Heimdall (Marvel Comics)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Heimdall
Heimdall, disegnato da Olivier Coipel
Heimdall, disegnato da Olivier Coipel
Universo Universo Marvel
Nome orig. Heimdall
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1962
1ª app. in Journey into Mystery Vol. 1[1], n. 85
Sesso Maschio
Parenti

Heimdall è un personaggio dei fumetti, creato da Stan Lee, Larry Lieber (testi) e Jack Kirby (disegni), pubblicato dalla Marvel Comics. È apparso la prima volta nel 1962 sulla rivista Journey into Mystery (Vol. 1[1]) n. 85.

Il personaggio è conosciuto per essere il guardiano del regno di Asgard; al cinema è stato interpretato da Idris Elba.

Biografia del personaggio[modifica | modifica sorgente]

Heimdall, conosciuto come il Dio Bianco, è fratello di Lady Sif e guardiano del regno di Asgard. Heimdall, caratterizzato, fra l'altro dalla vista e dall'udito prodigiosi, che gli consentono di vedere a decine di miglia di distanza e distinguere il rumore della crescita dell'erba, e dalla quasi inesitente necessità di sonno, protegge il regno dall'alto del Ponte del Bifrost dal quale riesce ad osservare ogni cosa e anticipare qualsiasi attacco contro Odino.

Molte sono le vicende (soltanto alcune delle quali ispirate alla mitologia norrena) attribuitegli nelle saghe Marvel.

Nella sua prima apparizione Heimdall accidentalmente lascia scappare Loki; nel corso delle prime storie ha anche combattuto Thor quando questo voleva raggiungere nuovamente la Terra per rivedere Jane Foster, contro il volere di Odino.

Poco tempo dopo, durante il Ragnarok, ha viaggiato sulla Terra insieme a Kamorr, il nano, alla ricerca di umani che potessero divenire Dei. Successivamente ha combattuto di nuovo Thor per impedirgli di portare nuovamente umani ad Asgard.

Quando Asgard fu invasa dal demone Surtur, Heimdall cercò di difendere il regno ma Bifrost (il Rainbow Bridge) fu distrutto. A causa di questo Heimdall fu costretto alla vita normale ad Asgard dove ebbe il compito di sorvegliare Loki. Poco tempo dopo s'innamorò dell'Incantatrice; successivamente, grazie al potere di Odino, ricostruì il ponte.

Quando Odino si immerse nel "sonno di Odino", Heimdall ebbe il compito di governare il regno fino al suo risveglio; in questo frangente, Karnilla decise di prendere il trono spedendo Heimdall in una dimensione dei sogni governata dal demone Nightmare. L'Incantatrice combatté il demone per liberare Heimdall; l'Incantatrice riuscì nel suo intento ma Heimdall ne fu alterato.

Durante una crisi ad Asgard Heimdall morì difendendo il regno.

Rinascita[modifica | modifica sorgente]

Dopo la fine del Ragnarok, Thor ricrea il regno di Asgard a Broxton, in Oklahoma. Qui Heimdall, insieme ad altri Asgardiani, rinascono sotto forma di esseri umani. Thor trova Heimdall come essere umano a New Orleans e gli ridona la sua forma asgardiana. Si pone sulla torre più alta di Asgard per osservare il mondo ed è grazie a lui che Thor trova il resto degli asgardiani. Durante l'"Assedio", l'attacco dei Divoratori di Mondi e l'arrivo del Serpente, prevede con esattezza l'avvenire degli eventi, ma il forte impatto negativo nuoce spesso alla sua psiche, facendolo temporaneamente svenire.

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio è apparso nelle serie animate The Super Hero Squad Show e The Avengers - I più potenti eroi della Terra.

Nel film Thor (2011), Heimdall è interpretato dall'attore britannico Idris Elba. A differenza della sua controparte a fumetti, questo Heimdall ha brillanti occhi color arancio-dorato e, in evidente - seppure "politically correct" - contrasto con l'appartenenza alla mitologia / religione norrena, la pelle nera.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics