Silver Fox

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silver Fox
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego

Kayla Silverfox

Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. agosto 1989
1ª app. in Wolverine n. 10 - II serie
Sesso Femmina
Luogo di nascita Canada
Abilità
  • tattoipnosi

Silver Fox, il cui vero nome è Kayla Silverfox, è un personaggio dei fumetti Marvel Comics, creato da Chris Claremont (testi) e John Buscema (disegni). La sua prima apparizione è in Wolverine (seconda serie) n. 10, dell'agosto 1989.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Silver Fox è una mutante nativa americana, appartenente alla tribù dei Piedi Neri. Nei primi anni del XX secolo conobbe il giovane Logan e si innamorò di lui. I due vissero insieme per un breve periodo in una remota baita sulle Montagne Rocciose canadesi, fino al giorno in cui Sabretooth assalì e violentò la giovane, lasciandola apparentemente morta. Logan allora affrontò Sabretooth per vendicare l'amata, ma fu sconfitto e abbandonò la zona in cui i due avevano vissuto, convinto che Silver Fox fosse morta[1].

In epoca moderna Silver Fox diviene un membro di Arma X, assieme a Logan, ora conosciuto come Wolverine, e a Sabretooth, anche se, a causa delle alterazioni della memoria a cui erano sottoposti tutti i membri del progetto, non è chiaro quanto i tre ricordino degli eventi precedenti. In questo periodo Silver Fox tradisce i suoi nuovi compagni, apparentemente uccide il professore a capo del progetto e infine entra a far parte del gruppo terroristico conosciuto come HYDRA.

Successivamente, per ragioni non chiare, Silver Fox si allea con Matsu'o Tsurayaba e il gruppo ninja della Mano, che a loro volta lavorano per il potente Clan Yashida. In questo periodo assolda il killer giapponese Reiko perché avveleni la donna amata da Wolverine, Mariko Yashida. Infine, quando uno degli ex-membri di Arma X, Mastodon, muore in seguito a un invecchiamento accelerato, la mutante canadese si riunisce con Wolverine, Sabretooth e gli altri ex compagni per cercare risposte sugli esperimenti di cui tutti loro sono stati vittime. Nel corso di questa ricerca Silver Fox viene brutalmente assassinata da Sabretooth, e Wolverine torna sui monti dell'Alberta per seppellire l'ex amata vicino al luogo in cui i due avevano vissuto un secolo prima[2].

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Sebbene Silver Fox venga indicata come mutante, il suo potere originario non è stato rivelato. Quando partecipa al progetto Arma X riceve tuttavia un trattamento che le consente di rallentare l'invecchiamento, e di mantenere il suo aspetto inalterato attraverso gli anni. Le viene inoltre conferito un fattore di guarigione, probabilmente derivante da quello di Wolverine, anche se esso non è abbastanza potente da permetterle di sopravvivere alle gravi ferite inflittele da Sabretooth. È inoltre un'esperta combattente corpo a corpo e nel corso della sua vita impara ad usare parecchie armi.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Kayla Silverfox appare nella pellicola del 2009 diretta da Gavin Hood X-Men le origini - Wolverine, interpretata da Lynn Collins. Il personaggio cinematografico, tuttavia, differisce sensibilmente da quello originario: la Silver Fox del film possiede il potere di controllare la volontà altrui attraverso il tocco, anche se sembra che Sabretooth e lo stesso Wolverine, a causa del loro fattore di guarigione, siano immuni a questo potere. Il suo intento iniziale è quello di far innamorare di lei il mutante canadese attraverso il suo potere, ma il sentimento che i due infine provano appare essere sincero e reciproco. Kayla nel film è inoltre responsabile della scelta del nome di battaglia di Wolverine, e, diversamente dai fumetti, identifica Emma Frost (che nella pellicola è chiamata soltanto Emma) come sua sorella.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chris Claremont, John Buscema, Wolverine:Origins, II Serie, n.10, agosto 1989.
  2. ^ Marvel Universe: Silver Fox, marvel.com. URL consultato il 16 dicembre 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics