Medusa (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medusa
Universo Universo Marvel
Nome orig. Medusa (Medusa)
Lingua orig. Inglese
Alter ego Medusalith Amaquelin Boltagon
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. marzo 1965
1ª app. in The Fantastic Four n. 36 - I serie
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in I Fantastici Quattro n. 31
Specie inumana
Sesso Femmina
Luogo di nascita Isola di Attilan (Oceano Atlantico)
Abilità controllo dei propri capelli
Parenti
  • Quelin (padre)
  • Ambur (madre)
  • Freccia Nera (marito)
  • Ahura (figlio)
  • Crystal (sorella)
  • Gorgon, Karnak, Triton (cugini)
  • Luna (nipotina)
  • Quicksilver (cognato),

Medusa, il cui vero nome è Medusalith Amaquelin Boltagon, è un personaggio dei fumetti creato da Stan Lee (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicata dalla Marvel Comics. Fa la prima apparizione nel gruppo dei Terribili Quattro contro i Fantastici Quattro su The Fantastic Four (Prima serie) n. 36

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

È la regina degli Inumani, nonché moglie di Freccia Nera e sorella di Crystal. Medusa s'innamorò del suo futuro marito quando, in gioventù, questi fu rinchiuso per motivi di sicurezza all'interno di una camera insonorizzata; fu allora che i due inventarono uno speciale linguaggio dei segni per poter comunicare.

Ancora oggi Medusa, oltre ad essere la moglie di Lord Boltagon, ne è anche l'ambasciatrice e la sua portavoce, comunicando agli altri il volere di Freccia Nera.

Il suo potere consiste nel poter utilizzare i suoi lunghi capelli come arma.

Ha combattuto sia con i Fantastici Quattro (sostituendo la Donna Invisibile), sia contro di loro (unendosi per un certo periodo al gruppo dei Terribili Quattro).

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio è apparso in Marvel: La Grande Alleanza dove non è un personaggio utilizzabile ma fa parte del cast di supporto.

Cartoni Animati[modifica | modifica sorgente]

Medusa appare nel cartoon Fantastic Four del 1978 e in I Fantastici 4 del 1994.

Inoltre è apparsa in L'Uomo Ragno e in L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici.

Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics