Lee Isaac Chung

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lee Isaac Chung nel 2021

Lee Isaac Chung (Denver, 19 ottobre 1978) è un regista e sceneggiatore statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Di origini sudcoreane, trascorre l'infanzia ad Atlanta e in una fattoria a Lincoln, nell'Arkansas rurale.[1][2] Dopo aver abbandonato gli studi di biologia a Yale, si laurea in cinema all'università dello Utah.[3]

Fa il suo esordio nel 2007 come regista, sceneggiatore e produttore del film Munyurangabo, in lingua kinyarwanda e interpretato da attori non professionisti.[4] Presentato a Cannes nella sezione Un Certain Regard, riceve diverse critiche positive, tra cui quella di Roger Ebert, che lo definisce «un capolavoro».[4][5] Chung realizzerà poi altri due film prima di raggiungere il successo tredici anni più tardi con Minari, di ispirazione autobiografica, con cui vince il Gran premio della giuria al Sundance Film Festival 2020; mentre ne scriveva la sceneggiatura, aveva soppesato l'idea di abbandonare il cinema e accettare invece la cattedra che gli era stata proposta dall'università dello Utah a Incheon, decidendo dunque di far sì che il suo ultimo film fosse quello «più personale».[6] Minari, che ha scritto e diretto, ha poi vinto l'anno seguente il premio per il miglior film in lingua straniera ai Golden Globe ed è stato candidato a sei premi Oscar, tra cui quello per il miglior film, mentre Chung ha ricevuto candidature all'Oscar al miglior regista e alla migliore sceneggiatura originale.[7]

Forte del successo del film, Chung aveva sostituito Marc Webb alla regia dell'adattamento live action di Your Name. per la Paramount e la Toho[2], uscendo dal progetto nel luglio 2021.[8]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Regista e sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • Munyurangabo (2007)
  • Lucky Life (2010)
  • I Have Seen My Last Born – documentario (2015) – anche co-regista

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN103560859 · LCCN (ENno2009197876 · GND (DE1243000171