Saw III - L'enigma senza fine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saw III - L'enigma senza fine
Titolo originale Saw III
Paese di produzione USA
Anno 2006
Durata 104 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere orrore, thriller
Regia Darren Lynn Bousman
Sceneggiatura James Wan, Leigh Whannell
Produttore Gregg Hoffman, Oren Koules, Mark Burg, Daniel Jason Heffner, James Wan, Leigh Whannell, Stacey Testro, Peter Block, Jason Constantine, Greg Copeland, Troy Begnaud
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia David A. Armstrong
Montaggio Kevin Greutert
Effetti speciali David Alexander, Don Asido, Jon Campfens, Peter Denomme, Gudrun Heinze, Louis Kim, Jef Lonn, Steve Wigmore
Musiche Charlie Clouser
Scenografia David Hackl
Costumi Alex Kavanagh
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Saw III - L'enigma senza fine (Saw III) è un film del 2006 diretto da Darren Lynn Bousman e costituisce il terzo capitolo della saga iniziata nel 2004 con Saw - L'enigmista e proseguito con Saw II - La soluzione dell'enigma.

Il film è centrato su l'enigmista (Jigsaw), il protagonista dei due precedenti film, che insieme ad Amanda Young lavora alla prova finale. Il film contiene alcune spiegazioni e chiarimenti a dei punti lasciati in sospeso nei precedenti film della saga.

Il film è stato dedicato a Gregg Hoffman (produttore di Saw I e Saw II), scomparso il 4 dicembre 2005, subito dopo l'annuncio ufficiale di Saw III. Il film può essere considerato più violento, teso e subdolo del precedente, dato che alle molte scene di violenza esplicita sono accompagnate anche test e torture psicologiche che nei film precedenti erano meno sviluppate.


Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il detective Eric Matthews è incatenato in bagno. Dopo aver provato invano a tagliare la catena, decide di tagliarsi il piede pur di liberarsi. Tuttavia dopo aver tentato di tagliarsi come aveva fatto il dottor Gordon, decide di fratturarsi il piede colpendolo ripetutamente con una tavoletta di pietra. Il detective riesce così a sfilarsi la catena senza doversi amputare il piede.

In una scuola abbandonata sono stati ritrovati i resti di un uomo. Si tratta di Troy, una vittima dell'Enigmista. Sul suo corpo erano agganciati degli anelli, fissati alla stanza con delle catene; Troy per liberarsi avrebbe dovuto strapparli in poco tempo, prima dell'esplosione di una bomba. Sulla scena arriva Kerry, l'esperta di Jigsaw, che nota subito che questa trappola è differente da tutte le altre. Infatti la porta della stanza era bloccata e quindi la vittima non avrebbe potuto comunque salvarsi.

Kerry, dopo il suo ritorno a casa, viene rapita e posta in una trappola. Questa è agganciata alla sua gabbia toracica e per sbloccarla deve prendere la chiave posta in un vaso di acido prima che si dissolva. La chiave, tuttavia, non sblocca la trappola e Kerry muore dilaniata.

La dottoressa Lynn Denlon va al lavoro ed alla fine del turno viene rapita da Amanda. Condotta nel rifugio dell'Enigmista, Amanda pone sul suo collo un collare con delle cartucce di fucile. Il dispositivo è collegato alla frequenza cardiaca di John: se il suo cuore si dovesse fermare i colpi di fucile ucciderebbero Lynn. La dottoressa deve quindi tenere in vita l'Enigmista.

L'uomo sotto test è Jeff Reinhart; si trova rinchiuso all'interno di una cassa di legno. Il figlio di Jeff è stato ucciso in un incidente stradale da un uomo ubriaco, e il guidatore è stato condannato a sei mesi di carcere, una pena troppo mite per Jeff, il quale, da allora in poi, medita vendetta. Il test consiste in una serie di prove in cui Jeff dovrà decidere se perdonare o vendicarsi. Il test finale sarà un faccia a faccia con l'assassino del figlio. Tutte le prove andranno completate nel giro di due ore e scaduto tale termine le porte verranno bloccate. Uscito dalla cassa di legno Jeff trova una scatola contenente un pezzo di una fotografia che lo ritrae, una chiave ed un biglietto che lo invita ad aprire una porta.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Questo è l'episodio della saga che, a livello mondiale, ha incassato più di tutti con un guadagno totale di 164.874.275 dollari.

Collegamenti ad altre pellicole[modifica | modifica wikitesto]

La scena della tortura di Troy è una citazione dalla saga di Hellraiser.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema