Iron Monger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Iron Monger
Universo Universo Marvel
Nome orig. Iron Monger
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Obadiah Stane
  • Zeke Stane
Editore Marvel Comics
Obadiah Stane
Iron Monger in Iron Man.
Iron Monger in Iron Man.
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego Iron Monger
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1982
1ª app. in Iron Man (Vol. 1[1]) n. 163
Editore it. Panini Comics
app. it. Marvel Gold: Iron Monger
app. it. in aprile 2013 n. 32
Interpretato da Jeff Bridges
Voce italiana Massimo Corvo
Specie umano
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita non rivelata
Abilità

Armatura

  • forza e velocità sovrumana
  • resistenza sovrumana
  • volo
  • raggi repulsori
  • vasto arsenale incorporato
Affiliazione Stane International
Parenti
  • Zebediah Stane (padre)
  • madre innominata
  • Zake Stane (figlio)
Ezekiel Stane
Universo Universo Marvel
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Iron Monger
  • Iron Man 2.0
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. aprile 2008
1ª app. in The Order (Vol. 2[1]) n. 8
Editore it. Panini Comics
app. it. inedito
app. it. in inedito
Specie cyborg
Sesso Maschio
Etnia statunitense
Luogo di nascita non rivelata
Abilità
  • intelligenza geniale
  • corpo bio-potenziato
Affiliazione Club Infernale
Parenti
  • Zebediah Stane (nonno)
  • nonna innominata
  • Obadiah Stane (padre)
  • madre innominata

Iron Monger è il nome di diversi personaggi dei fumetti pubblicati dalla Marvel Comics. I principali sono due:

Le prime storie in cui è apparso il Obadiah Stane sono rimaste inedite in Italia fino all'aprile 2013, quando la saga di Iron Monger è stata presentata su Marvel Gold n. 32; ironicamente ciò è avvenuto anche con Zeke, le cui storie d'esordio[2] sono rimaste inedite, facendolo debuttare con quella che in realtà è la sua seconda apparizione[3].

Biografia dei personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Obadiah Stane[modifica | modifica wikitesto]

Obadiah Stane, figlio del giocatore d'azzardo patologico Zebediah Stane, in seguito alla morte della madre osserva il padre morire tentando la roulette russa. Trauma che porta il bambino a perdere i capelli e giurare di non lasciare mai nulla al caso ed avere sempre il pieno controllo di qualunque situazione nella sua vita[4] cosa che lo porta ad appassionarsi al gioco degli scacchi e all'arte della manipolazione, tanto da partecipare a vari tornei e, in un'occasione, uccidere il cane di un ragazzino suo avversario per distrarlo dalla partita[4]. Tramite tali abilità, da adulto, fonda una società bellica, la Stane International, con la quale tenta di acquistare l'industria che domina il mercato, la Stark Industries, prima da Howard e in seguito da Tony Stark, mandando addirittura all'attacco un gruppo di mercenari, i Chessman, al fine di far cedere il rivale[5] che in breve precipita nell'alcolismo[6] permettendo a Stane di inglobare l'agognata compagnia, sebbene War Machine e lo S.H.I.E.L.D. gli impediscano di mettere le mani sull'armatura di Iron Man[7].

Diverso tempo dopo, Stark riesce a uscire dall'alcolismo[8] e a fondare una nuova compagnia a Silicon Valley[9], facendo tornare all'attacco Stane, che riesce a ferire Rhodes e uccidere alcuni dei nuovi soci in affari di Tony[10] il quale, dunque, decide di affrontarlo personalmente[4]. Obadiah ha però nel frattempo ottenuto i progetti dell'armatura del rivale creando quella di Iron Monger; i due hanno dunque un violento scontro nel quale Stane, pur usando Happy Hogan, Pepper Potts e Bambi Arbogast come ostaggi, risulta sconfitto decidendo, per non venire arrestato, di puntarsi i raggi propulsori in faccia e suicidarsi[4].

Altri Iron Monger[modifica | modifica wikitesto]

In seguito vari altri personaggi hanno vestito, o si sono serviti, dell'armatura di Iron Monger:

  • l'industriale Simon Steele costruisce una variante dell'armatura facendola usare a un suo innominato impiegato per combattere Dominic Fortune[11].
  • il Governo Americano, impossessatosi dell'armatura di Iron Monger dopo la morte di Stane, consente al generale Lewis Haywerth di farla utilizzare al soldato Gregory Smoot per affrontare U.S. Agent[12].
  • Joey Cosmatos, ex-compagno di college di Tony, ha costruito una nuova armatura Iron Monger vendendola poi a Slagmire, un sicario del boss Mr. Desmond[13].
  • l'armatura indossata dai vari Savage Steel è un derivato di quella si Stane[14].
  • Teschio Rosso ruba l'armatura di Stane per farla indossare a un suo soldato nel tentativo, fallimentare, di assassinare Viper[15].

Zeke Stane[modifica | modifica wikitesto]

Ezekiel "Zeke" Stane, figlio di Obadiah Stane ossessionato dal desiderio di vendicare il padre assassinando Tony[2], acquista una serie di sostanze e tecnologie inglobandole al suo stesso organismo e trasformandosi progressivamente in un cyborg[3], il tutto con l'aiuto della compagna e assistente Sasha Hammer[16] grazie alla quale organizza una serie di attentati servendosi di bombe umane africane, uno delle quali ferisce gravemente Pepper Potts[17]. Successivamente il ragazzo affronta Stark servendosi, oltre che dei suoi potenziamenti bio-genetici anche di un'armatura di sua invenzione[18] autodefinendosi "Iron Man 2.0"[3] ma venendo facilmente sconfitto ed arrestato dall'originale[18]. Non senza, tuttavia, averlo lasciato profondamente scosso[19].

Poco tempo dopo, il ragazzo viene fatto evadere dal Mandarino, padre di Sasha, al fine di formare un alleanza per sconfiggere Iron Man[20], tuttavia, trovandosi insoddisfatto dell'operato del ragazzo, dopo un po' il Mandarino si serve del potere dei suoi anelli per schiavizzarlo[21], cosa che porta Zeke a ribellarsi e ucciderlo[22].

Successivamente viene visto durante una riunione del Club Infernale[23].

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Obadiah[modifica | modifica wikitesto]

Obadiah Stane è dotato di un intelligenza geniale, un'abile stratega sul piano commerciale ed uno scacchista infallibile[4] che, in genere, preferisce siano i suoi uomini a sporcarsi le mani al posto suo.

L'armatura di Iron Monger, creata alla Stark International con il nome in codice I-M Mark One, sulla base dei progetti della prima armatura di Iron Man, la Mark I[4], dispone di quasi tutti gli armamenti del modello di riferimento, ovvero armi da fuoco quali: mitragliatrici, missili di vario tipo, repulsori con raggi laser all'estremità dei guanti e anche l'uni-raggio (una potente emissione d'energia dal generatore sul petto). Tramite l'armatura Obadiah è inoltre in grado di volare grazie ai propulsori all'interno degli stivali; tuttavia a differenza della prima armatura di Iron Man, si è dimostrata molto più prestante e meno veloce[4] ed ha una peculiare debolezza: essendo un prodotto delle industrie Stark, Tony, tramite i suoi computer è in grado di trovarne ogni punto debole rendendo così inutile il suo funzionamento.

Ezekiel[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante Zeke sia ritenuto un genio, il suo intelletto è stato definito da Reed Richards più "imitativo" che "innovativo": le sue invenzioni derivano tutte da un nuovo design di creazioni preesistenti (in genere di Stark) piuttosto che essere sue creazioni originali.

Tramite impianti bionici auto-eseguiti, inoltre, Zeke ha modificato la propria biologia (in particolare l'ipotalamo) arrivando a ridurre il consumo calorico del suo corpo dal 70 al 9%[3] ed immagazzinando dunque l'energia rimanente per servirsene sottoforma di emissioni di energia dalle dita o per rigenerare velocemente le proprie ferite. Deve però mantenere una quantità elevatissima di zuccheri nel proprio sangue[3].

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Ultimate[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Ultimate Iron Man.

Nell'universo Ultimate, Obadiah è figlio di Zebediah Stane e Loni (ex-moglie di Howard Stark) che, dopo aver divorziato anche dal secondo marito complotta assieme al figlio per ucciderlo e far ricadere la colpa su Howard Stark, che viene rinchiuso in prigione e quasi ucciso da alcuni sicari[24]. Successivamente gli Stane attentano anche alla vita di Tony senza successo[25] e Loni, per evitare di essere scoperta quale organizzatrice dell'attentato, tenta di assassinare il figlio che, folle di rabbia, la uccide venendo poi arrestato dall'FBI[26]. Tali avvenimenti vengono tuttavia in seguito rivelati essere parte di un romanzato film TV sulla vita degli Stark[27].

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Iron Man (film).
  • Obadiah Stane, interpretato da Jeff Bridges, è l'antagonista principale del film del 2008 Iron Man. Nella pellicola viene presentato come un vecchio amico di famiglia di Tony e suo mentore dopo la morte dei genitori, nonché presidente esecutivo delle Stark Industries che, pur di diventare ancora più ricco, tenta di assumere il controllo totale della società facendo rapire Tony in Afghanistan ma, dopo aver saputo della modalità della sua fuga, recupera i resti dell'armatura costruita dal socio in affari per scampare ai terroristi e se ne serve per costruire una gigantesca armatura di cui si serve non appena i suoi crimini vengono scoperti, affrontando prima lo S.H.I.E.L.D. e poi Iron Man venendo poi disintegrato dal Reattore Arc.
  • Nel film d'animazione giapponese Iron Man: Rise of Technovore Zeke Stane è il principale antagonista e il creatore del Tecnovoro, mentre suo padre Obadiah viene menzionato.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

  • Iron Monger compare come nemico principale nel videogioco Iron Man.
  • Zake Stane compare come nemico minore del videogame Iron Man 3.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Il termine volume è usato in lingua inglese, in questo contesto, per indicare le serie, pertanto Vol. 1 sta per prima serie, Vol. 2 per seconda serie e così via.
  2. ^ a b The Order (Vol. 2) n. 8-10 (aprile-giugno 2008)
  3. ^ a b c d e Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 1 (luglio 2008)
  4. ^ a b c d e f g Iron Man (Vol. 1) n. 200 (novembre 1985)
  5. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 163-165 (ottobre-dicembre 1982)
  6. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 167 (febbraio 1983)
  7. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 173-174 (agosto-settembre 1983)
  8. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 182 (maggio 1984)
  9. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 184 (luglio 1984)
  10. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 195-199 (giugno-ottobre 1985)
  11. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 212 (novembre 1986)
  12. ^ Captain America (Vol. 1) n. 354 (giugno 1989)
  13. ^ Iron Man (Vol. 1) n. 212 (novembre 1986)
  14. ^ Darkhawk (Vol. 1) n. 4 (giugno 1991)
  15. ^ Captain America (Vol. 1) n. 419 (settembre 1993)
  16. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 5 (novembre 2008)
  17. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 20 (gennaio 2010)
  18. ^ a b Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 7 (febbraio 2009)
  19. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 25-28 (giugno-settembre 2010)
  20. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 500 (marzo 2011)
  21. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 520 (settembre 2012)
  22. ^ Invincible Iron Man (Vol. 1) n. 526 (dicembre 2012)
  23. ^ Wolverine and the X-Men (Vol. 1) n. 32 (agosto 2013)
  24. ^ Ultimate Iron Man (Vol. 2) n. 1-2 (febbraio-marzo 2008)
  25. ^ Ultimate Iron Man (Vol. 2) n. 3 (aprile 2008)
  26. ^ Ultimate Iron Man (Vol. 2) n. 4 (maggio 2008)
  27. ^ Ultimate Comics: Ultimate Avengers vs New Ultimates (Vol. 1) n. 3 (giugno 2011)
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics