Twilight (film 2008)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Twilight
Twilight Trailer 2.jpg
Una scena del film.
Titolo originale Twilight
Lingua originale Inglese, Italiano
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2008
Durata 122 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere Horror, Romantico, fantastico, drammatico, azione
Regia Catherine Hardwicke
Soggetto dal romanzo di Stephenie Meyer
Sceneggiatura Melissa Rosenberg
Produttore Wyck Godfrey, Greg Mooradian, Mark Morgan
Produttore esecutivo Karen Rosenfelt, Michele Imperato, Guy Oseary, Marty Bowen
Casa di produzione Temple Hill Entertainment, Maverick Films, Imprint Entertainment, Goldcrest Pictures, Twilight Productions, Summit Entertainment
Distribuzione (Italia) Eagle Pictures
Fotografia Elliot Davis
Montaggio Nancy Richardson
Effetti speciali Industrial Light & Magic, Professional VisionCare Associates, CIS Vancouver, Rez-Illusion, Catalyst Media, Pic, Lola Visual Effects, Wildfire Visual Effects
Musiche Carter Burwell
Scenografia Ian Phillips
Costumi Wendy Chuck
Trucco Stephanie June Johnson, Robin Schmitt, Crystal Shade, Susan Sittko Schaefer
Sfondi Gene Sardena
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Quando puoi vivere per sempre, per cosa vivi per davvero? »
(Tagline del film)

Twilight è un film del 2008 diretto da Catherine Hardwicke e sceneggiato da Melissa Rosenberg, adattamento cinematografico dell'omonimo romanzo del 2005 di Stephenie Meyer.
Il film è interpretato da Kristen Stewart nel ruolo di un'adolescente che si innamora di un vampiro interpretato da Robert Pattinson. Il progetto è rimasto in sospeso per tre anni prima che la Summit Entertainment se ne assicurasse i diritti e lo mettesse in produzione. Il libro è stato adattato per lo schermo da Melissa Rosenberg nell'autunno del 2007 e terminato poco prima dell'inizio dello sciopero degli sceneggiatori del 2007/2008. Il film è stato principalmente girato nell'Oregon e nello Stato di Washington tra l'inverno del 2007 e la primavera del 2008.

La pellicola è uscita in Italia il 21 novembre 2008, in contemporanea con gli Stati Uniti. Un'anteprima italiana del film (circa 15 minuti della pellicola) è stata proiettata il 30 ottobre 2008 durante il Festival Internazionale del Film di Roma 2008. Twilight ha ottenuto il quattordicesimo posto nei maggiori incassi nel primo giorno di proiezione.[1] Il film ha ottenuto un incasso internazionale di oltre 379 milioni di dollari, pari a circa 280 milioni di euro.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Bella Swan si trasferisce dalla calda città di Phoenix alla piccola e piovosa cittadina di Forks, nello Stato di Washington, per vivere assieme al padre e per lasciare che la madre segua il suo nuovo compagno, un giocatore di baseball di serie B, nelle tournée. Tutto immagina tranne che la sua vita stia per prendere una svolta inaspettata e mortalmente pericolosa.

A scuola tutti sono contenti dell'arrivo della nuova studentessa e molti ragazzi cominciano a farle la corte. Nel frattempo stringe amicizia con due coetanee, Jessica Stanley e Angela Weber. Durante il primo giorno di scuola, Bella rimane incuriosita da un gruppo di fratelli e sorelle, i Cullen, che siedono sempre in disparte e che attirano l'attenzione di tutti, essendo di aspetto bellissimo. Bella è attratta soprattutto dal più giovane e il più affascinante dei fratelli, Edward Cullen.

Qualcosa in Bella costringe inizialmente Edward a starle lontano e in seguito ad avvicinarla. Inizia così, tra i due, una sospettosa amicizia che ben presto si trasforma in un'attrazione travolgente e irresistibile. Durante una gita in spiaggia Bella viene a conoscenza di un'antica leggenda: l'esistenza di licantropi e vampiri, nemici da secoli. In questo modo Bella scopre che Edward è un vampiro. Dopo questa rivelazione, Edward coinvolge Bella nella sua vita e la porta anche a conoscere i suoi familiari, rassicurando la ragazza sul fatto che i Cullen non si nutrono di prede umane ma di animali, definendosi vegetariani.

Nonostante gli ostacoli e la diversità della loro natura i due giovani si innamorano, ma la vita di Bella è in grave pericolo quando in città arrivano tre vampiri nomadi: Laurent, James e Victoria che hanno mantenuto la natura di cacciatori di esseri umani. In particolare James rimane ossessionato da Bella, tanto da pretendere di ucciderla a tutti i costi, scatenando la reazione dell'intera famiglia Cullen e soprattutto di Edward, che vede nella ragazza umana la sua anima gemella.

James inizia la caccia, mentre Edward cerca di portarla il più lontano possibile in modo tale che l'odore della ragazza non possa essere più seguito. James riesce a trovarsi da solo con Bella e la morde sul braccio infettandola. Edward lo raggiunge e combatte contro di lui. Poco dopo arrivano anche gli altri Cullen che lo uccidono nell'unico modo possibile, staccandogli la testa e bruciarlo. Carlisle chiede al figlio di succhiare via il veleno, ma Edward ha paura di ucciderla perché teme di perdere il controllo. L'impresa riesce e Bella non rischia di divenire un vampiro, anche se il suo desiderio era diventarlo. Ripresa dall'infortunio Bella ed Edward partecipano al ballo di fine anno, sotto lo sguardo pieno di vendetta di Victoria.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

Nel 2004 viene segnalato da un agente letterario di New York il manoscritto di Twilight a Greg Mooradian. A sua volta, il produttore fa notare la potenzialità della storia al presidente di produzione della Paramount MTV Films, Karen Rosenfeld, che decide di ingaggiare uno sceneggiatore per cominciare la prima stesura del film. Nell'aprile del 2004, la Rosenfeld perde il ruolo di presidente di produzione alla Paramount e il progetto di Twilight viene accantonato, fino all'arrivo di una nuova amministrazione. Intanto, il libro diventa un best-seller in tutto il mondo, cominciando a suscitare la curiosità del pubblico e dei vari produttori indipendenti. Una delle prime case di produzione a notare questo fenomeno è la Summit Entertainment, specializzata in finanziamenti a produzioni minori. Il presidente della Summit, Erik Feig, stava cercando un progetto da mandare avanti e, ad un incontro con Karen Rosenfeld, gli viene segnalato appunto che alla Paramount MTV Films stavano scandendo i termini per i diritti di Twilight. Feig, sotto consiglio della Rosenfeld, si assicurò i diritti per la pellicola nel febbraio del 2006.[2]

Regia[modifica | modifica sorgente]

Nel 2007 Catherine Hardwicke si trovava nel ruolo di giurata al Sundance Film Festival quando incontrò alcuni dirigenti della Summit, tra i quali Patrick Wachsberger ed Eric Feig, con i quali aveva già collaborato come designer di produzione per Vanilla Sky (2001), distribuito appunto dalla Summit Entertainment. Feig si dichiarò fan della regista, grazie alla pellicola di debutto della Harwicke, Thirteen (2003) e le propose di pensare al fatto di dirigere lei stessa il film. La regista diede una occhiata alla prima stesura della sceneggiatura da parte della MTV Paramount e, dato che vi erano troppe incongruenze rispetto al romanzo originale, decise di assumersi l'incarico della regia e di assicurarsi una nuova sceneggiatura che rispecchiasse se non tutto, almeno buona parte del manoscritto originale.[3]

Sceneggiatura[modifica | modifica sorgente]

La prima stesura della sceneggiatura, a cura della MTV Paramount, prevedeva che il personaggio di Bella fosse un'atleta e non la ragazza goffa e impacciata del libro. La Hardwicke, chiese alla Summit di poter agire su una nuova sceneggiatura, per rendere il personaggio di Bella Swan più fedele a quella del libro. La nuova sceneggiatura venne affidata a Melissa Rosenberg, con la supervisione della stessa scrittrice Stephenie Meyer, che ne approvò il progetto.

Cast[modifica | modifica sorgente]

Kristen Stewart/Bella Swan[modifica | modifica sorgente]

Kristen Stewart

La difficoltà, una volta partito il progetto, era quella di trovare gli interpreti per la pellicola e, specialmente, i due protagonisti che avrebbero dovuto interpretare sulla schermo i personaggi di Bella Swan e di Edward Cullen. Le legioni di fan di Twilight, avevano già in mente delle immagini dei vari personaggi presenti tra le pagine del libro. La prima ad essere ingaggiata fu Kristen Stewart, che aveva già preso parte a produzioni importanti come Panic Room, film del 2002 con Jodie Foster e Into the Wild - Nelle terre selvagge per la regia di Sean Penn.[4] È proprio grazie a quest'ultima interpretazione che la Hardwicke decide di sceglierla per il ruolo, dato che la regista vide nel volto dell'attrice, la giusta miscela di innocenza e desiderio, proprio del personaggio di Bella Swan descritta tra le pagine del libro. Oltretutto, l'attrice all'epoca aveva 17 anni, l'età giusta per interpretare il ruolo di Bella.

Robert Pattinson/Edward Cullen[modifica | modifica sorgente]

Robert Pattinson

La difficoltà maggiore nel casting fu rappresentata dalla scelta dell'attore giusto per interpretare il ruolo del vampiro diciassettenne Edward Cullen. Nelle pagine del libro, la Meyer descrive Edward come "bello come un Dio greco" e nell'immaginario collettivo non sarebbe stato comunque possibile accontentare milioni di persone sulla scelta del volto giusto. Sul sito ufficiale di Stephenie Meyer apparve una lista di potenziali attori che avrebbero potuto ricoprire il ruolo di Edward Cullen e, tra questi, si annoveravano i nomi di Henry Cavill[5], Hayden Christensen, Robert Pattinson, Orlando Bloom e Gerard Way. Le prime scelte furono Henry Cavill[6], Jackson Rathbone[7], Ben Barnes[7], Shiloh Fernandez[7], Dustin Milligan[8] e Dave Franco[8], i quali rifiutarono tutti per impegni precedenti o disinteresse per il progetto, dando così spazio a Pattinson. La scelta di Henry Cavill venne accantonata per motivi di età, dato che l'attore al tempo delle riprese avrebbe avuto 25 anni e che farlo passare per un eterno diciassettenne sarebbe stato alquanto difficile. Secondo la Hardwicke la scelta del personaggio di Edward fu la più difficile e frustrante. Venne considerato di fare un provino a Robert Pattinson, anche sotto segnalazione dello stesso produttore Greg Mooradian che lo aveva notato nel ruolo di Cedric Diggory nella pellicola Harry Potter e il calice di fuoco del 2005. La regista contattò Pattinson per un primo provino con la co-protagonista Stewart, per verificare se tra i due attori ci fosse stata la chimica giusta per recitare insieme. La Hardwicke dichiarò che la vicinanza dei due attori fece sparire i dubbi sulla scelta del protagonista del film, d'accordo con la scrittrice Stephenie Meyer, anche lei presente al provino.[5] La scelta cadde così su Robert Pattinson anche perché, nonostante all'epoca del film avesse già compiuto 22 anni, avrebbe potuto passare per un diciassettenne senza alcun problema. Pattinson non aveva mai sentito parlare del libro di Twilight e prima di iniziare le riprese lesse tutti i libri della saga per poter interagire meglio con il carattere di Edward[9]. Inoltre, per calarsi meglio nel personaggio, la Meyer gli concesse di leggere il manoscritto non ancora pubblicato di Midnight Sun, la versione di Twilight dal punto di vista di Edward, per permettere all'attore di catturare al meglio il carattere solitario di Edward.[10]

« Quando mi hanno detto che Robert avrebbe avuto il ruolo di Edward, l'ho guardato e ho pensato: "Sì, probabilmente potrebbe fare una versione di Edward. Ha le carte in regola per sembrare un vampiro." Ma poi, quando l'ho visto al provino mentre si calava nel ruolo di Edward, improvvisamente mi è sembrato l'Edward che avevo sempre avuto in testa, che esperienza bizzarra... Aveva individuato perfettamente il personaggio. »
(Stephenie Meyer[11])

Altri interpreti[modifica | modifica sorgente]

Peter Facinelli

Peter Facinelli / Carlisle Cullen
Per il ruolo del dottor Carlisle Cullen, viene contattato dalla Hardwicke l'attore americano Peter Facinelli, che in un primo momento rifiutò l'ingaggio, credendo che si trattasse di un ruolo pieno di scene cruenti. Successivamente, vengono considerate altre scelte e Facinelli si procura intanto una copia del libro di Twilight, per leggerne la storia e valutarne il ruolo. L'attore che venne scelto al suo posto si ritirò dal progetto e Facinelli cambiò idea sul contenuto della storia che vedeva come protagonista il personaggio di Carlisle Cullen. Contattò la Hardwicke per chiederle se era ancora disponibile il ruolo e la regista, grande fan di Facinelli per le sue interpretazioni in produzioni come Six Feet Under, decise di affidare a lui la parte.[12]

Nikki Reed / Rosalie Hale

Per il ruolo di Rosalie Hale, viene ingaggiata l'attice ventenne Nikki Reed[13], che aveva già lavorato con Catherine Hardwicke come attrice e coautrice nella sceneggiatura di Thirteen (2005) e come interprete in Lords of Dogtown del 2005, entrambi film diretti dalla Hardwicke.

Kellan Lutz

La Reed dichiarò in seguito che l'ingaggio la spaventò molto, dovendo interpretare il ruolo di Rosalie, uno dei cinque figli adottati dal dottor Cullen, descritta nel libro come "la persona più bella del mondo."[13]

Kellan Lutz / Emmett Cullen
Kellan Lutz venne selezionato per un'audizione per il ruolo di Emmett Cullen, e all'epoca del casting, l'attore si trovava in Africa per girare alcune scene della miniserie della HBO Generation Kill. Nel dicembre del 2007, Lutz è volato in Oregon per prendere parte ai provini e venne scelto per il ruolo di Emmett dalla Hardwicke che lo selezionò personalmente tra gli altri aspiranti al ruolo.[14]

Ashley Greene / Alice Cullen
Ashley Greene viene ingaggiata per interpretare il ruolo di Alice Cullen. L'attrice successivamente a questo ruolo, viene ingaggiata per interpretare accanto a Kellan Lutz un altro film in lavorazione per il mese di dicembre, nel quale invece di interpretare la sorella sarà la sua fidanzata.[15]
Jackson Rathbone / Jasper Hale
Jackson Rathbone interpreta il ruolo di Jasper, l'ultimo dei membri che entra a far parte della famiglia Cullen. L'attore è famoso per aver recitato nelle serie Beautiful People e The OC. Rathbone ha lavorato sulla sua pronuncia, enfatizzando l'accento del sud, dato che il personaggio di Jasper proviene dal Texas.[16]

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

I Cullen[modifica | modifica sorgente]

  • Robert Pattinson è Edward Cullen, un vampiro di 109 anni che si è fermato all'età di diciassette. Come tutti i vampiri del film, è molto forte e veloce e ha la peculiarità di leggere le menti, tranne quella di Bella. Figlio adottivo del dottor e della signora Cullen, si innamora di Bella Swan, un'umana alla quale non riesce a resistere per il desiderio che lo tiene legato a lei a doppio filo: la sete del suo sangue e l'amore che prova.
  • Peter Facinelli è Carlisle Cullen un vampiro di 300 anni. Carlisle è la figura paterna della famiglia, avendo trasformato in vampiri, salvandoli dalla morte, sia sua moglie Esme che Edward. Trasformerà anche Rosalie ed Emmett. È medico e lavora nell'ospedale locale di Forks. La filosofia che sceglie è quella di non uccidere esseri umani per nutrirsi, ma solo animali, facendo seguire ai membri della famiglia la stessa via. I Cullen infatti si definiscono "vegetariani" per via del loro stile di vita.
  • Elizabeth Reaser è Esme Cullen, moglie di Carlisle e figura materna della famiglia.
  • Ashley Greene è Alice Cullen, una vampira che riesce a prevedere il futuro, almeno fino a che le decisioni non vengano cambiate. È la compagna di Jasper Hale, entrambi figli adottivi del dottor Cullen e signora.
  • Jackson Rathbone è Jasper Hale, un altro membro della famiglia Cullen. Essendosi avvicinato da poco al modo di vivere della famiglia, trova ancora un po' di difficoltà a gestire la sua sete di sangue umano. Ha la capacità di infondere calma e tranquillità a tutti coloro che lo circondano.
  • Nikki Reed è Rosalie Hale, un'altra vampira adottata dalla famiglia. Viene definita come la donna più bella.
  • Kellan Lutz è Emmett Cullen, il vampiro più forte della famiglia, anche lui figlio adottivo del dottor Cullen. È il marito di Rosalie.

Gli umani[modifica | modifica sorgente]

I Nomadi[modifica | modifica sorgente]

  • Cam Gigandet è James, il leader di un trio di vampiri nomadi che si imbattono nella famiglia Cullen durante una partita a baseball all'aperto. James riconosce in Bella un'umana e decide di darle la caccia.
  • Rachelle Lefèvre, successivamente in Eclipse, Bryce Dallas Howard è Victoria, compagna di James.
  • Edi Gathegi è Laurent, il membro più civilizzato del trio. Avvertirà i Cullen sulla determinazione di James e non prenderà parte alla caccia di Bella, abbandonando il gruppo.

Riprese[modifica | modifica sorgente]

Location[modifica | modifica sorgente]

Forks[modifica | modifica sorgente]

La storia di Twilight è ambientata nella penisola olimpica di Washington e precisamente nella cittadina di Forks. Il supervisore delle location, James Lin, fece un sopralluogo a Forks due mesi prima dell'inizio delle riprese ma nella zona c'erano stati diversi disboscamenti a causa delle industrie del legname presenti. Si decise di trovare un'alternativa per rendere fedelmente le ambientazioni del libro. Il problema maggiore era anche quello di non avere a Forks le infrastrutture adatte per una produzione a basso budget. Il nuovo sopralluogo avvenne nella zona di Portland in Oregon, sempre nella zona nord-ovest del Pacifico. Ma a Portland si verificò l'inverno più freddo e piovoso degli ultimi anni.[17] Alla fine, venne selezionata come location degli esterni la cittadina di Vernonia, sempre nello Stato dell'Oregon.
Per le scene dell'high school, vennero usate delle vecchie strutture in mattoni della Kalama High Scool di Portland e il preside del vero liceo di Forks fornì alla troupe l'utilizzo dei loghi e degli striscioni della propria scuola, per poter essere utilizzate nella pellicola. L'aula di biologia nella quale si incontrano per la prima volta Bella ed Edward, è stata allestita in un'aula di giornalismo della Madison High Scool di Portland, per l'ampiezza della struttura. Nel realizzarne gli interni, venne chiesto l'aiuto del capo del Dipartimento di Biologia dell'Università dell'Oregon, dal responsabile della scenografia Gene Sardena. La collaborazione dei due uomini riuscì a dare all'aula di biologia un aspetto non troppo all'avanguardia, dato che il liceo di Forks non poteva essere rappresentato con strumentazioni troppo moderne o sofisticate. Si optò per qualche barattolo pieno di creature in formaldeide, un gufo impagliato ed altri oggetti. Per rendere lo sfondo romantico, dato che è proprio in quel luogo che scaturisce la storia tra i due protagonisti, si decise anche di sparpagliare per la classe alcune piante da fiore, per ammorbidirne l'aspetto tecnico.[17]

La casa di Bella[modifica | modifica sorgente]

Per la casa della famiglia Swan, si scelse un edificio a St. Helens, sempre nello Stato dell'Oregon. La scelta dell'edificio doveva rispecchiare il fatto che Charlie fosse single, ma che comunque avesse abitato in una casa con una famiglia e quindi non dovesse rispecchiare il classico appartamento da scapolo. La stanza da letto di Bella è stata realizzata in tre location differenti, ognuna delle quali supervisionata personalmente dalla regista. Per dare l'idea che in quella casa, fosse vissuta precedentemente anche la madre di Bella, vennero aggiunte alla parete, delle immagini di piccoli lavoretti artigianali.[17]

La casa dei Cullen[modifica | modifica sorgente]

La descrizione della casa dei Cullen nel romanzo, è quella di un edificio isolato esposto a sud con grandi vetrate, una grande scala e arredamento bianco. L'edificio che la regista si augurava di trovare avrebbe dovuto rappresentare lo status di una ricca famiglia di vampiri. Si decise di scegliere l'abitazione di un dirigente della Nike residente a Portland[18]. La regista vide la foto dell'edificio su una rivista del settore e la scelse proprio per la struttura moderna e sofisticata. La casa aveva il terzo piano completamente circondato da porte finestre apribili, senza l'ausilio del balcone. La Hardwicke vide in quella scelta architettonica del terzo piano, la stanza "da letto" ideale per il personaggio di Edward Cullen. Gli interni vennero smantellati dal loro mobilio moderno e ri-adattati in modo da rispecchiare la vasta storia che i Cullen avevano vissuto, sparpagliando per le stanze oggetti come radio antiche e vecchie fotografie, che i vampiri avrebbero potuto collezionare nel tempo. L'altra peculiarità della famiglia Cullen che traspare dal romanzo è il loro amore per le automobili. La struttura della casa aveva un garage che ospitava solamente due auto e quindi, per la scena della fuga, venne scelto il garage interno, con capienza di quattro autovetture, di un'altra abitazione situata fuori città.
Per la stanza di Edward, si pensò di utilizzare come scenografia degli oggetti che rispecchiassero l'anima tormentata e introspettiva del vampiro e si decise di arredarla con pile di giornali e testi di filosofia, in modo da dare un senso alle lunghe notti insonni passate da Edward, dato che il vampiro non ha la facoltà di dormire.[19]

La Push[modifica | modifica sorgente]

Le immagini della spiaggia di La Push, vennero realizzate sulla costa dell'Oregon, in un territorio altamente impervio da raggiungere con i mezzi di produzione. Infatti, le riprese vennero effettuate con l'ausilio di handy-cam e l'intero cast dovette affrontare la discesa difficoltosa alla spiaggia attraverso massi resi scivolosi dall'umidità e dalla pioggia, dato che il servizio del parco locale non autorizzava l'ingresso nel luogo agli automezzi e ai veicoli della produzione.[20]

La radura[modifica | modifica sorgente]

Per la scena della radura, in cui Edward si rivela alla luce del sole, venne trovata una piccola insenatura a Mount Hood, una zona vulcanica a nord dell'Oregon. Fu il responsabile Don Baldwin a proporre il luogo, avendolo già utilizzato per alcune riprese di Into the Wild - Nelle terre selvagge. La scelta rispecchiava nel dettaglio la spiritualità di quella descritta nel libro ma poco prima delle riprese, ci furono una serie di nevicate che resero la zona impraticabile. Si decise, dato il limite di tempo a disposizione, di utilizzare una zona di bosco fuori Portland, molto adatta alla scena dato che era circondata da rocce e vegetazione adatta allo scopo.[21]

Trucco e costumi[modifica | modifica sorgente]

L'intera produzione dovette fare i conti con il clima piovoso e umido della penisola olimpica, imbattendosi oltretutto in uno dei peggiori inverni degli ultimi anni. Lo staff dei truccatori si è scontrato con la difficoltà a mantenere acconciati e truccati gli attori, dato che la pioggia continuava a cadere ininterrotamente per interi giorni. I produttori Wyck Godfrey e Michele Imperato, misero a disposizione tende con stufe e specchi per il make-up, per permettere ai truccatori di agire sul luogo. Gli attori sono stati costantemente tenuti al coperto con l'ausilio di ombrelli, dato che il tempo minimo per acconciare le loro teste variava da un minimo di 30 minuti ad un massimo di un'ora. Questo problema rallentava la tabella di marcia e incideva notevolmente sul budget, già molto ridotto. Kristen Stewart, all'epoca delle riprese, era ancora minorenne e non poteva sostare sul set per più di 5 ore, come prevede il contratto per gli attori che non hanno ancora raggiunto la maggiore età e più tempo richiedeva l'acconciatura, meno tempo avrebbe potuto dedicare alle scene. Si decise quindi di utilizzare una "parrucca a tre quarti", che le veniva applicata alla nuca, in modo da poter essere preparata in assenza di umidità mentre l'attrice non era presente sul set.
Per i costumi, si scelse di non vestire i vampiri con il classico colore nero, ma di far indossare loro delle tonalità fredde, enfatizzandone la caratteristica della loro pelle. Si optò per colori che virassero dall'azzurro al blu scuro, proprio per far risaltare il pallore dei loro volti senza appensantirli. Per il look di Esme, si pensò ad un'acconciatura classica degli anni trenta, mentre Peter Facinelli, introdusse per il suo personaggio l'idea di fargli indossare delle lunghe sciarpe a coprirne il collo, avendo subito proprio in quel punto il morso che lo rese un vampiro, nel momento dell'aggressione del suo creatore.[22] Per il look di Edward, vennero pensati vestiti di alta sartoria che rispecchiassero appieno l'epoca in cui Edward era vissuto da umano ma poi si scelse di vestirlo con jeans, t-shirt di marca e abbigliamento più consono all'epoca contemporanea.[22] Alcuni attori dovettero essere tinti del colore di capelli opposto a quello naturale, tra cui Peter Facinelli, Kellan Lutz e Nikki Reed. Per il personaggio di James, venne scelto come abbigliamento un giubbotto da motociclista che avrebbe potuto rubare ad una delle sue precedenti vittime, e si optò per un'acconciatura con capelli lunghi e disordinati, tenuti insieme da un laccio di pelle. Prima di modificare il personaggio, Stephenie Meyer diede il suo assenso alla scelta estetica intrapresa. I tre vampiri avrebbero dovuto essere scalzi ma dato il clima rigido, il reparto costumi realizzò degli speciali stivali in neoprene, dipinti poi con una tinta color carne.[22] Per quasi tutta la durata delle riprese, a causa della pioggia, dell'umidità e della neve, gran parte del cast indossò della biancheria termica e delle sottili mute da sommozzatore, simili a quelle usate dai surfisti.[23]

Lo stemma dei Cullen[modifica | modifica sorgente]

Per enfatizzare lo spirito di appartenenza della famiglia Cullen, molto presente tra le pagine del libro, la costumista Wendy Chuck, con l'aiuto dell'addetta agli accessori di scena Cynthia Nibler, pensò di creare uno stemma con il simbolo del loro clan. Nel film infatti, ogni membro della famiglia indossa in maniera personale, un gioiello con l'araldico che rappresenta il clan dei Cullen: Carlisle lo indossa in un anello che porta all'anulare sinistro, Esme in un braccialetto d'argento, Rosalie in una collana con catenina, Alice in un collarino di velluto e i tre fratelli Edward, Emmett e Jasper in un polsino a fascia di pelle.[22]

Effetti speciali[modifica | modifica sorgente]

Nel dicembre del 2007, il team degli effetti visivi di Richard Kidd, insieme al responsabile degli stunt Andy Cheng[24] (famoso per essere stato la controfigura dell'attore cinese Jackie Chan), fecero dei sopralluoghi in una foresta nei dintorni di Los Angeles per verificare quali effetti si potessero realizzare fisicamente e quali in post-produzione. La partita di baseball dei vampiri, venne ripresa con l'ausilio di una cinepresa ad alta velocità che catturava 1.000 fotogrammi al secondo. Questo per rendere più fluida la sensazione della velocità e della forza dei vampiri, enfatizzati poi in post-produzione dall'ausilio del ralenti.[24] Andy Chang, coordinatore degli stuntman e regista della seconda unità, si prodigò molto per fare in modo che gli attori interaggissero personalmente con le scene di combattimento, senza l'ausilio immediato della controfigura se non nel momento dell'azione vera e propria. Per aiutare gli attori ad interpretare la velocità e la forza del loro status di vampiro, si decise di usare dei cavi per sollevarli e spostarli, al momento del bisogno. Prima di girare le scene, d'accordo con la regista, si decise quali e fino a che punto dovessero essere rappresentati i poteri dei vampiri. La preoccupazione di Cheng era la coerenza con la quale rappresentare tutti i personaggi. Si decise che l'altezza massima dei salti, concessa ai vampiri fosse stabilita in circa 6 metri e per abituare gli attori alla spinta e all'atterraggio, vennero studiati filmati di caccia di puma e leoni di montagna e tenute delle vere e proprie lezioni di comportamento felino denominate "lezioni di gatto"[24], con l'aiuto di una coreografa di Portland, Dee Dee Anderson.
Per la scena dell'incidente col furgone, vennero usati degli airbag che tenevano il mezzo sollevato dal suolo a circa 3 cm. Il furgone venne poi spinto verso gli attori e fermato da un cavo che lo avrebbe arrestato nel momento in cui Edward lo blocca con la mano. Per ricreare l'illusione dell'ammaccatura sulla portiera, venne creato uno strato di diversi fogli di alluminio assemblati tra loro e bucata nel punto dell'impatto della mano.[25]
Un altro effetto presente nel film, che risultò parecchio difficoltoso da realizzare, era la scena in cui Edward si rivela a Bella sotto la luce del sole. Nelle pagine del romanzo, la sua reazione ai raggi del sole è spiegata come una sorta di effetto diamante. La Industrial Light & Magic di George Lucas, si interessò al progetto. Iniziarono a digitalizzare una foto di Robert Pattinson per riprodurre un effetto di movimento dell'attore. Vennero realizzati degli effetti prismatici sull'immagine di Pattinson in modo che sembrasse una luce riflessa e non una luce trasmessa. Pattinson si recò poi alla Gentle Giant Studio, una compagnia specializzata nello scanning 3-D. Venne eseguita una scansione completa del corpo dell'attore, in modo da poter applicare in fase di post-produzione i risultati della digitalizzazione dell'immagine. Poi, le immagini del corpo di Pattinson vennero fatte combaciare con l'effetto prismatico realizzato in precedenza e i due risultati vennero poi sovrapposti per dare la sensazione che le parti che brillavano si muovessero in contemporanea con lui, durante la scena della radura.[26]

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Twilight (colonna sonora).

La colonna sonora di Twilight racchiude diversi musicisti. Tra questi, il gruppo dei Paramore e l'ex frontman dei Jane's Addiction, Perry Farrell, sono stati gli unici a scrivere le loro canzoni, esclusivamente per il film[27]. Robert Pattinson, essendo anche un ottimo musicista, era stato invitato a scrivere dei pezzi che entrassero a far parte della colonna sonora. Le canzoni di Pattinson si intitolano, rispettivamente "Never Think" e "Let me sign". Nella versione CD della colonna sonora ufficiale, è presente solo la traccia di "Never Think", mentre durante il film, viene inserita anche la traccia "Let me sign". Inoltre, la Hardwicke, gli aveva proposto di comporre lui stesso il pezzo intitolato "Bella's Lullaby" al pianoforte. Pezzo che sarebbe poi stato incluso nella colonna sonora. La regista ha infatti dichiarato, a proposito della sua abilità di musicista:

« Gli ho chiesto se avesse voluto scrivere la ninna nanna dedicata a Bella, dato che sarebbe stato fantastico se fosse stata realizzata proprio da Robert. È un meraviglioso musicista, ha un'anima molto creativa, molto simile a quella di Edward. È una persona molto colta e ha molti stimoli per poter realizzare un buon lavoro.[28] »

Il progetto verrà alla fine accantonato e la ninna nanna di Bella sarà infine composta dal musicista Carter Burwell, autore di altre grandi colonne sonore per film come Velvet Goldmine e Il grande Lebowski, entrambi film del 1998.

Di seguito, la lista delle tracce della colonna sonora composta da vari artisti:

  1. MuseSupermassive Black Hole
  2. ParamoreDecode
  3. The Black GhostsFull Moon
  4. Linkin ParkLeave Out All the Rest
  5. MuteMathSpotlight (Twilight Mix)
  6. Perry FarrellGo All The Way (Into The Twilight)
  7. Collective SoulTremble For My Beloved
  8. ParamoreI Caught Myself
  9. Blue FoundationEyes On Fire
  10. Robert PattinsonNever Think
  11. Iron & WineFlightless Bird, American Mouth
  12. Carter BurwellBella's Lullaby

Incassi[modifica | modifica sorgente]

Twilight ha incassato più di 7 milioni di dollari dalla mezzanotte del primo spettacolo il 21 novembre 2008[29]. Secondo le stime della Fandango, nella classifica dei maggiori incassi nel primo giorno di proiezione, Twilight si è collocato al 14º posto con $ 35.978.348, e al 41º posto nella classifica dei migliori incassi nella settimana d'apertura con $ 93.362.477. L'incasso totale al 2 aprile 2009 è di $ 384,997,808[30]. In Italia, la pellicola ha incassato in tutto € 11.411.000.[31]. Il primo trailer del film, nella prima settimana di messa in onda su MySpaces Trailerpark, è stato visionato da circa tre milioni di utenti. Nel luglio del 2008 è stato realizzato e distribuito il secondo trailer ufficiale del film e quest'ultimo è stato scaricato dai fan 1,6 milioni di volte.[32]

Caso mediatico[modifica | modifica sorgente]

Durante il lancio pubblicitario del film, il settimanale americano Entertainment Weekly pubblicò, il 14 luglio 2008[33] una copertina con i due protagonisti Kristen Stewart e Robert Pattinson truccati nei loro rispettivi ruoli di Bella Swan ed Edward Cullen. La copertina della rivista fece scatenare nei milioni di fan della saga di Twilight sparsi per il mondo, un'ondata di protesta per la scelta dei due attori protagonisti. La foto infatti ritraeva Pattinson e Stewart truccati pesantemente che non rispecchiavano affatto le aspettative e le descrizioni dei personaggi del libro. La protesta si estese principalmente alla scelta di Robert Pattinson, facendo nascere dei veri e propri comitati anti-Pattinson con tanto di petizione[34] on-line per annullare l'ingaggio dell'attore.

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto critiche negative da molti critici cinematografici in Italia.

Il dizionario Morandini dà alla pellicola 2 stelle su 5, recensendo così: "La combinazione è un fallimento: il thriller sentimentale precipita continuamente nel ridicolo involontario, i dialoghi sciocchini fanno venire l'acidità, i giovani attori sono impacciati, la tempesta ormonale si manifesta con slow motion, sovraesposizioni e colpi di carrellate circolari."[35].

Negli Stati Uniti il voto globale degli utenti di Internet Movie Database si attesta su 5,4/10[36]. Il sito Rotten Tomatoes da un voto di 5,5/10, con il 49% delle recensioni positive[37].


Differenze con il romanzo[modifica | modifica sorgente]

- E' toalmente assente la scena del sogno di Bella, sebbene venga menzionata diverse volte (la scena del sogno è molto importante nel libro ed è ben descritta).

- Le scene in cui James e il suo gruppo uccidono gli abitanti di Forks nel libro sono assenti. Nel libro, a differenza del film, la storia viene raccontata dal punto di vista di Bella, per questo le scene in cui lei è assente non vengono descritte, e non vengono nemmeno menzionate.[senza fonte]

Distribuzione cinematografica[modifica | modifica sorgente]

Date di release internazionali
Paese Titolo film Date
Stati Uniti Stati Uniti Twilight 17 novembre 2008 - première a Los Angeles
Russia Russia Сумерки 21 novembre 2008
Italia Italia Twilight 21 novembre 2008
Svezia Svezia Twilight 21 novembre 2008
Filippine Filippine Twilight 21 novembre 2008
Canada Canada Twilight 21 novembre 2008
Messico Messico Crepúsculo 21 novembre 2008
Belgio Belgio Twilight 26 novembre 2008
Rep. Ceca Repubblica Ceca Stmívání 27 novembre 2008
Ungheria Ungheria Alkonyat 27 novembre 2008
Regno Unito Regno Unito Twilight 3 dicembre 2008 - première a Londra
Spagna Spagna Crepúsculo 5 dicembre 2008
Australia Australia Twilight 11 dicembre 2008
Finlandia Finlandia Houkutus 18 dicembre 2008
Francia Francia Twilight: Chapitre 1 - Fascination 7 gennaio 2009
Grecia Grecia Lykofos 8 gennaio 2009
Polonia Polonia Zmierzch 9 gennaio 2009
Svizzera Svizzera Twilight 15 gennaio 2009
Germania Germania Twilight - Biss zum Morgengrauen 15 gennaio 2009
Turchia Turchia Alacakaranlik 20 gennaio 2009
Danimarca Danimarca Tusmørke 9 febbraio 2009
Ecuador Ecuador Twilight 6 marzo 2009
Giappone Giappone Twilight 4 aprile 2009

Distribuzione home video[modifica | modifica sorgente]

DVD[modifica | modifica sorgente]

Il DVD di Twilight è uscito il 21 marzo 2009 sul mercato americano[38]. Il DVD tradizionale è disponibile in tre versioni e il Blu-ray Disc in due versioni:

  • DVD disco singolo
    • Commento audio di Catherine Hardwicke, Robert Pattinson e Kristen Stewart.
    • Tre video musicali (Muse, Paramore, Linkin Park).
    • Cinque scene estese (7 minuti)
  • DVD Special Edition - 2 dischi
    • Disco uno:
    • Commento audio di Catherine Hardwicke, Robert Pattinson e Kristen Stewart.
    • Tre video musicali (Muse, Paramore, Linkin Park).
    • Cinque scene estese (7 minuti)
    • Disco due:
    • Scene eliminate con introduzione della regista (8 minuti).
    • Documentario diviso in sette parti della durata di 40 minuti.
    • Conferenza stampa a New York.
    • Video promozionale della durata di 15 minuti.
  • DVD Deluxe Edition - 3 dischi
    • Disco uno:
    • Commento audio di Catherine Hardwicke, Robert Pattinson e Kristen Stewart.
    • Tre video musicali (Muse, Paramore, Linkin Park).
    • Cinque scene estese (7 minuti)
    • Disco due:
    • Scene eliminate con introduzione della regista (8 minuti).
    • Documentario diviso in sette parti della durata di 40 minuti.
    • Conferenza stampa a New York.
    • Video promozionale della durata di 15 minuti.
    • Disco tre:
    • Conversazione con Stephenie Meyer (47 minuti).
    • La musica di Twilight (11 min).
    • Diventare Edward: il viaggio di Robert Pattinson (14 min.)
    • Diventare Bella: il viaggio di Kristen Stewart (11 min.)
    • Montaggio del bacio del vampiro e Robert Pattinson al pianoforte (9 min.)
    • Montaggio del video musicale Bella's Lullaby (6 min.)
  • Blu-Ray Special Edition - disco singolo
    • Commento audio di Catherine Hardwicke, Robert Pattinson e Kristen Stewart.
    • Tre video musicali (Muse, Paramore, Linkin Park).
    • Cinque scene estese (7 minuti)
    • Scene eliminate con introduzione della regista (8 minuti).
    • Documentario diviso in sette parti della durata di 40 minuti.
    • Conferenza stampa a New York.
    • Video promozionale della durata di 15 minuti.
  • Blu-Ray Deluxe Edition - 2 dischi
    • Disco uno:
    • Commento audio di Catherine Hardwicke, Robert Pattinson e Kristen Stewart.
    • Tre video musicali (Muse, Paramore, Linkin Park).
    • Cinque scene estese (7 minuti)
    • Scene eliminate con introduzione della regista (8 minuti).
    • Documentario diviso in sette parti della durata di 40 minuti.
    • Conferenza stampa a New York.
    • Video promozionale della durata di 15 minuti.
    • Disco due:
    • Conversazione con Stephenie Meyer (47 minuti).
    • La musica di Twilight (11 min).
    • Diventare Edward: il viaggio di Robert Pattinson (14 min.)
    • Diventare Bella: il viaggio di Kristen Stewart (11 min.)
    • Montaggio del bacio del vampiro e Robert Pattinson al pianoforte (9 min.)
    • Montaggio del video musicale Bella's Lullaby (6 min.)

I DVD sono distribuiti dalla Eagle Pictures e in Italia sono disponibili dal 1 aprile 2009.

Incassi DVD[modifica | modifica sorgente]

Nel primo giorno di uscita del DVD, Twilight ha venduto negli Stati Uniti oltre 3 milioni di copie per un incasso che si aggira attorno ai $50.000.000[39]. Il film ha realizzato un record di vendita entrando nella top 5 dei titoli più venduti degli ultimi due anni.

Premi e candidature[modifica | modifica sorgente]

Il film è stato candidato e premiato alle seguenti cerimonie di premiazione cinematografica:

Taylor Lautner, Kristen Stewart e Robert Pattinson agli MTV Movie Awards 2009.

2009 Academy of Science Fiction, Fantasy & Horror Films, USA (Saturn Award);

2009 Young Artist Awards:

2009 MTV Movie Awards:

2009 Teen Choice Award[40]:

  • Premio miglior film drammatico;
  • Premio miglior bacio;
  • Premio miglior attore drammatico Robert Pattinson;
  • Premio miglior attrice drammatica Kristen Stewart;
  • Premio miglior attore esordiente maschile Taylor Lautner;
  • Premio miglior attrice esordiente femminile Ashley Greene;
  • Premio miglior cattivo Cam Gigandet;
  • Premio miglior scena romantica;
  • Premio miglior scena d'azione;

2009 Scream Awards :

2009 Digital Spy Movie Awards:

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Twilight Saga: New Moon e The Twilight Saga: Eclipse.

Dati gli incassi del film, la Summitt Entertainment ha deciso di procedere alla realizzazione del sequel di Twilight, intitolato The Twilight Saga: New Moon. La sceneggiatura sarà di nuovo affidata a Melissa Rosemberg mentre Catherine Hardwicke non è stata confermata alla regia. Al suo posto è stato scelto Chris Weitz, regista di film come About a Boy - Un ragazzo (2002) e La bussola d'oro (2007). Alcuni degli attori principali della prima pellicola sono stati confermati, tra i quali Robert Pattinson, Kristen Stewart, Ashley Greene, Kellan Lutz e Jackson Rathbone.[41]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Curiosità, italian.imdb.com. URL consultato il 9 aprile 2009.
  2. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore S.r.l., 2008, pp. 17-20. ISBN 978-88-7625-049-1.
  3. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore S.r.l., 2008, pp. 20, 21. ISBN 978-88-7625-049-1.
  4. ^ (EN) Twilight: Inside the First Stephenie Meyer Movie.
  5. ^ a b (EN) Twilight, the movie.
  6. ^ (EN) Cavill per il ruolo di Edward, IMDb Official Site. URL consultato il 10-05-2011.
  7. ^ a b c (EN) Ruolo di Edward, IMDb Official Site. URL consultato il 10-05-2011.
  8. ^ a b (EN) Ruolo di Edward, IMDb Official Site. URL consultato il 10-05-2011.
  9. ^ (EN) 'Twilight's Robert Pattinson and Rachelle Lefevre.
  10. ^ (EN) Twilight' Set Visit Confirms Edward And Bella's Chemistry, Offers A 'Midnight Sun' Preview.
  11. ^ (EN) Twilight's Author and Director Talk About Bringing The Film To Life.
  12. ^ (EN) Exclusive Interview with Peter Facinelli on Twilight.
  13. ^ a b (EN) Twilight' Tuesday: Nikki Reed Hopes To Make Us Understand What's Beneath Rosalie's Beautiful, Hard Exterior.
  14. ^ (EN) Kellan Lutz Recalls How He Almost Wasn't Cast As Belligerent 'Goofball' Emmett.
  15. ^ (EN) ‘Twilight’ Siblings Ashley Greene And Kellan Lutz Reunite As Love Interests In ‘Warrior'.
  16. ^ (EN) Jackson Rathbone Explains Jasper's Angst And Edward's Attraction.
  17. ^ a b c Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore S.r.l., 2008, pp. 47, 48, 50, 51, 52, 54. ISBN 978-88-7625-049-1.
  18. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 94-98. ISBN 978-88-7625-049-1.
  19. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, p. 97. ISBN 978-88-7625-049-1.
  20. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, p. 120. ISBN 978-88-7625-049-1.
  21. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 79 - 80. ISBN 978-88-7625-049-1.
  22. ^ a b c d Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 84-85. ISBN 978-88-7625-049-1.
  23. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 104-105. ISBN 978-88-7625-049-1.
  24. ^ a b c Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 64-66. ISBN 978-88-7625-049-1.
  25. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, p. 70. ISBN 978-88-7625-049-1.
  26. ^ Mark Cotta Waz, Twilight - Il backstage del film, Fazi Editore srl, 2008, pp. 77 - 79 - 128. ISBN 978-88-7625-049-1.
  27. ^ (EN) Commento dell'addetta stampa di Stephenie Meyer sulla colonna sonora.
  28. ^ (EN) Robert Pattinson composing Bella's lullaby.
  29. ^ (EN) 'Twilight' shining bright at box office.
  30. ^ (EN) Total Lifetime Grosses, Box Office Mojo, 02-04-2009. URL consultato il 22-04-2009.
  31. ^ (EN) Classifica dei maggiori incassi in Italia e negli USA durante il week-end da venerdì 19 dicembre 2008.
  32. ^ Twilight serie cult teenager, boom online aspettando il film.
  33. ^ (EN) Cover 14 Jul. 2008, Entertainment Weekly.
  34. ^ (EN) Petition support Robert Pattinson as Edward Cullen.
  35. ^ (IT) Recensione del Morandini, MyMovies.it. URL consultato il 16-11-2011.
  36. ^ (EN) voto di Imdb. URL consultato il 16-11-2011.
  37. ^ (EN) Recensioni su Rotten Tomatoes, Rotten Tomatoes Official Site. URL consultato il 16-11-2011.
  38. ^ (EN) DVD Release Date: March 21, 2009.
  39. ^ Twilight da record anche in DVD negli USA, Bad Taste, 23-03-2009. URL consultato il 30-03-2009.
  40. ^ Twilight trionfa ai Teen Choice Awards, Bad Taste, 10-08-09. URL consultato il 10-08-09.
  41. ^ (EN) Cast New Moon.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema