Juno (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Juno
Juno gip.jpg
Juno (Ellen Page) in una scena del film
Titolo originale Juno
Paese di produzione Canada, Stati Uniti
Anno 2007
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico
Regia Jason Reitman
Soggetto Diablo Cody
Sceneggiatura Diablo Cody
Casa di produzione Fox Searchlight Pictures
Distribuzione (Italia) 20th Century Fox
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Juno è un film del 2007 diretto da Jason Reitman, con protagonista Ellen Page.

La pellicola è stata presentata in anteprima il 26 ottobre 2007 al Festival Internazionale del Film di Roma, dove ha vinto il premio Marco Aurelio al miglior film.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La sedicenne Juno MacGuff, dopo un'unica esperienza sessuale con il suo migliore amico Paulie, rimane incinta e dopo essersi confrontata con lui e con la migliore amica Leah, decide di abortire rapidamente senza far sapere nulla a nessun altro. Poco prima dell'operazione sente di non poterlo fare e decide di proseguire la gravidanza con l'intenzione, poi, di dare in adozione il nascituro ad una coppia che lei stessa ha però intenzione di scegliere. Cercando una famiglia che possa andare bene tra gli annunci con Leah, Juno trova Mark e Vanessa Loring, "belli, benestanti e chiari amanti dei bambini". Dopo aver raccontato al padre ed alla matrigna (che dopo un'iniziale stupore la sostengono) l'accaduto, la ragazza si reca a casa dei Loring per firmare i documenti. Qui fa subito amicizia con Mark, compositore e pubblicitario ed ex chitarrista, ma non instaura lo stesso tipo di rapporto con Vanessa, molto rigida a causa della paura per una possibile mancata adozione ma in cui Juno vede subito un fortissimo desiderio di maternità. A scuola, Juno si sente continuamente osservata e giudicata per la sua situazione, ma decide di non darci troppo peso. Si preoccupa invece di far capire a Paulie che nonostante la gravidanza, i due non stanno insieme. L'amicizia con Mark nel frattempo prosegue, nonostante questa cosa non sia vista di buon occhio da Brenda, la matrigna di Juno, che non se ne preoccupa. Un giorno, al centro commerciale insieme a Leah, la ragazza vede Vanessa giocare con la figlia di un'amica, capendo sempre di più quanto la donna abbia bisogno di un figlio. Il rapporto tra madre naturale ed adottiva si irrobustisce poco più tardi, quando Juno fa sentire il bambino scalciare nella pancia a Vanessa. Poco dopo, la ragazza ha un litigio abbastanza acceso con Paulie, dopo aver scoperto che l'amico porterà un'altra ragazza al ballo della scuola. Decide di far visita ai Loring, trovando solo Mark, ed arrivando addirittura a ballare un lento con lui, durante il quale l'uomo decide di rivelare la sua intenzione di divorziare da Vanessa, credendo che Juno sia d'accordo per poterlo frequentare ancora. Al contrario, Juno è sconvolta e scoppia in lacrime, proprio al rincasare di Vanessa. Quando la donna chiede cosa sia successo, Mark le spiega le sue intenzioni, mentre Juno se ne va sbattendo la porta. Dopo una conversazione con il padre, Juno si rende conto di amare Paulie, ma prima decide di tornare dai Loring per lasciare un biglietto indirizzato a Vanessa. La mattina dopo, Juno rivela a Bleeker di amarlo e i due cominciano la loro relazione. Pochi giorni dopo, Juno partorisce ma decide, assieme a Paulie, di non voler vedere il bambino, non sentendolo loro. Il neonato viene infatti adottato da Vanessa, rimasta single, e il biglietto di Juno, dove la ragazza si dimostrava disposta a continuare se anche la donna avesse voluto, viene incorniciato ed appeso nella camera del bambino.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

  1. All I Want Is You - 2:37 (Barry Louis Polisar)
  2. My Rollercoaster - 0:53 (Kimya Dawson)
  3. A Well Respected Man - 2:41 (The Kinks)
  4. (Ummm, Oh Yeah) Dearest - 1:53 (Buddy Holly)
  5. Up the Spout - 0:53 (Mateo Messina)
  6. Tire Swing - 3:07 (Kimya Dawson)
  7. Piazza, New York Catcher - 3:01 (Belle & Sebastian)
  8. Loose Lips - 2:24 (Kimya Dawson)
  9. Superstar - 4:06 (Sonic Youth)
  10. Sleep - 0:52 (Kimya Dawson)
  11. Expectations - 3:35 (Belle & Sebastian)
  12. All the Young Dudes - 3:35 (Mott the Hoople)
  13. So Nice So Smart - 2:47 (Kimya Dawson)
  14. Sea of Love - 2:20 (Cat Power)
  15. Tree Hugger - 3:14 (Kimya Dawson e Antsy Pants)
  16. I'm Sticking with You - 2:29 (The Velvet Underground)
  17. Anyone Else but You - 2:58 (The Moldy Peaches)
  18. Vampire - 1:20 (Antsy Pants)
  19. Anyone Else but You - 1:56 (Michael Cera e Ellen Page)

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Slogan promozionali[modifica | modifica wikitesto]

(EN)

« A comedy about growing up... and the bumps along the way. »

(IT)

« Meglio non avere fretta di diventare grandi. »

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Juno è uscito nelle sale negli Stati Uniti il 14 dicembre 2007 e in quelle italiane il 4 aprile 2008.[2]

Il film ha incassato $ 143.495.265 negli Stati Uniti e $ 87.916.319 negli altri territori, per un incasso globale di $ 231.411.584.[3]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Citazioni e riferimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ I vincitori della seconda edizione della Festa, Roma FilmFest, 27 ottobre 2007. URL consultato il 25 aprile 2011.
  2. ^ (EN) Release dates for Juno (2007), IMDb.com. URL consultato il 25 aprile 2011.
  3. ^ (EN) Juno, Box Office Mojo. URL consultato il 25 aprile 2011.
  4. ^ (EN) Movie connections for Juno (2007), Internet Movie Database. URL consultato il 26 aprile 2011.
  5. ^ (EN) Movie connections for The First Secret (2011), Internet Movie Database. URL consultato il 1 gennaio 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN191540227 · GND: (DE7613379-5
cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema