Un'impresa da Dio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un'impresa da Dio
Un'impresa da dio.jpg
Una scena del film
Titolo originaleEvan Almighty
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2007
Durata96 min
Generecommedia, fantastico
RegiaTom Shadyac
SoggettoSteve Oedekerk, Joel Cohen, Alec Sokolow (personaggi creati da Steve Koren e Mark O'Keefe)
SceneggiaturaSteve Oedekerk
ProduttoreTom Shadyac, Gary Barber, Roger Birnbaum, Neal H. Moritz, Michael Bostick
Produttore esecutivoTom Hanks, Iliona Helzberg, Matt Luber, Dave Phillips
Casa di produzioneSpyglass Entertainment, Relativity Media, Original Film, Shady Acres Entertainment, Columbia Pictures (non accreditato)
Distribuzione in italianoUniversal Pictures
FotografiaIan Baker
MontaggioScott Hill
MusicheJohn Debney
ScenografiaRic McElvin
CostumiJudy L. Ruskin
TruccoHeather Langenkamp
Art directorJames Nedza
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Un'impresa da Dio (Evan Almighty) è un film del 2007 diretto da Tom Shadyac, spin-off di Una settimana da Dio del 2003.

Morgan Freeman torna a interpretare Dio, mentre il ruolo del protagonista è affidato a Steve Carell, già tra gli interpreti secondari di Una settimana da Dio (dove Evan Baxter stesso, il personaggio di Carell, era l'antagonista del protagonista Bruce Nolan, interpretato da Jim Carrey). Compare brevemente in un cameo Susan Ortega (interpretata da Catherine Bell) già presente nel precedente capitolo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ex anchorman Evan Baxter viene eletto al Congresso degli Stati Uniti d'America dopo essersi trasferito in un'immaginaria cittadina con la moglie Joan e i tre figli. Quella stessa notte l'uomo prega prima di andar a dormire, chiedendo di poter fare qualcosa di grande e meraviglioso.

Nei giorni successivi Evan inizia il nuovo lavoro sotto il Capo Congresso Long e conosce il suo staff, ma iniziano ad accadere strani fatti: davanti a casa gli vengono scaricati attrezzi da lavoro, viene seguito da degli animali e stranamente gli appare sempre il numero 614, scoprendo che ciò allude a 6 14, verso della Bibbia legato al Diluvio universale.

Il giorno dopo Evan si imbatterà più volte nello stesso uomo di colore che si presenterà come Dio, per affidargli una missione: costruire una nuova Arca, proprio come fece Noè, spiegando che il 22 settembre ci sarà una piena. Inizialmente Baxter fa di tutto per non arrendersi alla prospettiva, anche per colpa delle cose negative che gli accadono. Inoltre, gli animali oltre a continuare a seguirlo diventano sempre più numerosi e gli viene rivelato che i terreni vicino a casa sua ora sono di sua proprietà, ma finalmente cede.

Nei giorni liberi Evan, assieme ai figli, inizia il lavoro con i materiali e gli attrezzi che gli sono pervenuti e il suo l'aspetto comincia a somigliare sempre più a quello del "patriarca biblico", grazie ad una miracolosa crescita di barba e capelli, i quali ricrescono velocemente ogni volta che cerca di tagliarli, e ad una veste simile a quella di Noè che si rivelerà l'unico indumento che può indossare ( si ritroverà senza vestiti dopo aver varcato la soglia di casa con i soliti abiti).

Durante un'approvazione di legge per lo sfruttamento economico dei parchi e delle foreste, durante il quale Evan tenta di nascondere la tunica sotto i vestiti, si ritrova col suo aspetto da Noè davanti alle telecamere e circondato dagli animali. Rassegnato, racconta del diluvio e dell'arca, ma viene preso per pazzo, sbattuto fuori e licenziato, nonché abbandonato dalla moglie, che se ne va coi figli.

Evan continua il lavoro aiutato dai vari animali, mentre la sua storia finisce su tutti i notiziari. In un autogrill Joan si imbatte in Dio (che lei crede un comune cameriere), il quale la convince a tornare dal marito.

Il 22 l'arca è ormai finita e sono arrivati due esemplari per animali da tutto il mondo. Evan viene raggiunto dal suo staff che gli rivela che Long ha costruito la cittadina su di una foresta, risparmiando sui materiali della diga, e lo stesso giorno la legge per lo sfruttamento sarà approvata, capendo che è stato assunto solo per favorirla. Evan, la famiglia e gli animali salgono sull'arca mentre le autorità si preparano ad abbatterla e i concittadini rimangono ad assistere, ma invece di un diluvio si verifica solo un rapido acquazzone.

Joan dice al marito che forse Dio intendeva altro, così Evan capisce che il diluvio sarebbe stato causato dalla diga. Quest'ultima cede e così l'uomo riesce a far salire i cittadini, la polizia, il suo staff e i giornalisti, l'acqua travolge tutto il paese e trascina l'arca davanti al Congresso. Evan rivela davanti a tutti della truffa di Long, che viene indagato così indagato, mentre gli animali scesi dall'arca tornano ai loro luoghi d'origine.

Evan torna normale e si reca con la famiglia a fare una gita, dove avrà un ultimo colloquio con Dio.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film sono iniziate nel mese di ottobre 2006 e si sono concluse tra aprile e maggio 2007 agli Universal studios a Los Angeles e alcune scene girate a Washington.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nelle sale statunitensi il 22 giugno 2007 mentre in Italia il 28 settembre dello stesso anno.

Doppiaggio italiano[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione italiana è stata diretta da Massimiliano Manfredi ed eseguita presso la CVD. Renato Mori, voce abituale di Morgan Freeman, è stato sostituito all'ultimo momento da Vittorio Di Prima.

Uscita globale[modifica | modifica wikitesto]

Italia Italia: 28 Settembre 2007

Stati Uniti Stati Uniti: 22 Giugno 2007

Belgio Belgio: 4 Luglio 2007

Regno Unito Regno Unito : 12 Luglio 2007

Francia Francia :15 Agosto 2007

Svizzera Svizzera : 15 Agosto 2007 (regione francofona) 16 Agosto 2007 (regione di lingua tedesca) 28 Settembre 2007 (regione italiana)

Polonia Polonia: 24 Agosto 2007

Germania Germania: 9 Agosto 2007

Ucraina Ucraina: 21 Giugno 2007

Brasile Brasile: 3 Agosto 2007

Portogallo Portogallo: 9 Agosto 2007

Danimarca Danimarca: 27 Luglio 2007

Paesi Bassi Paesi Bassi: 9 Agosto 2007

Russia Russia: 21 Giugno 2007

Giappone Giappone: Inedito

Corea del Sud Corea del Sud: 25 Luglio 2007

Grecia Grecia: 21 Giugno 2007

Taiwan Taiwan: 21 Settembre 2007

Hong Kong Hong Kong: 23 Agosto 2007

Ungheria Ungheria: 9 Agosto 2007

Israele Israele: Inizio agosto 2007

Iran Iran: Inedito

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante non abbia avuto tanto successo quanto quello precedente, il film ha incassato 173.4 milioni di dollari, di cui 100.5 milioni nel Nord America e i restanti 72.9 milioni nel resto del mondo, ma non è riuscito a superare il budget di 175 milioni di dollari.

In Italia la pellicola ha incassato 3.9 milioni di euro in 5 settimane di proiezione nelle sale cinematografiche di cui 1.3 milioni nel weekend di debutto.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto recensioni generalmente negative da parte della critica e spettatori. Su Recensione del sito aggregatore di Rotten Tomatoes, il film ha un indice di gradimento del 23%, sulla base di 192 recensioni, con la lettura critica del consenso, "Big sugli effetti speciali, ma a corto di risate, Evan Almighty sottoutilizza un cast stellare che comprende Steve Carell e Morgan Freeman." Sul sito Metacritic, che utilizza un normalizzato sistema di rating, il film ha ottenuto un punteggio di 37 su 100, sulla base di 33 critici, che indica "recensioni generalmente sfavorevoli".

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]