X-Men: Evolution

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
X-Men Evolution
serie TV cartone
Logo del cartone.
Logo del cartone.
Titolo originale X-Men Evolution
Autore Stan Lee
Studio Marvel Studios
Rete Kids'WB
1ª TV 4 novembre 2000 – 25 ottobre 2003
Episodi 52 (completa)
Durata ep. 22 min
Doppiaggio it. STUDIO P.V. - Milano studio
Genere supereroi
Cronologia
  1. X-Men (serie animata 1992)
  2. X-Men Evolution
  3. Wolverine and the X-Men

X-Men: Evolution è una serie televisiva a cartoni animati prodotta da Film Roman Productions e Marvel Enterprises nel 2000, composta da quattro stagioni per un totale di 52 episodi. La serie è basata sul fumetto dedicato agli X-Men edito da Marvel Comics.

Trama[modifica | modifica sorgente]

La serie narra la vita e le avventure dei mutanti X-Men alle prese con nemici sempre più pericolosi e con le diffidenze del mondo dei non-mutanti.

Ciclope, Shadowcat e Jean Grey vivono in un dormitorio gestito dal Professor X, da Storm e da Wolverine e insieme formano gli X-Men dove la X rappresenta la presenza del gene X, responsabile dei poteri mutanti.
I ragazzi del dormitorio studiano in una scuola frequentata sia da non-mutanti, sia da altri mutanti che nella serie saranno spesso nemici ma anche alleati. Proprio la presenza dei non-mutanti costringe i possessori del gene X a cercare di nascondere i propri poteri per sfuggire alle diffidenze degli studenti "normali".

I mutanti che non fanno parte degli X-Men sono parte di un gruppo chiamato la Confraternita e guidato da Mistica, la preside della scuola. Fanno parte della Confraternita: Quicksilver, Wanda, Blob, Rogue, Toad e Lance.

Con l'avanzare degli episodi sempre più personaggi entrano a far parte sia degli X-Men, sia della Confraternita ma i nemici più insidiosi si riveleranno altri mutanti esterni alla scuola come Magneto, Sabretooth, Mesmero e Apocalisse insieme ai pericoli creati dal mondo dei non-mutanti.

Nella maggior parte di queste serie animate , Magneto rimane sempre un avversario molto forte, e mostra lati piuttosto bui che non ci saremmo mai aspettati (soprattutto in X-Men Evolution & Wolverine and the X-Men): X-Men Evolution:ha abbandonato sua figlia quand'era molto giovane in un orfanotrofio e le ha fatto passare dei momenti piuttosto brutti, e successivamente le modifica i ricordi (grazie ad un mutante) facendole pensare di aver avuto in infanzia felice insieme a Magneto; Wolverine and the X-Men:ha cacciato suo figlio Quicksilver ed il suo gruppo della Confraternita da Jenosha (il cosiddetto Paradiso dei mutanti costruito proprio da Magneto) accusandoli di continuo fallimento nonostante il loro continuo lavoro sporco e difficile e dopo ha fato sapere all'MRD (una specie di associazione che si occupa della cattura dei mutanti) dove si trovavano, e nelle ultime puntate ha attuato un piano (servendosi di Mystica) per causare una guerra tra umani e mutanti (pur sapendo che avrebbero vinto solo le Sentinelle) attirando apposta l'attenzione delle Sentinelle anti-mutante per poi farle attaccare Jenosha lasciandole fare tranquillamente il loro lavoro per un po' facendole radere al suolo Jenosha e mettendo a rischio la vita dei mutanti, intervenendo solo dopo un po. Subito dopo ha invertito i chip dentro i cervelli delle Sentinelle e sostituendo come bersagli gli umani al posto dei mutanti. Dopo ha chiesto a Scarlet di guidare le Sentinelle verso New York, ma lei si rifiutò ritenendo la cosa ingiusta verso gli umani (ed essendo a conoscenza del complotto) , allora Quicksilver chiese se poteva farlo lui , ma il padre andò su tutte le furie e lo fece lui personalmente. Arrivati a New York, le Sentinelle e Magneto causarono molta distruzione,ma le prime vennero distrutte dagli X-Men e la Fenice , mentre Magneto venne salvato da Quicksilver appena in tempo . Successivamente padre e figlio vennero cacciati da Jenosha .

Voci[modifica | modifica sorgente]

Il doppiaggio italiano è a cura dello Studio P.V, Milano.

Lista episodi[modifica | modifica sorgente]

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

  • 01 - Strategia X
  • 02 - L'impulso X
  • 03 - Il reclutamento di Rogue
  • 04 - Forza mutante
  • 05 - Quicksilver e Spike
  • 06 - Il metauniverso
  • 07 - La scelta di Rogue
  • 08 - Eventi in corso
  • 09 - Gara di sopravvivenza
  • 10 - Un passato oscuro
  • 11 - Ricordo sepolto
  • 12 - Evoluzione della specie (prima parte)
  • 13 - Evoluzione della specie (seconda parte)

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

  • 14 - Una scelta difficile
  • 15 - La mente di Jean
  • 16 - L'ultimo colpo
  • 17 - Giochi pericolosi
  • 18 - Doppia personalità
  • 19 - Una brutta avventura
  • 20 - Il rapimento di Tempesta
  • 21 - Un aereo in prestito
  • 22 - Le ali dell'Angelo
  • 23 - L'ipnotizzatore
  • 24 - Incontri ravvicinati
  • 25 - Crisi d'identità
  • 26 - Le sirene di Bayville
  • 27 - Operazione Rinascita
  • 28 - Rabbia cieca
  • 29 - Il giorno del giudizio (prima parte)
  • 30 - Il giorno del giudizio (seconda parte)

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

  • 31 - Missione di salvataggio
  • 32 - Il giorno degli eroi
  • 33 - Ritorno a scuola
  • 34 - I cattivi nei guai
  • 35 - Vicolo cieco
  • 36 - Misure E-x-treme
  • 37 - Il rospo, la strega e l'armadio
  • 38 - Identità multiple
  • 39 - La seconda chiave
  • 40 - Guai in crociera
  • 41 - X23
  • 42 - Un oscuro orizzonte (prima parte)
  • 43 - Un oscuro orizzonte (seconda parte)

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

  • 44 - Impatto
  • 45 - Le buone azioni
  • 46 - Bersaglio X
  • 47 - Le colpe del figlio
  • 48 - Rivolta
  • 49 - La fuga di Rogue
  • 50 - Il fantasma della speranza
  • 51 - Ascensione (prima parte)
  • 52 - Ascensione (seconda parte)

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]