Oreste Rizzini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oreste Rizzini nel 1990

Oreste Rizzini (Milano, 27 marzo 1940Roma, 18 marzo 2008) è stato un attore, doppiatore, dialoghista e direttore del doppiaggio italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore teatrale e doppiatore, è noto soprattutto per aver prestato la sua voce ad attori quali Michael Douglas in Basic Instinct, Richard Chamberlain nella miniserie Uccelli di rovo, Bill Murray in Ghostbusters - Acchiappafantasmi.

Tra i tanti attori che ha doppiato in quasi trent'anni di carriera: Dustin Hoffman, Gene Hackman, Paul Hogan, Jon Voight, Chuck Norris, Jack Nicholson e Bruce Willis.

Ha doppiato anche personaggi animati, come Skeletor in He-Man e i dominatori dell'universo. Il suo ultimo doppiaggio fu quello di Michael Caine nel film Sleuth - Gli insospettabili.

È stato speaker dei documentari dell'Istituto Luce e dei servizi della trasmissione Porta a porta di Raiuno. Oltre all'attività di dialoghista ha svolto anche compiti di direttore del doppiaggio.

Prima di intraprendere la carriera di doppiatore, i suoi esordi furono a teatro. Sul palcoscenico debuttò al Teatro Stabile di Trieste, dove rimase per cinque anni prima di passare a Torino e infine al Piccolo teatro di Milano con Giorgio Strehler. Recitò insieme a Glauco Mauri, Giulio Bosetti, Mario Scaccia, Gianrico Tedeschi e Gigi Proietti. È stato inoltre autore di un testo, Finalmente si ride!, realizzato attorno alle prove di un recital utilizzando testi di autori satirici come Aldo Palazzeschi, Achille Campanile e Stefano Benni.

Torna al teatro nel 2007 curando la sua unica regia teatrale per lo spettacolo Dottor sale in zucca e Mister zucchero mannaro testo grottesco di Paola F. Bidinelli, e interpretato da Milo Vallone. Il monologo si aggiudica i premi “Miglior spettacolo” e “Miglior attore” alla settima edizione del concorso “Schegge d'autore”.

Attivo anche alla radio, condusse nel 1989 la trasmissione Varietà Varietà accanto a Daniela Poggi, nel quale era anche l'autore dei testi.

Nel 2004 è stato premiato all'Acquafestival - Festival Nazionale del doppiaggio con la "Sirenetta" come miglior voce maschile. Nello stesso anno ha vinto il premio alla carriera Leggio d'oro.[1]

È morto a Roma il 18 marzo 2008. Il suo funerale si è tenuto il 20 marzo presso la Chiesa degli Artisti in piazza del Popolo. In base alle sue volontà, il suo corpo oggi è sepolto nel cimitero di Capalbio.

Prosa teatrale[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Film cinema[modifica | modifica wikitesto]

Film d'animazione[modifica | modifica wikitesto]

Telefilm[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ SPECIALE LEGGIO D'ORO 2004, su www.antoniogenna.net. URL consultato il 15 aprile 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN67485958 · ISNI: (EN0000 0000 1483 4920