Dinamo Cremisi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Dinamo Cremisi
Universo Universo Marvel
Nome orig. Crimson Dynamo
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Anton Vanko
  • Boris Turgenev
  • Alex Niven
  • Yuri Petrovich
  • Dimitri Bukharin
  • Valentin Shatalov
  • Gennady Gavrilov
Autori
Editore Marvel Comics
1ª app. ottobre 1963
1ª app. in Tales of Suspense n. 46
Editore it. Editoriale Corno
app. it. in L'incredibile Devil n. 30
Sesso Maschio

Dinamo Cremisi (Crimson Dynamo) è il nome di alcuni personaggi dei fumetti creati inizialmente da Stan Lee e Robert Bernstein (testi) e Don Heck (disegni), e pubblicati dalla Marvel Comics. L'originale Dinamo Cremisi appare per la prima volta in Tales of Suspense (prima serie) n. 46 (ottobre 1963).

Biografia dei personaggi[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Cremisi I (Anton Vanko)[modifica | modifica sorgente]

Il Professor Anton Vanko, il massimo esperto mondiale di elettronica, è il creatore della prima armatura della Dinamo Cremisi. L'armatura permette a chi la indossa di volare e di controllare l'energia elettrica. Nell'identità della Dinamo il professore diventa prima un nemico e poi un alleato di Iron Man, per il quale sacrifica la propria vita durante un attacco dei sovietici.

Dinamo Cremisi II (Boris Turgenev)[modifica | modifica sorgente]

Boris Turgenev è il secondo uomo a rivestire, anche se per breve tempo, questa identità criminale. È il sicario inviato dalla Russia per uccidere Anton Vanko, Tony Stark e Iron Man. Riesce a rubare l'armatura di Vanko ma muore nel tentativo di portare a termine la propria missione.

Dinamo Cremisi III (Alex Nevsky)[modifica | modifica sorgente]

Alex Nevsky (conosciuto anche come Alex Niven) riveste l'identità della Dinamo dopo Turgenev. Si spaccia per uno scienziato della Cord Industries nel tentativo di affossare Tony Stark, che considera responsabile della morte del suo mentore, Anton Vanko. Dopo una breve carriera al fianco di Titanium (tra l'altro responsabile dell'omicidio della sua ragazza) e dell'Uomo Radioattivo viene assassinato dal KGB che confisca la sua armatura.

Dinamo Cremisi IV (Yuri Petrovich)[modifica | modifica sorgente]

Yuri Petrovich (o noto come Petrovitch/Yuri Ivanich Bezukov), figlio del partner della Vedova Nera, Ivan Petrovich, vede la madre morire per mano di agenti americani. Cresciuto nell'odio per l'America viene trasformato dal KGB nel loro sicario. È inviato a uccidere la Vedova e Ivan, ma scoperta la vera natura delle persone che ha imparato a odiare, impazzisce. Tornato in Russia viene esiliato in un campo di lavoro in Siberia.

Dinamo Cremisi V (Dmitri Bukharin)[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Airstrike.

Dmitri Bukharin riceve l'armatura della Dinamo dal KGB. In Quanto traditore del proprio governo l'armatura gli viene confiscata, quindi crea per se la nuova identità di Airstrike.

Dinamo Cremisi VI (Valentin Shatalov)[modifica | modifica sorgente]

Valentin Shatalov è un generale dell'esercito sovietico e agente del KGB che veste i panni della Dinamo per combattere i Super-soldati sovietici ed un gruppo di esuli mutanti.

Dinamo Cremisi VII (Gregar Valski)[modifica | modifica sorgente]

Un uomo, di nome Gregar Valski, ritrova e indossa l'armatura di Dmitri Bukharin; le sue abilità sono minime, e la sua breve carriera si interrompe dopo una battaglia contro Nick Fury e Capitan America.

Dinamo Cremisi VIII (Gennady Dmitrievich Gavrilov)[modifica | modifica sorgente]

Gennady Gavrilov, trovata un'armatura disegnata da Anton Vanko, ha vestito per breve tempo l'identità della Dinamo.

Dinamo Cremisi IX[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Cremisi X[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Cremisi XI[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Cremisi XII (Boris Vadim)[modifica | modifica sorgente]

Dinamo Cremisi XIII (Galina Nemirovsky)[modifica | modifica sorgente]

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

L'armatura di Dinamo Cremisi fornisce a chi la indossa un aumento di forza, resistenza, agilità. È equipaggiato con lanciaraggi da polso, piccoli missili, computer, radio trasmittente e stivali a razzo, e può anche rilasciare scariche elettriche.

Apparizioni del personaggio[modifica | modifica sorgente]

  • Tales of Suspense (prima serie) n. 46
  • Tales of Suspense (prima serie) n. 52
  • Tales of Suspense (prima serie) n. 52
  • Iron Man (prima serie) n. 15
  • Iron Man n. 21
  • Iron Man n. 22
  • Avengers n. 130
  • Iron Man n. 73
  • Champions n. 8-10
  • The Order n. 1-2

Altri media[modifica | modifica sorgente]

Serie animate[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio appare nelle serie animate The Marvel Super Heroes, Iron Man, Iron Man: Armored Adventures, The Super Hero Squad Show e The Avengers: Earth's Mightiest Heroes.

Videogiochi[modifica | modifica sorgente]

Il personaggio è apparso in Marvel: La Grande Alleanza, Iron Man 2, Marvel Super Hero Squad e The Invincible Iron Man.

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Iron Man 2.
Mickey Rourke interpreta Ivan Vanko

Mickey Rourke (doppiato in lingua italiana da Francesco Pannofino) interpreta Ivan Vanko/Whiplash in Iron Man 2. Rourke, per prepararsi al ruolo, ha anche visitato una prigione in Russia[1]. Questa versione è un mix di Whiplash con Dinamo Cremisi. Anton Vanko, il primo Dinamo Cremisi, è il padre di Ivan nel film; durante la corsa di Monaco Ivan assume l'identità di Boris Turgenev, secondo Dinamo Cremisi. Alla fine Ivan indossa un'armatura grigia simile a quella dei vari Dinamo Cremisi, ma con incorporate la fruste elettrizzate di Whiplash.

Nel film, Ivan è un russo e figlio di Anton Vanko, collaboratore del padre di Tony, Howard Stark, con cui Anton lavorò alla progettazione del reattore Arc e da cui si sentì tradito: Ivan matura quindi un odio profondo per la famiglia Stark, ritenendo ingiusto il loro successo di fronte alla rovina dei geniali Vanko. Proprio per questo, Vanko si presenta a Tony Stark (al Gran Premio del Principato di Monaco a cui l'imprenditore aveva deciso di partecipare) con un corpetto dotato di due potenti fruste elettriche, alimentato con un reattore Arc che ha costruito lui stesso (simile a quello di Tony), e tenta di eliminare il rivale. Nonostante ciò, Ivan viene sconfitto da Tony e imprigionato. Poco dopo, però, viene liberato da Justin Hammer, rivale imprenditore di Stark, il quale gli offre un accordo: gli avrebbe concesso la libertà in cambio di armature simili a quelle di Iron Man. Vanko, tuttavia, utilizzando le attrezzature di Hammer, si crea una nuova armatura (grigia e simile a quella dei vari Dinamo Cremisi, ma con innestate la fruste elettrificate di Whiplash), prende il comando dei robot di Hammer e attacca Stark, venendo tuttavia sconfitto e ucciso dal rivale e da War Machine. Prima di morire, però, fa saltare in aria l'intera area della Expo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Iron Man 2: Mickey Rourke svela il suo Ivan Vanko, Badtaste, 21 aprile 2010. URL consultato il 12 luglio 2010.
Marvel Comics Portale Marvel Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marvel Comics