I ragazzi della mia vita

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I ragazzi della mia vita
The boys of my life.png
Brittany Murphy e Drew Barrymore in una scena del film
Titolo originaleRiding in Cars with Boys
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2001
Durata132 min
Generecommedia, drammatico
RegiaPenny Marshall
Soggettodal romanzo autobiografico di Beverly D'Onofrio
SceneggiaturaMorgan Ward
FotografiaMiroslav Ondříček
MontaggioRichard Marks, Lawrence Jordan
MusicheHans Zimmer
ScenografiaBill Groom
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

I ragazzi della mia vita (Riding in Cars with Boys) è un film del 2001 diretto da Penny Marshall, tratto dal romanzo autobiografico di Beverly D'Onofrio.

Tra gli attori spiccano Drew Barrymore in un altro punto vincente della sua carriera, James Woods nella parte del padre poliziotto e Rosie Perez in una piccola parte nel ruolo della nuova compagna del marito di Beverly.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Beverly D'Onofrio è una romantica quindicenne. Innamorata della letteratura e aspirante giornalista, sogna di trasferirsi a New York per coronare il suo sogno più grande: pubblicare un romanzo. Una sera, partecipa ad una festa insieme alla sua amica Fay, e in seguito ad alcune vicissitudini è costretta a scappare dal party insieme ad un ragazzo appena conosciuto, Ray, con cui ha dei rapporti sessuali nella sua macchina. Dopo aver scoperto di essere incinta, i genitori le impongono di sposare il ragazzo, anche se lei non ne è affatto innamorata. Il giorno del matrimonio si scopre che anche la sua migliore amica Fay è incinta. Beverly e Fay iniziano a fare progetti sul futuro dei loro figli, sicurissime che entrambe partoriranno due belle bambine. Al momento della nascita, Beverly dà alla luce un maschietto, che chiama Jason. Da qui iniziano i problemi: suo marito Ray perde il lavoro e inizia ad ubriacarsi e a non aiutare la famiglia. Beverly ambiziosa fa di tutto per ottenere la borsa di studio, ma per colpa dell’irresponsabilità di Ra non riesce ad ottenerlo. Un giorno, al settimo compleanno di Jason, un suo vecchio amico del liceo spunta fuori e le offre di andare con lui in California.

Dopo aver convinto i suoi familiari, Beverly scopre che Ray è un tossicodipendente ormai da due anni. Delusa e amareggiata, cerca inizialmente di aiutarlo a guarire, ma in breve i due si lasciano.

Beverly rimane da sola col figlioletto, costretto a fare le faccende di casa, e facendo dei corsi serali. Quando Fay e un amico pensano di cambiare nuovamente vita, decidono insieme a Beverly di seccare marijuana per poterla venderla. Jason fa la spia, raccontando al padre di Beverly cosa stanno facendo e così anche l’ultima opportunità di lasciare la città è andata in fumo. Le cose sembrano peggiorare quando Fay è costretta ad andare a vivere col fratello insieme alla figlia e dunque lasciare la sua migliore amica. Beverly ora non ha più nessuno.

Passano nove anni; Beverly riesce finalmente a trasferirsi nella grande mela, diventa una giornalista e ottiene il consenso per pubblicare il suo romanzo autobiografico. Le manca solo la firma di Ray, in quanto nel libro vengono citati particolari come l'illegalità e la droga. Quando fa visita all’ex marito insieme al figlio ormai adulto, scopre che vive con la nuova moglie in una casa in mezzo a una discarica.

La donna che finalmente spera di coronare il suo sogno, viene bloccata dalla moglie di Ray, chiedendo un compenso dato che citerà il marito nel suo libro e che ci farà dei soldi. Beverly adirata se ne va, e Jason rimanendo fuori casa viene chiamato da Ray che gli infila di nascosto il foglio firmato. Jason che da sempre non ha mai ricevuto affetto dalla madre si sfoga con quest’ultima, incolpandola di essersi sempre scaricata la frustrazione su lui per non aver incoronato i suoi sogni. Beverly pentita per non essere stata la madre che avrebbe voluto confessa al figlio che è stata l’unica cosa bella della sua vita e così Jason le rivela di essere innamorato di Amelia, nonché la figlia di Fay e che vorrebbe raggiungerla per poter stare finalmente insieme. Beverly accetta e lascia il figlio a cominciare una nuova vita. Quando torna a casa, accompagnata dal padre, da sempre deluso per le scelte di Beverly, finalmente padre e figlia fanno pace, cantando insieme abbracciati All I Have to Do Is Dream.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema