Arma X

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Arma X (Weapon X) è un immaginario progetto governativo di ricerca genetica dell'universo Marvel, creato da Len Wein e John Romita Sr. sul numero 181 di The Incredible Hulk. Condotto dal Dipartimento K del governo canadese, ha l'obiettivo di trasformare esseri umani in armi viventi. Il progetto spesso cattura mutanti ed esegue sperimentazioni su di essi per aumentare i loro superpoteri; ha sfornato personaggi noti come Wolverine, Deadpool, Omega Red, Lady Deathstrike e Sabretooth.

L'Esperimento X, vale a dire il brutale processo di fusione dell'adamantio sulle ossa di Wolverine, fu raccontato da Barry Windsor-Smith nel classico graphic novel Weapon X (originariamente pubblicato in Marvel Comics Presents 72/84, nel 1991) e fu in seguito ricondotto al Progetto Arma X.

Durante la sua gestione degli X-Men nel 2002, Grant Morrison specificò che Arma X era solo il decimo di una serie di progetti, noti collettivamente come Programma Arma Plus, in cui la X rappresenta il numero 10 in forma di numero romano; secondo questa cronologia, il progetto Arma I corrispondeva al progetto del Supersoldato che avrebbe creato Capitan America.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics