Falcon (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Falcon
Universo Universo Marvel
Nome orig. Falcon
Lingua orig. Inglese
Alter ego

Samuel Thomas Wilson

Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. settembre 1969
1ª app. in Captain America n.117
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in Capitan America n. 33
Sesso Maschio
Luogo di nascita New York City
Abilità
  • straordinarie capacità atletiche
  • grande abilità nella lotta corpo a corpo
  • volo grazie ad ali artificiali
  • comunica telepaticamente con gli uccelli.
Parenti
  • Jim Wilson (nipote, deceduto)

Falcon, il cui vero nome è Samuel Thomas Wilson, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee e Gene Colan, pubblicato dalla Marvel Comics. Ha fatto la sua prima apparizione su Captain America n. 117 (settembre 1969). Il nome Falcon venne portato in precedenza da un eroe della Golden Age, pubblicato dalla Timely Comics.

Falcon, con Luke Cage e Pantera Nera è stato uno dei primissimi supereroi di colore che iniziarono ad apparire sulle pagine dei fumetti negli anni sessanta; arrivò addirittura a dividere il titolo della testata (che divenne appunto Captain America and the Falcon).

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Samuel Wilson era un ragazzo di Harlem che idolatrava suo padre, il reverendo Paul Wilson, ucciso sotto i suoi occhi mentre cercava di placare una rissa tra bande. Sam crebbe con l'intenzione di seguire le orme di suo padre, ma dopo l'assassinio della madre da parte di un rapinatore, in preda alla rabbia e al dolore, divenne un criminale di strada, noto negli ambienti malavitosi col nomignolo di "Snap" Wilson.

Venne reclutato dal Teschio Rosso per una missione criminale, il cui scopo era trasformare Sam in un compagno ideale per Steve Rogers (grazie al potere del cubo cosmico, in grado di alterarne la personalità) per poi tradirlo: l'eroismo mostrato da Capitan America nel combattere contro il criminale, però, fu tale che Wilson ritrovò se stesso e l'idealismo che aveva avuto in gioventù.

Cap prese Wilson come sua spalla e lo addestrò, dando così inizio ad una solida amicizia che durerà nel corso degli anni; infatti Sam è talmente legato a Cap da considerarlo suo fratello. Sam prese il nome in codice Falcon, dato che in battaglia veniva accompagnato da un'aquila ammaestrata chiamata Redwing.

Reed Richards, su richiesta di Falcon che si sentiva inferiore per poteri al lavoro da eseguire, donò a Sam un nuovo costume che gli permetteva addirittura di poter volare. Per un breve tempo Falcon divenne un'agente dello S.H.I.E.L.D. e lasciò Capitan America, ma i due hanno mantenuto i contatti e sono sempre disposti ad aiutarsi reciprocamente in caso di necessità.

Come Sam Wilson ha intrapreso la carriera di assistente sociale, con l'intenzione di aiutare i ragazzi di Harlem, che come lui sono cresciuti in condizioni disagiate, mentre nei panni di Falcon protegge il suo quartiere dai balordi e dagli spacciatori.

Quando Henry Gyrich, un agente governativo, gli propose di unirsi ai Vendicatori accettò senza indugiare, ma lasciò la squadra alla prima occasione quando capì che gli era stato offerto un posto solo perché era uno dei pochi eroi di colore.

Quando Scarlet iniziò a impazzire, alterò la sua personalità, risvegliandone alcuni lati del carattere di quando era un criminale, proprio mentre lui e Cap stavano tentando di fermare l'Anti-Cap (un ex marine impazzito che fu sottoposto all'ennesimo tentativo da parte del governo di riprodurre un super-soldato).

Questo portò a una separazione da Cap, che non condivideva il modus operandi. I due amici si riconciliano in occasione della guerra civile tra supereroi.

Sam era presente quando Scarlet distrusse la base e uccise alcuni Vendicatori: in conseguenza di quanto accaduto poi i Vendicatori si sciolsero e in quell'occasione Wilson meditò addirittura di abbandonare il ruolo di Falcon.

Sam fu il primo ribelle ad unirsi a Cap nell'opporsi all'atto di registrazione dei superumani.

House of M[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi House of M.

Falcon era tra i Vendicatori che assieme agli X-Men s'incontrarono alla torre dei Vendicatori per decidere del fato di Scarlet. Quando Scarlet modificò la realtà Sam divenne un poliziotto; lo vediamo infatti andare ad interrogare Luke Cage e la sua banda di Sapiens per un pestaggio a Kingpin avvenuto la notte precedente.

Civil War[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Civil War (fumetto).

Sam rifiuta di registrarsi e aiuta Capitan America a reclutare superumani per combattere la fazione di Iron Man.

Come prima cosa vanno da Hank Pym, che li attira in una trappola ma dalla quale riescono comunque a scappare, poi aiuta, assieme ad altri ribelli, Luke Cage a sfuggire all'arresto da parte dello S.H.I.E.L.D..

Lui e Cap liberano i Giovani Vendicatori arrestati per portarli alla loro base.

Alla fine di Civil War e con la morte di Capitan America, Falcon accetta a malincuore la registrazione, ma continua a collaborare in modo clandestino con Sharon Carter, Bucky (ex Soldato d'Inverno) e Nick Fury, alla ricerca del vero assassino di Capitan America.

Mentre stava indagando alla ricerca di Bucky con Sharon, questa, su preciso ordine del Dottor Faustus (che la manipola mentalmente), gli ha sparato. Falcon è stato poi soccorso dalla Vedova nera e da Tony Stark, che hanno capito che Teschio Rosso e il Dottor Faustus sono i responsabili dell'omicidio di Capitan America e che Faustus ipnotizza Sharon.

Al fianco della Vedova Nera è riuscito a liberare il Soldato d'Inverno e a consegnarlo allo S.H.I.E.L.D..

Da quando Bucky è diventato il nuovo Capitan America, Sam ha deciso di far coppia con lui, proprio come ha fatto con Steve parecchi anni prima: insieme hanno sconfitto il redivivo Capitan America degli anni cinquanta, salvato Sharon Carter e sventato l'ennesimo piano del Teschio Rosso ai danni dell'America.

Capitan America: Rinato[modifica | modifica sorgente]

All'anniversario della morte di Cap, Sam viene contattato da Sharon, che gli fa una clamorosa rivelazione: Steve Rogers non è morto, ma è stato congelato nel tempo da un dispositivo che il Dottor Destino aveva fornito al Teschio Rosso.

Sam e Sharon contattano allora Hank Pym e Reed Richards, che scoprono che per riportare Cap nel presente è necessario recuperare dai laboratori H.A.M.M.E.R. il dispositivo temporale di Destino. Bucky e Natasha Romanoff cercano di recuperarla, ma vengono fatti prigionieri dagli Oscuri Vendicatori.

Natasha viene rilasciata, ma Buck viene tenuto prigioniero dai Thunderbolts: così Falcon vola in suo soccorso, liberandolo dalla prigionia. Dopo aver aiutato Steve a ritornar nel nostro tempo, ora Sam collabora con Bucky per fermare nuovamente il Cap pazzo degli anni 50, sfuggito al primo tentativo di cattura e ora alla guida di un violento gruppo armato anti governativo.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Sam Wilson ha ricevuto molti costumi in regalo da Pantera Nera che gli consentivano di volare. L'ultimo costume regalatogli da T'Challa, oltre che permettergli di volare e creare delle ali olografiche che possono rendersi solide o intangibili, può comandare i volatili anche se di solito fa coppia con Redwing, la sua aquila ammaestrata.

È un ottimo combattente, addestrato da Capitan America, ed è abile nell'uso delle armi da fuoco.

Altre versioni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimates.

Anche nell'universo Ultimate Marvel esiste una versione di Sam Wilson, ma in questo mondo Sam non è un ex teppista di Harlem divenuto giustiziere bensì è uno scienziato militare che ha inventato da sé le ali cibernetiche con le quali vola, e non indossa costume e maschera, sostituiti da un'uniforme militare.

Ultimate Falcon ha collaborato con Nick Fury e gli Ultimates nella cattura di Silver Surfer; inoltre ha aiutato Capitan America a dare la caccia ad Arnim Zola, un perverso scienziato nazista sopravvissuto alla guerra.

Sam Wilson ha contribuito alla riparazione di Ultimate Visione, alla quale sembra essersi molto affezionato (l'androide nell'universo Ultimate Marvel ha un aspetto femminile).

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Falcon è uno dei protagonisti nella serie animata The Avengers: United They Stand. Falcon è uno dei protagonisti nella serie animata: "The Super Hero Squad Show"

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Captain America: The Winter Soldier.

Falcon, interpretato da Anthony Mackie, è apparso nel film Captain America: The Winter Soldier, uscito negli USA il 26 marzo 2014. Nel film Samuel Wilson è un ex soldato, un paracadutista, che fa uso di ali meccaniche con le quali puo' volare. Lui e Steven Rogers fanno amicizia, e insieme combattono contro l'organizzazione HYDRA. Durante la battaglia affronta Brock Rumlow, il quale rimane gravemente ferito durante lo scontro.

Il Falcon della Golden Age[modifica | modifica sorgente]

The Falcon, il cui vero nome è Carl Burgess, è un personaggio dei fumetti, creato da Paul Reinman (testi e disegni), pubblicata dalla Timely Comics (poi diventata Marvel Comics). Ha esordito su Daring Mystery Comics n. 5 (giugno 1940).

Durante la Golden Age dei fumetti agì per un breve periodo il personaggio The Falcon, sotto la cui maschera si nascondeva Carl Burgess, un giovane assistente Procuratore Distrettuale.

Non se ne conosce l'esordio né le ragioni precise che l'hanno condotto a indossare un costume di notte per lottare contro il crimine. The Falcon non ha superpoteri ma è bravo a combattere e agisce armato di una pistola calibro 45.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics