Okja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Okja
Okja film.jpg
Okja e Mija in una scena del film
Titolo originale Okja
Lingua originale inglese, coreano
Paese di produzione Stati Uniti d'America, Corea del Sud
Anno 2017
Durata 121 min
Genere avventura, azione, drammatico, fantascienza
Regia Bong Joon-ho
Sceneggiatura Bong Joon-ho, Jon Ronson
Produttore Bong Joon-ho, Dooho Choi, Dede Gardner, Lewis Taewan Kim, Jeremy Kleiner, Woo-sik Seo
Produttore esecutivo Brad Pitt, Ted Sarandos, Stan Wlodkowski
Casa di produzione Kate Street Picture Company, Lewis Pictures, Plan B Entertainment
Distribuzione (Italia) Netflix
Fotografia Darius Khondji
Montaggio Yang Jin-mo
Musiche Jaeil Jung
Scenografia Kevin Thompson, Lee Ha-joon
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Okja è un film del 2017 scritto e diretto da Bong Joon-ho.

Fanno parte del cast la giovane attrice coreana Ahn Seo-hyun, Tilda Swinton, Jake Gyllenhaal, Paul Dano, Lily Collins e Giancarlo Esposito.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007 Lucy Mirando diventa la nuova amministratrice della multinazionale Mirando Corporation, a seguito del suo controverso nonno, del padre severo e della sua crudele sorella gemella Nancy, e annuncia pubblicamente di avere scoperto una nuova razza di maiale. Ventisei dei migliori "supermaiali" tratti da questa specie sono stati inviati in luoghi diversi intorno al mondo ed entro dieci anni di allevamento verrà selezionato il supermaiale migliore.

Nel 2017 il supermaiale meglio riuscito si rivela essere Okja, cresciuta nella campagna della Corea del Sud da una ragazzina di nome Mija e suo nonno. Il dottor Johnny Wilcox, zoologo e portavoce della Mirando, visita Okja insieme a Lucy e alla sua compagnia e considera Okja il supermaiale vincitore da presentare a New York. Il nonno di Mija la conduce alle tombe dei suoi genitori e le consegna un maialino d'oro massiccio. Solo quando è troppo tardi Mija capisce che il nonno l'ha distratta mentre la sua Okja viene portata via dalla Mirando per essere spedita negli Stati Uniti d'America. Mija raggiunge Okja a Seoul e a seguito di uno scontro fra la Mirando e un gruppo della Fronte Liberazione Animali, Mija e Okja vengono condotti in salvo dal gruppo di animalisti ribelli.

Jay, il leader della FLA, spiega a Mija che la Mirando ha mentito riguardo le origini della specie di Okja, rivelando che i supermaiali sono frutto di orribili esperimenti genetici sugli animali e la multinazionale intende usare Okja per introdurre al mondo i supermaiali, dato che altri esemplari simili a Okja sono stati già allevati in massa in dieci anni di preparazione prima di essere macellati e messi sul mercato. Riconoscendo che Okja appartiene a Mija, Jay le chiede aiuto per la realizzazione del suo piano contro la Mirando, che consiste nel nascondere un dispositivo di registrazione sotto l'orecchio di Okja, farla catturare dalla Mirando e filmare prove per esporre il maltrattamento di animali della società. Mija risponde di volere tornare a casa con Okja, ma il traduttore coreano della FLA, K, mente a Jay dicendogli che Mija ha accettato, così viene nuovamente separata da Okja.

Nel frattempo filmati della fuga di Okja e Mija sono mostrati in rete e sui telegiornali. Per evitare una pessima pubblicità, Lucy rintraccia Mija e la convince di venire a New York dove sarà pubblicamente riunita con Okja sul palco. Mija accetta con riluttanza e prende un volo per gli Stati Uniti. Intanto Okja viene condotta dal dottor Wilcox in un laboratorio dove viene stuprata da un altro supermaiale. Al termine dell'accoppiamento forzato, Wilcox, ubriaco, estrae da Okja un campione di carne dalla sua pelle per una prova di gusto nella quale gli assaggiatori giudicano la carne dei supermaiali succulenta. Jay e il resto della FLA hanno osservato con orrore il maltrattamento di Okja grazie al dispositivo nascosto, e solo in quel frangente K ammette che Mija non aveva acconsentito di fare parte del piano. Jay pesta a sangue K e decide di portare a termine la missione.

A New York la Mirando organizza una grande parata per la presentazione di Okja e vengono consegnati prodotti di carne di supermaiale gratuiti per le strade. Jay si incontra brevemente con Mija e le comunica che intende salvare Okja e riportarla a casa per rimediare. Sul palco, Lucy conduce Mija di fronte a Okja che, sfinita e traumatizzata dai maltrattamenti, non la riconosce e l'attacca azzannandole il braccio. Quando Jay tenta di colpire Okja, Mija lo ferma e a quel punto Okja riconosce la sua padroncina e si calma mollando la presa. Tuttavia si scatena il caos quando la FLA sabota la parata e mostrano i maltrattamenti di Okja dai maxischermi alla folla di gente, che si rivolta contro Lucy e Wilcox. Mija e la FLA tentano di scappare con Okja, ma Nancy riprende il comando della Mirando e fa catturare Okja mentre i membri della FLA vengono pestati e arrestati dalla polizia.

Jay e K riescono a scappare e portano Mija al mattatoio dei supermaiali per salvare Okja. Mija riesce a individuare Okja in mezzo agli altri supermaiali e dopo avere attraversato la fabbrica osservando le bestie che vengono macellate, raggiunge Okja prima che un addetto la uccida. Mija, non sapendo parlare altre lingue, mostra al macellaio una vecchia foto di lei con Okja giovane. L'uomo sembra essere toccato, ma a quel punto vengono raggiunti da Nancy, che manda in galera Jay e K e ordina che Okja venga abbattuta e macellata. Mija riesce a salvare Okja acquistandola con il maialino d'oro che Nancy accetta. Mentre Mija e Okja escono dal mattatoio, osservano gli altri supermaiali che vengono condotti al macello. Una coppia di supermaiali riesce a spingere il loro cucciolo attraverso la recinzione e Okja lo nasconde nella sua bocca.

Tornata a casa, Mija può finalmente vivere in tranquillità insieme a suo nonno, Okja e il maialino salvato. In una scena dopo i titoli di coda, Jay viene scarcerato. Fuori prigione Jay sembra essere riabilitato e si ricongiunge pacificamente con K, ma, entrati in un autobus, si riuniscono al resto della FLA e si preparano per sferrare un altro colpo alla Mirando.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

È il secondo film di Netflix co-prodotto da Plan B Entertainment dopo War Machine[1] con un budget complessivo che si aggira intorno ai 50 milioni di dollari.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il cast alla presentazione del film al Festival di Cannes 2017

Il primo teaser trailer è stato diffuso il 28 febbraio 2017.[3] Il film è stato presentato in anteprima mondiale al Festival di Cannes 2017[4] e distribuito attraverso Netflix a partire dal 28 giugno dello stesso anno.[5]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Festival di Cannes 2017
  • International Online Cinema Awards 2017
    • Candidatura per la migliore attrice non protagonista a Tilda Swinton
    • Candidatura per il miglior montaggio sonoro a Tae-young Choi
    • Candidatura per i migliori effetti visivi

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Okja (2017) - Curiosità e citazioni, silenzioinsala.com. URL consultato il 29 maggio 2017.
  2. ^ Okja (2017) - Scheda Film, silenzioinsala.com. URL consultato il 29 maggio 2017.
  3. ^ Valentina D'Amico, Okja: nel primo teaser uno sguardo a Tilda Swinon e al misterioso animale al centro del film, movieplayer.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.
  4. ^ Mirko D'Alessio, Cannes 2017 – Ecco il programma della 70ª edizione del Festival, badtaste.it. URL consultato il 13 aprile 2017.
  5. ^ Federico Gironi, Okja: ecco il primo teaser trailer del film Netflix di Bong Joon-ho con Tilda Swinton e Jake Gyllenhaal, comingsoon.it. URL consultato il 28 febbraio 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]