini), sensi e istinti paragonabili a quelli animali e artigli ossei estraibili a comando dalle mani, che, come il suo scheletro, sono fusi con una lega metallica indistruttibile chiamata adamantio.

Il sito web IGN ha inserito Wolverine al quarto posto nella Top 100 Comic Book Heroes, ovvero la classifica dei cento migliori personaggi dei fumetti di supereroi, dietro a Spider-Man, Batman e Superman.[2]

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Wolverine disegnato da Joe Quesada

James Howlett nasce verso la fine degli anni 80 del XIX secolo nella provincia canadese di Alberta, figlio secondogenito di John Howlett e Elizabeth Hudson, anche se da quanto lasciato intendere dagli autori (e dalla notevole somiglianza fisica) potrebbe essere frutto di una relazione adulterina tra la signora Howlett ed il giardiniere, Thomas Logan. Quando James era molto piccolo (non ci vengono forniti dati precisi) suo fratello morì e sua madre finì in manicomio. Non sono chiare le ragioni della morte (si parla di malattia) ma pare che anche il fratello maggiore di James fosse dotato di analoghi poteri, come suggerito dalle cicatrici rimaste sul fianco della madre disposte in maniera analoga a quelle che provocano gli artigli di Wolverine, e sarebbe questo il vero motivo della pazzia di Lady Howlett. Nel corso dell'infanzia James ha pochi rapporti con il mondo esterno per via delle sue tante allergie e malattie e stringe amicizia con Rose, sua coetanea che lavora come serva nella villa, la quale scrive sul suo diario svolgendo il ruolo di voce narrante in "Origini", e sviluppa un rapporto di inimicizia con Dog Logan, il figlio del giardiniere, che lentamente si trasforma in aperta rivalità ed odio. Il culmine è l'uccisione del cane di James, Callie, da parte di Dog, scatenando così l'ira degli Howlett che cacciano dalla tenuta il ragazzo e suo padre Thomas. Ma i due decidono di reagire e organizzano un'incursione nella villa, fucili alla mano, con l'intenzione di rubare dei soldi e fuggire con la signora Howlett. Ma John Howlett interviene per caso, e viene ucciso da Dog sotto gli occhi atterriti del figlio James, che sfodera i suoi artigli, sfregiando Dog e uccidendo Thomas. La madre resta sconvolta e caccia il figlio dalla villa, dopodiché si suicida.

Rose nel frattempo, con l'aiuto dell'anziano nonno di James, decide di fuggire con il ragazzo, nascondendo i suoi artigli sotto degli stracci. James sembra aver perso la memoria, quando in realtà per lo shock si convince di aver ucciso lui stesso il padre John. James perde anche la sua identità, poiché Rose deciderà di chiamarlo Logan per nascondere il suo passato.[3] Nel corso degli anni il nuovo nome si sostituirà quasi completamente a quello vecchio, poiché Logan/James preferisce lasciarsi indietro completamente il passato traumatico.

Dopo questo triste evento Rose e Logan si trasferiscono in una delle miniere della Columbia Britannica, dove Logan lavorerà duramente cambiando radicalmente carattere e facendosi notare dal suo capo, Smitty, che lo prenderà in simpatia proteggendolo dalle angherie del malvagio cuoco Malone. Contro il cuoco Logan non aveva mai osato reagire, prima per paura di ritorsioni, in seguito per timore di scatenare il proprio potere. Smitty decide quindi di affidare a Logan l'uso della dinamite. In questo periodo svilupperà ed accrescerà la sua fama di "duro" e scoprirà di avere molte affinità con le bestie selvagge, tanto che da una di esse prenderà il nome in codice (Wolverine è il nome in inglese del ghiottone). I primi a notare la somiglianza con l'animale in questione furono due suoi colleghi minatori, che notarono come Logan fosse laborioso, proprio come un ghiottone quando cerca le radici. Gli anni passano, Logan lavora come artificiere fino ad un incidente (causato da Malone che aveva manomesso la dinamite), in cui rischia la vita per salvare un bambino. Durante la convalescenza sorprendentemente breve, Logan legge un libro sui Samurai proveniente da Nagasaki, primo indizio del suo futuro amore per la cultura giapponese. Nel frattempo, Smitty e Rose si innamorano e decidono di partire lontano, e Logan rimane scosso dalla loro decisione. Mentre si trova al locale del paese sente di un torneo di lotta con in palio una grossa somma di denaro. Smitty si iscrive nonostante Rose sia contraria ed anche Logan lo fa. Si troverà ad affrontare il cuoco, sconfiggendolo e decidendo all'ultimo di risparmiarlo. Battendo Malone arriva in finale contro Smitty, e decide di farsi battere per permettere a Rose e all'amato di partire con i soldi della vincita.

Nel frattempo Dog, sfigurato e assetato di vendetta, li rintraccia per conto del vecchio signor Howlett, pentitosi di aver lasciato fuggire il nipote, e quando trova Logan appena dopo lo scontro del torneo lo aggredisce alle spalle. Dog sembra prevalere, ma Logan riacquista la memoria del tragico momento della morte di suo padre, e appresa la verità sfodera i suoi artigli deciso a vendicarsi. Durante la violenta lotta che ne consegue uccide accidentalmente Rose. Distrutto dal dolore sparisce nella foresta per molti anni, ignorando qualsiasi richiamo di Smitty. Questo periodo è ancora avvolto nel mistero. Sappiamo solo che Logan si inselvatichì e andò a vivere con un branco di lupi, divenendo quasi più animale che uomo. Il diario di Rose venne bruciato da Malone, e Logan perderà così la possibilità di recuperare la memoria di quegli anni. Si sa inoltre che Logan combatte sia durante la Guerra Civile Americana, al fianco dell'Unione, che durante la Grande Guerra insieme alla spedizione americo-canadese del 1917.

Durante la seconda guerra mondiale sappiamo che vive delle avventure a Madripoor, probabilmente per conto dei servizi segreti canadesi.[4] Ha anche aiutato Capitan America e Nick Fury in diverse missioni, oltre ad aver fatto parte di una unità di paracadutisti nota come la "Brigata del diavolo", dove militava anche Victor Creed, il futuro Sabretooth.

Sostanzialmente Logan riappare quando il governo canadese decide di includerlo nel progetto Arma-X, infondendo nel suo corpo l'adamantio che accresce di molto le sue già notevolissime capacità di combattimento, ricoprendo dell'indistruttibile metallo anche i suoi artigli. Riesce a sopravvivere all'intervento grazie ai suoi poteri di guarigione. Adesso anche il suo scheletro è praticamente indistruttibile, oltre al suo organismo che lo rende certamente più longevo della media (appare oggi come un uomo sulla trentina d'anni, quando ne ha circa 120-130). A seguito dell'esperimento però Logan perde di nuovo la memoria, confusa ulteriormente da falsi impianti mnemonici innestati dal governo canadese. In tale periodo Wolverine viene reclutato da James McDonald Hudson (Guardian) e da sua moglie Heather (Vindicator) per entrare a far parte del primo supergruppo canadese, Alpha Flight. Ma è una breve parentesi, su cui non è stata fatta luce completamente. Forse c'è anche un coinvolgimento di Hudson nell'esperimento con l'adamantio.

Più o meno in questo periodo gli X-Men entrano nella sua vita, per non uscirne più. Logan entra a far parte della seconda generazione di X-Men non molto tempo dopo il suo fallito tentativo di catturare Hulk[5] che si rivela un piano dei suoi superiori per farlo entrare nelle grazie del Charles Xavier[6] che avrebbe dovuto uccidere, ma dopo una colluttazione il professore imprigiona Logan e gli pone delle barriere psichiche cancellando o manomettendo i ricordi del mutante che di lì a breve si unirà al rinato gruppo di mutanti nella missione di salvataggio dei membri originali.[7] Con gli X-Men vivrà moltissime avventure; verrà anche privato da Magneto dell'adamantio che gli ricopre le ossa, che poi recupererà.[8] Conosce anche Jean Grey con cui avrà sempre un rapporto tormentato. Logan, dietro la scorza, ama stare nella squadra del Professor Xavier per gli ideali che rappresenta e svela, a poco a poco, che il suo cinismo è solo una maschera, con cui si difende dai dolori del suo angoscioso passato, rivelandosi un compagno di battaglia quanto mai affidabile. Non sarà mai il vero leader degli X-Men per il suo carattere di solitario e tutto sommato introverso, non certo per mancanza di carisma.

Successivamente a questi eventi, la setta dell’Alba della Luce Bianca (guidata dal crudele e inumano mutante Gorgon), che trama congiuntamente con l'HYDRA, un'organizzazione criminale internazionale di matrice nazista, lo uccide e riporta in vita con un condizionamento che lo costringe a compiere missioni omicide per loro conto, per poi riportare in vita le eventuali vittime (altri supereroi) e asservire anche loro. Sotto il controllo dell'HYDRA ha ucciso il compagno X-Men Northstar, che poi è stato resuscitato anch'esso. Il tutto fa parte di un complotto più grande, che ha come obiettivo destabilizzare e sottomettere gli Stati Uniti d'America. Logan viene poi salvato e de-condizionato dallo S.H.I.E.L.D., che lo arruola come agente per sconfiggere definitivamente l'HYDRA e la setta. Dopo aver distrutto molte basi delle varie organizzazioni criminali assieme a Elektra si scontra con Gorgon e dopo una battaglia in cui rischia la morte, riflette il terribile sguardo pietrificante del criminale con gli artigli, riuscendo a trasformarlo in pietra e frantumandolo in mille pezzi.

Wolverine, dopo le vicende di Vendicatori Divisi, è diventato membro dei Nuovi Vendicatori, il più importante supergruppo Marvel, insieme con altri eroi famosi come l'Uomo Ragno, Capitan America ed Iron Man. Poco dopo essere stato de-condizionato dal trattamento subito dall'HYDRA, Logan si reca nella Terra Selvaggia, dove aiuta i Nuovi Vendicatori, che lo invitano ad unirsi al gruppo.

Wolverine viene descritto come ateo.[9]

Saghe[modifica | modifica wikitesto]

House of M[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M.

Ha preso parte alla riunione di eroi (Vendicatori e X-Men) per decidere il fato di Scarlet, nel crossover House of M di cui è uno dei protagonisti principali. Nel nuovo mondo infatti Scarlet ha cercato di esaudire i desideri delle persone che le si potevano opporre, senza pensare che il più grande desiderio di Wolverine è sapere tutto sul proprio passato. Per questo Wolverine è l'unico a ricordarsi del mondo reale e si impegna a risvegliare i ricordi degli altri eroi. Una volta tornato al vero mondo Wolverine manterrà questi ricordi del proprio passato, anche se confusi e comincerà un viaggio per poterli comprendere meglio.

Wolverine: Origins[modifica | modifica wikitesto]

Wolverine: Origins è il titolo della seconda serie regolare dedicata al personaggio, che prende spunto dagli eventi di House of M, crossover durante il quale Wolverine recupera tutti i suoi ricordi. Le sue esperienze personali non sono però sufficienti a fargli capire chi lo ha manipolato molto prima del suo coinvolgimento nel programma Arma X; così decide di partire alla ricerca della verità.

La sua decisione mette in allarme lo S.H.I.E.L.D. e i governi di mezzo mondo, facendo entrare in scena parecchi personaggi legati alla sua storia passata: Capitan America, il primo tentativo di ricreare in laboratorio un soldato perfetto già esistente in natura (cioè lo stesso Logan); il supersoldato Nuke (che era stato ferito a morte in Devil: Rinascita) che lui stesso ha contribuito a creare; Bucky Barnes (che anni prima come Soldato d'Inverno uccise sua moglie incinta); i suoi vecchi nemici Victor Creed (Sabretooth) e Sylas Burns (Cyber), rispettivamente reclutatore ed addestratore per l'individuo che manovra da dietro le quinte. Appare inoltre Daken, il figlio avuto da Itsu, la moglie uccisa, sopravvissuto grazie al fattore rigenerante ereditato dal padre e caduto nel suo stesso destino. Daken odia il padre e sta cercando in tutti i modi di ucciderlo.

La serie comincia a dare delle risposte, fra cui spiccano gli indizi disseminati a proposito del nome Hudson. Questo è il cognome dei coniugi fondatori di Alpha Flight (si dice che James Hudson, membro del Dipartimento H, sia fratellastro di uno degli scienziati che hanno avuto a che fare con esperimenti sull'adamantio da parte del progetto Arma X). Hudson ricorre anche in Hudson Bay Company, nome di una società che nell'Ottocento aveva in gestione dal governo una grossa parte selvaggia del Canada, e che poi è cresciuta ulteriormente.

La collocazione cronologica di queste storie non è certa: di sicuro dopo House of M e probabilmente dopo il primo arco di storie di New Avengers.

Nella miniserie Wolverine: Evoluzione di Jeph Loeb e Simone Bianchi Logan sconfigge, stavolta pare definitivamente, Sabretooth (decapitandolo con la katana Muramasa, la cui lama è in grado di annullare gli effetti del fattore di guarigione). Logan ha scoperto che dietro ogni evento terribile della sua vita c'è il misterioso Romulus, un individuo che lo ha manovrato a sua insaputa per decenni, rendendolo un assassino spietato. Inoltre, grazie all'aiuto del Soldato d'Inverno e a quello, inconsapevole, di Deadpool, Logan è riuscito a catturare Daken, e adesso sta cercando un modo di guarirlo da tutti gli orrori a cui Romulus l'ha sottoposto e che l'hanno reso uno spietato omicida come lui: per questo ha chiesto l'aiuto di Charles Xavier, ma sembra che neanche il professor X sia in grado di aiutarlo. Fu Xavier a cancellare il controllo di Romulus (che lo voleva una spietata macchina assassina) e a renderlo un leale X-Man, quando si unì al gruppo. Sembra invece che su Daken non sia possibile effettuare lo stesso procedimento, in quanto Romolus ha installato trappole psichiche nella mente del giovane mutante. Tuttavia, Xavier ha mostrato a Daken che non fu Logan ad uccidere sua madre Itsu ma Romulus; ora padre e figlio sembra vogliano entrambi vendicarsi di lui.

Seguono le sue tracce fino in Africa, dove Logan incontra il suo vecchio nemico Cyber, che pare voler offrire a padre e figlio un accordo per aiutarli a trovare e uccidere Romulus; lui e Daken rifiutano, ma in seguito il ragazzo decide di tradire il padre e allearsi con Cyber. In realtà si scopre che il sodalizio tra i due e il tradimento di Daken furono orchestrati da Wolverine stesso, allo scopo di impadronirsi delle informazioni del vecchio nemico. Quando Daken però viene a sapere ciò che voleva, abbandona il padre senza condividere le informazioni con lui.

Logan rimane da solo, ma viene rintracciato da Nick Fury, che ha parecchie informazioni per lui; oltre ad informarlo dell'alleanza che Daken ha fatto con Norman Osborn, unendosi ai suoi Oscuri Vendicatori, rivela di essere a conoscenza di diverse informazioni su Romolus, avute tempo prima da Cyber stesso: pare infatti che ci fosse lo stesso Romolus dietro il progetto Arma X, allo scopo di rendere il suo agente (lo stesso Logan) un'arma invincibile in grado di uccidere i supereroi di nuova generazione, come lo stesso Hulk, affrontato da Logan poco dopo l'assunzione dell'adamantio.

Dopo che Logan si unì agli X-Men, però, non fu più reperibile, visto la protezione psichica di Charles Xavier, e Romolus decise di puntare su Daken. Secondo Fury, oggi lo scopo di Romolus è quello di potenziare nuovamente la sua arma, questa volta con il metallo della spada Muramasa, in grado di annullare gli effetti del fattore rigenerante e quindi di uccidere lo stesso Wolverine.

Daken riesce, con l'aiuto del Riparatore, a farsi rivestire due artigli con il metallo preso dalla spada Muramasa, anche se durante la lotta con Wolverine, che era arrivato nel tentativo di fermare l'operazione, colpisce Logan con gli artigli privi del metallo di Muramasa, facendo sì che Wolverine possa sopravvivere.

Logan continua la caccia a Romulus: segue le tracce di uno degli uomini di Romulus, Victor Hudson, che lo portano in Russia; qui Hudson gli tende una trappola, si fa seguire fino ad un carcere per poi sparire nel nulla, dove Logan, ignaro di tutto, trova ad aspettarlo il suo vecchio nemico Omega Red. I due lottano e Wolverine riesce ad avere la meglio dopo un conflitto estenuante, ma dopo questa battaglia, stremato, sviene.

Viene ritrovato da Wild Child, suo vecchio nemico, che intende ucciderlo gettandolo all'interno di una fonderia. Omega Red, in cerca del sintetizzatore di carbonadio in possesso di Logan, irrompe nell'acciaieria e dà a Wolverine l'occasione di liberarsi e fuggire: Omega Red uccide Wild Child nel modo in cui questi voleva liberarsi di Logan, per poi morire a causa della spada Muramasa, con la quale Logan lo trafigge.

Wolverine capisce che tutti i duelli a cui ha preso parte da quando ha recuperato i suoi ricordi sono stati orchestrati da Romolus, che in questo modo si è liberato di ogni suo ex agente (Sabretooth, Cyber, Nuke, Wild Child, e Omega Red), fatta eccezione per Daken. Logan ha finalmente modo di affrontare faccia a faccia il suo persecutore, ma quando è sul punto di ucciderlo, capendo che è questo ciò che vuole Romulus, decide di risparmiarlo, rimandando a un'altra volta la resa dei conti.

Successivamente, Wolverine decide di formare una squadra per mettere fine al regno di Romulus, avendo un piano talmente fuori dagli schemi che neanche Romulus potrebbe immaginare (che alla fine si rivelerà essere quello di Deadpool). I primi che Wolverine riesce a far entrare nel suo gruppo sono Bruce Banner (che per il momento non è più in grado di trasformarsi in Hulk) e suo figlio Skaar. Entreranno poi Cloak e Silver Samurai che allenerà Wolverine ad utilizzare la spada Muramasa. Intanto Dagger, compagna di Cloak, viene rapita da Victor e altri scagnozzi di Romulus, ma alla fine verrà salvata da Wolverine e Cloak che si teletrasportano sul posto. Il piano prevedeva anche la liberazione della criminale Ruby che però si rivelerà una traditrice, riferendo informazioni segrete a Romulus. Wolverine prevedendo tutto ciò, riuscirà a sconfiggerla e rimandarla in carcere con la sua squadra.

In seguito, Wolverine cercherà di allearsi con suo figlio Daken contro Romulus, ma si rivelerà anche lui inaffidabile, alleandosi con il nemico e iniziando uno scontro con il padre che verrà interrotto perché Romulus era riuscito a fuggire dopo aver sconfitto Skaar. Daken, una volta raggiunto il suo nuovo alleato, cambia idea e infilza Romulus per prendere il suo regno. Prima che lo uccidesse, Cloak teletrasporta Romulus da Wolverine che con la spada di Muramasa sta per dargli il colpo di grazia, ma alla fine lo intrappola per sempre nella dimensione oscura di Cloak. Daken infuriato col padre, lo attacca, dando vita alla sfida finale, che vede vincitore Wolverine, che infine, con la spada Muramasa, priva Daken di un artiglio per braccio che era ricoperto dello stesso metallo della sua spada, e che quindi poteva annullare i benefici del fattore di guarigione. Alla fine, Wolverine seppellisce la spada Muramasa e gli artigli di metallo estratti da Daken, in modo che nessuno abbia più la possibilità di uccidere lui e suo figlio.

Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Durante gli eventi raccontati in Civil War, Wolverine si mette sulle tracce di Nitro, per punirlo della strage di Stamford. Dopo che Nitro viene preso da Namor e dai suoi agenti per vendicarsene (aveva ucciso Namorita, sua cugina), Logan ritorna in superficie dove viene catturato da Sentry e consegnato allo S.H.I.E.L.D. poiché non registrato. Wolverine scappa da un eliveivolo e perfora il cranio a Walter Declun di Damage Control responsabile di aver passato l'OGM (ormone della crescita mutante) a Nitro così da potenziarlo. Si unisce alla fazione di Capitan America.

Dopo Civil War[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte di Capitan America, Wolverine si introduce a bordo dell'elivelivolo S.H.I.E.L.D., con l'aiuto del Dottor Strange e di Devil, per accertarsi che il corpo che stavano custodendo fosse realmente quello di Steve Rogers e non una copia fasulla. Sull'elivelivolo Wolverine interroga anche Crossbones, il cecchino, per scoprire chi sia il mandante ma il criminale aveva subito un parziale lavaggio del cervello che impedisce l'identificazione da parte del Dottor Faustus. Wolverine non può che constatare che il cadavere a bordo è realmente quello di Cap, e decide di tornare dai Nuovi Vendicatori per informarli; prima di andare minaccia Stark dicendo che, qualora avesse scoperto che dietro la morte di Cap ci fosse stato lui, lo avrebbe ucciso.

Secret Invasion[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Secret Invasion.

Quando lui e i suoi compagni Vendicatori scoprono che Elektra era in realtà uno Skrull, Logan comincia a sospettare di essere sotto assedio da parte della razza aliena mutaforma, dichiarando di non potere più fidarsi di nessuno, nemmeno di loro, in quanto chiunque potrebbe essere uno Skrull infiltrato; in seguito Jessica Drew (la Donna Ragno) preleva il cadavere dell'alieno per portarlo da Tony Stark.

Subito dopo questi eventi Logan si è recato in un locale, dove ha scoperto il misterioso Hood che aveva rubato ad un'asta criminale il cyborg Deathlok, con l'intento di usarlo contro la Stark Tower; i due si battono ma Hood si tramuta in un demone cibernetico e riesce a fuggire.

Wolverine allora torna dai suoi compagni, tutti decisi a darsi fiducia reciprocamente e a correre in aiuto della squadra di Stark, benché siano loro nemici.

Logan assieme agli altri eroi va all'assalto degli skrull a New York, ma viene anticipato da Norman Osborn nel dare il colpo di grazia alla regina aliena. Osborn viene promosso nel ruolo di Stark mentre Logan e gli altri Nuovi Vendicatori sono sempre più ricercati.

Dark Reign[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Dark Reign e Utopia (fumetto).

Sia come Vendicatore che come X-Man, Wolverine si è trovato in diverse occasioni a combattere contro Norman Osborn (ora noto come Iron Patriot) e i suoi Oscuri Vendicatori. Inoltre, su richiesta di Ciclope, Logan ha formato una nuova X-Force, grazie alla quale ha liberato Charles Xavier e numerosi altri mutanti da Alcatraz, dove venivano torturati dalla Bestia Nera. Wolverine inoltre ha contribuito a fare dell'isola Utopia una terra libera per tutti i mutanti.

Quand'era sotto il controllo di Romulus, Logan in passato ha compiuto numerose azioni violente e sanguinarie di cui non va fiero, dunque il far parte di così tanti gruppi è un modo di fare ammenda per i suoi numerosi peccati.

La Lista[modifica | modifica wikitesto]

Interessato all'acquisizione delle tecnologie sviluppate nel Mondo, Osborn invia sul campo una squadra di sperimentali Deathlok per prenderne il controllo. Informato di ciò da alcune fonti Noh-Varr chiede l'aiuto di Wolverine per impedire che il suo ex-boss riesca nel suo piano ed insieme si dirigono al Mondo dove vengono subito attaccati da un esercito di fedeli creati da Arma XVI, la religione vivente. Soccorso da Fantomex, Noh-Varr si lascia da lui guidare al centro operativo dell'esercito mentre Wolverine viene condizionato in modo da ingrossare le fila di Arma XVI. Giunti al cervello del Mondo, ora senziente, mentre Fantomex si occupa di tenere a bada l'esercito di fedeli Noh-Varr disabilita Arma XVI baciandolo e mostrandogli un po' di affetto e compassione. Ritornato alla normalità, Wolverine affianca gli altri due nello scontro con i Deathlok di Osborn, sconfiggendoli e facendo fallire i suoi piani di conquista.

Saga della vendetta[modifica | modifica wikitesto]

Wolverine all'Inferno[modifica | modifica wikitesto]

L'anima di Wolverine viene spedita all'Inferno da un'organizzazione sconosciuta, di cui faceva parte anche Mystica. All'Inferno, Wolverine combatte tutti i suoi vecchi nemici uccisi e viene sottoposto a torture dal Diavolo stesso. Intanto, il corpo di Logan è posseduto da moltissimi demoni che lo controllano e cercano di uccidere tutte le persone care a lui: Yukio, Melita Garner (la fidanzata di Wolverine) e anche gli X-Men: acceca Angelo, brucia l'Uomo Ghiaccio e combatte con Colosso che è ormai sull'orlo della morte. All'Inferno, dopo aver incontrato la defunta Mariko e anche Silver Samurai, Wolverine compie l'impossibile, riuscendo a combattere e a sconfiggere il Diavolo. Sabretooth, anch'egli defunto, recupera la spada che ha usato il Diavolo nel combattimento, ma viene fermato e ridecapitato da Wolverine. Logan rinuncia alla spada e quindi anche a diventare il nuovo Diavolo e ferisce il padre che voleva costringerlo ad esserlo. Intanto, grazie all'aiuto di Mystica (che adesso vuole salvare Logan), Melita e i Ghost Rider, Daimon "Figlio di Satana" Hellstrom riesce a far tornare l'anima di Wolverine nel suo corpo, ma arrivano gli X-Men che devono uccidere Wolverine nel caso non riesca a riprendere possesso del suo corpo.

Wolverine contro gli X-Men[modifica | modifica wikitesto]

I molteplici demoni dentro il corpo di Wolverine prendono il controllo, riuscendo a sconfiggere i più potenti membri degli X-Men: Emma Frost, Magneto, Namor e Ciclope. Intanto Wolverine combatte con i demoni nella sua mente con l'aiuto di Rogue, Melita, Jubilee e altre ancora. Il corpo di Wolverine posseduto, nel frattempo, viene messo in seria difficoltà dai rinforzi degli X-Men, ma Wolverine riesce a riprendere il controllo sul suo corpo appena prima di essere distrutto, grazie anche all'aiuto del risveglio di Jean Grey e Nightcrawler nella sua mente. Ormai Logan è libero ed è pronto a vendicarsi di chi l'ha mandato all'Inferno, a partire da Mystica.

La vendetta di Wolverine[modifica | modifica wikitesto]

Wolverine inizia a sfidarsi con Mystica e, alla fine riesce ad ucciderla. Logan trova l'esatta posizione della Rossa Mano Destra e si sfida con i "Bastardi", killer professionisti che hanno orribili passati rovinati dallo stesso Wolverine quando era sotto il controllo di Arma X o di Romulus. Il canadese riesce lo stesso ad ucciderli ed a trovare il capo dell'organizzazione che si suicida con tutti i suoi seguaci. Wolverine scopre che i "Bastardi" in realtà erano suoi figli e ora Logan non può prendersela che con se stesso. Wolverine torna a vivere nelle montagne canadesi con la speranza di dimenticare tutto.

Avengers vs. X-Men[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Avengers vs. X-Men.

In Avengers vs. X-men, Wolverine è schierato inizialmente con gli Avengers di Capitan America, il quale ben presto lo congeda con la forza lasciandolo tramortito in una landa gelida, poiché lo riteneva troppo coinvolto nella vicenda. Lì incontrerà Hope e dopo essersi ripreso aiuterà la giovane messia a raggiungere la zona blu della luna per intercettare la forza fenice.Tuttavia il tutto si rivelerà una trappola ordita da Logan che, ormai in procinto di consegnare Hope ai Vendicatori, vedrà i suoi piani rovinati dall'arrvio degli X-men di Ciclope. Durante il combattimento fra i due super gruppi Wolverine sperimenterà sulla sua pelle il colpo della fenice effettuato per caso dalla messia mutante. Dopo essersi ripreso, assieme agli Avengers ed altri supereroi affronterà dure missioni contro le 5 fenici. In una combatterà Namor che, sebbene attaccato dai Vendicatori e Wanda Maximoff, va vicino alla totale eliminazione del Wakanda di Pantera Nera. In un'altra missione si infiltrerà, con i supereroi che non sono caduti, in un vulcano in Siberia, presidiato da Colosso e Magik, per liberare i supereroi sconfitti e lì imprigionati. Prenderà infine parte, come tutti i supereroi, alla battaglia finale contro Fenice Nera, ossia Scott Summers. Dopo la battaglia, lo si rivide mentre discuteva con Capitan America nella cella di Ciclope.

Vita sentimentale[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del crossover Witchblade/Wolverine

Unitosi alla seconda generazione di X-Men, Logan incontrò Jean Grey e i due portarono avanti una relazione burrascosa a causa della rivalità con Scott Summers, alias Ciclope. Alla fine Jean scelse quest'ultimo, ma dopo la relazione di questi con Emma Frost è stato ipotizzato che in un futuro vicino Jean possa risorgere e legarsi con Logan. Logan ama Jean ma lei, per quanto ne sia attratta, lo ha sempre considerato il suo più fidato amico, rimanendo fedele a Ciclope.

Proprio a causa di Jean, Logan lascerà brevemente gli X-Men per recarsi in Giappone; qui ha un'importante storia d'amore con Mariko Yoshida, una giovane donna di nobili natali con cui arriva quasi a sposarsi. Grazie ad un periodo del suo passato trascorso in Oriente Wolverine conosce il Bushidō, il codice guerriero dei samurai. La collusione della famiglia Yoshida con la mala giapponese e l'intervento di alcuni nemici degli X-Men causano il fallimento del matrimonio di Logan con Mariko.

Anni prima di Mariko, Logan ebbe una relazione amorosa con un'altra donna giapponese, Itsu, che stava per avere un figlio da lui ma venne uccisa dal Soldato d'Inverno. Nella serie Origins lo stesso Soldato d'Inverno ha rivelato a Logan che suo figlio (il futuro Daken) è sopravvissuto.

Logan ha avuto anche altri amori, fra cui Volpe d'Argento, che era un'indiana di una riserva in cui Logan capitò ferito gravemente, e dalla quale fu curato. I due piano piano s'innamorarono. Logan per lei aveva abbandonato la sua vita di violenza, quando Sabretooth uccise Volpe d'argento lasciando Logan in preda al dolore e alla rabbia. Buona parte di questa storia è stata ripresa nel film X-Men le origini - Wolverine.

Al di fuori della continuity dell'universo Marvel, nel corso di un crossover con personaggi della casa editrice Image Comics, Wolverine ha avuto una relazione con Sara Pezzini, la conturbante poliziotta custode di Witchblade. I due si sposano a Las Vegas, ma il loro amore era un'illusione provocata da una mutante con poteri psichici che voleva usare l'arma mistica per uccidere un mafioso. Ma la lama stregata si rivela troppo potente per lei. Alla fine della storia sembra che Sara e Logan si siano divisi.

Un'altra donna è Melita Garner, una giornalista di San Francisco.

Benché abbia avuto molte più relazioni stabili di lui, per sua stessa ammissione Logan invidia profondamente Devil. Durante la saga Nemico pubblico, Logan si domanda con rabbia come faccia Matt Murdock ad avere sempre una nuova fiamma in pochi attimi, quando lui fa una fatica immensa anche soltanto a trovarne una. Lo definisce il «più allupato dei supereroi».

Logan ha anche una relazione con Domino in X-Force: Sex and Violence, dove i due danno libero sfogo ad una passione risalente alla loro avventura in Giappone.

Age of Ultron[modifica | modifica wikitesto]

In seguito al trionfo di Ultron sugli eroi e al disperato quanto impossibile piano di Nick Fury per eliminare dalla realtà il robot, Logan decide di tornare nel passato e uccidere Hank Pym prima che questi elabori l'IA di Ultron. Così facendo crea una nuovo presente totalmente inesplorato ma molto pericoloso. Successivamente, rendendosi conto di cosa aveva causato, ritorna di nuovo indietro nel tempo, impedendo a se stesso di uccidere Hank Pym e (con l'aiuto della Donna Invisibile) trovando una nuova soluzione per fermare Ultron, senza modificare il futuro. Tale soluzione, è un virus che si attiverà solo in un determinato momento del futuro, fermando definitivamente il robot malvagio.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante non sia un mutante di livello omega, Wolverine è un avversario molto forte. Il suo fattore rigenerante è fra i migliori nell'Universo Marvel al pari di quelli di Hulk e Deadpool. Nessuna arma può ucciderlo, grazie al suo fattore di guarigione che gli permette di guarire da qualunque ferita a partire dallo scheletro o anche poche cellule. Può anche assorbire, e annullare in pochissimo tempo, grandi quantità di veleno, radiazioni, e può combattere per giorni senza provare alcuna fatica. Il fattore di guarigione ha permesso a Logan di essere immune alle droghe, alle malattie, agli effetti dell'alcol o del fumo di tabacco. Inoltre rallenta il suo invecchiamento (ha circa più di 130 anni ma non ne dimostra più di 30 o 40), pare addirittura che egli non risenta in alcun modo del trascorrere degli anni. Ovviamente i tempi di recupero e guarigione variano a seconda dell'entità dei danni. Le uniche sostanze note che ostacolino seriamente il suo fattore rigenerante sono il carbonadio e la spada Muramasa. Possiede sensi iper-sviluppati, in particolare olfatto, udito e vista, che gli permettono di percepire la presenza di qualunque essere vivente nel raggio di un miglio riconoscendo persino le persone tramite l'odore nel caso siano mutaforma (eccetto gli Skrull di Secret Invasion, che però avevano trovato nella mente di Reed Richards il metodo per schermarsi anche da capacità come il Senso di Ragno di Spider-Man) ed inoltre ricostruendo ciò che è avvenuto in un luogo. Le sue armi migliori restano gli artigli di adamantio(così come l'intero scheletro)che estrae dai dorsi delle mani e che possono tagliare qualunque materiale e ferire persino Hulk o il Fenomeno. Possiede agilità, velocità, resistenza e riflessi sovrumani grazie esclusivamente alla sua particolare mutazione, mentre la sua potenza fisica è divenuta tale grazie all'effetto combinato sia della sua mutazione, sia dell'allenamento intenso cui si sottopone costantemente e per finire grazie all'Esperimento X, che avendo fuso con l'adamantio il suo intero sistema scheletrico, ha reso la densità di tutte le sue ossa molto maggiore rispetto a prima. La sua resistenza fisica gli consente di sopravvivere e ricevere ingenti danni anche senza fattore rigenerante, resistere a danni fisici e mentali estremi, come diversi proiettili anche in punti vitali e colpi dati con superforza, anche da parte di personaggi come Hulk grigio. Ad esempio una volta fu in grado, senza fattore rigenerante, di continuare a combattere anche dopo essere stato colpito da un potente tranquillante. La sua grande agilità gli consente di spiccare balzi anche di diversi metri da fermo e in alto .

Egli è un eccellente spadaccino e un maestro di almeno quindici forme differenti di arti marziali, anche se potenzialmente ne conosce sicuramente molte di più. L'Enciclopedia Marvel infatti, classifica l'abilità nel combattimento di Logan pari a 7/7, superiore a quella di Capitan America, anche se talvolta tende ad utilizzare uno stile di combattimento alquanto selvaggio. È anche maestro dello spionaggio (è stato agente della CIA e soldato, incaricato di portare avanti missioni clandestine), dell'assassinio, nelle tecniche ninja ed è un valente samurai. Ha inoltre dimostrato più volte eccellenti abilità tattiche e strategiche ed stato anche leader di alcuni gruppi. Oltre a ciò nel tempo ha sviluppato buone conoscenze in campo tecnologico e scientifico. Più volte le sue abilità e la sua esperienza gli hanno permesso di battere o tenere testa ad avversari sulla carta più forti.

Durante la sua lunga vita ha combattuto numerose guerre, ucciso e affrontato un numero indefinito di guerrieri ninja, samurai, mercenari e altro ancora, e questo, oltre ad avergli conferito un'esperienza bellica quasi senza pari, lo rende capace di maneggiare con efficacia qualunque arma da fuoco, da taglio ed esplosivi. È inoltre un buon pilota di velivoli.

Wolverine è anche un poliglotta: oltre alla lingua inglese, parla francese, arabo, giapponese, russo, cinese, lakota, spagnolo e cheyenne. Ha inoltre qualche conoscenza di tedesco, tailandese, vietnamita, farsi e portoghese.

Lista parziale degli avversari[modifica | modifica wikitesto]

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate Wolverine, Amalgam Comics, Personaggi Amalgam Comics, L'era di Apocalisse e Vecchio Logan.

Nella versione Ultimate Wolverine è un personaggio ancora più controverso e tormentato di quello tradizionale. Non gode della stessa fiducia da parte dei suoi compagni ed ha un rapporto perlomeno ambiguo con Magneto. Cerca anche di uccidere, per sua stessa ammissione, Ciclope per soffiargli la ragazza (Jean Grey).

Era di Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

Nella realtà alternativa dominata da Apocalisse, Wolverine è chiamato Arma-X e fa parte della formazione locale degli X-men, guidati da Magneto. Nel primo crossover aiuta la squadra a sconfiggere Apocalisse, ma dopo la morte di Marvel Girl (Jean Grey) lascia gli X-Men.

Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo Amalgam Comics viene fuso con un altro famoso personaggio dei fumetti, Batman, dando vita a Dark Claw.

Vecchio Logan[modifica | modifica wikitesto]

Nel futuro alternativo immaginato da Mark Millar, Logan è un pacifico contadino che vive in una fattoria con la moglie e i figli, costretti a vivere di stenti a causa dei prepotenti Banner, discendenti di Hulk, avuti dalla cugina She-Hulk e padroni della California. Logan accetta la proposta di Occhio di Falco di fare una consegna sulla costa orientale. È diventato un pacifista da quando, cinquant'anni prima, Mysterio con una delle sue illusioni lo convinse di combattere dei supercriminali mentre invece stava massacrando i suoi compagni di squadra e amici X-Men; da allora non ha più estratto i suoi artigli. Quando però i due cadono in una trappola tesa loro dal Teschio Rosso, Wolverine lo uccide decapitandolo con lo scudo di Capitan America. Tornato a casa viene a sapere che la Hulkgang ha ucciso la sua famiglia, decide allora di "resuscitare Wolverine" estraendo nuovamente gli artigli, meditando vendetta.

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Lista parziale di autori (scrittori e disegnatori) che hanno contribuito maggiormente alla realizzazione delle storie del personaggio.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

USA[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'apparizione sulle pagine di Hulk, Wolverine si unisce agli X-Men in Giant-Sized X-Men n. 1 (1975), un tentativo di dare nuova linfa vitale alla rivista del team mutante (Uncanny X-Men), che allora lambiva in una sorta di purgatorio editoriale pubblicando ristampe da alcuni anni. Il successo del numero consente di ricominciare a pubblicare storie inedite dal n. 94 (agosto 1975) e la serie si avvierà ad essere uno dei maggiori successi della Marvel di tutti i tempi.

Dal novembre 1988 Wolverine ha una propria serie personale mensile, Wolverine (Vol.2). Questa serie dura 189 numeri e si conclude nel giugno 2003 (data di copertina dell'ultimo albo). Una nuova serie ricomincia nel luglio 2003, sempre con il titolo Wolverine (Vol.3). Tale serie è ancora in corso di pubblicazione ma a partire dal n.75 (agosto 2009) ha cambiato titolo in Dark Wolverine e il protagonista non è più Logan ma suo figlio Daken.

Dal 2005 le avventure di Wolverine in collaborazione con i Nuovi vendicatori sono pubblicate anche nella serie New Avengers.

Wolverine è il personaggio più utilizzato dalla Marvel Comics a livello editoriale. Gli albi in cui è protagonista o comprimario o guest-star sono maggiori di quelli di ogni altro personaggio della Casa delle Idee. Ecco una lista delle pubblicazioni in cui lo si ritrova:

  • Wolverine Weapon X, serie regolare mensile, 32 pagine, pubblicazione iniziata nel giugno 2009 che segue le avventure di Logan. Si tratta della principale serie dedicata al personaggio dal momento che Wolverine (Vol.3) ha cambiato titolo in Dark Wolverine ed ha come protagonista Daken.
  • Wolverine Origins, serie regolare mensile, 32 pagine, pubblicazione iniziata nel giugno 2006 che ha come baricentro narrativo il passato di Logan e la sua trasformazione in Wolverine.
  • Wolverine First Class, serie regolare mensile, 32 pagine. L'autore dei testi è Peter David e il tono delle storie è più leggero e adatto anche ad un pubblico molto giovane.
  • Wolverine Magazine, serie con periodicità irregolare, 96 pagine. Contiene ristampe a cui si aggiungono giochi, puzzle, pin-up e poster.
  • New Avengers, serie regolare mensile, 32 pagine, Wolverine è membro della formazione dei Nuovi Vendicatori.
  • Astonishing X-Men, serie regolare mensile, 32 pagine, data d'inizio: luglio 2004. In seguito alla morte di Jean Grey, Ciclope forma un nuovo gruppo di mutanti di cui fa parte Wolverine.
  • X-Force (vol.3), serie regolare mensile, data d'inizio: aprile 2008. Altro gruppo mutante di cui Wolverine fa parte.
  • Uncanny X-Men First Class, serie regolare mensile, 32 pagine. Le vicende narrate in questa serie si svolgono durante i primi anni di attività dei nuovi X-Men così come erano stati rifondati nell'albo Giant-Sized X-Men n. 1 (1975).
  • X-Men Forever (Vol.2), serie regolare mensile, 32 pagine, data d'inizio: maggio 2009. La serie si svolge al di fuori della continuity delle altre serie mutanti. L'autore dei testi è Chris Claremont. Il suo scopo è di tornare a raccontare le storie degli X-Men dal punto in cui le aveva lasciate quando aveva interrotto la sua collaborazione con la Marvel agli inizi degli anni novanta.

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio compare in italiano per la prima volta negli anni settanta, nella collana de l'Uomo Ragno n.192 dell'Editoriale Corno, dove viene chiamato (con traduzione letterale del nome) il Ghiottone.

Copertina dell'edizione italiana (Panini Comics) del n. 1 di Wolverine the End.

Nel 1989, la casa editrice romana Play Press - data la bontà del materiale a disposizione e il seguito del personaggio in Italia - decide di aprire una collana mensile brossurata (cioè con costoletta, senza spille, come tradizione allora dell'editore romano), dedicata al mutante canadese, intitolata semplicemente Wolverine. La collana, come da consuetudine italiana, ha ospitato numerosi comprimari (citiamo solo Alpha Flight ed Excalibur).

Con l'avvento di Marvel Italia nel 1994, la serie dal n. 52 passa a spillata e la continuity con le altre testate mutanti, prima divise fra vari editori, viene progressivamente ripristinata, grazie anche all'impegno profuso dal coordinatore delle testate mutanti per Marvel Italia Luca Scatasta (che già in precedenza si occupava di quasi tutte le X-testate). Come molte serie Marvel Italia (Uomo Ragno, Fantastici Quattro, ecc.) seguendo una consuetudine americana, Wolverine è ripartita dal numero 1 in occasione del primo film, conservando però anche la numerazione originale che ha superato il ragguardevole traguardo dei 200 numeri.

A Wolverine sono stati dedicati anche innumerevoli numeri speciali, che non è possibile elencare con completezza per la vastità e frammentarietà di queste apparizioni, di cui certamente fanno parte le storie Origins e The End citate poc'anzi.

Di rilievo, perché si tratta di uno dei primi grandi successi di vendita con protagonista Wolverine, lo speciale Wolverine edito dalla Play Press nel 1989 (poi ristampato da Marvel Italia, rinnovato nelle traduzioni e nei redazionali, nel 1996), opera di Chris Claremont e Frank Miller (qui in veste solo di disegnatore, inchiostrato da Joe Rubinstein).

Wolverine è apparso e appare regolarmente come membro dei team nelle varie testate che hanno ospitato e ospitano le avventure dei gruppi mutanti. Inoltre dal settembre del 2005, con il numero 78, la collana Thor & i Nuovi Vendicatori (intitolata in precedenza semplicemente Thor) edita dalla Panini Comics presenta le sue avventure con i Nuovi Vendicatori.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cartoni animati[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Al cinema Wolverine è stato interpretato da Hugh Jackman in sette pellicole: X-Men (2000), X-Men 2 (2003), X-Men - Conflitto finale (2006), X-Men le origini - Wolverine (2009), X-Men - L'inizio (2011, in un breve cameo),[10] Wolverine - L'immortale (2013),[11][12] X-Men - Giorni di un futuro passato (2014). Ciò fa di lui l'attore che ha recitato in più film della Marvel.

Home video[modifica | modifica wikitesto]

Wolverine è il protagonista di uno dei due cortometraggi contenuto nel film animato Hulk Vs. che è stato prodotto dai Marvel Studios e distribuito direttamente in home video da Lions Gate Entertainment.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio è apparso nei seguenti videogiochi:

  • The Uncanny X-Men
  • X-Men: Madness in Murderworld
  • X-Men 2: Fall of the Mutants
  • Wolverine
  • Spider-Man and the X-Men: Arcade's Revenge
  • X-Men
  • X-Men II: Clone Wars
  • Wolverine: Adamantium Rage
  • X-Men: Children of the Atom
  • X-Men: Gamesmaster's legacy
  • X-Men: Mutant Apocalypse
  • Marvel Super Heroes
  • X-Men vs. Street Fighter
  • Marvel Super Heroes vs Street Fighter
  • Marvel vs. Capcom
  • X-Men 3: Mojo World
  • X-Men: The Ravages of Apocalypse
  • X-Men: Mutant Accademy
  • X-Men: Mutant Wars
  • X-Men: Wolverine's Rage
  • X-Men: Mutant Accademy 2
  • Marvel vs Capcom 2
  • X-Men: il regno di Apocalisse
  • X-Men: Next Dimension
  • X2: Wolverine's Revenge
  • X-Men Legends
  • X-Men Legends II: Rise of Apocalypse
  • X-Men 3: il gioco ufficiale
  • Marvel: La Grande Alleanza
  • X-Men Le Origini: Wolverine
  • Marvel Super Hero Squad
  • Marvel Super Hero Squad: The Infinity Gauntlet
  • Wolverine: Pinball
  • Marvel: La Grande Alleanza 2
  • Marvel vs. Capcom 3: Fate of Two Worlds
  • Ultimate Marvel vs Capcom 3

Wolverine è un personaggio giocabile anche in Marvel: La Grande Alleanza e Marvel: La Grande Alleanza 2.

Wolverine è apparso anche in The Amazing Spider-Man 2, Ultimate Spider-Man e Spider-Man: Il Regno delle Ombre (come boss ed alleato).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ in WOLVERINE;ancora presente in "Wolverine e gli X-Men"
  2. ^ (EN) Top 100 Comic Book Heroes - #4: Wolverine, IGN. URL consultato il 10 ottobre 2011.
  3. ^ Origin nn.1-6
  4. ^ Wolverine (vol. 2) n.34
  5. ^ Incredible Hulk n.180-181
  6. ^ Giant-Size X-Men n.1
  7. ^ House of M n.1
  8. ^ Wolverine (Vol. 2) nn.99-100
  9. ^ "Wolverine Saga - 17", su Wolverine n. 31, ed. Play Press, giugno 1992.
  10. ^ (EN) That Big Spoiler Cameo Scene In The Middle Of X-Men: First Class, BleedingCool.com, 25 maggio 2011. URL consultato il 25 maggio 2011.
  11. ^ (EN) Darren Aronofsky reveals THE WOLVERINE title, says it will be a one-shot movie, WhatCulture!, 14 novembre 2010. URL consultato il 2 luglio 2011.
  12. ^ (EN) Hugh Jakman asked again to host Oscar, Deadline, 8 novembre 2010. URL consultato l'8 novembre 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics