American Crime Story

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
American Crime Story
American Crime Story.jpg
Logo
Titolo originaleAmerican Crime Story
PaeseStati Uniti d'America
Anno2016 – in produzione
Formatoserie TV
Generedrammatico, giallo, giudiziario, antologico
Stagioni2
Episodi19
Durata45 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreScott Alexander, Larry Karaszewski
Interpreti e personaggi
v. Personaggi e interpreti
MusicheMac Quayle
ProduttoreChip Vucelich, John Travolta, Alexis Martin Woodall
Produttore esecutivoLarry Karaszewski, Scott Alexander, Brad Falchuk, Brad Simpson, Nina Jacobson, Dante Di Loreto, Ryan Murphy, D.V. DeVincentis, Tom Rob Smith
Casa di produzioneScott & Larry Productions, Color Force, Ryan Murphy Productions, FXP, Fox 21 Television Studios
Prima visione
Prima TV originale
Dal2 febbraio 2016
Alin corso
Rete televisivaFX
Prima TV in italiano
Dal6 aprile 2016
Alin corso
Rete televisivaFox Crime

American Crime Story è una serie televisiva antologica statunitense trasmessa dal 2016 dalla rete via cavo FX.

Ogni stagione si presenta come un'autonoma miniserie narrante le vicende legate a un noto caso giudiziario e di cronaca nera dal forte impatto mediatico nella storia moderna statunitense. La prima, incentrata sul caso O. J. Simpson, ha riscosso un successo sia da parte del pubblico che della critica, risultando tra le opere più premiate ai premi Emmy 2016 e ai Golden Globe 2017. La seconda stagione, invece, è incentrata sull'assassinio del noto stilista italiano Gianni Versace nel 1997 per mano di Andrew Cunanan. Un'ulteriore stagione è in produzione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione: Il caso O.J. Simpson[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di American Crime Story (prima stagione).

La prima stagione si concentra sulla figura di O. J. Simpson e sul delitto della moglie Nicole Brown e del compagno di quest'ultima. La stagione, infatti, parte dall'omicidio della donna e segue il lungo processo che vide come protagonista O.J., accusato dell'omicidio di Nicole.

Seconda stagione: L'assassinio di Gianni Versace[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di American Crime Story (seconda stagione).

La seconda stagione vede come argomento l'omicidio di Gianni Versace da parte di Andrew Cunanan e la storia vista dal punto di vista di quest'ultimo.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

La terza stagione vede come filone principale l'Uragano Katrina e le devastanti conseguenze, fomentate anche dal governo locale del periodo, che ebbe sulla popolazione di New Orleans, in particolar modo al Memorial Medical Center, un ospedale dove la maggior parte della popolazione si rifugiò.

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

La quarta stagione sarebbe dovuta essere incentrata su Sexgate, lo scandalo politico-sessuale che coinvolse il presidente degli Stati Uniti d'America Bill Clinton durante il suo secondo mandato, ma Ryan Murphy ha dichiarato che per motivi logistici la quarta stagione non riguarderà più lo scandalo Clinton-Lewinsky, e, per ora, è stata accantonata.[1]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA Prima TV Italia
Prima stagione 10 2016 2016
Seconda stagione 9 2018 2018
Terza stagione TBA 2018-2019 2019

Personaggi ed interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione: Il caso O.J. Simpson[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Seconda stagione: L'assassinio di Gianni Versace[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Terza stagione: Katrina[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Concezione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

American Crime Story venne ufficialmente annunciata il 7 ottobre 2014, quando l'emittente FX ordinò la produzione di una stagione di dieci episodi per rappresentare il caso O. J. Simpson; l'opera, sviluppata da Scott Alexander e Larry Karaszewski, vede tra i produttori esecutivi, insieme a Nina Jacobson, anche Ryan Murphy e Brad Falchuk, già ideatori per la stessa rete della serie antologica horror American Horror Story.[2] Originariamente concepita per la Fox, prima di passare alla rete via cavo sorella FX, la serie venne presentata proprio come una serie "parente" di American Horror Story, da cui ne ricalca il titolo, mantenendo parte della struttura e dello stile narrativo, ma discostandosi dal genere fantastico per raccontare storie vere legate a celebri casi di cronaca nera e giudiziaria che hanno avuto un forte impatto mediatico negli Stati Uniti.[2][3][4]

La prima stagione, intitolata Il caso O.J. Simpson (The People v. O. J. Simpson) e quindi ambientata a metà degli anni 1990, è basata sul libro del 1997 The Run of His Life: The People v. O. J. Simpson, scritto dall'avvocato e analista legale per alcune testate statunitensi Jeffrey Toobin.[3] Nel corso del 2016 furono annunciate la produzione di due nuove stagioni, una incentrata su alcuni casi di "tragedia umana" derivanti dalle conseguenze dell'uragano Katrina e una sulle vicende legate all'omicidio di Gianni Versace per mano del serial killer Andrew Cunanan; la storia sull'omicidio di Versace è basata sul libro del 1999 Vulgar favors : Andrew Cunanan, Gianni Versace, and the largest failed manhunt in U.S. history scritto dalla giornalista Maureen Orth, per la stagione incentrata sui postumi dell'uragano Katrina in un primo momento era stato scelto il libro del 2006 The Great Deluge: Hurricane Katrina, New Orleans, and the Mississippi Gulf Coast scritto dal professore di storia Douglas Brinkley, ma in seguito venne preferito Five Days At Memorial di Sheri Fink.[5][6][7] Per entrambe nel gruppo di sceneggiatori non figura più Scott Alexander e Larry Karaszewski; i primi episodi de L'assassinio di Gianni Versace sono scritti da Tom Rob Smith.[5][6]

La quarta stagione, annunciata nel gennaio 2017, inizialmente era incentrata sullo scandalo che coinvolse Bill Clinton, presidente degli Stati Uniti d'America durante il suo secondo mandato, e la stagista Monica Lewinsky[8], ma nell'aprile 2018 l'idea è stata annullata.[9]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione: Il caso O.J. Simpson[modifica | modifica wikitesto]

Cuba Gooding Jr. e Sarah Paulson furono i primi ad essere ingaggiati per i ruoli di O. J. Simpson e Marcia Clark nel dicembre 2014.[10] Nello stesso mese si unì al cast anche David Schwimmer per il ruolo di Robert Kardashian,[11], mentre il mese seguente John Travolta fu ingaggiato per quello di Robert Shapiro, unendosi al progetto anche nelle vesti di produttore.[12] Nei mesi seguenti fu annuciata anche la presenza di Courtney B. Vance, Connie Britton, Sterling K. Brown, Jordana Brewster, Kenneth Choi, Selma Blair e Nathan Lane.[13][14][15][16][17][18]

Seconda stagione: L'assassinio di Gianni Versace[modifica | modifica wikitesto]

Nel febbraio 2017 Édgar Ramírez e Darren Criss sono stati i primi attori ad entrare nel cast della seconda stagione, rispettivamente per i ruoli di Gianni Versace e Andrew Cunanan.[19] Il marzo successivo si aggiunge al cast Penélope Cruz nel ruolo principale di Donatella Versace,[20] mentre ad aprile viene ingaggiato Ricky Martin per il ruolo di Antonio D'Amico, collega e partner di Gianni Versace.[21] Fanno parte del cast anche Annaleigh Ashford e Max Greenfield..[22] A giugno del 2017 ha confermato la sua presenza nel cast anche Finn Wittrock; egli interpreta Jeffrey Trail, la prima vittima di Cunanan.

Terza stagione[modifica | modifica wikitesto]

Tra i mesi di febbraio e maggio 2017 una prima fase del casting aveva visto l'ingaggio di Annette Bening, per il ruolo della governatrice della Louisiana Kathleen Blanco, Matthew Broderick, per quello del direttore della FEMA Michael D. Brown, Dennis Quaid, scelto per impersonare il Presidente George W. Bush, ed era stata annunciata la presenza nel cast anche di Sarah Paulson, Cuba Gooding Jr. e Courtney B. Vance, già protagonisti della prima stagione.[23][24][19][25] A seguito di una revisione del progetto e della sceneggiatura, il 10 agosto 2017 è stato tuttavia annunciato che il casting sarebbe ricominciato, con la sola presenza di Sarah Paulson a venire confermata.[7]

Quarta stagione[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2017 viene annunciato che la quarta stagione è in via di sviluppo. Un mese dopo, nel febbraio 2017, Ryan Murphy annuncia la partecipazione di Sarah Paulson nel casting. Ad aprile 2018 Murphy ha annunciato l'accantono temporaneo della quarta stagione, che non tratterà più lo scandalo Clinton-Lewinsky, su cui si sarebbe dovuta basare; di conseguenza, il casting per questa stagione ricomincerà da zero.[26]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese della prima stagione iniziarono a Los Angeles nel mese di maggio 2015.[15] La seconda e la terza stagione sono girate consecutivamente tra la primavera e l'estate 2017 da due squadre di produzione differenti; le riprese di L'assassinio di Gianni Versace sono iniziate a Miami nel maggio 2017, quelle di della terza stagione avranno luogo, invece, a New Orleans nell'estate 2018.[22][27][28]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La prima stagione venne trasmessa da FX a partire dal 2 febbraio 2016.[29]

Nel corso del 2016 fu confermata la produzione di altre due stagioni, entrambe programmate per il 2018, da mandare in onda a circa sei mesi di distanza l'una dall'altra.[28] Inizialmente Katrina sarebbe dovuta essere la seconda stagione, ma nel giugno 2017, visto un rallentamento dello sviluppo creativo, è stata riprogrammata come terza stagione, venendo quindi preceduta da L'assassinio di Gianni Versace.[30] Quest’ultima è trasmessa da FX a partire dal 17 gennaio 2018.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Prima stagione[modifica | modifica wikitesto]

  • Premi Emmy 2016
    • Premio alla miglior miniserie
    • Premio al miglior attore protagonista in una miniserie o film a Courtney B. Vance
    • Premio alla miglior attrice protagonista in una miniserie o film a Sarah Paulson
    • Premio al miglior attore non protagonista in una miniserie o film a Sterling K. Brown
    • Premio per la miglior sceneggiatura di una miniserie, film o speciale drammatico a D. V. DeVincentis, per l'episodio Marcia, marcia, marcia
    • Premio per il miglior casting per una miniserie, film o speciale a Jeanne McCarthy, Nicole Abellera Hallman, Courtney Bright e Nicole Daniels
    • Premio per le miglior acconciature di una miniserie o film a Chris Clark, Natalie Driscoll, Shay Sanford-Fong e Katrina Chevalier
    • Premio per il miglior montaggio video di una miniserie o film single-camera a C. Chi-Yoon Chung, per l'episodio La carta del razzismo
    • Premio per il miglior missaggio di una miniserie o film a Doug Andham, Joe Earle e John Bauman, per l'episodio Dalle ceneri della tragedia
    • Candidatura al miglior attore protagonista in una miniserie o film a Cuba Gooding Jr.
    • Candidatura al miglior attore non protagonista in una miniserie o film a John Travolta
    • Candidatura al miglior attore non protagonista in una miniserie o film a David Schwimmer
    • Candidatura per la miglior regia di una miniserie, film o speciale drammatico a Ryan Murphy, per l'episodio Dalle ceneri della tragedia
    • Candidatura per la miglior regia di una miniserie, film o speciale drammatico a John Singleton, per l'episodio La carta del razzismo
    • Candidatura per la miglior regia di una miniserie, film o speciale drammatico a Anthony Hemingway, per l'episodio I nastri della verità
    • Candidatura per la miglior sceneggiatura di una miniserie, film o speciale drammatico a Scott Alexander e Larry Karaszewski, per l'episodio Dalle ceneri della tragedia
    • Candidatura per la miglior sceneggiatura di una miniserie, film o speciale drammatico a Joe Robert Cole, per l'episodio La carta del razzismo
    • Candidatura per la miglior fotografia di una miniserie o film a Nelson Cragg, per l'episodio Dalle ceneri della tragedia
    • Candidatura per i miglior costumi di una serie, miniserie o film in costume o fantasy a Hala Bahmet, Marina Ray e Elinor Bardach, per l'episodio Marcia, marcia, marcia
    • Candidatura per il miglior trucco di una miniserie o film (non prostetico) a Eryn Krueger Mekash, Zoe Hay, Heather Plott, Deborah Huss Humphries, Luis Garcia e Becky Cotton
    • Candidatura per il miglior montaggio video di una miniserie o film single-camera a Adam Penn, per l'episodio Dalle ceneri della tragedia
    • Candidatura per il miglior montaggio video di una miniserie o film single-camera a Stewart Schill, per l'episodio Il verdetto
  • Golden Globe 2017

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) American Crime Story descarta temporada centrada en el escándalo de Monica Lewinsky, in Culto, 4 aprile 2018. URL consultato il 4 aprile 2018.
  2. ^ a b (EN) Esther Zuckerman, Ryan Murphy to tackle O.J. Simpson case with 'American Crime Story, in Entertainment Weekly, 7 ottobre 2014. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  3. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, ‘American Horror Story’ Companion Series ‘American Crime Story’ From Ryan Murphy Set At FX – O.J. First Topic, in Deadline, 7 ottobre 2014. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  4. ^ (EN) Leslie Goldberg, Fox Developing 'Shogun,' O.J. Simpson Longform Dramas, in The Hollywood Reporter, 20 marzo 2013. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  5. ^ a b (EN) Bryn Elise Sandberg, 'American Crime Story': 10 Things to Know About Season 2, in The Hollywood Reporter, 6 aprile 2016. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  6. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, ‘American Crime Story’ Renewed By FX For Season 3, Will Take On Versace Murder, in Deadline, 18 ottobre 2016. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  7. ^ a b (EN) Nellie Andreeva, Ryan Murphy’s ‘Katrina’ Will Be Based On ‘Five Days at Memorial’ Book, Scott Rudin Joins As Producer, Sarah Paulson To Star, in Deadline, 10 agosto 2017. URL consultato l'11 agosto 2017.
  8. ^ (EN) Lesley Goldberg, Monica Lewinsky Saga in the Works as 'American Crime Story' Season (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 18 gennaio 2017. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  9. ^ Beatrice Pagan, Ryan Murphy svela nuovi dettagli sul futuro delle serie antologiche realizzate per FX, in BadTv.it, 4 aprile 2018. URL consultato il 4 aprile 2018.
  10. ^ (EN) Lesley Goldberg, Cuba Gooding Jr., Sarah Paulson to Star in FX's 'American Crime Story: People v. O.J. Simpson', in The Hollywood Reporter, 9 dicembre 2014. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  11. ^ (EN) Michae Ausiello, David Schwimmer Joins FX's OJ-Themed American Crime Story as Robert Kardashian, in TVLine, 19 dicembre 2014. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  12. ^ (EN) Elizabeth Wagmeister, John Travolta Lands Lead Role In FX’s ‘American Crime Story’, in Variety, 7 gennaio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  13. ^ (EN) Lesley Goldberg, Courtney B. Vance Set as Johnnie Cochran in FX's 'American Crime Story: The People v. O.J. Simpson', in The Hollywood Reporter, 5 febbraio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  14. ^ (EN) Nellie Andreeva, Sterling K. Brown To Play Christopher Darden in "The People V. O.J. Simpson", in Deadline, 17 aprile 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  15. ^ a b (EN) Tim Stack, Jordana Brewster to play Denise Brown in American Crime Story: The People V. OJ Simpson, in Entertainment Weekly, 30 aprile 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  16. ^ (EN) Nellie Andreeva, Kenneth Choi To Play Judge Ito In ‘The People V. O.J. Simpson’, in Deadline, 30 aprile 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  17. ^ (EN) Nellie Andreeva, Selma Blair To Play Kris Jenner In ‘The People V. O.J. Simpson’, in Deadline, 11 maggio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  18. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Nathan Lane Set As F. Lee Bailey In FX’s O.J. Trial Series ‘American Crime Story’, in Deadline, 13 luglio 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  19. ^ a b (EN) Lesley Goldberg, Darren Criss, Edgar Ramirez to Star in 'Versace: American Crime Story', in The Hollywood Reporter, 15 febbraio 2017. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  20. ^ (EN) Nellie Andreeva, Penélope Cruz To Play Donatella Versace In FX’s ‘Versace: American Crime Story’, in Deadline, 20 marzo 2017. URL consultato il 4 maggio 2017.
  21. ^ (EN) Nellie Andreeva, Ricky Martin To Co-Star In 'Versace: American Crime Story' FX Limited Series, in Deadline, 7 aprile 2017. URL consultato il 4 maggio 2017.
  22. ^ a b (EN) Justin Enriquez e Rachel Mcgrath, PICTURED: Gianni Versace's brutal doorstep murder recreated by gun-wielding Darren Criss at iconic mansion for American Crime Story, in Daily Mail, 9 maggio 2017. URL consultato il 14 maggio 2017.
  23. ^ (EN) Denise Petski, Annette Bening To Play Louisiana Governor In ‘Katrina: American Crime Story’, in Deadline, 6 febbraio 2017. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  24. ^ (EN) Lesley Goldberg, Matthew Broderick to Star in Ryan Murphy's 'Katrina: American Crime Story', in The Hollywood Reporter, 23 febbraio 2017. URL consultato il 24 febbraio 2017.
  25. ^ (EN) James Hibberd, Dennis Quaid to play George W. Bush in Katrina: American Crime Story, in Entertainment Weekly, 17 maggio 2017. URL consultato il 20 maggio 2017.
  26. ^ Ryan Murphy confirms American Crime Story 4 will take on Monica Lewinsky and Sarah Paulson's attached., su eonline.com.
  27. ^ (EN) Mark Snetiker, ‘American Crime Story’: Ryan Murphy on Versace murder season, in Entertainment Weekly, 30 ottobre 2016. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  28. ^ a b (EN) Michael Ausiello, American Crime Story Update: Katrina-Themed Season 2 Delayed Until 2018, in TVLine, 12 gennaio 2017. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  29. ^ (EN) Megan Daley, FX announces premiere dates for American Crime Story and more, in Entertainment Weekly, 12 novembre 2015. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  30. ^ "L'assassinio di Gianni Versace" diventa la seconda stagione di American Crime Story!, su blog.screenweek.it, 14 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione