Sandro Acerbo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sandro Acerbo, nome d'arte di Alessandro Ancidoni (Roma, 5 settembre 1955), è un doppiatore, direttore del doppiaggio e dialoghista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un artigiano, diplomato al Liceo Classico Terenzio Mamiani di Roma e laureato in giurisprudenza dal 1982, ripudia definitivamente la carriera forense. Inizia la propria carriera di doppiatore da bambino prestando voce a Matthew Garber nel film Mary Poppins della Walt Disney, Duane Chase nel ruolo di Kurt Von Trapp in Tutti insieme appassionatamente e al personaggio di Pizzi ne La carica dei cento e uno.

È noto soprattutto per essere la voce ufficiale di Brad Pitt e di Will Smith nonché per aver doppiato John Ritter nella serie "Tre cuori in affitto" Michael J. Fox nella serie Casa Keaton e negli ultimi due capitoli della trilogia di Ritorno al futuro, Gary Sinise nel ruolo di Mac Taylor nel telefilm CSI: NY, Simon Baker nel ruolo di Patrick Jane in The Mentalist, James Spader in Boston Legal e agli attori Robert Downey Jr., Nicolas Cage, Timothy Hutton, Matthew Broderick, Christian Slater, Dan Aykroyd, Greg Kinnear, Val Kilmer e Hugh Grant in alcune significative interpretazioni, Willie Garson in White Collar (Mozzie).

Tra gli attori doppiati vi sono, Bill Pullman, Peter Gallagher, John Leguizamo, Mickey Rourke, Kevin Bacon, Keanu Reeves, Kevin Costner, Ben Stiller ed Eddie Murphy.

È fratello dell'attore Maurizio Ancidoni e della doppiatrice Rossella Acerbo, e cugino dei doppiatori Massimiliano Manfredi e Fabrizio Manfredi. La sua voce è stata ascoltata anche in diverse pubblicità, per marchi famosi[1].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Attori doppiati[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Repubblica - 12 marzo 2007 pagina 21
  2. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2014, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 15 aprile 2015.
  3. ^ Il commissario Cordier, Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 12 maggio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]