Uatu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uatu
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. aprile 1963
1ª app. in Fantastic Four n. 13 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. 27 luglio 1971
app. it. in I Fantastici Quattro n. 9
Specie Osservatore
Sesso Maschio
Abilità
  • Telepate e capace di proiettare i propri pensieri
  • Capacità di teletrasportarsi
  • Virtualmente immortale

Uatu, spesso chiamato semplicemente L'Osservatore, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1966, pubblicato dalla Marvel Comics. La sua prima apparizione avviene in The Fantastic Four (prima serie) n. 13. Uatu è un membro degli Osservatori, una specie umanoide extraterrestre molto avanzata. Viene usato anche come narratore per le varie serie di What if.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Uatu è un alieno che fa parte della razza degli Osservatori. Divenuti virtualmente immortali decisero, dopo aver assistito alla distruzione di un pianeta alieno che si era evoluto grazie alla tecnologia avanzata che avevano condiviso con questa razza, di osservare mentalmente e registrare tutti gli eventi del multiverso, senza più intervenire.

Fin dagli albori della civiltà Uatu risiede nella zona blu della Luna e osserva gli eventi che si susseguono sulla Terra 616 (l'Universo Marvel canonico). Si rivelò per la prima volta agli esseri umani salvando i Fantastici Quattro dal Fantasma rosso, che aveva invaso la Zona Blu. Permise ai Fantastici Quattro di ricordare quell’incontro. I Fantastici Quattro lo incontrarono nuovamente quando fermò il criminale Molecola gettandolo in un’altra dimensione perché non distruggesse la Terra. Uatu aiutò diverse volte i Fantastici Quattro, anche durante il matrimonio di Reed Richards e Susan Storm. Quando il divoratore di pianeti Galactus arrivò sulla Terra, Uatu utilizzò la sua tecnologia per nascondere il pianeta. Galactus arrivò comunque e non volle sentire le ragioni di Uatu, che cercò di spiegargli la grandezza dell’umanità. Per fermarlo, Uatu mandò in missione la Torcia Umana sulla nave di Galactus per recuperare l’unica arma che il divoratore di pianeti teme: il Nullificatore Assoluto. Pur di non scatenare il terribile Nullificatore, Galactus lasciò la Terra.

Da allora Uatu ha rotto continuamente il suo voto ed ha avvertito i terrestri delle grandi minacce che incombevano su di loro. Per queste sue ripetute violazioni al codice di non interferenza Uatu venne processato durante un ciclo di storie di Fantastic Four scritto e disegnato da John Byrne. Venne rilasciato con la promessa di non interferire più negli affari terrestri ma Uatu quando percepisce gravi minacce non si tira indietro nell'avvertire i supereroi della Terra dei pericoli incombenti.

È apparso anche durante Civil War e Secret Invasion .

Durante Fear Itself incontra Odino ad Asgard, ma, stranamente, rimane silente alle continue domande del "Padre di tutti". Il suo comportamento viene giustificato dal fatto che egli aveva predetto l'arrivo del Serpente e che voleva testare la fermezza di Odino nel prepararsi alla minaccia.

Durante l'evento Avengers vs. X-men osserva Ciclope atterrare furioso sulla luna dopo aver subito un duro colpo, i due incrociano i loro sguardi per un istante poi Ciclope riparte per terra ancora più arrabbiato.

Uatu viene assassinato e i suoi occhi gli vengono strappati durante l'evento Original Sin.

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Uatu ha inoltre espanso le sue osservazioni anche in realtà alternative e si è visto in 1602, la miniserie scritta da Neil Gaiman.

Appare nella miniserie Senza Poteri (Powerless) nel ruolo dello psichiatra William Watts.

Nella miniserie JLA/Vendicatori, Uatu appare in un cameo come guardiano della Justice League of America nell'universo DC.

Appare anche nel fumetto "Rat-Man", con il nome di Aeiou, dove però il suo dovere è di non starnutire, anziché non interferire.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics