Thor: Tales of Asgard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Film}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Thor: Tales of Asgard è un film d'animazione del 2011.

Destinato al mercato home video, il film vede come protagonista Thor, personaggio della Marvel Comics.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Thor da giovane, figlio degli dei del Nord, cerca la spada perduta di Surtur insieme al fratellastro Loki e ai valorosi Tre Guerrieri. Thor non impugna ancora il suo mitico martello, è troppo giovane e non ancora degno di poter sfoggiare la mitica arma, ma, forse, alla fine della prova in cui è impegnato riuscirà a meritarsela.


Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Thor: Primogenito di Odino, è un ragazzo entusiasta e arrogante. Dopo aver scoperto che i guerrieri con cui si addestra nell'uso della spada lo lasciano vincere di proposito, decide di partire alla ricerca della spada di Surtur per dimostrare il suo valore.
Sif: Ragazza guerriera amica di Thor. Nutre dei sentimenti per il principe, ed è ricambiata, ma non apprezza il suo comportarsi come un bambino viziato per cui lo tratta spesso con sufficienza. Dopo averlo umiliato in combattimento, decide di partire per unirsi alle Valkyrie.
Loki: È il fratello di Thor. Studia le arti magiche sotto la guida dell'incantatrice Amora, con cui sembra avere un piccolo flirt. Accompagnerà controvoglia il fratello nella sua ricerca della spada, risultando fondamentale nel suo ritrovamento.
I Tre Guerrieri: Volstagg, Hogun e Fandral. Sono tre guerrieri che non fanno che vantarsi delle loro magnifiche imprese a Jotunheim. Thor e Loki si nasconderanno sulla loro barca per raggiungere la terra dei giganti di ghiaccio, solo per scoprire che i tre sono in realtà dei fanfaroni che non hanno mai vissuto una vera avventura.
Brunilde: È il capo delle Valkyrie. Sembra abbia avuto una relazione con Fandral, da cui ha avuto origine il suo odio per gli uomini.
Algrim: Elfo oscuro, unico superstite della sua specie. È il consigliere di Odino e grande amico di Thor, ma nutre in realtà un profondo rancore segreto per il re di Asgard, colpevole ai suoi occhi di aver rifiutato aiuto alla sua gente durante la guerra contro Jotunheim.
Thrym: È il re dei giganti di ghiaccio, apparentemente molto simile a Odino. È un sovrano saggio che non desidera la guerra con Asgard.
Geirmarr: Il figlio di Thrym, principe degli jotun. È molto più impetuoso e spietato del padre.
Amora: È la maestra di magia di Loki.
Fenris: Lupo umanoide, frequentatore abituale della locanda in cui i tre guerrieri si fermano a bivaccare. Avrà un alterco con Thor e Loki che porterà ad una rissa apocalittica nella quale Thor perderà la sua spada.

Principali Differenze con altre storie di "Thor"[modifica | modifica sorgente]

Differenze con i fumetti: Come nel film live action, Loki non è consapevole di essere in realtà uno jotun e figlio di Laufey. Nel film è comunque presente un ammiccamento alla sua vera natura quando, esplorando Jotunheim, Thor noterà che il fratello non sembra sentire il freddo. I tre guerrieri sono adulti quando Thor, Loki e Sif sono ancora adolescenti, mentre in alcune storie a fumetti hanno più o meno la loro stessa età. Amora è l'insegnante di Loki, e Fenris non ha con lui rapporti di parentela.
Differenze con il film live action: Odino all'inizio di "Thor: Tales of Asgard" ha ancora il suo occhio (che secondo il film live action dovrebbe aver perso in battaglia contro Laufey), e alla fine lo perde combattendo contro Algrim. Sul trono dei giganti di ghiaccio c'è Thrym e non Laufey. I giganti di ghiaccio sono molto più grandi di quelli del film live action.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Il film esce direttamente sul mercato home video a maggio 2011, nello stesso periodo del film Thor.