Mangia prega ama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo romanzo, vedi Mangia, prega, ama - Una donna cerca la felicità.
Mangia prega ama
Mangia prega ama.jpg
Julia Roberts in una scena del film
Titolo originaleEat Pray Love
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2010
Durata133 min
(versione cinematografica)
143 min
(director's cut)
Generecommedia, drammatico, sentimentale
RegiaRyan Murphy
SoggettoElizabeth Gilbert (romanzo)
SceneggiaturaRyan Murphy, Jennifer Salt
ProduttoreDede Gardner
Produttore esecutivoBrad Pitt, Jeremy Kleiner, Stan Wlodkowski
Casa di produzioneColumbia Pictures, Plan B Entertainment, Red Om Films, Syzygy Productions
Distribuzione in italianoSony Pictures
FotografiaRobert Richardson
MontaggioBradley Buecker
MusicheDario Marianelli
ScenografiaBill Groom
CostumiMichael Dennison
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Mangia prega ama (Eat Pray Love) è un film del 2010 diretto da Ryan Murphy, basato sul libro autobiografico di Elizabeth Gilbert Mangia, prega, ama - Una donna cerca la felicità.

Protagonista del film, nel ruolo di Elizabeth Gilbert, è Julia Roberts, affiancata da Javier Bardem, James Franco, Billy Crudup e Richard Jenkins.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Elizabeth Gilbert ha una vita apparentemente perfetta: un solido matrimonio, una bella casa e un buon lavoro. Ma tutto questo sembra non bastarle per essere felice, sente il desiderio di allontanarsi da tutto. Infatti a tre anni dal difficile divorzio da Stephen e da una tormentata storia d'amore con David, Elizabeth decide di lasciare tutto, compresa la sua amica Delia, per intraprendere un viaggio intorno al mondo.

Tra le tappe, che la donna racconta minuziosamente in un diario, soggiorna per quattro mesi in Italia, visitando Roma e Napoli e, assieme a Giovanni e a una ragazza svedese, si avvicina ai piaceri del palato della buona cucina italiana ingrassando di dodici chili e godendosi la vita nel dolce far niente. Successivamente fa tappa in India, dove trascorre il tempo meditando presso un centro di preghiera e conversando con Richard, un uomo con un divorzio alle spalle causato da una vita sregolata, che le suggerisce di rimanere lì finché non si sarà perdonata la colpa del fallimento del proprio matrimonio.

Infine Elizabeth si reca a Bali, in Indonesia, dove viene aiutata da uno sciamano a guarire la tristezza che ha nel cuore, impara a sorridere ed amare nuovamente, anche grazie a un fortunato incontro con Felipe col quale, non senza forti resistenze legate alla paura dei rischi di amare nuovamente, alla fine deciderà di vivere pienamente una storia d'amore già nata tra i due ma fino ad allora non dichiaratamente accettata.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate a New York, proseguite a Delhi e Pataudi (India), Bali (Indonesia), Roma e Napoli. Le riprese italiane del film hanno avuto luogo tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre 2009. A Roma sono state girate scene a Piazza Navona[1], Campo de' Fiori, Piazza di Spagna e Villa Borghese. A Napoli le riprese si sono svolte nel quartiere Forcella.[2], presso “L’antica pizzeria da Michele”, celebre locale storico e tempio della pizza di Napoli e nel mondo.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 13 agosto 2010, mentre in Italia il 17 settembre 2010.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato in tutto il mondo più di 200 milioni di dollari, rendendolo un vero e proprio successo planetario parzialmente

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trattorie e occhiali scuri. La Roma della diva Julia, su archiviostorico.corriere.it (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2014).
  2. ^ Folla in delirio per la diva Julia a Napoli. E sul set spuntano finti panni ai balconi, su archiviostorico.corriere.it (archiviato dall'url originale il 20 novembre 2015).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema