Saw II - La soluzione dell'enigma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Saw II - La soluzione dell'enigma
Saw II.png
Una scena del film
Titolo originaleSaw II
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2005
Durata93 min
95 min (unrated)
Rapporto1.78:1
Genereorrore, thriller
RegiaDarren Lynn Bousman
SceneggiaturaLeigh Whannell, Darren Lynn Bousman
ProduttoreGregg Hoffman, Oren Koules, Mark Burg, Daniel Jason Heffner, Peter Block, Jason Costantine, James Wan, Leigh Whannell, Stacey Testro, Greg Copeland
Distribuzione (Italia)01 Distribution
FotografiaDavid A. Armstrong
MontaggioKevin Greutert
Effetti specialiTim Good, Bret Culp
MusicheCharlie Clouser
ScenografiaDavid Hackl
CostumiAlex Kanavagh
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Saw II - La soluzione dell'enigma (Saw II) è un film horror statunitense del 2005, diretto da Darren Lynn Bousman, sequel di Saw - L'enigmista.

Nella storia, in seguito al ritrovamento di una nuova vittima dell'Enigmista, un nuovo nemico, il detective Eric Matthews indaga sul nascondiglio di Jigsaw.

Considerato da parte della critica cinematografica come uno dei tanti sequel[1][2][3], Saw II è stato messo in cantiere dopo le pressioni via e-mail di centinaia di appassionati del primo film[senza fonte]. Il film è stato girato in soli 25 giorni[4][5][6]. Nel film sono presenti scene di violenza e lotte per la sopravvivenza più tese e aspre del precedente, tanto che il film è stato vietato ai minori di 14 anni. Il film ha avuto un grande successo, superiore al primo film. Ha incassato circa 85 milioni di dollari in Nord America e circa 65 nel resto nel mondo (di cui oltre 5 in Italia), per un totale di circa 145 milioni in tutto il mondo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Michael Marks, un informatore della polizia, si trova in una stanza buia con una maschera di ferro foderata all'interno con grossi aculei intorno al collo. Il congegno, se attivato da un timer, gli rinchiuderebbe la faccia come una pianta carnivora, distruggendogliela. Per fermare la trappola Michael deve cavarsi un occhio con un bisturi e prendere la chiave posta dietro l'orbita. Tuttavia non ci riesce e la trappola lo uccide.

Il detective Eric Matthews, dopo aver discusso con il figlio adolescente Daniel, inizia le indagini sulla morte di Michael. Raggiunge, con una squadra SWAT, gli stabilimenti abbandonati della Wilson Steel, il cui logo era riportato sulla trappola. Al piano superiore trovano Jigsaw, il quale è notevolmente indebolito a causa del cancro che lo sta uccidendo. L'Enigmista indica ai poliziotti una serie di monitor sui quali si vedono otto persone (Gus Colyard, Obi Tate, Jonas Singer, Laura Hunter, Addison Corday, Xavier Chavez, Amanda Young, peraltro già sopravvissuta ad una trappola nel primo film, e il figlio del detective Matthews, Daniel) rinchiuse in una misteriosa casa. Stanno respirando un gas nervino che li ucciderà a meno che recuperino delle siringhe di atropina, sopravvivendo a delle trappole.

Un timer indica che i poliziotti avranno due ore di tempo per salvare le persone. Eric è costretto da John a sedersi e ascoltarlo ma, sopraffatto dal dolore, picchia John per farsi dire dov'è il figlio. Eric, contravvenendo alle regole del gioco impartite dall'Enigmista, si allontana con lui per andare nella casa del test, nella quale nel frattempo sono sopravvissuti solo Amanda e Daniel: Gus è stato ucciso da un colpo di pistola, Obi è morto bruciato in un forno, Laura è morta di convulsioni per il gas, Jonas è stato ucciso con una mazza chiodata da Xavier e Daniel, nel bagno in cui è ambientato il primo film, taglia la gola a Xavier con un seghetto.

Entrato proprio in quel bagno, Eric viene aggredito da una persona misteriosa che si scopre essere Amanda, apprendista di John. Contemporaneamente, nello stabilimento in cui la polizia ha fatto irruzione a inizio film, si apre una cassaforte che contiene Daniel: le immagini sui monitor erano registrate, Eric non si sarebbe dovuto muovere da lì ma ha fallito il test. Dopo che Amanda rinchiude Eric nel bagno con un piede incatenato, per un istante si vede John che sorride nell'automobile.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mariarosa Mancuso, da Il Foglio, 7 gennaio 2006
  2. ^ (EN) Laura Kern, Round 2 in a House of Horror, dal The New York Times del 28 ottobre 2005
  3. ^ Roberto Nepoti, Visti da Roberto Nepoti, da La Repubblica del 18 gennaio 2006, che tuttavia, dopo aver definito il sequel inutile, si contraddice in un articolo successivo, stessa testata e rubrica, 18 giugno 2010.
  4. ^ Trivia di Imdb
  5. ^ Recensione da Exxagon.it
  6. ^ Recensione da Cinemaeteatro.com

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema