Lauren Graham

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lauren Graham nel 2014

Lauren Helen Graham (Honolulu, 16 marzo 1967) è un'attrice, produttrice televisiva e scrittrice statunitense.

Lauren è conosciuta soprattutto per aver interpretato il ruolo di Lorelai Gilmore, protagonista della serie televisiva Una mamma per amica, e quello di Sarah Braverman nella serie televisiva corale Parenthood.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Lauren Graham nasce a Honolulu, Hawaii da Donna Grant, una fashion buyer, e Lawrence Graham, ex-presidente dell'associazione delle industrie di cioccolato e dolciumi[1]. Ha antenati irlandesi[2]. Quando ha cinque anni, i suoi genitori divorziano e lei si trasferisce insieme al padre nella Virginia del Nord, poco fuori da Washington. Donna Grant lascia la loro casa per inseguire la carriera di cantante e Lauren cresce così col padre. In seguito al secondo matrimonio del padre, Lauren ha acquisito una sorella, Maggie, e un fratello, Chris.

Lauren scopre la passione per la recitazione durante le scuole elementari e dimostra il suo talento alla Langley High School dove fa parte di una squadra di ginnastica[3]. Ben presto Lauren entra in una compagnia teatrale e partecipa a piccole produzioni. Nel 1988 si laurea al Barnard College con una laurea in letteratura inglese. Dopo essersi trasferita in Texas nel 1992, ottiene una laurea specialistica in recitazione dalla Southern Methodist University[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Durante il liceo partecipa ad un video riguardo Planned Parenthood. Una volta terminati gli studi, Lauren si trasferisce a New York, dove diventa una cameriera di cocktail e un'aspirante attrice. Ottiene il suo primo lavoro retribuito partecipando ad una pubblicità nei panni di Striker, il cane mascotte del Campionato mondiale di calcio del 1994[4]. Nel 1995 si trasferisce a Hollywood, California. Prende parte a diverse pubblicità per prodotti come "Dimetapp" e "Lean Cuisine" e presenta l'anteprima del fine settimana su The Movie Channel.

Oltre alle numerose apparizioni in programmi televisivi, Lauren partecipa a sit-com di poco successo, tra cui Townies (con Molly Ringwald e Jenna Elfman) e Lush Life (con Lori Petty e Karyn Parsons). Tra il 1996 e il 1997 Lauren appare regolarmente in diversi show del canale NBC. Interpreta una studentessa diplomata che attira l'attenzione di Dick in Third Rock from the Sun, la fidanzata di Richard in Caroline in the City e la fidanzata di Jerry in Seinfeld. Interpreta inoltre una produttrice di Hollywood in tre episodi di Law & Order a fianco di Scott Cohen, che in seguito interpreterà il ruolo di Max Medina nella serie televisiva Una mamma per amica. Il grande salto sembra presentarsi con la partecipazione a Newsradio ma il pubblico non risponde positivamente alla sua entrata nel cast.

Il vero successo arriva nel 2000 quando Lauren viene chiamata ad interpretare il ruolo della protagonista Lorelai Gilmore, una giovane e brillante madre legata da una forte amicizia alla figlia Rory (Alexis Bledel), in Una mamma per amica. Per il ruolo di Lorelai, Lauren ottiene, nel 2001, una nomination come "Migliore attrice in una serie televisiva (Commedia)" ai Golden Globe Awards. La serie si è ufficialmente conclusa il 15 maggio 2007. Nella settima e ultima stagione della serie, Lauren è stata anche produttrice.

Lauren torna alle radici della sua carriera interpretando se stessa in due episodi della serie televisiva della NBC Studio 60 on the Sunset Strip. Ha preso inoltre parte al gioco della rete Bravo Celebrity Poker Showdown insieme a Dave Foley di Newsradio. Dopo aver vinto l'incontro preliminare, Lauren ha perso contro un'altra ex-star di Newsradio Maura Tierney. Il 26 giugno 2002 Lauren è stata l'ultima celebrità intervistata da Rosie O'Donnell durante il suo programma. Lauren è inoltre una delle celebrità che ha maggiormente partecipato a The Ellen Degeneres Show essendo apparsa otto volte.

Lauren ha inoltre preso parte a diversi film come Babbo bastardo (Bad Santa, 2003), Missione tata (The Pacifier, 2005) e Perché te lo dice mamma (Because I Said So, 2007). Nel 2007 ha interpretato il ruolo di Joan Baxter, la moglie di Evan in Un'impresa da Dio (Evan Almighty).

Lauren ha dichiarato di divertirsi ad apparire in brevi film e recitare al Williamstown Theatre Festival[5]. Nel 2005 interpreta Amanda nel notevole cortometraggio Gnome, diretto da Jenny Bicks, una delle produttrici di Sex and the City. Gnome è stato per breve tempo visibile su YouTube prima di essere rimosso per violazione di copyright. Il film è stato successivamente reso disponibile su iTunes Store.

Attualmente Lauren dà la voce a diverse pubblicità per dei prodotti della Kellogg's e per la nuova Plum Card dell'American Express[6].

Nel 2009 interpreta Miss Adelaide nel revival di Broadway del musical Guys and Dolls. Nel 2010 l'attrice avrebbe dovuto cominciare a girare Scream 4, nuovo capitolo della famosa serie di film,[7][8] ma ha lasciato il progetto il 30 giugno 2010 a causa di conflitti sulla sceneggiatura e sulle date delle riprese.[9] Dal 2010 al 2015 interpreta Sarah Braverman nel telefilm Parenthood.

Scrittrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 è apparso in libreria il suo romanzo Someday, Someday, Maybe: A Novel, pubblicato dalla Random House[10], tradotto come Un giorno, forse[11]. Nel maggio 2013 il libro è entrato nella lista dei best seller del New York Times[12]. Lauren Graham ha quindi firmato un contratto con la Warner Bros. Television e la compagnia di produzione di Ellen DeGeneres per trarne una serie televisiva[13]. Seccessivamente ha scritto Talking as fast as I can, pubblicato in italiano con il titolo Parlare a raffica dalla Sperling & Kupfer[14].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrice[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in lingua italiana dei suoi lavori, Lauren Graham è stata doppiata da:

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN103712338 · ISNI: (EN0000 0001 1579 5852 · LCCN: (ENno99076196 · GND: (DE140164804 · BNF: (FRcb15070599k (data)