Capo (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il Capo
Universo Universo Marvel
Nome orig. The Leader
Lingua orig. Inglese
Alter ego

Samuel Sterns

Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. dicembre 1964
1ª app. in Tales to Astonish Vol.1[1], n. 62
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 6 dicembre 1972
app. it. in L'Uomo Ragno n. 69 - I serie
Sesso Maschio
Abilità
  • Intelligenza sovrumana
  • Poteri psichici (soprattutto controllo mentale)
Affiliazione Intellighenzia
Parenti
  • Philip Sterns (fratello)

Il Capo (The Leader), il cui vero nome è Samuel Sterns, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Steve Ditko (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La prima apparizione avviene in Tales to Astonish (Vol.1[1]) n. 62. Si è classificato al sessantatresimo posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti secondo IGN.[2]

È un supercriminale, uno dei nemici principali di Hulk, a cui è complementare: come Hulk, infatti, ha ricevuto i propri poteri dai raggi gamma, che però hanno accresciuto la sua intelligenza anziché la sua forza.

Ha un fratello, Philip Sterns, altro nemico di Hulk, noto come il Pazzo.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Samuel Sterns lavorava come uomo di fatica in uno stabilimento chimico quando a causa di un incidente fu contaminato da raggi gamma, che gli diedero un'intelligenza superiore ed un cervello gigantesco, oltre a renderlo verde.[3] Sterns decise di usare il suo intelletto per scopi di conquista e cambiò di conseguenza il proprio nome in il Capo.

Nel corso degli anni il Capo ha formulato e tentato di mettere in atto molti piani, affidandosi alle sue invenzioni e spesso usando altri esseri dotati di superpoteri come aiutanti. Ha tentato più volte di irradiare con raggi gamma intere popolazioni, quando non l'umanità stessa. È stato creduto morto più volte, ma è sempre tornato in attività.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Il Capo è dotato di uno dei cervelli più brillanti dell'universo Marvel. La sua capacità di apprendimento e di concentrazione, unite ad una memoria fotografica che gli permette di ricordare ogni evento accadutogli dopo aver acquisito i poteri, ne fanno uno dei più grandi scienziati al mondo: è esperto di ogni campo della scienza, in particolare genetica, robotica e fisica, tutte conoscenze che usa per i suoi piani da genio del male.

Oltre che per la sua fenomenale intelligenza, il Capo è noto anche per la capacità di controllare mentalmente le persone dopo averle toccate, un potere che però solitamente non funziona su altri individui potenziati dai raggi gamma. Più raramente ha fatto uso di altri poteri psichici, come quello di creare allucinazioni nei suoi avversari.

Versione Ultimate[modifica | modifica sorgente]

Il Capo appare per la prima volta in Ultimate Human n.1, un miniserie incentrata sull'incontro tra Iron Man e Hulk.[4]. Qui è la versione Ultimate di Pete Wisdom che, nel tentativo di creare un super soldato inglese, acquista una prodigiosa intelligenza a scapito dell'atrofizzazione del resto del corpo.[5] Viene ucciso durante un combattimento con Hulk.[6]

In un'altra serie Ultimate, appare un anziano Samuel Sterns sulla sedia a rotelle[7], il quale si trasforma in un ibrido tra Hulk e il Capo. Attacca l'Uomo Ragno, ma viene ucciso da quest'ultimo..[8]

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

  • Nel film del 2008 L'incredibile Hulk, di Louis Leterrier, viene introdotto il personaggio del dottor Samuel Sterns. Nel film Sterns, anziché un uomo di fatica, è uno scienziato eccentrico che cerca di aiutare Bruce Banner a non trasformarsi più in Hulk, ma spera di usare il sangue contaminato di Banner - che è riuscito a riprodurre per conto suo - per le sue ricerche. Quando Emil Blonsky costringe Sterns a iniettargli del sangue di Hulk e trasformarlo in Abominio il laboratorio viene devastato e dell'altro sangue contaminato entra in una ferita nella testa di Sterns, il cui cranio comincia a crescere. La trasformazione completa nel Capo, però, non è mostrata. Il Capo potrebbe comparire, almeno da quanto affermato da Leterrier, in un futuro sequel dedicato ad Hulk.[9][10]

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

  • Egli compare inoltre nel videogioco Hulk (che sarebbe un ipotetico sequel dell' omonimo film del 2003 diretto da Ang Lee). In questo videogioco il Capo è il nemico principale ed è stato infettato dai poteri di Hulk tramite un globo gamma che aveva ricreato le radiazioni gamma che avevano contaminato Banner. In tale videogioco sono presenti anche altri nemici meno noti di Hulk come: Ravage, il Pazzo e Mezza-Vita e fanno tutti parte dell'esercito di mutanti intento a dominare il mondo del Capo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ (EN) Top 100 Comic Book Villains of all time - The Leader is number 63, IGN. URL consultato il 27 agosto 2011.
  3. ^ Tales to Astonish n.63
  4. ^ Comics Continuum: Tuesday, December 18, 2007: Marvel Comics for March
  5. ^ Ultimate Human n.1, gennaio 2008.
  6. ^ Ultimate Human n.4
  7. ^ Ultimate Mystery n.3
  8. ^ Ultimate Mystery n.4
  9. ^ (EN) Nick de Semlyen, Fight Club, Empire, giugno 2008, pp. 66–72.
  10. ^ (EN) Shawn Adler, 'Incredible Hulk' Stars, Director Already Have Wish List For 'Hulk 2': Iron Man, Samson, The Leader And More in MTV.com, 12 giugno 2008. URL consultato il 13 giugno 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics