Alive - Sopravvissuti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alive - Sopravvissuti
Alive - Sopravvissuti (1993).png
Una scena del film
Titolo originale Alive
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 1993
Durata 125 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere drammatico
Regia Frank Marshall
Soggetto Piers Paul Read
Sceneggiatura John Patrick Shanley
Casa di produzione Film Andes S.A., The Kennedy/Marshall Company, Paramount Pictures, Touchstone Pictures
Distribuzione (Italia) UIP, CIC Video
Fotografia Peter James
Montaggio William Goldenberg, Michael Kahn
Effetti speciali Michael Lantieri, Lars Lenander, Jules Mann, Randy Shymkiw, Terry Sonderhoff, John Thomas, Dan Cervin
Musiche James Newton Howard, Franz Schubert
Scenografia Norman Reynolds
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Alive - Sopravvissuti (Alive) è un film del 1993 diretto da Frank Wilson Marshall, basato sul disastro aereo delle Ande. La pellicola ha preso spunto dal libro di Piers Paul Read, redatto nel 1974, Tabù - La vera storia dei sopravvissuti delle Ande.

Uno dei sopravvissuti, Fernando Parrado (interpretato nel film da Ethan Hawke), ha aiutato il regista nella ricostruzione cinematografica della tragedia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 ottobre 1972 una squadra uruguaiana di rugby, accompagnata anche da alcuni familiari, in volo sul Fokker Fairchild FH-227D si schianta sulla cordigliera delle Ande, nel tentativo di raggiungere il Cile.

I sopravvissuti allo schianto aereo decidono, per non morire di fame, di cibarsi dei corpi dei loro compagni morti.

Gli estremi sforzi compiuti dai 33 iniziali sopravvissuti, poi ridottisi a 16, verranno compensati dall'eroica impresa di Fernando Parrado e Roberto Canessa, i quali riescono ad attraversare le Ande e raggiungere il Cile, dove riescono a chiedere soccorso.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]