Oreste Rizzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oreste Rizzini (a destra) e Pietro Biondi nel 1990

Oreste Rizzini (Milano, 27 marzo 1940Roma, 18 marzo 2008) è stato un attore, doppiatore, dialoghista e direttore del doppiaggio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore teatrale e doppiatore, è noto soprattutto per aver prestato la sua voce ad attori quali Michael Douglas in Basic Instinct, Richard Chamberlain nella miniserie Uccelli di rovo, Bill Murray in Ghostbusters - Acchiappafantasmi e John McCook in Beautiful.

Tra i tanti attori che ha doppiato in quasi trent'anni di carriera: Dustin Hoffman, Gene Hackman, Paul Hogan, Jon Voight, Chuck Norris, Jack Nicholson e Bruce Willis.

Ha doppiato anche personaggi animati, come Skeletor in He-Man e i dominatori dell'universo. Il suo ultimo doppiaggio fu quello di Michael Caine nel film Sleuth - Gli insospettabili.

È stato speaker dei documentari dell'Istituto Luce e dei servizi della trasmissione Porta a porta di Raiuno. Oltre all'attività di dialoghista ha svolto anche compiti di direttore del doppiaggio.

Oreste Rizzini nel 1990

Prima di intraprendere la carriera di doppiatore, i suoi esordi furono a teatro. Sul palcoscenico debuttò al Teatro Stabile di Trieste, dove rimase per cinque anni prima di passare a Torino e infine al Piccolo teatro di Milano con Giorgio Strehler. Recitò insieme a Glauco Mauri, Giulio Bosetti, Mario Scaccia, Gianrico Tedeschi e Gigi Proietti. È stato inoltre autore di un testo, Finalmente si ride!, realizzato attorno alle prove di un recital utilizzando testi di autori satirici come Aldo Palazzeschi, Achille Campanile e Stefano Benni.

Torna al teatro nel 2007 curando la sua unica regia teatrale per lo spettacolo Dottor sale in zucca e Mister zucchero mannaro testo grottesco di Paola F. Bidinelli, e interpretato da Milo Vallone. Il monologo si aggiudica i premi “Miglior spettacolo” e “Miglior attore” alla settima edizione del concorso “Schegge d'autore”.

Attivo anche alla radio, condusse nel 1989 la trasmissione Varietà Varietà accanto a Daniela Poggi, nel quale era anche l'autore dei testi. Per questa trasmissione, che raccoglieva l'eredità della storica Gran varietà, fece anche l'imitazione di Aldo Biscardi in una garbata parodia della trasmissione Il processo del lunedì, intitolata Il processo della domenica.

Nel 2004 è stato premiato all'Acquafestival - Festival Nazionale del doppiaggio con la "Sirenetta" come miglior voce maschile. Nello stesso anno ha vinto il premio alla carriera Leggio d'oro.[1]

È morto a Roma il 18 marzo 2008, a 67 anni, per un cancro allo stomaco. Il suo funerale si è tenuto il 20 marzo presso la Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo. In base alle sue volontà, il suo corpo oggi è sepolto nel cimitero di Capalbio.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Rizzini ha sposato la collega Viviana Toniolo, da cui ha avuto una figlia. Successivamente è stato fidanzato con la direttrice del doppiaggio Maura Vespini. In seconde nozze, ha sposato la dialoghista Fiorina Piscopo, da cui ha avuto un figlio.

Prosa teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2004, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 15 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN67485958 · ISNI (EN0000 0000 1483 4920