Benoît Magimel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Benoît Magimel alla cerimonia di premiazione dei César 2016

Benoît Magimel (Parigi, 11 maggio 1974) è un attore francese.

Attore prolifico, ha lavorato in diverse occasioni sotto la direzione dei registi Florent Emilio Siri (quattro film e una serie), Claude Chabrol (tre film), Emmanuelle Bercot (tre film), Olivier Dahan (due film) e Nicole Garcia (due film).

Ha vinto il premio per la miglior interpretazione maschile al Festival di Cannes 2001 per il film La pianista, diretto da Michael Haneke,[1] il César come migliore attore non protagonista nel 2016 per il film A testa alta e il César come miglior attore nel 2022 per il film De son vivant e nel 2023 per Pacifiction - Tourment sur les îles

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Benoît Magimel è nato a Parigi da madre infermiera[2] e padre impiegato di banca. Ha un fratello, Arnaud, e una sorella, Bénédicte.

Inizia la sua carriera all’età di 12 anni interpretando Momo, nel film La vita è un lungo fiume tranquillo.

A sedici anni, mentre frequenta la classe prima, decise di interrompere gli studi per diventare attore.[2]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

È stato legato dal 1999 al 2003 all'attrice Juliette Binoche, conosciuta sul set di I figli del secolo (1999). I due hanno avuto una figlia, Hannah (2000).

È sposato con Margot Pelletier dal 2018.

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2016 viene arrestato dalla polizia dopo aver investito una donna di 62 anni a Parigi, in Boulevard Exelmans, mentre guida un'auto a noleggio senza patente. È accusato di omissione di soccorso, lesioni colpose e guida senza patente. Le analisi sull'attore rivelano tracce di cocaina.[3][4] La donna investita, ferita alle gambe, viene ricoverata in ospedale.[5] Nel giugno 2017, Magimel è condannato in appello a € 5.000 di multa per aver travolto il pedone e € 1.200 di multa per guida in stato di ebbrezza.

Nel 2017 viene nuovamente arrestato a Parigi mentre guida contromano la propria auto in una strada a senso unico. Gli vengono trovati addosso sacchetti di polvere bianca contenenti eroina, sebbene egli risulti negativo al test della saliva. Viene quindi condannato a tre mesi di reclusione con sospensione della pena per possesso di stupefacenti.[6]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Festival di Cannes - 2001
Prix d'interprétation masculine - La pianista (La pianiste)
Premio César
2016 - Miglior attore non protagonista - A testa alta (La Tête haute)
2022 - Migliore attore - De son vivant
2023 - Migliore attore - Pacifiction - Tourment sur les îles
Premio Lumière
2022 - Miglior attore - De son vivant
2023 - Miglior attore - Pacifiction - Tourment sur les îles

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Awards 2001, su festival-cannes.fr. URL consultato il 7 luglio 2011 (archiviato dall'url originale il 27 ottobre 2014).
  2. ^ a b (FR) Benoît Magimel - Sa bio et toutes ses news people, su elle.fr, 2 novembre 2009. URL consultato il 9 dicembre 2022..
  3. ^ (FR) La face cachée de Benoît Magimel, su parismatch.com, 17 marzo 2016. URL consultato il 9 dicembre 2022.
  4. ^ (FR) Le week-end agité de Benoît Magimel, su lexpress.fr, 14 marzo 2016. URL consultato il 9 dicembre 2022.
  5. ^ (FR) Benoît Magimel en garde à vue après un délit de fuite, in Le Parisien, 13 marzo 2016. URL consultato il 9 dicembre 2022.
  6. ^ (FR) Stupéfiants : l'acteur Benoît Magimel condamné à 3 mois de prison avec sursis, in Le Parisien, 19 settembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN5132257 · ISNI (EN0000 0000 8084 7383 · LCCN (ENno98088617 · GND (DE123407516 · BNE (ESXX1604007 (data) · BNF (FRcb14034993m (data) · J9U (ENHE987007455303805171 · CONOR.SI (SL47235683 · WorldCat Identities (ENlccn-no98088617