Juliette Lewis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Juliette Lewis al Tribeca Film Festival 2010

Juliette Lewis (Los Angeles, 21 giugno 1973) è un'attrice e cantante statunitense.

Ha raggiunto la grande popolarità nei primi anni 90 del XX secolo, in cui è stata considerata una delle più promettenti giovani attrici di Hollywood; ha ottenuto una candidatura all'Oscar alla miglior attrice non protagonista e ai Golden Globe per Cape Fear - Il promontorio della paura, e ha vinto il premio Pasinetti per la miglior attrice alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia per Assassini nati - Natural Born Killers.

Parallelamente all'attività attoriale, ha portato avanti una carriera come cantante e musicista, nei gruppi Juliette and the Licks prima e Juliette and the New Romantiques dal 2009 in poi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata in California, suo padre era l'attore Geoffrey Lewis mentre la madre, Glenis Batley, è una grafica; i suoi genitori divorziarono quando lei aveva due anni.

Nel 1989, a 16 anni, si legò all'attore Brad Pitt conosciuto sul set di Vite dannate, con cui rimase fino al 1993. Dal 1999 al 2005 è stata sposata con lo skater e attore Stephen Berra. È una seguace di Scientology.[1]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Fin da piccola desidera recitare, e ottiene il suo primo ruolo in TV all'età di dodici anni.

Debutta sul grande schermo nel 1988. Nel 1992 le viene affidato il ruolo della giovane Danielle Bowden nel thriller Cape Fear - Il promontorio della paura di Martin Scorsese, che la impone all'attenzione di pubblico e critica e le fa guadagnare una candidatura all'Oscar come miglior attrice non protagonista.

Successivamente viene chiamata da Woody Allen in Mariti e mogli (1992), e poi da Oliver Stone il quale la vuole protagonista del suo controverso Assassini nati - Natural Born Killers nel ruolo della psicotica Mallory Knox; questa pellicola consacra la Lewis come una delle più apprezzate giovani attrici della sua generazione, e per la sua interpretazione ottiene il premio Pasinetti alla 51ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Nel corso di questo decennio, il suo periodo di maggior popolarità, appare in altri due film di culto, ovvero il distopico Strange Days di Kathryn Bigelow (1995) e l'horror-grottesco Dal tramonto all'alba di Robert Rodriguez (1999).

Dagli anni 2000 in poi la sua popolarità sembra affievolirsi, pur continuando ad apparire sia in film indipendenti che in produzioni mainstream; compare, fra gli altri, in Starsky & Hutch (2004), ne I segreti di Osage County (2013) e in diverse pellicole del regista Todd Philips. Dal 2010 in poi è particolarmente presente anche in televisione, prendendo parte alle serie Il socio, Wayward Pines e Secrets and Lies.

È apparsa anche in uno spot pubblicitario della Gap assieme ai Daft Punk. Ha inoltre ricevuto una candidatura agli Emmy per la sua interpretazione in My Louisiana Sky nel 2001.

Cantante[modifica | modifica wikitesto]

Juliette Lewis
Juliette Lewis f1728239.jpg
Juliette Lewis agli Eurockéennes de Belfort 2007
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereRock alternativo[2]
Punk revival[2]
Periodo di attività musicale2003 – in attività
StrumentoVoce
Chitarra
Gruppi attualiJuliette and the New Romantiques
Gruppi precedentiJuliette and the Licks
Album pubblicati4
Studio4
Sito ufficiale

Juliette Lewis ha anche una carriera come cantante e musicista. È stata alla guida del gruppo Juliette and the Licks per sei anni, con i quali ha pubblicato un EP e due album. Subito dopo lo scioglimento dei Licks, nel 2009, ha formato una nuova band, Juliette and the New Romantiques, con la quale ha pubblicato l'album Terra Incognita.

Tra le sue collaborazioni, si segnalano quella col gruppo big beat The Prodigy nella canzone Hot Ride, con gli Infidels, con i quali collabora nel brano presente nella colonna sonora de Il corvo 3 - Salvation, Bad Brother, e con Linda Perry. Nel 2011 ha cantato in due pezzi dell'album English Garden dei Quintorigo. Appare inoltre come cantante nell'uscita discografica dei Mando Diao MTV Unplugged Above and Beyond.

Nel 2013 è suo l'accompagnamento vocale nel brano Saint of Impossible Causes tratto da The Ballad of Boogie Christ, decimo album di Joseph Arthur. È inoltre apparsa nei videoclip di Buried Alive By Love degli HIM, e City of Angels dei Thirty Seconds to Mars.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Con the Licks[modifica | modifica wikitesto]

Con the New Romantiques[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi lavori, Juliette Lewis è stata doppiata da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Juliette Lewis, a Scientology Defender, su news.softpedia.com, 25 luglio 2005 (archiviato dall'url originale il 4 gennaio 2013).
  2. ^ a b (EN) Juliette and the Licks, su AllMusic, All Media Network.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85081037 · ISNI (EN0000 0001 1450 2026 · Europeana agent/base/149187 · LCCN (ENno95029009 · GND (DE135137659 · BNF (FRcb13987379k (data) · BNE (ESXX1167601 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no95029009