Questa è una voce di qualità. Clicca qui per maggiori informazioni

Brad Pitt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Brad Pitt a Washington per la prima di Fury (2014)
Statuetta dell'Oscar Oscar al miglior film 2014

Brad Pitt, all'anagrafe William Bradley Pitt (Shawnee, 18 dicembre 1963), è un attore e produttore cinematografico statunitense. Nel corso della sua carriera, ha ricevuto numerosi riconoscimenti e nomine a premi prestigiosi per i suoi contributi nel mondo del cinema, incluso un premio Oscar per aver prodotto, tramite la Plan B Entertainment di sua proprietà, il film 12 anni schiavo (2013) di Steve McQueen.

Pitt ha guadagnato dapprima una certa notorietà interpretando un cowboy autostoppista nel film Thelma & Louise (1990) di Ridley Scott. Questo gli ha permesso, negli anni successivi, di avere i suoi primi ruoli da protagonista nei drammi In mezzo scorre il fiume (1992) di Robert Redford e Vento di passioni (1994) di Edward Zwick e nell'horror Intervista col vampiro (1994) di Neil Jordan. Le sue prove attoriali nel thriller Seven di David Fincher e nel fantascientifico L'esercito delle 12 scimmie di Terry Gilliam (entrambi del 1995) sono state acclamate dalla stampa cinematografica. In particolare, per l'opera di Gilliam ha vinto il Golden Globe per il miglior attore non protagonista ed ha ricevuto una prima candidatura all'Oscar.

Ha preso parte poi in produzioni di grande successo sia di critica, come il cult Fight Club (1999) di Fincher, la trilogia Ocean's (2001-2007) di Steven Soderbergh e The Tree of Life (2011) di Terrence Malick, sia di pubblico, come Vi presento Joe Black (1998) di Martin Brest, Troy (2004) di Wolfgang Petersen, Mr. & Mrs. Smith (2005) di Doug Liman e World War Z (2013) di Marc Forster. Le pellicole Il curioso caso di Benjamin Button (2008), la terza collaborazione con Fincher, e L'arte di vincere (2011) di Bennett Miller lo hanno portato rispettivamente alla seconda e alla terza candidatura all'Oscar come miglior attore protagonista e alla prima come per il miglior film.

Anche la sua carriera di produttore è stata ricca di successi, quali, oltre i già citati L'arte di vincere, The Tree of Life e 12 anni schiavo, The Departed - Il bene e il male (2006) di Martin Scorsese (altro vincitore dell'Oscar al miglior film del 2007) e La grande scommessa (2015) di Adam McKay, tutti candidati all'Oscar al miglior film.

Come personaggio pubblico, Pitt è stato citato come una personalità influente e potente nel settore dell'intrattenimento americano; è stato nominato come l'uomo più attraente del mondo da varie riviste e la sua vita personale è stata oggetto di gossip e di un ampio interesse. Divorziato dall'attrice Jennifer Aniston dopo cinque anni di matrimonio, ha sposato l'attrice Angelina Jolie nel 2014, la quale ha poi chiesto il divorzio nel 2016. Hanno sei figli insieme, tre dei quali sono stati adottati a livello internazionale.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Brad Pitt è nato a Shawnee, in Oklahoma, e cresciuto a Springfield, nello Stato del Missouri. Il padre Bill è di origini inglesi ed è dirigente in una ditta di trasporti, la madre Jane è consigliere scolastico. Ha un fratello di nome Doug e una sorella di nome Julie. Frequentò la Kickapoo High School, dove si contraddistinse come atleta nelle squadre di nuoto, golf e tennis, entrò a far parte del consiglio studentesco, partecipando ai dibattiti scolastici e a diversi musical.[2] Terminato il liceo frequentò l'Università del Missouri, dove studiò giornalismo e grafica pubblicitaria, abbandonando a pochi esami dalla laurea per inseguire il sogno di sfondare ad Hollywood.[3] Prima di diventare un attore di successo fece i lavori più vari, tra i quali il trasportatore di frigoriferi e l'autista di spogliarelliste in limousine, arrivando a travestirsi da pollo mentre lavorava per una catena di ristoranti.[4][5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

I primi lavori (1987-1996)[modifica | modifica wikitesto]

La carriera cinematografica di Brad Pitt incominciò nel 1987 con parti non accreditate nei film Senza via di scampo, La fine del gioco e Al di là di tutti i limiti. Il suo debutto televisivo arrivò nel novembre dello stesso anno con un'apparizione nella sitcom della ABC Genitori in blue jeans. Recitò in quattro episodi della soap-opera Dallas,[6] fra il dicembre 1987 e febbraio 1988. Più avanti, nel 1988, fece anche un'apparizione nella serie televisiva della Fox 21 Jump Street.[7]

In questo stesso anno la coproduzione USA-Jugoslavia The Dark Side of the Sun gli regalò il primo ruolo da protagonista, anche se il film venne congelato a causa della guerra di Croazia, e uscirà solo nel 1997. Pitt recita in due film nel 1989: ebbe un ruolo secondario in Innamorati pazzi e una parte nell'horror Il ritorno di Brian, il primo dei suoi film a raggiungere le sale cinematografiche. Venne scritturato insieme a Juliette Lewis per il film TV della NBC Vite dannate e recitò una parte secondaria nel film TV per la HBO Verità nascoste. La sua successiva apparizione cinematografica avvenne nel 1991 con il film Una pista per due, insieme a Rick Schroder. Il successo arrivò nel 1991 con la parte di J.D., ladro-autostoppista in Thelma & Louise di Ridley Scott.[8] La sua scena d'amore con Geena Davis è stata definita il momento che ha consacrato Brad Pitt come sex symbol.

Dopo questo piccolo ruolo partecipò a film di successo come Fuga dal mondo dei sogni (Cool World), diretto da Ralph Bakshi, nel ruolo del detective Frank Harris; il film è per metà animato, infatti personaggi di cartoni animati interagiscono con attori in carne ed ossa. Fu protagonista della pellicola In mezzo scorre il fiume, diretto da Robert Redford è tratto dall'omonimo libro autobiografico di Norman Maclean. Il film narra la storia di due fratelli cresciuti entrambi dal padre con una severa educazione, ma che da grandi si rivelano molto diversi tra loro, uno studioso e l'altro simpatico e scapestrato. Pitt paragonò lavorare con Robert Redford ad una partita di tennis, dichiarando: «Quando si gioca con qualcuno meglio di te, il tuo gioco migliora».[9][10][11] Nel 1993 prese parte ad un piccolo ruolo in Una vita al massimo di Tony Scott su sceneggiatura di Quentin Tarantino e in Kalifornia, nuovamente con Juliette Lewis. Per questo ultimo film, interpretando il ruolo di un serial killer, distruttivo e molto violento, Pitt ricevette critiche positive definendo il suo personaggio “metà Cristo metà Satana”.[12] Per calarsi meglio nel ruolo ingrassò di 10kg e si fece scheggiare un dente.[13]

Nel 1994 fu il protagonista di Vento di passioni,[14] con Anthony Hopkins, dall'accoglienza non sempre positiva ma con molti complimenti per l'interpretazione di Pitt tanto che ricevette la sua prima nomination ai Golden Globe. Inoltre interpretò il ruolo di Louis nel film Intervista col vampiro di Neil Jordan, accanto a Christian Slater, Tom Cruise, Kirsten Dunst e Antonio Banderas, in cui la sua performance ricevette pareri contrastanti. Secondo il Dallas Observer, Pitt è una gioia da guardare, ma non c'è niente in lui che suggerisce tormento interiore, il che lo rende un noioso Louis.[15] Nonostante le numerose candidature internazionali al film furono conferiti soltanto premi meno prestigiosi, inoltre vinse il premio "peggiore coppia", formata dallo stesso Pitt e Tom Cruise, ai Razzie Awards.[16] Nello stesso anno, viene inoltre incoronato come uomo più sexy del mondo dalla rivista People.[17]

Nel 1995 recitò nel thriller Seven[18] di David Fincher, al fianco di Morgan Freeman e Gwyneth Paltrow dove interpreta il ruolo di un detective sulle tracce di un serial killer, la parte di Pitt era stata inizialmente offerta a Denzel Washington che rifiutò dichiarando che film era troppo "dark e violento”, in seguito si pentì di questa scelta. Durante le riprese l'attore subì un infortunio al braccio per il quale ebbe inoltre bisogno di un intervento chirurgico, l'incidente fu assorbito dalla sceneggiatura prevedendo proprio che durante un inseguimento il suo personaggio si facesse male, e l'attore terminò le riprese con braccio fasciato.[19] Il film fu un grande successo commerciale incassando 327 milioni in tutto il mondo. Nello stesso anno fu nel cast della pellicola L'esercito delle 12 scimmie,[20] dove per prepararsi al ruolo da interpretare, un'animalista schizofrenico, l'attore passò alcune settimane a visitare e visionare il reparto psichiatrico presso l'ospedale della Temple University. Il film fu generalmente ben accolto con molte lodi specialmente a Pitt, che vince un Golden Globe per il miglior attore non protagonista e venne candidato per la prima volta all'Oscar come miglior attore non protagonista.[21]

Brad Pitt in Turchia nel 2001

In particolare Vento di passioni, Intervista col vampiro[22] e Seven lo consacrano come sex symbol mondiale, tanto che nel 1995 ricevette due MTV Movie Awards come attore più attraente e come miglior performance maschile per Intervista col vampiro. Nello stesso anno rifiutò la parte di Jack Dawson nel film Titanic,[23] mentre l'anno successivo ha un ruolo nel film drammatico Sleepers, tratto dall'omonimo romanzo di Lorenzo Carcaterra e riguardante il tema degli abusi infantili.[24]

Il successo (1997-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 è stato protagonista del film Sette anni in Tibet nel ruolo di un alpinista austriaco che arriva fino in Tibet e conosce il 14º Dalai Lama. Appena uscito, il film ricevette pesanti condanne soprattutto dal governo della Repubblica Popolare Cinese affermando che i militari cinesi furono rappresentati in comportamenti brutali contro la popolazione locale, mentre i tibetani furono rappresentati in modo positivo.[25] Inoltre affianca Harrison Ford nel film L'ombra del diavolo.[26]

Nel 1999 interpretò Tyler Durden nel film Fight Club di David Fincher, pellicola che permise a Brad Pitt di entrare nella Hall of fame dei migliori attori di Hollywood. Presentata alla Mostra del cinema di Venezia, divise i critici, ma diventò un film di culto alla sua uscita in DVD. Per il suo ruolo Pitt acconsentì a farsi rimuovere parte dei suoi denti anteriori, che vennero rimessi a posto dopo le riprese.[27] Fu inoltre il protagonista nel 1998 accanto a Anthony Hopkins, con cui aveva già lavorato in Vento di passioni, del dramma sentimentale Vi presento Joe Black,[28] che tuttavia fu un flop al botteghino USA, mentre poté riscuotere un certo successo nel resto del mondo. Nel 2000 People lo incoronò per la seconda come l'uomo più sexy del mondo[17] e fece di lui la prima persona ad ottenere due volte questo riconoscimento; dopo di lui ci furono Johnny Depp e George Clooney. Nello stesso anno apparve come guest star nell'ottava stagione di Friends, nella parte di un uomo che prova un forte rancore verso Rachel,[29] interpretata da Jennifer Aniston, all'epoca sposata con lui. Sempre nel 2000 lavorò per Guy Ritchie in Snatch - Lo strappo,[30] poi prese parte al grande successo di pubblico (meno di critica) di Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco, Ocean's Twelve e Ocean's Thirteen, tre prodotti che vedono un cast tra cui figurano anche George Clooney e Matt Damon.[31]

Nel 2001 affiancò Julia Roberts nel film The Mexican - Amore senza la sicura e Robert Redford nel film di spionaggio Spy Game.[32] Nello stesso anno insieme a Brad Grey e Jennifer Aniston fondò la casa di produzione Plan B Entertainment che produsse film come Troy, The Departed - Il bene e il male, La fabbrica di cioccolato, con Johnny Depp, A Mighty Heart - Un cuore grande, interpretato da Angelina Jolie, e L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford. Nel 2005, in seguito ad divorzio con Brad Pitt, la Aniston abbandonò la società e Brad Grey divenne amministratore delegato della Paramount Pictures, facendo dell'attore l'unico proprietario della casa di produzione. Tre dei film prodotti dalla Plan B Entertainment hanno vinto l'oscar come miglior film.[33]

Nel 2003 esordì come doppiatore, prima con il ruolo da protagonista nel film d'animazione della DreamWorks Sinbad - La leggenda dei sette mari[34] e poi in un episodio della serie televisiva animata King of the Hill. Nel 2004 recitò nel film Troy,[35] le cui riprese avvennero in Inghilterra, in Messico, in Spagna e in Grecia. Inoltre nei mesi che precedettero le riprese si è dovuto sottoporre a un duro allenamento fisico, insieme a Eric Bana, smise di fumare e si prestò ad un severo regime di esercizi e addestramenti per le scene a cavallo e i duelli con spada e lance. Durante le riprese subì l'infortunio al tendine d'Achille.[36] Con un totale mondiale di 497.4 milioni di dollari di incasso, Troy resta uno dei più grandi successi commerciali di Pitt.[37]

Dal 2005 al 2012[modifica | modifica wikitesto]

Brad Pitt a Berlino per la prima di Bastardi senza gloria (2009)

Nel 2005 recitò con Angelina Jolie in Mr. & Mrs. Smith,[38] dove interpretavano una coppia di coniugi annoiati che poi scoprono essere ciascuno un assassino inviato a uccidere l'altro, il film ha guadagnò 478 milioni di dollari in tutto il mondo, divenendo uno dei più grandi successi dell'anno. l'anno successivo recitò in Babel, vincitore di un Oscar come miglior colonna sonora,[39] che definì una delle migliori decisioni della sua carriera. Di grande rilievo fu poi la sua interpretazione in L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, presentato alla Mostra del cinema di Venezia e per il quale Pitt si aggiudicò la Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile.[40] Nel 2008 lavorò con i fratelli Coen in Burn After Reading - A prova di spia, ancora accanto all'amico George Clooney.[41] Nello stesso anno fu inserito dalla rivista Forbes al secondo posto degli attori più pagati al mondo con un compenso di 35 milioni di dollari,[42] e al primo posto dal sito McAfee come celebrità più pericolosa del web, ovvero quelle pagine dietro i cui nomi si nascondono tentativi di phishing, malware e pagine che sono cariche di software dannosi.[43]

Nel 2009 ricevette una nuova candidatura al Premio Oscar, stavolta come miglior attore, per l'interpretazione di Benjamin Button nel film Il curioso caso di Benjamin Button,[44] nel quale fu diretto per la terza volta da David Fincher. Il film riceve tredici nomination agli Oscar e incassa 329 milioni di dollari al box office in tutto il mondo. Nel 2009 vi fu l'uscita di un nuovo grande film, Bastardi senza gloria, diretto da Quentin Tarantino, dove interpreta il tenente Aldo Raine, un combattente della resistenza americana chiamato a combattere i nazisti nella Francia occupata dai tedeschi.[45] La pellicola fu presentata in anteprima al Festival di Cannes e ottenne un grande successo di pubblico e di critica incassando 311 milioni di dollari in tutto il mondo.[46] Nella classifica dello stesso anno delle 50 persone più sexy degli anni novanta, si aggiudicò il quarto posto ex aequo con Ben Affleck.

Nel 2010 doppiò il film d'animazione Megamind, diretto da Tom McGrath,[47] e fu inserito da Forbes al nono posto nella classifica degli attori più pagati al mondo con un guadagno di 20 milioni di dollari.[48] L'anno successivo apparve nel film The Tree of Life di Terrence Malick, insieme a Sean Penn e Jessica Chastain.[49] Il film fu presentato alla 64ª edizione del Festival di Cannes vincendo la Palma d'oro.[50] Sempre nello stesso anno recitò nel film L'arte di vincere di Bennett Miller, dove interpreta Billy Beane, ruolo che gli fece guadagnare una candidatura sia agli Oscar e ai Golden Globe del 2012. Aveva anche accettato di interpretare un esploratore britannico in cerca di una misteriosa civiltà amazzonica in Civiltà perduta, basato sul libro di David Grann e prodotto dalla Paramount, ruolo che in seguito rifiutò.[51] Nel 2012 venne scelto come testimonial del profumo Chanel N°5,[52] oltre ad essere protagonista del film Cogan - Killing Them Softly.[53] La pellicola venne presentata in anteprima, e in concorso, alla sessantacinquesima edizione del Festival di Cannes, e Pitt interpreta il ruolo di un sicario professionista chiamato ad investigare su una rapina a una partita di poker protetta dalla mafia.[54] La trattativa per questo ruolo fu molto breve, infatti il regista Andrew Dominik pensò subito a Pitt come possibile protagonista, e lo contattò chiedendogli se fosse interessato tramite un SMS, e l'attore rispose di .[55]

Dal 2013 a oggi[modifica | modifica wikitesto]

Brad Pitt a Sydney per la prima di World War Z (2013)

Nel 2013 fu protagonista del film World War Z dove interpreta il ruolo di un funzionario delle Nazioni Unite che segue una disperata corsa contro il tempo in cerca di un antidoto per fermare l'epidemia che trasforma gli esseri umani in zombie,[56] che con un incasso di 536 milioni di dollari è il più grande successo della carriera di Brad Pitt.[57] Venne scelto da Ridley Scott per interpretare Westray nel thriller The Counselor - Il procuratore,[58] la pellicola narra di un avvocato (Fassbender) che vedendo andare in rovina la sua vita e la sua carriera decide di prelevare un carico di cocaina, del valore di 20 milioni di dollari, oltre il confine messicano, con tragiche conseguenze sia per lui che per le persone a lui vicine. Prese parte anche al film 12 anni schiavo diretto da Steve McQueen,[59] vincitore del Toronto International Film Festival del 2013, in cui fu presentato in anteprima.[60] Il film vinse molti premi, e fece guadagnare all'attore i riconoscimenti più prestigiosi, tra cui l'Oscar e un Bafta come miglior film,[61][62] e un Golden Globe come miglior film drammatico,[63] essendo anche produttore della pellicola.

Il 2014 lo vide protagonista del war movie Fury, diretto da David Ayer. La pellicola, ambientata durante la seconda guerra mondiale, narra la storia del sergente Don Collier che, insieme alla sua squadra di soldati e ad un carro armato Sherman, compie una difficile missione oltre le linee nemiche.[64] Nel novembre 2015 vi fu l'uscita del film By the Sea, accanto ad Angelina Jolie, che oltre alle vesti di coprotagonista ne è stata anche produttrice e regista della pellicola.[65] Il film, ambientato negli anni 70 segue le vicende di una coppia in crisi, che si ritrova in vacanza in un resort della Francia.[66]

Nel settembre 2015 presentò il cortometraggio Fino all'ultima staccata, dove oltre ad esserne la voce narrante ne fu anche il produttore. Il documentario narra del mondo del motomondiale e i loro protagonisti: Valentino Rossi, Jorge Lorenzo, Marc Márquez, Dani Pedrosa, Marco Simoncelli e Casey Stoner.[67] A gennaio del 2015 annunciò la produzione con la sua compagnia, la Plan B, l'adattamento cinematografico di un altro romanzo di Michael Lewis, il secondo dopo L'arte di vincere del 2011. Nel film, intitolato La grande scommessa, recitò lo stesso Pitt a fianco di Ryan Gosling e Christian Bale.[68] L'uscita del film avvenne nel dicembre dello stesso anno negli Stati Uniti, e nel gennaio 2016 in Italia.[69]

Nel 2016 venne ideato dal sito Long Prawn un libro di ricette, dal titolo Fat Brad, ispirato ai cibi che l'attore mangia nei suoi film.[70] Nel mese di novembre nelle sale cinematografiche statunitensi, e nel mese di gennaio 2017 in Italia, venne distribuito il thriller romantico Allied - Un'ombra nascosta.[71] dove Pitt è protagonista, insieme a Marion Cotillard. La regia del film è di Robert Zemeckis. A partite dal maggio 2017 fu distribuito sulla piattaforma Netflix il film War Machine, dove Pitt oltre a essere protagonista vestì anche i panni del produttore. La pellicola narra la storia dell’ascesa e della rovina del generale statunitense McMahon.[72]

Nel febbraio 2018 entra ufficialmente nel cast del film diretto da Quentin Tarantino, Once Upon a Time in Hollywood. La pellicola, tratta da una storia vera, racconterà la storia della Family Manson e degli omicidi da loro compiuti. Pitt interpreterà lo stuntman Cliff Booth, accanto a lui nel cast anche Leonardo DiCaprio. La pellicola uscirà nelle sale cinematografiche il 9 agosto 2019, nel 50esimo anniversario della strage avvenuta al 10050 Cielo Drive.[73][74]

Attivismo[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2007, Pitt e sua moglie Angelina Jolie donarono un milione di dollari a tre organizzazioni in Ciad e Sudan dedicate alle persone colpite dalla crisi nella regione del Darfur.[75] Pitt è uno dei fondatori del Not On Our Watch, un'organizzazione che concentra l'attenzione mondiale per fermare le atrocità di massa.[76]

Brad Pitt al Festival di Cannes 2012.

Nel 2006 si impegnò per la ricostruzione di New Orleans, dopo l'uragano Katrina, donando cinque milioni di dollari e finanziando la ricostruzione di 150 alloggi.[77][78] Nel settembre 2009, Pitt ricevette un premio dal U.S. Green Building Council, un'organizzazione commerciale senza scopo di lucro che promuove la sostenibilità degli edifici. Nel settembre 2006, Pitt e Jolie crearono un'organizzazione caritatevole, la Jolie-Pitt Foundation, per aiutare in cause umanitarie in tutto il mondo. La fondazione fece donazioni iniziali di un milione di dollari per Global Action for Children e un altro per Medici Senza Frontiere. La fondazione donò 2,4 milioni nel 2006 e 3,4 milioni nel 2007. Nel 2008 donarono un milione di dollari ad alcune associazioni che si occupano dei bambini iracheni vittime delle guerre.[79]

Tra il 2009 e 2010 la coppia decise di creare una linea di gioielli dal nome The Protector, destinando i proventi all'ente benefico EPCC-Education Partnership for Children of Conflict,[80] associazione che vede tra i fondatori la stessa Jolie. Nello stesso anno donarono un milione di dollari a Medici senza frontiere come contributo per le operazioni mediche.[81] Nel 2011 tramite la fondazione Jolie-Pitt donarono 340.000 dollari in favore di madri e bambini profughi in Somalia.[82]

Pitt sostiene le rivendicazioni dei diritti della comunità gay e si è sempre dichiarato favorevole al matrimonio fra persone dello stesso sesso.[83][84] I due hanno più volte affermato di non volersi sposare negli USA fino a quando ciò non sarà concesso anche a persone dello stesso sesso o, in alternativa, di volerlo fare in uno Stato che consente le unioni gay.[85]

Nel 2017 la Jolie-Pitt Foundation co-finanziò la costruzione un santuario intitolato alla figlia primogenita, la Shiloh Wildlife Sanctuary, con l'obiettivo principale di fornire cure agli animali vittime del bracconaggio.[86]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'uscita del film Sette anni in Tibet il governo della Repubblica Popolare Cinese affermò che i militari cinesi vennero capziosamente rappresentati in comportamenti brutali contro la popolazione locale, mentre i tibetani, al contrario, furono dipinti unicamente in modo positivo. In conseguenza di ciò, il regista e gli attori protagonisti Brad Pitt e David Thewlis sono stati banditi per sempre dalla Cina.[87]

Insieme ad Angelina Jolie possiede un patrimonio di circa 380 milioni di dollari,[88] di cui 209 del solo Pitt, possiede anche diverse case, una a Los Angeles[89] e un'altra a New Orleans,[90] un castello a Miraval nel sud della Francia[91] e villa Costanza in Valpolicella, nel Veneto.[92] Per i cinquant'anni dell'attore, la Jolie ha comprato un'isola nella costa orientale degli Stati Uniti, a 50 miglia da New York.[93]

Relazioni[modifica | modifica wikitesto]

Brad Pitt e la ex moglie Angelina Jolie al Festival di Cannes 2007

Dopo due anni di fidanzamento, il 29 luglio 2000 sposò l'attrice Jennifer Aniston, in una cerimonia privata a Malibù.[94] Nel gennaio 2005 i due annunciarono la separazione, raggiungendo il divorzio a ottobre dello stesso anno. Nell'aprile dello stesso anno Pitt venne fotografato durante una vacanza in Kenya insieme all'attrice Angelina Jolie, conosciuta sul set di Mr. & Mrs. Smith, e il figlio Maddox.[95] L'11 gennaio del 2006, in un'intervista alla rivista People, Angelina Jolie dichiarò di aspettare un figlio da Pitt, confermando per la prima volta in pubblico la loro relazione.[96]

Nell'aprile 2012 la coppia si fidanzò ufficialmente[97] e il 23 agosto 2014 convolò a nozze in una cerimonia privata nel loro castello a Miraval, in Francia.[98][99] Le foto delle nozze furono vendute alle riviste Hello e People per 5 milioni di dollari, somma donata alla fondazione, Jolie-Pitt Foundation.[100]

Il 19 settembre 2016 la Jolie presentò istanza di divorzio da Pitt, citando differenze inconciliabili.[101][102]

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 gennaio 2006 un giudice della California ha approvato la sua richiesta di adottare legalmente i due figli della Jolie Chivan Maddox e Zahara Marley. I loro cognomi sono stati formalmente cambiati in "Jolie-Pitt".[103]

Il 27 maggio 2006 diventa padre della sua prima figlia naturale, Shiloh Nouvel, nata a Swakopmund, in Namibia.[104] La coppia ha venduto le prime foto di Shiloh per oltre 4,1 milioni di dollari, i proventi sono stati donati ad associazioni di beneficenza per bambini africani.[105]

Il 15 marzo 2007, la Jolie ha adottato un bambino di tre anni, Pax Thien, proveniente da un orfanotrofio di Ho Chi Minh City e nato il 29 novembre 2003, in Vietnam[106].

Il 12 luglio 2008 diventa padre di due gemelli, Knox e Vivienne, nati al Lenval Hospital di Nizza, in Francia.[107] I diritti per le prime immagini dei due bambini sono state vendute alle riviste People e Hello per 14 milioni di dollari. La coppia ha donato il ricavato alla Fondazione Jolie-Pitt.[108]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Filmografia di Brad Pitt.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Premi e riconoscimenti di Brad Pitt.

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Brad Pitt è stato doppiato da:

  • Sandro Acerbo in In mezzo scorre il fiume, Vento di passioni, Intervista col vampiro, Seven, Sleepers, L'ombra del diavolo, Sette anni in Tibet, Vi presento Joe Black, Fight Club, Snatch - Lo strappo, The Mexican - Amore senza sicura, Spy Game, Friends, Ocean's Eleven - Fate il vostro gioco, Full Frontal, Ocean's Twelve, Mr. & Mrs. Smith, Babel, Ocean's Thirteen, L'assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford, Burn After Reading - A prova di spia, Il curioso caso di Benjamin Button, Bastardi senza gloria, The Tree of Life, L'arte di vincere, Cogan - Killing Them Softly, World War Z, 12 anni schiavo, Fury, By the Sea, La grande scommessa, Allied - Un'ombra nascosta, War Machine
  • Fabio Boccanera in Glory Days, Johnny Suede
  • Massimo Lodolo in Thelma & Louise
  • Simone Mori in Freddy's Nightmares (1° doppiaggio)
  • Pino Insegno ne L'esercito delle 12 scimmie
  • Luca Dal Fabbro in Vite dannate
  • Riccardo Rossi in Incubi e Freddy's Nightmares (2° doppiaggio)
  • Alessandro Quarta in Una pista per due
  • Mauro Gravina in Fuga dal mondo dei sogni
  • Roberto Pedicini in Kalifornia
  • Christian Iansante in Una vita al massimo
  • Vittorio De Angelis in A letto con l'amico
  • Loris Loddi in Troy[109]
  • Massimiliano Alto in Il ritorno di Brian
  • Adriano Giannini in The Counselor - Il procuratore.[110]

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Angelina Jolie files for divorce from Brad Pitt 'for the health of the family', in The Daily Telegraph, 20 settembre 2016. URL consultato il 20 settembre 2016.
  2. ^ Brad Pitt biografia, su comingsoon.it. URL consultato il 31 gennaio 2018.
  3. ^ Brad Pitt, su trovacinema.repubblica.it. URL consultato il 3 luglio 2017.
  4. ^ Focus, n°216, ottobre 2010, p.157
  5. ^ (EN) Sean Connery era imbianchino di bare, Brad Pitt "l'uomo sandwich": tutti i lavori delle star prima di diventare famosi, liberoquotidiano, 30 dicembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2015.
  6. ^ (EN) Dallas, Full Cast & Crew, imdb. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  7. ^ Johnny Depp e Brad Pitt in 21 Jump Street, cineblog, 1º marzo 2008. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  8. ^ Da Thelma & Louise a Fury: Brad Pitt, storia di un'icona di Hollywood, pianetadonna, 25 settembre 2015. URL consultato il 29 settembre 2015.
  9. ^ (EN) people.com, http://www.people.com/people/brad_pitt/biography. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  10. ^ (EN) Total Recall: Brad Pitt's Best Movie, su rottentomatoes.com. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  11. ^ In mezzo scorre il fiume, su mymovies.it. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  12. ^ Kalifornia, su comingsoon.it. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  13. ^ La recensione su Kalifornia, su filmtv.it. URL consultato il 7 ottobre 2017.
  14. ^ Vento di passioni, mymovies.it. URL consultato il 31 marzo 2014.
  15. ^ (EN) Matt Zoller Seitz, Bloodlust, Dallas Observer, 10 novembre 1994, p. 1. URL consultato l'11 ottobre 2015.
  16. ^ Intervista col vampiro (1994) Awards, su imdb.com. URL consultato l'11 giugno 2017.
  17. ^ a b Brad Pitt: l'uomo più sexy del mondo (di nuovo), mymovies, 2 novembre 2000. URL consultato il 12 settembre 2015.
  18. ^ Seven, thriller allo stato puro con Brad Pitt, Morgan Freeman e Kevin Spacey, tvzap.kataweb, 10 febbraio 2015. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  19. ^ 20 curiosità su Seven, su themacguffin.it, 12 maggio 2016. URL consultato il 9 ottobre 2017.
  20. ^ L'esercito delle dodici scimmie, film.it. URL consultato il 31 marzo 2014.
  21. ^ Brad Pitt: numeri, curiosità e tutto quello che c’è da sapere su di lui, su grazia.it, 1º giugno 2017. URL consultato l'11 giugno 2017.
  22. ^ (EN) Marc Savlov, Interview With the Vampire review, in The Austin Chronicle, 11 novembre 1994. URL consultato il 15 ottobre 2008.
  23. ^ Tutte le curiosità che girano attorno al Titanic, su blog.ivid.it. (archiviato dall'url originale il 6 novembre 2014).
  24. ^ Sleepers recensione del film con Brad Pitt, cinefilos, 20 novembre 2013. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  25. ^ Brad Pitt torna in Cina dopo tanti anni. Era persona non gradita, magazine24. URL consultato il 12 ottobre 2015.
  26. ^ Harrison Ford E Brad Pitt Sul Set Di L'Ombra Del Diavolo, movieplayer. URL consultato il 12 ottobre 2015.
  27. ^ Chris Nashawaty, Brad Pitt loses his teeth for a "Fight", in Entertainment Weekly, 16 luglio 1998. URL consultato il 23 marzo 2007.
  28. ^ Vi presento Joe Black, film.it. URL consultato il 31 marzo 2014.
  29. ^ Le guest star in "Friends", fanpage. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  30. ^ Snatch - Lo strappo, comingsoon, 18 marzo 2007. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  31. ^ Ocean's Weekend saga con George Clooney e Brad Pitt, cinetvlandia, 1º settembre 2015. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  32. ^ The mexican - amore senza la sicura - con Julia Roberts e Brad Pitt, auditoriumcasatenovo. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  33. ^ Plan B Entertainment, il grande successo di Brad Pitt nelle vesti di produttore, su mauxa.com, 17 maggio 2017. URL consultato il 17 ottobre 2017.
  34. ^ Sinbad all'americana non più arabo ma siciliano, repubblica, 14 dicembre 2003. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  35. ^ Scheda Troy, cinemovie.info. URL consultato il 24 settembre 2015.
  36. ^ Brad Pitt: su quel set rischiavo d'impazzire, repubblica, 25 aprile 2004. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  37. ^ Troy Box Office, su movieplayer.it. URL consultato il 21 ottobre 2017.
  38. ^ Mr. & Mrs. Smith, mymovies. URL consultato il 6 settembre 2013.
  39. ^ Babel, il film di Inarritu con Brad Pitt ed Angelina Jolie, il sussidiario. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  40. ^ Coppa Volpi a Brad Pitt e Cate Blanchett, blogsome.com, 8 settembre 2007. URL consultato il 24 settembre 2015.
  41. ^ Burn After Reading Trailer e Video, comingsoon. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  42. ^ I 10 attori più pagati al mondo, antveral.wordpress.com, 15 aprile 2008. URL consultato il 31 marzo 2014.
  43. ^ La classifica delle celebrità più pericolose della Rete, su lastampa.it, 17 settembre 2008. URL consultato il 20 settembre 2017.
  44. ^ Il curioso caso di Benjamin Button di David Fincher, su ondacinema.it. URL consultato il 28 settembre 2013.
  45. ^ Bastardi senza gloria, trovacinema.repubblica. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  46. ^ I Bastardi senza gloria di Quentin Tarantino approdano alla Croisette, mavieplayer, 20 maggio 2009. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  47. ^ Megamind - ecco la locandina, cineblog, 21 maggio 2010. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  48. ^ Gli attori più pagati del 2010, su recensioniagogo.com, 13 settembre 2010. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  49. ^ The Tree of Life, il film con Brad Pitt, ilsussidiario, 9 giugno 2013. URL consultato il 29 settembre 2015.
  50. ^ Festival di Cannes. The Tree of Life vince la Palma d'Oro, su progressonline.it. URL consultato il 28 settembre 2013.
  51. ^ (EN) Paramount's The Lost City of Z Has Lost Brad Pitt, vulture.com, 11 aprile 2010. URL consultato il 20 dicembre 2013.
  52. ^ Brad Pitt testimonial nello spot di Chanel N.5 15 ottobre 2012 today.it
  53. ^ Brad Pitt è Cogan, killer gentile, ilgiornale.it. URL consultato il 28 settembre 2013.
  54. ^ Cogan - Killing Them Softly: La recensione del film con Brad Pitt, su cineblog.it, 20 ottobre 2012. URL consultato il 23 aprile 2017.
  55. ^ Brad Pitt Curiosità, su movieplayer.it. URL consultato il 21 ottobre 2017.
  56. ^ World War Z: Brad Pitt e famiglia, in fuga dall'epidemia, bestmovie.it. URL consultato il 15 giugno 2013.
  57. ^ “World War Z” ha avuto il più grande successo tra i film di Brad Pitt, su italian.ruvr.ru, 8 agosto 2013. URL consultato il 17 agosto 2013.
  58. ^ L'avvocato Fassbender tra Brad Pitt, Javier Bardem e Penelope Cruz in The Counselor, bestmovie.it, 9 agosto 2013. URL consultato il 12 agosto 2013.
  59. ^ 12 years a slave, con Chiwetel Ejiofor Michael Fassbender e Brad Pitt, film.cinema.com. URL consultato il 26 agosto 2013.
  60. ^ Toronto Film Festival 2013: vince 12 Years a Slave, elle.it. URL consultato il 16 settembre 2013.
  61. ^ Le nomination agli Oscar 2014, cineblog.it. URL consultato il 14 gennaio 2014.
  62. ^ Bafta 2014, vincitori: trionfo 12 anni Schiavo - La Grande Bellezza Miglior film Straniero, su cineblog.it. URL consultato il 17 febbraio 2014.
  63. ^ Golden Globe 2014, vincono "American Hustle" e "12 anni schiavo", su repubblica.it. URL consultato il 13 gennaio 2014.
  64. ^ Brad Pitt protagonista del war movie Fury, bestmovie. URL consultato il 2 settembre 2014.
  65. ^ By the Sea: il film con Angelina Jolie e Brad Pitt uscirà a novembre, bestmovie, 8 maggio 2015. URL consultato il 24 maggio 2015.
  66. ^ La Universal Pictures distribuirà By The Sea, il nuovo film di Angelina Jolie, badtaste, 8 maggio 2015. URL consultato il 24 maggio 2015.
  67. ^ Brad Pitt a Silverstone per presentare Hitting the Apex, Cinefilos, 31 agosto 2015. URL consultato il 1º settembre 201.
  68. ^ Brad Pitt, Ryan Gosling e Christian Bale insieme per un film, fidelityhouse.eu, 13 gennaio 2015. URL consultato il 14 febbraio 2015.
  69. ^ The Big Short - La grande scommessa: primo trailer del film con Brad Pitt, Ryan Gosling e Christian Bale, cineblog, 23 settembre 2015. URL consultato il 23 settembre 2015.
  70. ^ Il libro di ricette ispirato ai film di Brad Pitt, su bigodino.it, 26 agosto 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  71. ^ Allied – Un’ombra nascosta: il trailer del nuovo film con Brad Pitt e Marion Cotillard, su telefilm-central.org, 3 settembre 2016. URL consultato il 5 settembre 2016.
  72. ^ War Machine: il nuovo trailer del film con Brad Pitt in arrivo su Netflix!, su badtaste.it, 30 marzo 2017. URL consultato il 23 aprile 2017.
  73. ^ Brad Pitt entra ufficialmente nel cast del film di Tarantino sulle vicende di Charles Manson, su repubblica.it, 1º marzo 2018. URL consultato il 2 marzo 2018.
  74. ^ Leonardo DiCaprio e Brad Pitt insieme nel nuovo film di Quentin Tarantino, su ilfattoquotidiano.it, 1º marzo 2018. URL consultato il 2 marzo 2018.
  75. ^ (EN) Jolie-Pitt Foundation donates US$1 million to groups working in Darfur, su unhcr.org, 10 maggio 2007. URL consultato il 9 aprile 2018.
  76. ^ Donazione di ‘Not On Our Watch' all'operazione aerea in Darfur, wfp, 13 marzo 2008. URL consultato l'11 ottobre 2008.
  77. ^ Effetto Brad Pitt: 10 anni dopo 109 famiglie ritrovano una casa, repubblica, 17 agosto 2015. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  78. ^ Brad Pitt architetto a New Orleans, tgcom, 4 dicembre 2007. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  79. ^ Angelina Jolie e Brad Pitt: un milione di dollari ai bambini iracheni, myluxury, 10 luglio 2008. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  80. ^ Brad Pitt e la Jolie si danno ai gioielli. Per beneficenza, su affaritaliani.it, 17 novembre 2009. URL consultato il 22 novembre 2017.
  81. ^ La Fondazione di Angelina Jolie e Brad Pitt donera' un milione di dollari a Medici senza Frontiere, romagnanoi, 14 gennaio 2010. URL consultato l'8 ottobre 2015.
  82. ^ Brad Pitt e Angelina Jolie donano 340,000 dollari ai bambini somali, su gossipblog.it, 10 ottobre 2011. URL consultato il 28 settembre 2013.
  83. ^ Brad Pitt: "Il matrimonio gay è inevitabile, solo questione di tempo", su queerblog.it. URL consultato il 14 settembre 2012.
  84. ^ Matrimoni gay: Brad Pitt è favorevole mentre sua madre è pubblicamente contraria, queerblog.it. URL consultato il 21 agosto 2012.
  85. ^ (EN) Gay rights advocates Brad Pitt and Angelina Jolie reportedly to marry in Windsor England which backs same sex marriages, dailytelegraph.com. URL consultato il 21 agosto 2012.
  86. ^ La sorpresa di Angelina Jolie alla figlia Shiloh dimostra perché è una brava mamma, su huffingtonpost.it, 13 luglio 2017. URL consultato il 14 luglio 2017.
  87. ^ Cina, le star bandite per il supporto al Tibet, lettera43, 12 settembre 2015. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  88. ^ Brad Pitt-Angelina Jolie, i dettagli del contratto prematrimoniale, su spettegola.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  89. ^ Casa di Brad Pitt e Angelina Jolie a Los Angeles, su gossip.nanopress.it, 30 giugno 2013. URL consultato il 28 novembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 dicembre 2013).
  90. ^ Ecco la villa di New Orleans, su guide.supereva.it. URL consultato il 28 novembre 2013.
  91. ^ Villa di Angelina Jolie e Brad Pitt, un vero castello per la coppia vip, su myluxury.it, 25 marzo 2013. URL consultato il 28 novembre 2013.
  92. ^ Pitt e Jolie, guarda la loro nuova villa da sogno nel Veronese, oggi.it, 9 settembre 2010. URL consultato il 28 novembre 2013.
  93. ^ Angelina Jolie regala un'isola a forma du cuore a Brad Pitt: 15 milioni per Petra Island, su huffingtonpost.it, 25 novembre 2013. URL consultato il 22 novembre 2017.
  94. ^ La romantica cerimonia nuziale di Brad Pitt e Jennifer Aniston, nozzeclick. URL consultato il 29 settembre 2013.
  95. ^ (EN) Emily Sheridan, The final insult: Brad Pitt confesses he DID fall in love with Angelina while married to Jennifer Aniston, in Daily Mail, 11 dicembre 2008. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  96. ^ (EN) Angelina Jolie Pregnant - Pregnancy, Angelina Jolie, Brad Pitt, in People, 11 gennaio 2006. URL consultato il 4 febbraio 2014.
  97. ^ Angelina Jolie e Brad Pitt fidanzati ufficialmente, Vanityfair.it. URL consultato il 29 settembre 2013.
  98. ^ Brad Pitt e Angelina Jolie si sono sposati, ansa. URL consultato il 29 agosto 2014.
  99. ^ Brad Pitt e Angelina Jolie sposi, su repubblica.it. URL consultato il 29 agosto 2014.
  100. ^ Il guadagno di Brad e Angelina per le foto del matrimonio, su thegossipers.com. URL consultato il 10 settembre 2014.
  101. ^ (EN) Angelina Jolie files for divorce from Brad Pitt 'for the health of the family, The Telegraph. URL consultato il 20 settembre 2016.
  102. ^ Angelina Jolie chiede il divorzio da Brad: la risposta di Pitt, su d.repubblica.it, 20 settembre 2016. URL consultato il 9 aprile 2018.
  103. ^ (EN) Judge says Jolie's children can take Pitt's name, msnbc.msn.com. URL consultato il 5 novembre 2008.
  104. ^ E' nata Shiloh Nouvel, la figlia di Jolie e di Pitt, repubblica.it, 28 maggio 2006. URL consultato il 28 settembre 2013.
  105. ^ Shiloh Nouvel, le foto della figlia di Angelina Jolie e Brad Pitt, pourfemme. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  106. ^ Angelina Jolie e il coraggio di adottare da mamma single, bebeblog, 22 ottobre 2014. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  107. ^ Le prime immagini della famiglia Jolie-Pitt dopo il parto, notiziegossip.com. URL consultato il 5 novembre 2008 (archiviato dall'url originale il 15 settembre 2012).
  108. ^ Brad Pitt e le foto dei gemelli: il perché della vendita in esclusiva, elle, 26 settembre 2011. URL consultato il 10 ottobre 2015.
  109. ^ scelto dallo stesso regista Wolfgang Petersen
  110. ^ Scelto dal regista Ridley Scott

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cormarc McCarthy, All the Pretty Horses, 1993.
  • Brad Pitt, Hot and Sexy 10cc S/Wrap Hodder Childrens Books, Hodder, 1996, ISBN 978-0-340-66092-8.
  • Amy Dempsey, La vera storia di Brad Pitt, Gremese Editore, 1997.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN12462881 · ISNI (EN0000 0001 1438 0049 · SBN IT\ICCU\RAVV\100179 · LCCN (ENno92031176 · GND (DE119320940 · BNF (FRcb135072460 (data)
Wikimedaglia
Questa è una voce di qualità.
È stata riconosciuta come tale il giorno 22 marzo 2018 — vai alla segnalazione.
Naturalmente sono ben accetti altri suggerimenti e modifiche che migliorino ulteriormente il lavoro svolto.

Segnalazioni  ·  Criteri di ammissione  ·  Voci di qualità in altre lingue