Massimo De Ambrosis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Massimo De Ambrosis (Roma, 14 luglio 1964) è un attore, doppiatore, dialoghista e direttore del doppiaggio italiano.

È figlio dell'attore e doppiatore Luciano De Ambrosis.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Incomincia la carriera nel doppiaggio nel 1974, quando viene chiamato da Gualtiero De Angelis per un turno nella Safa-palatino, nonostante l'assoluto diniego del padre. Dopo aver conseguito il diploma di liceo scientifico e svolto il servizio militare, entra nel Laboratorio di esercitazioni sceniche di Roma diretto da Gigi Proietti e dopo due anni di corso comincia subito dopo a lavorare in teatro.

Ha avuto anche esperienze come attore televisivo: da ricordare una parte in Casa dolce casa, sit-com di Canale 5 dei primi anni novanta (in cui interpretava Filippo, un giovane nobile che diviene genero di Gianfranco D'Angelo, con cui parteciperà anche in Fantastico), oltre alla lettura in studio di vari estratti da testi politici, citazioni di frammenti di dichiarazioni o di discorsi pubblici per La notte della Repubblica di Sergio Zavoli.

È il doppiatore italiano di Edward Norton, Owen Wilson, Josh Lucas, Matthew Perry, Steve Carell e Jason Statham. Inoltre ha occasionalmente doppiato Ben Stiller, David Duchovny, Don Cheadle, Craig Sheffer, Billy Zane, James Van Der Beek e altri. Ha anche doppiato l'attore Jason Wiles nel telefilm Third Watch che interpreta Maurice Boscorelli. È anche la voce di Matthew Perry in Friends (nel ruolo di Chandler Bing).

A partire dalla quarta stagione di House of Cards - Gli intrighi del potere, è diventato la nuova voce di Corey Stoll (nel ruolo di Peter Russo) in sostituzione dello scomparso Vittorio De Angelis.

Inoltre presta la propria voce a Nick Stokes in CSI: Scena del crimine, Simon Walker in Alias, Spike Spiegel in Cowboy Bebop, Bob Dunacan in Buona fortuna Charlie, Eikichi Onizuka in Great Teacher Onizuka, Sha Gojyo in Saiyuki, Leorio in Hunter × Hunter, Nicholas D. Wolfwood in Trigun e Trigun: Badlands Rumble, Haran Banjo nel ridoppiaggio di Daitarn 3, Kenshiro in Ken il guerriero - La trilogia, Yutas in Abenobashi e di Alfonso Lara in Paso Adelante, Astronauta in Zathura - Un'avventura spaziale. Ha doppiato anche Vegeta, nei film di Dragonball Z doppiati dalla Dynit.

Ha vinto il "Premio Voce maschile - Cartoni animati" al Gran Galà del Doppiaggio 2004.

È sposato con l'assistente di doppiaggio Elena Masini. Hanno due figli, Daniele e Luca.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Serie animate[modifica | modifica wikitesto]

Film TV[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm e telenovelas[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Ha prestato la voce anche, in qualità di narratore, nel documentario in DVD venduto in edicola: "Dimmi di Sic" edito da Fivestore. Per la Rai doppia la voce di James May nei suoi programmi di divulgazione scientifica, e sempre per la Rai ha narrato un documentario dedicato alle nuove e tecnologiche metropolitane artistiche di Napoli.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]