Una famiglia vincente - King Richard

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Una famiglia vincente - King Richard
UnaFamigliaVincente.png
Will Smith, Saniyya Sidney e Demi Singleton in una scena del film
Titolo originaleKing Richard
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2021
Durata144 min
Generebiografico, drammatico, sportivo
RegiaReinaldo Marcus Green
SceneggiaturaZach Baylin
ProduttoreWill Smith, Tim White, Trevor White
Produttore esecutivoIsha Price, Serena Williams, Venus Williams, James Lassiter, Jada Pinkett Smith, Adam Merims, Lynn Harris, Allan Mandelbaum, Jon Mone, Peter Dodd
Casa di produzioneStar Thrower Entertainment, Warner Bros., Westbrook Studios
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaRobert Elswit
MontaggioPamela Martin
Effetti specialiMark R. Byers
MusicheKris Bowers
ScenografiaWynn Thomas, William Arnold
CostumiSharen Davis
TruccoAkiko Matsumoto, Erica Preus, Jennifer Zide
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
King Richard (film) logo.png
Logo ufficiale del film

Una famiglia vincente - King Richard (King Richard) è un film del 2021 diretto da Reinaldo Marcus Green.

La pellicola narra le vicende di Richard Williams, padre e allenatore delle sorelle tenniste Venus e Serena Williams,[1] interpretato da Will Smith, che per il ruolo ha vinto l'Oscar al miglior attore ai premi Oscar 2022.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Richard Williams vive a Compton, in California, con la moglie Oracene Price, soprannominata Brandy, le tre figliastre e le due figlie Venus e Serena. Richard aspira a trasformare Venus e Serena in tenniste professioniste, scrivendo un piano per il loro successo fin da prima che nascessero. Richard e Brandy allenano Venus e Serena quotidianamente, mentre lavorano rispettivamente come guardia giurata e infermiera.

Un giorno, Richard porta le ragazze a vedere l'allenatore Paul Cohen, che si sta allenando con John McEnroe e Pete Sampras. Nonostante le sue riserve iniziali, Cohen accetta di assistere ad una partita delle ragazze e ne rimane impressionato. Tuttavia, le Williams non possono permettersi un allenatore professionista e Cohen rifiuta di allenare entrambe le ragazze gratuitamente. Cohen infine sceglie Venus, allenandola quotidianamente in forma gratuita, mentre Serena continua ad allenarsi con la madre. Dopo alcuni mesi, Cohen incoraggia Venus a partecipare ai tornei juniores di tennis, in cui la ragazza trova subito il successo. Tuttavia Richard sottolinea a Venus e alle sue sorelle che devono rimanere umili nonostante il loro successo, attraverso una metafora tratta dal film Disney Cenerentola. Durante uno dei tornei di Venus, anche Serena si iscrive per giocare sostenuta dalla madre ma all'insaputa del padre. Mentre entrambe le ragazze continuano ad avere successo, la famiglia viene trattata come estranea alla classe sociale delle concorrenti, composta prevalentemente da bianchi americani di classe borghese, mosse da un sentimento razzista. Nel corso dei tornei, Richard incontra agenti sportivi ma, temendo che le sue figlie vengano sfruttate per guadagnare soldi, le ritira completamente dal circuito giovanile. Cohen lo avverte che la sua decisione distruggerà le possibilità delle ragazze di diventare professioniste, ma Richard rimane fermo e lo licenzia come allenatore.

Nelle settimane successive, l'allenatore Rick Macci si reca in California per vedere le ragazze giocare. Colpito dalle doti delle giovani, accetta le ragazze nel proprio campus e la famiglia si trasferisce in Florida per allenarsi nella sua struttura. Richard sorprende Rick ribadendo che le ragazze non giocheranno nelle giovanili, ma si alleneranno e andranno a scuola come normali bambine. Nei tre anni successivi, i media e Rick si interrogano sulla strategia di Richard con le ragazze e sul suo desiderio di visibilità mediatica. Venus dice a Rick che vuole diventare professionista. Richard accetta con riluttanza, ma in seguito rinuncia, preoccupato che possa subire un destino simile a quello dell'allieva di Rick, Jennifer Capriati, che soffre di un esaurimento nervoso ed è stata arrestata per possesso di droga. La decisione mette a dura prova i rapporti di Richard con Venus, Brandy e Rick. Dopo un litigio con Brandy, in cui la moglie lo accusa di infedeltà coniugale e eccesso di potere nei confronti dei famigliari, si riconcilia con Venus, accettando di farla giocare nell'imminente Bank of the West Classic di Oakland, in California. Prima del torneo, la famiglia incontra un dirigente della Nike, che offre loro un importante contratto di sponsorizzazione del valore di 3 milioni di dollari. Rick li esorta ad accettare, ma la famiglia decide collettivamente di rifiutare, ritenendo che una volta che Venus inizierà a giocare attirerà offerte più remunerative.

Approdati al Bank of the West Classic, Venus inizialmente fatica nel suo primo incontro da professionista contro Shaun Stafford, ma alla fine trionfa. Nel suo incontro successivo, contro la testa di serie Arantxa Sánchez Vicario, si presenta come una pesante sfavorita. Venus si aggiudica il primo set e si porta in vantaggio nel secondo, prima che la Vicario si prenda una pausa bagno prolungata, atto che Macci comprende essere una tecnica per far raffreddare Venus e indebolirla fisicamente. Tornata in campo, Sánchez Vicario vince il secondo set e la partita. Richard e Brandy confortano una Venus, dicendole di essere orgogliosa per il traguardo raggiunto. Quando la famiglia lascia lo stadio, una grande folla di sostenitori la sta aspettando per fare il tifo per lei, e Rick dice a Richard che diverse grandi aziende di scarpe sono ansiose di incontrare Venus.

Un epilogo rivela che nove mesi dopo, all'età di 15 anni, Venus avrebbe firmato un contratto con Reebok per 12 milioni di dollari (equivalenti a 22.000.000 di dollari nel 2021). Avrebbe vinto cinque volte il torneo di Wimbledon e sarebbe diventata la prima donna afroamericana a diventare numero uno al mondo durante l'Era Open. Serena, che ha raggiunto Venus come professionista due anni dopo, è diventata 23 volte campionessa del Grande Slam e considerata da molti la più grande giocatrice della storia del tennis.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto viene annunciato nel marzo 2019, con Will Smith protagonista nei panni di Richard Williams, e Zach Baylin come sceneggiatore;[3] nello stesso periodo la Warner Bros. si aggiudica i diritti del film.[4] Nel giugno dello stesso anno Reinaldo Marcus Green viene scelto per la regia.[5]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate nel gennaio 2020 a Los Angeles.[6]

Il budget del film è stato di 35,6 milioni di dollari, ma grazie alla tax credit della California Film Commission, 7,5 milioni sono rientrati alla produzione, portando il budget finale a 28,1 milioni di dollari.[7]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Beyoncé ha inciso la canzone Be Alive per i titoli di coda.[8]

In un'intervista a Entertainment Weekly, Will Smith ha raccontato che la collaborazione con Beyoncé è nata dopo una prima proiezione del film, dove la storia delle sorelle hanno ispirato la cantante a contribuire con una canzone: «Il matrimonio tra un film e una canzone è una specie di magia che non ha eguali nell'intrattenimento. Ero così felice quando Beyoncé ha chiamato».[9]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film è stato diffuso il 28 luglio 2021.[10]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film, inizialmente fissato per il 25 novembre 2020,[11] è stato rimandato a causa della pandemia di COVID-19;[12] è stato presentato al Telluride Film Festival il 2 settembre 2021[13][14] e distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 19 novembre 2021 ed in contemporanea su HBO Max,[15] mentre nelle sale italiane dal 13 gennaio 2022.[10]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Beatrice Pagan, KING RICHARD: WILL SMITH NEL TRAILER DEL FILM SUL PADRE DI VENUS E SERENA WILLIAMS, su Movieplayer.it, 28 luglio 2021. URL consultato il 28 luglio 2021.
  2. ^ a b Cristiano Ogrisi, OSCAR 2022: TUTTI I VINCITORI DI QUESTA EDIZIONE, su Movieplayer.it, 28 marzo 2022. URL consultato il 28 marzo 2022.
  3. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Hot Spec Du Jour: Will Smith As Venus & Serena’s Tennis Coach Dad In ‘King Richard’, su Deadline Hollywood, 4 marzo 2019. URL consultato il 28 luglio 2021.
  4. ^ (EN) Dave McNary, Warner Bros. Nears Deal for Will Smith’s ‘King Richard’ Movie (EXCLUSIVE), su Variety, 18 marzo 2019. URL consultato il 28 luglio 2021.
  5. ^ (EN) Tambay Obenson, ‘King Richard’: Will Smith’s Drama About Williams Sisters’ Father Is His First Pairing With a Black Director, su IndieWire, 13 giugno 2019. URL consultato il 28 luglio 2021.
  6. ^ (EN) King Richard, su backstage.com. URL consultato il 28 luglio 2021.
  7. ^ (EN) Film and Television Tax Credit Program 2.0 - Alphabetical Listing of Approved Projects (PDF), su film.ca.gov. URL consultato il 28 luglio 2021 (archiviato dall'url originale il 20 aprile 2020).
  8. ^ (EN) Evan Minsker, Beyoncé Shares New Song “Be Alive”, su Pitchfork, 12 novembre 2021. URL consultato il 22 gennaio 2022.
  9. ^ (EN) Andrea Towers, Will Smith explains how 'King Richard' landed Beyoncé song 'Be Alive', su Entertainment Weekly. URL consultato il 18 maggio 2022.
  10. ^ a b Filmato audio Warner Bros., UNA FAMIGLIA VINCENTE - KING RICHARD - Trailer Ufficiale italiano, su YouTube, 28 luglio 2021. URL consultato il 28 luglio 2021.
  11. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Will Smith Pic ‘King Richard’ Sets Thanksgiving 2020 Release, su Deadline Hollywood, 13 giugno 2019. URL consultato il 28 luglio 2021.
  12. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘The Batman’ Flies To Fall 2021, ‘Sopranos’ Prequel Moves To March & More As Warner Bros. Makes Release Date Changes Due To COVID-19 Climate, su Deadline Hollywood, 20 aprile 2020. URL consultato il 28 luglio 2021.
  13. ^ (EN) 48th Telluride Film Festival (PDF), su Telluride Film Festival. URL consultato il 3 settembre 2021 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2021).
  14. ^ (EN) Pete Hammond, Telluride Film Festival: Will Smith’s ‘King Richard’, Peter Dinklage Musical ‘Cyrano’, Joaquin Phoenix In ‘C’mon C’mon’, Ken Branagh’s ‘Belfast’ Set To Premiere, su Deadline Hollywood, 1º settembre 2021. URL consultato il 3 settembre 2021.
  15. ^ (EN) Todd Haselton, Warner Bros. will launch every 2021 movie on HBO Max at the same time they hit theaters, su CNBC, 3 dicembre 2020. URL consultato il 28 luglio 2021.
  16. ^ (EN) Brent Lang, Jordan Moreau e Wyatte Grantham-Philips, Oscar Nominations 2022: ‘Power of the Dog’ Leads With 12 Nods, ‘Dune’ Follows With 10 (Full List), su Variety, 8 febbraio 2022. URL consultato l'8 febbraio 2022.
  17. ^ (EN) GOLDEN GLOBE NOMINATIONS 2022: THE FULL LIST OF NOMINEES, su Rotten Tomatoes, 13 dicembre 2021. URL consultato il 14 dicembre 2021.
  18. ^ Claudia Anania, Golden Globes 2022, trionfano Il potere del cane e West Side Story. Tutti i vincitori, su Best Movie, 10 gennaio 2022. URL consultato il 10 gennaio 2022.
  19. ^ (EN) Jacqueline Coley, AFI PICKS LICORICE PIZZA, DUNE, SQUID GAME AND TED LASSO AS THE BEST OF 2021., su Rotten Tomatoes, 9 dicembre 2021. URL consultato il 9 dicembre 2021.
  20. ^ (EN) Todd Jorgenson, DFW FILM CRITICS NAME “POWER OF THE DOG” BEST FILM OF 2021, su Dallas-Fort Worth Film Critics Association, 20 dicembre 2021. URL consultato il 27 dicembre 2021.
  21. ^ Beatrice Pagan, LICORICE PIZZA È IL MIGLIOR FILM DEL 2021 PER LA NATIONAL BOARD OF REVIEW, su movieplayer.it, Movieplayer.it, 2 dicembre 2021. URL consultato il 5 dicembre 2021.
  22. ^ (EN) Nominees for the 72nd Annual ACE EDDIE AWARDS, su American Cinema Editors. URL consultato l'8 marzo 2022.
  23. ^ Laura Silvestri, BAFTA 2022, LE NOMINATION: DA DUNE A IL POTERE DEL CANE, su Movieplayer.it, 3 febbraio 2022. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  24. ^ (EN) Manori Ravindran, BAFTA Awards Nominations Unveiled: ‘Dune,’ ‘Power of the Dog’ Lead Field, Will Smith Earns First BAFTA Nod, su Variety, 3 febbraio 2022. URL consultato il 3 febbraio 2022.
  25. ^ Valentina D'Amico, BAFTA 2022: IL POTERE DEL CANE È IL MIGLIOR FILM, CINQUE PREMI PER DUNE, su Movieplayer.it, 14 marzo 2022. URL consultato il 14 marzo 2022.
  26. ^ (EN) LADY GAGA AND NICHOLAS CAGE SNAG NOMINATIONS AT THE 2022 CRITICS CHOICE AWARDS, su Rotten Tomatoes, 13 dicembre 2021. URL consultato il 14 dicembre 2021.
  27. ^ Valentina D'Amico, CRITICS CHOICE AWARDS 2022: A IL POTERE DEL CANE MIGLIOR FILM E REGIA, SUCCESSION E TED LASSO TRIONFANO IN TV, su Movieplayer.it, 14 marzo 2022. URL consultato il 14 marzo 2022.
  28. ^ (EN) Hilary Lewis, NAACP Image Awards: ‘Harder They Fall,’ ‘Insecure’ Lead Nominations, su The Hollywood Reporter, 18 gennaio 2022. URL consultato il 16 maggio 2022.
  29. ^ (EN) Erik Pedersen, PGA Awards Nominations: ‘Licorice Pizza’, ‘Don’t Look Up’, ‘Dune’, ‘King Richard’ & ‘CODA’ Among Pics Vying For Marquee Prize, su Deadline Hollywood, 27 gennaio 2022. URL consultato l'8 marzo 2022.
  30. ^ (EN) 2021 NOMINEES, su Satellite Award. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  31. ^ Davide Stanzione, SAG Awards 2021: annunciate le nomination dei premi degli attori americani, su Best Movie, 12 gennaio 2022. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  32. ^ Cristiano Bolla, SAG Awards 2022: vincono Will Smith, Jessica Chastain e Squid Game. Tutti i premi del sindacato attori, su Best Movie, 28 febbraio 2022. URL consultato il 28 febbraio 2022.
  33. ^ Valentina D'Amico, WGA 2022: WEST SIDE STORY, DUNE E LICORICE PIZZA TRA LE CANDIDATURE, su Movieplayer.it, 28 gennaio 2022. URL consultato il 28 gennaio 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]