Wonder Woman 1984

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wonder Woman 1984
WonderWoman1984.png
Wonder Woman (Gal Gadot) in una scena del film
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2020
Durata151 min
Rapporto2,39:1 IMAX 1,43:1 Action sequences
Genereazione, fantascienza, avventura, fantastico
RegiaPatty Jenkins
Soggettodai fumetti di William M. Marston
storia di Geoff Johns e Patty Jenkins
SceneggiaturaPatty Jenkins, Geoff Johns e David Callaham
ProduttoreCharles Roven, Deborah Snyder, Zack Snyder, Stephen Jones, Gal Gadot e Patty Jenkins
Casa di produzioneDC Entertainment, Warner Bros.
Distribuzione in italianoWarner Bros.
FotografiaMatthew Jensen
MontaggioRichard Pearson
Effetti specialiCésar Abades, Hank Atterbury, Adrian Bennett, David Caunce, Paul Dane, William Dawson, Tim Hampton
MusicheHans Zimmer
ScenografiaAnna Lynch Robinson, Melondy Phillips
CostumiLindy Hemming
TruccoElena Arroy, Sylvia Atkins, Mary Castor, Karen Cohen, Andrea Cracknell, Lori Daniels
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Wonder Woman 1984 è un film statunitense del 2020 diretto da Patty Jenkins.

Basato sull'omonima supereroina dei fumetti DC Comics, interpretata da Gal Gadot, è il nono film del DC Extended Universe e sequel di Wonder Woman del 2017. Del cast fanno parte anche Chris Pine, Kristen Wiig, Pedro Pascal, Connie Nielsen e Robin Wright. È il quarto film in cui il personaggio appare dopo essere comparsa in Batman v Superman: Dawn of Justice, Wonder Woman e Justice League.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Una giovane Diana Prince partecipa a un evento atletico in onore della famosa Amazzone Asteria su Themyscira contro le Amazzoni più anziane. Dopo essere caduta da cavallo, Diana prende una scorciatoia e rimonta, ma manca un checkpoint. Antiope la allontana dalla competizione, spiegando che tutto ciò che vale la pena deve essere ottenuto onestamente.

Nel 1984, Diana lavora presso la Smithsonian Institution di Washington, DC mentre esegue segretamente azioni eroiche come Wonder Woman. La nuova impiegata del museo Barbara Ann Minerva, una timida topologa, geologa e cripto-zoologa, viene a malapena notata dai suoi colleghi. Barbara finisce per invidiare Diana. Successivamente, l'FBI chiede al museo di identificare le antichità rubate da una rapina che Wonder Woman ha recentemente sventato. Barbara e Diana notano che un oggetto, successivamente identificato come la "Pietra dei Sogni", contiene un'iscrizione latina che promette di esaudire un desiderio al suo possessore. Diana desidera inconsapevolmente che il suo defunto amante Steve Trevor sia vivo. La sera invece, mentre studia la pietra, Barbara desidera diventare come Diana, senza rendersi conto che le dà gli stessi super poteri.

L'uomo d'affari in fallimento Maxwell Lorenzano, noto anche come Max Lord, visita lo Smithsonian con il pretesto di essere un ricco donatore. Spera di ottenere e utilizzare il potere della pietra per salvare la sua compagnia petrolifera in bancarotta. In un gala dello Smithsonian, Diana si riunisce con uno Steve risorto, la cui anima abita il corpo di un altro uomo. Solo Diana lo vede come Steve Trevor. Durante il gala, Max inganna Barbara e ruba la Pietra dei Sogni. Tornato al suo ufficio, Max desidera "diventare" la pietra e ottiene così i suoi poteri di esaudimento dei desideri. Lord diventa una figura ricca e potente che crea caos e distruzione mentre i suoi poteri innescano l'instabilità mondiale.

Barbara, Diana e Steve scoprono che la Pietra dei sogni è stata creata da Dolos, il dio delle bugie, del tradimento, dell'inganno e del male. La pietra concede un desiderio all'utente, ma in cambio richiede un pedaggio a meno che non si rinunci al desiderio o si distrugga la pietra. Sebbene il potere di Diana e l'umanità di Barbara diminuiscano, entrambe non sono disposte a rinunciare ai loro desideri. Dopo aver appreso dal presidente degli Stati Uniti di un sistema satellitare che trasmette segnali a livello globale, Max, i cui poteri stanno causando il deterioramento del suo corpo, intende esaudire globalmente i desideri per richiedere in cambio parte del vigore fisico di coloro che li esprimono, così da recuperare la propria salute. Diana e Steve lo affrontano alla Casa Bianca, ma Barbara, ora alleatasi con Max, sconfigge Diana. Lei e Max scappano su Marine One. Steve convince Diana a rinunciare al suo desiderio e lasciarlo andare, ripristinando la sua forza e acquisendo la capacità di volare.

Indossando l'armatura della guerriera amazzonica Asteria, Diana vola al quartier generale del satellite e combatte di nuovo con Barbara, che si è trasformata in una creatura simile a un ghepardo dopo aver desiderato diventare un super predatore. Sia Barbara che Diana entrano in un combattimento brutale, in cui entrambe finiscono per affrontarsi in acqua. Dopo aver sconfitto Barbara, Diana affronta Max e usa il suo Lazo della Verità per comunicare con il mondo attraverso di lui, convincendo tutti a rinunciare ai propri desideri. Inoltre mostra a Max visioni: prima della sua infelice infanzia, poi del suo giovane figlio, Alistair, che è alla frenetica ricerca di suo padre in mezzo al caos. Max rinuncia quindi al suo desiderio e si riunisce con Alistair. Qualche tempo dopo, Diana incontra l'uomo il cui corpo era posseduto da Steve.

Nella scena dopo i titoli di coda, si scopre che Asteria vive segretamente tra gli umani.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Diana Prince / Wonder Woman, interpretata da Gal Gadot: Una semidea immortale, principessa e guerriera amazzone. Diana è la figlia di Ippolita, regina di Themyscira, e di Zeus, re degli Dei dell'Olimpo.[1] Gadot parlò dell'evoluzione del suo personaggio dal primo film dicendo che: "Nel primo film, Diana si sentiva un pesce fuor d'acqua, venendo da Themyscira ed entrando nella società dell'uomo si dovette adattare alla vita umana. In Wonder Woman 1984, invece è sempre in giro. È più saggia e matura. È sorvegliata e ha perso tutti i suoi amici nel corso degli anni. Ma sta ancora facendo la cosa giusta, ma allo stesso tempo è diversa da quando l'abbiamo vista l'ultima volta."[2] Gadot aggiunse inoltre che, "Nel primo film, abbiamo esplorato gli anni di formazione, di come Diana Prince divenne Wonder Woman, grazie ai suoi poteri e forze."[2]
    • Lilly Aspell riprende il suo ruolo come Diana da giovane del primo film.
  • Steve Trevor, interpretato da Chris Pine: Un aviatore americano e primo amore di Diana, presunto morto durante gli eventi del primo film.[3]
  • Barbara Ann Minerva / Cheetah, interpretata da Kristen Wiig: Una archeologa molto insicura che diventa amica di Diana, prima che assuma l'aspetto e le capacità di un ghepardo. Successivamente tradirà la sua amicizia con Diana, alleandosi con Lord per sconfiggerla.[4][5][6]
  • Maxwell Lord, interpretato da Pedro Pascal: Un uomo d'affari ed imprenditore nell'ambito mediatico, divenuto famoso per le televendite, è anche il fondatore della Black Gold Cooperative.[7][8] Dopo aver trascorso la maggior parte della sua vita alla ricerca della Pietra del Sogno, Lord riuscì ad impossessarsene solo dopo aver manipolato Cheetah. Lord utilizzò la pietra per sé stesso facendogli ottenere i poteri, inoltre ne assorbi tutti i suoi doni dopo aver desiderato di essere la forma vivente della pietra. Patty Jenkins dichiarò riguardo alla performance di Pascal nel ruolo di Maxwell, di essersi ispirata da Gordon Gekko, interpretato da Michael Douglas nel film Wall Street di Oliver Stone, e da Lex Luthor, interpretato da Gene Hackman nel film Superman. La Jenkins ha descritto Lord come "un cattivo con il potenziale per essere pericoloso e spaventoso".[9]
    • Lambro Demetriou e Jonny Barry interpretando i ruoli come Maxwell "Max Lord" Lorenzano da giovane, rispettivamente all'età di 8 e 15 anni.
  • Antiope, interpretata da Robin Wright: La sorella defunta di Ippolita, zia di Diana e generale dell'esercito amazzone.[10]
  • Ippolita, interpretata da Connie Nielsen: La regina di Themyscira, madre di Diana.[10]

Inoltre, Alistair interpretato da Lucian Perez, è il figlio di Maxwell dal suo precedente matrimonio; Emir Said Bin Abydos interpretato da Amr Waked, il sovrano della città petrolifera Bialya;[11] Kristoffer Polaha interpreta un uomo il cui corpo è posseduto da Steve (il personaggio è accreditato come "Handsome Man");[12] Carol interpretata da Natasha Rothwell, il capo di Barbara allo Smithsonian;[13] Baba Jide interpretato da Ravi Patel, un uomo che conserva i documenti relativi alla storia della Pietra del Sogno; Raquel interpretata da Gabriella Wilde, l'assistente di Maxwell;[14] Simon Stagg interpretato da Oliver Cotton, investitore aziendale di Maxwell; Kelvin Yu e Asim Chaudhry interpretano due colleghe di Barbara allo Smithsonian, Stuart Milligan interpreta il Presidente degli Stati Uniti d'America;[15][16] Generale Petersen interpretato da Patrick Lyster, è il capo dello stato maggiore congiunto ("CJCS" acronimo inglese allo Studio Ovale);[17][18] mentre il generale dell'armata russa viene interpretato da Constantine Gregory.[19]

Lynda Carter, che ha interpretato l'eroina titolare nella serie televisiva degli anni 1970, compare attraverso un cameo interpretando Asteria, una guerriera leggendaria delle Amazzoni che anticamente possedeva la potente armatura alata.[20][21] Anche Matt Costello da Still Game compare attraverso un cameo come tassista.[22] Yaron Versano, marito di Gal Gadot, insieme alle loro due figlie Alma e Maya, compaiono brevemente alla fine del film.[23]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo Wonder Woman, l’attrice Gal Gadot aveva soltanto un altro film in programma con la DC dai tre previsti del suo contratto ed ha così deciso di prolungarlo.[24] La regista Patty Jenkins, che inizialmente aveva firmato per dirigere un solo film, aveva espresso interesse in un sequel.[25] A giugno 2017, durante un'intervista con Variety, Geoff Johns ha rivelato che lui e la Jenkins avevano iniziato il processo di scrittura di un possibile sequel.[26][27] Mentre la Jenkins stava rispondendo alle domande dell'intervista, essa aveva confermato che avrebbe diretto il sequel.[28] Tuttavia, su Twitter la regista ha pubblicato che non si stava trattando di una conferma ma bensì si stava parlando di alcune idee e speranze al riguardo[29]

Il 22 luglio 2017, in occasione del San Diego Comic-Con, lo studio ha ufficialmente annunciato il film con il ritorno della regista.[30][31] Nel settembre seguente è stato reso noto che David Callaham si era unito nella scrittura della sceneggiatura alla Jenkins e a Johns, che già stavano lavorando da svariati mesi.[32] Il 28 febbraio, è stato riportato che il film sarebbe stato girato con le videocamere IMAX per la selezione delle sequenze d'azione.[33] A fine maggio 2018, Zack Snyder ha annunciato il suo coinvolgimento alla pellicola come produttore, assieme alla moglie Deborah Snyder che avrebbe partecipato al film come produttrice.[34] Il 13 giugno 2018 è stato ufficializzato Wonder Woman 1984, il titolo del film.[35]

Pre-produzione[modifica | modifica wikitesto]

La pre-produzione è iniziata ufficialmente a dicembre 2017 nel Regno Unito.[36]. Nello stesso mese, la regista Patty Jenkins dichiarò che il film sarebbe stata un'altra grande storia d'amore[37] Ad aprile 2018 è stato confermato che il film si sarebbe ambientato negli anni 1980,[38] Il mese seguente le scenografe Aline Bonetto e Lindy Hemming sono state riconfermate nella crew.[39]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

A settembre 2017 è stato confermato il ritorno di Gal Gadot nei panni della protagonista.[40] Nel febbraio 2018 Kristen Wiig era in trattative per interpretare l'antagonista Cheetah,[41] e il mese successivo è stata ufficializzata dalla Jenkins.[5] Per la fine di marzo Pedro Pascal si è unito al cast in un ruolo importante, in seguito specificato in Maxwell Lord.[42][43] A giugno 2018 la Jenkins ha annunciato tramite Twitter il ritorno di Chris Pine nel ruolo di Steve Trevor.[44] Il mese seguente è stata annunciato che Natasha Rothwell, Ravi Patel, Amr Waked e Gabriella Wilde erano entrati nel cast in ruoli non definiti.[45][46] Per la fine di agosto è stato confermato che Connie Nielsen e Robin Wright sarebbero tornate ad interpretare Ippolita ed Antiope tramite dei flashback.[47] A novembre 2018 Kristoffer Polaha ha rivelato di avere un ruolo nel film.[48]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali sono iniziate il 13 giugno 2018 con il titolo di lavorazione Magic Hour.[49] Le riprese del film si svolsero in diversi luoghi: a Leavesden in Inghilterra, nel Distretto di Columbia (Georgetown)[50] e nella Virginia settentrionale (Alexandria)[51] negli Stati Uniti dal 18 giugno al 14 luglio 2018.[52][53] Le riprese si svolsero in parte anche a Washington, nel DAR Constitution Hall vicino alla Casa Bianca, nel Hirshhorn Museum and Sculpture Garden della Smithsonian Institution e nel Lincoln Memorial.[53][54][55] A metà luglio, la produzione dagli Stati Uniti è stata spostata in Inghilterra.[56] Ad agosto le riprese si svolsero in diverse località londinesi, tra cui St. Andrew's Place, Regent's Park e al Royal College of Physicians.[57][58] Tra settembre e ottobre 2018, la produzione si spostò nella Spagna meridionale, ad Almería, in Andalusia[59][60] e nelle Isole Canarie di Fuerteventura e Tenerife.[61][62] Dal 5 al 11 settembre, le riprese si svolsero presso il complesso fortificato Alcazaba di Almería.[63] Dal 13 al 26 settembre, le riprese si svolsero a Fuerteventura, al Parco Naturale delle Dune di Corralejo, al Parque Holandés, al El Jablito, ad La Oliva e al Parco Naturale di Jandía.[64][65] Nell'ultima settimana di settembre, le riprese si svolsero in diverse località a Tenerife.[66][67]

A ottobre 2018, la produzione ritornò in Inghilterra, per girare alcune scene all'Imperial War Museum Duxford a Duxford, all'Hyde Park e all'Hotel Savoy nel centro londinese, infine a Torrington Square, vicino all'Università di Londra.[68][69] A metà novembre 2018, Pedro Pascal concluse le sue ultime scene.[70] Le riprese principali si conclusero il 22 dicembre 2018, dopo sei mesi dal loro inizio.[71][72] Ulteriori riprese e scene fotografiche furono rigirate il 28 luglio 2019 a Londra presso la Warner Bros. Studios[73] e completate ad agosto 2019.[74]

Post-produzione[modifica | modifica wikitesto]

Richard Pearson è stato il montatore cinematografico di Wonder Woman 1984.[75] John Moffatt (la quale già ha partecipato alla realizzazione della serie di Harry Potter e di Life - Non oltrepassare il limite) è invece supervisore principale addetto agli effetti visivi per il film.[76][77] Double Negative, Framestore e Method Studios forniranno gli effetti visivi per il film.[78][79][80]. Alexis Wajsbrot supervisionerà gli effetti per Framestore[81][82] A dicembre 2019, Patty Jenkins ha rivelato che la realizzazione del film sarebbe stata completata con sei mesi di anticipo.[83]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Il 22 agosto 2018 Hans Zimmer è stato annunciato come compositore della colonna sonora del film, rimpiazzando così Rupert Gregson-Williams che si era occupato del primo film. Zimmer già in precedenza si era occupato delle colonne sonore de L'uomo d'acciaio e Batman v Superman: Dawn of Justice, entrambi parte del DC Extended Universe.[84]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Patty Jenkins, Chris Pine e Gal Gadot mentre promuovono Wonder Woman 1984 al San Diego Comic-Con 2018

Il 22 giugno 2018 è stato riportato che Gal Gadot avrebbe partecipato alla presentazione del film al San Diego Comic-Con, dove sono state mostrate alcune scene;[85], all'evento erano presenti anche la regista Patty Jenkins e l'attore Chris Pine.[86] Nuove scene sono state mostrate durante il CinemaCon 2019, a Las Vegas in Nevada c'è stato anche un primo sguardo al personaggio di Kristen Wiig, Cheetah.[87] A giugno 2019, la Warner Bros. ha proiettato uno sguardo più esteso agli espositori europei del CineEurope a Barcellona, in Spagna.[88]

Il 5 luglio 2019 è stato pubblicato il primo teaser poster, rispettivamente un anno prima dell'annuncio della prima data di uscita del film.[89] A ottobre 2019, è stato annunciato che il primo trailer sarebbe stato mostrato al Comic Con Experience 2019; durante l'evento a São Paulo in Brasile, parteciparono Gadot e Jenkins.[90]

A fine mese, WarnerMedia Entertainment ha mostrato altre scene del film alla stampa, durante la presentazione di HBO Max.[91] Il primo trailer del film è stato pubblicato l'8 dicembre 2019.[92][93] Lo stesso giorno, le locandine dei personaggi del film (Wonder Woman, Maxwell Lord, Barbara Ann Minerva e Steve Trevor) furono pubblicate insieme al trailer.[94]

Un nuovo trailer del film è stato diffuso durante la DC FanDome del 22 agosto 2020.[95]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente il film era stato pianificato per essere distribuito il 13 dicembre 2019, prima di stabilire una data per la metà del 2020.[96][97] Il film doveva essere distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 5 giugno 2020 ma a causa della pandemia di COVID-19 l'uscita è slittata inizialmente al 14 agosto 2020,[98] poi al 2 ottobre[99] e infine al 25 dicembre, a causa della lenta riapertura dei cinema.[100]

In Italia, l'uscita del film era inizialmente prevista il 1º ottobre 2020,[101] ma è in seguito stata spostata al 14 gennaio 2021.[102]. In conclusione, il film in Italia doveva uscire il 28 gennaio 2021 ma a causa del DPCM, che tra le misure contro il COVID-19 impone la chiusura delle sale di proiezione, è rimandato in esclusiva digitale il 12 febbraio 2021,[103] mentre in America è uscito, in contemporanea, al cinema e sulla piattaforma HBO Max, il 25 dicembre 2020.[104]

Dal giorno 12 febbraio 2021 il film è disponibile per la visione a pagamento su Sky e sulle altre piattaforme per lo streaming Amazon Prime Video e Google Play Film.

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 13 anni non accompagnati per la presenza di «sequenze d’azione e violenza».[105]

Come per il precedente film, Wonder Woman 1984 non sarà distribuito in diverse nazioni arabe e musulmane, a causa del passato di Gal Gadot come soldatessa israeliana e per via del boicottaggio israeliano.[106]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Audience[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Controversia[modifica | modifica wikitesto]

Futuro[modifica | modifica wikitesto]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2019, dopo il completamento delle riprese di Wonder Woman 1984, la regista e co-scrittrice Patty Jenkins annunciò che la trama per un terzo film di Wonder Woman, che si ambienterà in tempi moderni, era attualmente in preparazione.[107][108][109] A dicembre 2019, la regista ha affermato che l'attesa tra il secondo e il terzo sequel sarà maggiore rispetto a quella tra il primo e il secondo film.[110] Ad aprile 2020, durante un'intervista con Total Film, la regista ha dichiarato di avere già in mente un arco narrativo che includerebbe tutti e quattro i film di Wonder Woman, includendo quello incentrato sulla storia delle Amazzoni e il terzo film riguardo al personaggio principale.[111] A fine giugno 2020, durante un'intervista con Heroic Hollywood riguardo allo stato del terzo film, la Jenkins ha svelato che la storia su cui stava lavorando da sei mesi era in pausa, per capire come includere l'epidemia da COVID-19 all'interno della trama.[112]

Spin-off[modifica | modifica wikitesto]

A dicembre 2019, la regista Patty Jenkins ha espresso un grande interesse nello sviluppo di uno spin-off incentrato sulla storia delle Amazzoni.[113] Patty Jenkins è diventata produttrice esecutiva dello spin-off.[114] Ad aprile 2020, la regista ha rilevato che spera di non dirigere lo spin-off, ma ha confermato che lo produrrà.[111]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wonder Woman Sequel Details Emerge, and More Movie News, su editorial.rottentomatoes.com. URL consultato il 16 maggio 2020.
  2. ^ a b (EN) Matt Maytum, Gal Gadot and Kristen Wiig talk Wonder Woman 1984: "It really doesn’t feel like a sequel", su Total Film, 24 giugno 2020. URL consultato il 9 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2020).
  3. ^ (EN) Zack Sharf, Zack Sharf, ‘Wonder Woman 1984’ First Look: Gal Gadot and Patty Jenkins Reunite, While Chris Pine Makes Surprise Return, su IndieWire, 13 giugno 2018. URL consultato il 16 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 20 giugno 2018).
  4. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Mike Fleming Jr, Kristen Wiig Being Lassoed For Villain Role On ‘Wonder Woman 2’, su Deadline, 1º marzo 2018. URL consultato il 16 maggio 2020.
  5. ^ a b (EN) David Betancourt closeDavid BetancourtReporter focusing on comic book cultureEmailEmailBioBioFollowFollow, Kristen Wiig will star in ‘Wonder Woman’ sequel as the Cheetah, director confirms, su Washington Post. URL consultato il 16 maggio 2020.
  6. ^ (EN) The Bad Guys Are Inheriting the DC Universe, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 16 maggio 2020.
  7. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, ‘Narcos’ Star Pedro Pascal Lands Key Role in ‘Wonder Woman’ Sequel (EXCLUSIVE), su Variety, 28 marzo 2018. URL consultato il 16 maggio 2020.
  8. ^ (EN) Pedro Pascal's Wonder Woman 1984 Character Is Exactly Who You Thought He Was, su io9. URL consultato il 16 maggio 2020.
  9. ^ (EN) Aeron Mer Eclarinal, Wonder Woman 1984 Director Denies Donald Trump Being Influence for Villain, su thedirect.com, 13 settembre 2020. URL consultato il 18 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 13 settembre 2020).
  10. ^ a b Net-A-Porter, Robin Wright on House of Cards and Claire Underwood’s “operatic” exit, su NET-A-PORTER, 31 agosto 2018. URL consultato il 18 gennaio 2021 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2018).
  11. ^ (AR) Amr Waked, انتظروا ظهوري في فيلم المرأة الخارقة ١٩٨٤ (الجزء الثاني) إخراج باتي جينكينز والمتوقع نزوله في يونيو ٢٠٢٠. يا رب يعجبكم الفيلم, su twitter.com, 16 novembre 2019 (archiviato dall'url originale l'8 febbraio 2020).
  12. ^ (EN) Brian Truitt, Spoilers! Did you spot Gal Gadot's family in 'Wonder Woman 1984'? Here's why they joined in, su USA TODAY, 26 dicembre 2020. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2020).
  13. ^ (EN) Mia Galuppo, 'Insecure' Star Natasha Rothwell Joins 'Wonder Woman' Sequel, su The Hollywood Reporter, 24 luglio 2018. URL consultato il 16 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 25 luglio 2018).
  14. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Ravi Patel & Gabriella Wilde Boarding Wonder Woman 1984, su Deadline, 27 luglio 2018. URL consultato il 16 maggio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2018).
  15. ^ (EN) Alexia Fernández, Wonder Woman 1984 Director Says Trump Is 'One' of the Influences for Pedro Pascal's Villain, su People, 21 agosto 2020. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 2020).
  16. ^ Mick LaSalle, Review: Gal Gadot can't rescue 'Wonder Woman 1984' from pit of empty ideas | Datebook, su web.archive.org, San Francisco Chronicle, 20 dicembre 2020. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2020).
  17. ^ (EN) Patrick Lyster Filmography, su www.moviefone.com. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2013).
  18. ^ Patrick Lyster Profil, su film.vpn.co.id. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 20 gennaio 2021).
  19. ^ (EN) CONSTANTINE GREGORY Actor credits, su constantinegregory.com, 22 ottobre 2018. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2020).
  20. ^ (EN) Allison Crist, Lynda Carter Reveals Alleged Sexual Abuser "Being Prosecuted Now", su The Hollywood Reporter, 17 aprile 2018. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 24 dicembre 2020).
  21. ^ (EN) Kate Erbland, Kate Erbland, ‘Wonder Woman 1984’ Post-Credits Scene, Explained: What It Means for the DCEU, su IndieWire, 25 dicembre 2020. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 25 dicembre 2020).
  22. ^ (EN) Paul English, Still Game's Matt Costello's big bet pays off as, 40 years after move to LA to work with original Wonder Woman, he stars in blockbuster sequel, su The Sunday Post. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2021).
  23. ^ (EN) Kayla Keegan, 'Wonder Woman 1984' Fans Totally Missed a Cameo From Gal Gadot's Husband, su Good Housekeeping, 26 dicembre 2020. URL consultato il 7 febbraio 2021 (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2020).
  24. ^ (EN) Wonder Woman Sequel Details Emerge, and More Movie News, su editorial.rottentomatoes.com. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  25. ^ (EN) 'Wonder Woman' Director Patty Jenkins Not Signed for Sequel, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  26. ^ (EN) DC Film’s Jon Berg, Geoff Johns on Success of ‘Wonder Woman’ and Sequel Plans (EXCLUSIVE), su Variety, 20 giugno 2017. URL consultato il 16 settembre 2020.
  27. ^ (EN) Erin Nyren, Erin Nyren, Patty Jenkins Developing ‘Wonder Woman’ Sequel (EXCLUSIVE), su Variety, 20 giugno 2017. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  28. ^ (EN) BREAKING: Patty Jenkins Confirms She's Directing the 'Wonder Woman' Sequel, su www.advocate.com, 29 giugno 2017. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  29. ^ Patty Jenkins Backtracks Her Wonder Woman 2 Confirmation, su CINEMABLEND, 30 giugno 2017. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  30. ^ (EN) Warner Bros. Officially Announces Wonder Woman Sequel, su ScreenRant, 22 luglio 2017. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  31. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, Warner Bros. Confirms DC Universe Pic Titles: ‘Wonder Woman II’, ‘Flashpoint’ & More – Comic-Con, su Deadline, 22 luglio 2017. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  32. ^ (EN) 'The Expendables' Writer Joins Patty Jenkins, Geoff Johns to Write 'Wonder Woman 2' (Exclusive), su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  33. ^ IMAX (IMAX) Q4 2017 Results - Earnings Call Transcript, su web.archive.org, 14 giugno 2018. URL consultato il 12 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2018).
  34. ^ (EN) Updates On Incredibles 2, Supergirl, The Expanse, and More, su io9. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  35. ^ (EN) Zack Sharf, Zack Sharf, ‘Wonder Woman 1984’ First Look: Gal Gadot and Patty Jenkins Reunite, While Chris Pine Makes Surprise Return, su IndieWire, 13 giugno 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  36. ^ (EN) Director Patty Jenkins Confirms ‘Wonder Woman 2’ Is In Pre-Production – Pursue News, su pursuenews.com. URL consultato il 16 settembre 2020.
  37. ^ (EN) Director Patty Jenkins teases more details of 'Wonder Woman 2' storyline | NME, su NME Music News, Reviews, Videos, Galleries, Tickets and Blogs | NME.COM, 1º dicembre 2017. URL consultato il 12 dicembre 2019.
  38. ^ (EN) Wonder Woman 2 Will Be Set in the 1980s, su ScreenRant, 24 aprile 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  39. ^ Production Designer Aline Bonetto Returns For ‘Woman Woman 2’ - Omega Underground, su web.archive.org, 13 giugno 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019 (archiviato dall'url originale il 13 giugno 2018).
  40. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, Patty Jenkins Closes Deal to Direct ‘Wonder Woman’ Sequel (EXCLUSIVE), su Variety, 11 settembre 2017. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  41. ^ (EN) Mike Fleming Jr, Mike Fleming Jr, Kristen Wiig Being Lassoed For Villain Role On ‘Wonder Woman 2’, su Deadline, 1º marzo 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  42. ^ (EN) Justin Kroll, Justin Kroll, ‘Narcos’ Star Pedro Pascal Lands Key Role in ‘Wonder Woman’ Sequel (EXCLUSIVE), su Variety, 28 marzo 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  43. ^ (EN) 'Wonder Woman 1984': Who Is Maxwell Lord?, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  44. ^ Wonder Woman 1984: ecco perché Chris Pine tornerà nel sequel, su movieplayer.it. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  45. ^ (EN) 'Insecure' Star Natasha Rothwell Joins 'Wonder Woman' Sequel, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  46. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, Ravi Patel & Gabriella Wilde Boarding ‘Wonder Woman 1984’, su Deadline, 27 luglio 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  47. ^ Net-A-Porter, Robin Wright on House of Cards and Claire Underwood’s “operatic” exit, su NET-A-PORTER. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  48. ^ (EN) Why I Love Doing Hallmark Movies, an Actor's Confession (Guest Column), su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  49. ^ (EN) Cameras Roll on Warner Bros. Pictures’ “Wonder Woman 1984”, su www.businesswire.com, 13 giugno 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  50. ^ (EN) Wonder Woman 2 to Film in Georgetown, su The Georgetown Metropolitan, 24 maggio 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  51. ^ 'Wonder Woman 2' to film at Alexandria's dead Landmark Mall, su www.bizjournals.com. URL consultato il 16 settembre 2020.
  52. ^ (EN) Noah Villaverde on March 18, 2018, 'Wonder Woman 2' Reportedly Shooting Stateside This Summer, su Heroic Hollywood, 19 marzo 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  53. ^ a b (EN) Filming shutting down several streets around McPherson Square this weekend, su FOX 5 DC, 6 luglio 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  54. ^ (EN) 'Wonder Woman' continues to impact traffic around DC, road closures in Penn Quarter, su FOX 5 DC, 17 giugno 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  55. ^ Fantasy and reality clash as movie makers film Wonder Woman in D.C. - The Washington Post, su web.archive.org, 11 luglio 2018. URL consultato il 15 giugno 2020 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2018).
  56. ^ (EN) Mike Annerino on July 13, 2018, Pedro Pascal Heads To London To Film Wonder Woman 1984, su Heroic Hollywood, 13 luglio 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  57. ^ (EN) Omari Daniels on August 7, 2018, New Set Photos Reveal 'Wonder Woman 1984' Now Filming In London, su Heroic Hollywood, 7 agosto 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  58. ^ (EN) Chris Begley, Exclusive: ‘Wonder Woman 1984’ to film at Royal College of Physicians in London (photo), su Batman News, 9 agosto 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  59. ^ Europa Press, La Alcazaba acogerá el rodaje de varias escenas de 'Wonder Woman: 1984' en septiembre, su www.europapress.es, 28 agosto 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  60. ^ (ES) Diario de Almeria, El rodaje de 'Wonder Woman: 1984' será en la Alcazaba del 5 al 8 de septiembre, su Diario de Almería, 29 agosto 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  61. ^ (ES) David Monserrat, El rodaje de ‘Wonder Woman’ desembarca a finales del verano, su www.canarias7.es, 18 maggio 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  62. ^ (EN) digitaldynamics.ro, Tenerife and Fuerteventura - filming locations for the next Wonder Woman movie, su GuideToCanaryIslands. URL consultato il 15 giugno 2020.
  63. ^ (ES) Agencia EFE, Alcazaba de Almería acogerá en septiembre parte rodaje 'Wonder Woman: 1984', su COPE, 28 agosto 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  64. ^ (ES) David Monserrat, Una superproducción para Fuerteventura, su www.canarias7.es, 23 marzo 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  65. ^ (ES) 'Wonder Woman 1984' arranca el rodaje el jueves 13 hasta el día 25, su www.canarias7.es, 10 settembre 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  66. ^ (EN) Wonder Woman 1984 to be filmed in Tenerife, su thinkSPAIN. URL consultato il 15 giugno 2020.
  67. ^ Cultura, noticias de cultura de Las Palmas, Canarias, España y el mundo en laprovincia.es, su www.laprovincia.es. URL consultato il 15 giugno 2020.
  68. ^ (EN) Gal Gadot Posts New Images as Wonder Woman 1984 Wraps Filming, su NDTV Gadgets 360. URL consultato il 15 giugno 2020.
  69. ^ (EN) What's being filmed in London today?, su Needafixer. URL consultato il 15 giugno 2020.
  70. ^ (EN) Justin Kroll,Joe Otterson, Justin Kroll, Joe Otterson, ‘Star Wars’: Pedro Pascal to Lead ‘The Mandalorian’ Series, su Variety, 13 novembre 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  71. ^ 'Wonder Woman 1984' To Wrap Filming This December, su web.archive.org, 5 settembre 2018. URL consultato il 15 giugno 2020 (archiviato dall'url originale il 5 settembre 2018).
  72. ^ (EN) Dino-Ray Ramos, Dino-Ray Ramos, ‘Wonder Woman 1984’: Gal Gadot Posts Heartfelt Message As Production Wraps, su Deadline, 24 dicembre 2018. URL consultato il 15 giugno 2020.
  73. ^ Wonder Woman 1984 Reportedly Doing Reshoots, su comicbook.com. URL consultato il 15 giugno 2020.
  74. ^ (EN) Shawn Mendes Reveals his 2019 Schedule for His fans, the guy is Rocking, su Union Journalism, 11 maggio 2019. URL consultato il 15 giugno 2020.
  75. ^ (EN) Cameras Roll on Warner Bros. Pictures’ “Wonder Woman 1984”, su www.businesswire.com, 13 giugno 2018. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  76. ^ (EN) Christopher Marc, ‘Wonder Woman 1984’ Adds ‘Harry Potter and The Deathly Hallows’ VFX Supervisor | HN Entertainment, su hnentertainment.co. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  77. ^ (FR) WONDER WOMAN 1984, su The Art of VFX, 8 dicembre 2019. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  78. ^ Wonder Woman 1984, su www.dneg.com. URL consultato il 16 settembre 2020.
  79. ^ Upcoming Film Releases, su Framestore, 30 ottobre 2017. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  80. ^ In Production, su www.methodstudios.com. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  81. ^ (FR) SPIDER-MAN – FAR FROM HOME: Alexis Wajsbrot – VFX Supervisor – Framestore, su The Art of VFX, 16 luglio 2019. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  82. ^ Wonder Woman 1984, su Framestore, 31 marzo 2020. URL consultato il 23 agosto 2020.
  83. ^ Wonder Woman 1984 Is 'Technically Done' And Here's The First Cut's Runtime, su CINEMABLEND, 21 dicembre 2019. URL consultato il 2 gennaio 2020.
  84. ^ (EN) Hans Zimmer to Score Patty Jenkins’ ‘Wonder Woman 1984’ | Film Music Reporter, su filmmusicreporter.com. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  85. ^ (EN) Anthony D'Alessandro,Dominic Patten, Anthony D'Alessandro, Dominic Patten, Gal Gadot and ‘Wonder Woman 1984’ Planned As Warner’s Big Comic-Con Surprise, su Deadline, 21 giugno 2018. URL consultato il 25 agosto 2020.
  86. ^ (EN) Erin Nyren, Erin Nyren, ‘Wonder Woman 1984’ Team Talks ’80s Setting, Chris Pine’s Resurrection, su Variety, 21 luglio 2018. URL consultato il 25 agosto 2020.
  87. ^ (EN) Wonder Woman 1984 Footage Shown at CinemaCon Includes First Look at Kristen Wiig - IGN. URL consultato il 25 agosto 2020.
  88. ^ CineEurope: Warner Bros. Offers Glimpses of 'Joker,' 'Wonder Woman 1984,' 'Godzilla vs. Kong' and 'Birds of Prey' | Hollywood Reporter, su www.hollywoodreporter.com. URL consultato il 25 agosto 2020.
  89. ^ (EN) Scott Mendelson, Gal Gadot And Patty Jenkins Debut First Poster For 'Wonder Woman 1984', su Forbes. URL consultato il 25 agosto 2020.
  90. ^ (EN) Gal Gadot & Director Patty Jenkins Set to Give CCXP Brazil Attendees an Unforgettable Finale With a Special Showcase for Wonder Woman 1984 That Will Close the Con With a Bang and Kick Off the Countdown to the Film’s 2020 Release, su www.businesswire.com, 21 ottobre 2019. URL consultato il 25 agosto 2020.
  91. ^ (EN) Wonder Woman 1984: New Footage Shows Diana Fighting Inside the White House - IGN. URL consultato il 25 agosto 2020.
  92. ^ Filmato audio Warner Bros., Wonder Woman 1984, su YouTube, 8 dicembre 2019. URL consultato il 16 settembre 2020.
  93. ^ (EN) Lorraine Wheat, Lorraine Wheat, ‘Wonder Woman 1984’ Trailer: Gal Gadot Returns With Pedro Pascal, Kristen Wiig, su Variety, 8 dicembre 2019. URL consultato il 25 agosto 2020.
  94. ^ (EN) Wonder Woman 1984 Character Posters Reveal First Look at Kristen Wiig as Cheetah - IGN. URL consultato il 15 giugno 2020.
  95. ^ (EN) Jesse Schedeen, DC FanDome: Warner Bros. Announces 'Immersive Virtual Fan Experience' as Comic-Con-Style Event, su IGN, 16 giugno 2020. URL consultato il 25 agosto 2020.
  96. ^ (EN) 'Wonder Woman 2' Sets Release Date, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  97. ^ (EN) 'Wonder Woman 2' Release Date Moved Up 6 Weeks, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  98. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, Anthony D'Alessandro, ‘Wonder Woman 1984’ Flies To Summer 2020, su Deadline, 22 ottobre 2018. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  99. ^ Wonder Woman 1984: posticipata a ottobre la data di uscita del film, su Movieplayer.it. URL consultato il 13 giugno 2020.
  100. ^ (EN) ‘Wonder Woman 1984’ Release Date Pushed to Christmas, su Variety, 11 settembre 2020. URL consultato l'11 settembre 2020.
  101. ^ Matteo Regoli, Wonder Woman 1984, svelata la data di uscita italiana del cinecomic con Gal Gadot, su cinema.everyeye.it, 18 giugno 2020. URL consultato il 18 giugno 2020.
  102. ^ Wonder Woman 1984, slitta l'uscita italiana! Il film con Gal Gadot arriverà a gennaio, su Everyeye Cinema. URL consultato il 16 settembre 2020.
  103. ^ Warner Bros. Pictures, su www.facebook.com. URL consultato il 4 febbraio 2021.
  104. ^ (EN) Rebecca Rubin, Rebecca Rubin, ‘Wonder Woman 1984’ Sets Global Release Dates, su Variety, 24 novembre 2020. URL consultato il 24 novembre 2020.
  105. ^ Mirko D'Alessio, Wonder Woman 1984 ottiene il visto censura, la Warner ribadisce la fedeltà alle sale cinematografiche, su Cinema - BadTaste.it, 24 aprile 2020. URL consultato il 24 aprile 2020.
  106. ^ (EN) Rayana Khalaf, Egyptian actor criticized for taking 'acting role' with Israel's Gal Gadot, su StepFeed, 19 novembre 2019. URL consultato il 6 febbraio 2020.
  107. ^ (EN) Joy Press, Wonder Woman Director Patty Jenkins on Her New TV Drama I Am the Night, su Vanity Fair. URL consultato il 16 maggio 2020.
  108. ^ (EN) Condé Nast, Wonder Woman Director Patty Jenkins on Her New TV Drama I Am the Night, su Vanity Fair. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  109. ^ (EN) Director Patty Jenkins: 'Wonder Woman 3' Will Be a "Contemporary Story", su The Hollywood Reporter. URL consultato il 9 dicembre 2019.
  110. ^ (EN) Sebastian Peris on December 9, 2019, Patty Jenkins Already Has Story Planned For Gal Gadot's Wonder Woman 3, su Heroic Hollywood, 9 dicembre 2019. URL consultato il 16 maggio 2020.
  111. ^ a b (EN) Jack Shepherd, Matt Maytum 29 April 2020, Patty Jenkins on Wonder Woman 3 and The Amazonians spin-off: "There’s an arc that I have in mind", su gamesradar. URL consultato il 16 maggio 2020.
  112. ^ (EN) Eammon Jacobs on June 24, 2020, Patty Jenkins Offers Status Update On Gal Gadot's 'Wonder Woman 3', su Heroic Hollywood, 24 giugno 2020. URL consultato il 23 agosto 2020.
  113. ^ (EN) 'Wonder Woman' Director Patty Jenkins Considering Amazon Spinoff, su The Hollywood Reporter. URL consultato il 10 dicembre 2019.
  114. ^ (EN) JENKINS Developing WONDER WOMAN Spin-Off for the Amazons - Report, su Newsarama. URL consultato il 16 maggio 2020.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]