Blastaar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blastaar
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. maggio 1967
1ª app. in The Fantastic Four Vol. 1[1], n.63
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 24 luglio 1973
app. it. in I Fantastici Quattro n. 60
Specie alieno
Sesso Maschio
Etnia baluuriano
Luogo di nascita Baluur (Zona negativa)
Abilità
  • forza e resistenza sovrumane
  • esplosioni d'energia

Blastaar, anche detto la Bomba Vivente, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in The Fantastic Four (Vol. 1[1]) n. 63 (maggio 1967).

È un supercriminale, nemico dei Fantastici Quattro.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Monarca del pianeta Baluur, nella Zona negativa, qui impose la sua tirannia per moltissimi anni finché i sudditi non si ribellarono lanciandolo alla deriva nello spazio imprigionato in una specie di camicia di forza. Mentre cercava di liberarsi, Blastaar scorse Mister Fantastic e Triton che stavano tornando sulla Terra da una missione e li seguì attraverso il portale ideato dallo stesso Reed Richards (alias Mister Fantastic). Sulla Terra si scontrò con i Fantastici Quattro, che alla fine lo rispedirono nella Zona negativa. Blastaar tornò sulla Terra in innumerevoli occasioni, con la speranza di conquistarla, ma tutte le volte fu sconfitto e rimandato indietro. Inoltre Blastaar ha combattuto contro gli X-Men, Thor, Hulk, Capitan Marvel e l'Uomo Ragno.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Ha una forza e resistenza sovrumane pari a quelle della Cosa ed è inoltre in grado di emettere esplosioni di energia fortissime.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics