James Spader

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

James Todd Spader (Boston, 7 febbraio 1960) è un attore statunitense.

È diventato noto per i suoi ruoli eccentrici in alcuni film di successo come Sesso, bugie e videotape (per i quali vinse il premio per il migliore attore al Festival del cinema di Cannes), Stargate, Crash, Secretary e Avengers: Age of Ultron. Nella sua carriera ha ricevuto tre nomination ai Golden Globe per il miglior attore in una serie drammatica e vinto tre Emmy Award per il suo ruolo di Alan Shore nella serie TV The Practice - Professione avvocati e il suo spin-off Boston Legal. Dal 2013 interpreta nella serie televisiva The Blacklist il personaggio di Raymond "Red" Reddington.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

James Spader ha frequentato la Brooks School di Andover nel Massachusetts, dove suo padre, Todd Spader, insegnava[1][2]. La famiglia viveva nel campus, e Spader era uno degli studenti più famosi della scuola. Successivamente ha frequentato la Phillips Academy, ma ha abbandonato i corsi (durante l'undicesimo anno) trasferendosi a New York per seguire la sua vocazione di attore.

Ha conosciuto la sua futura moglie, Victoria, mentre lavorava in uno studio di yoga poco dopo essersi trasferito a New York nei primi anni ottanta. Lei spesso lo accompagnava nei suoi viaggi, sia sul set del film che soltanto sulla strada che lo portava alla location. Si sono sposati nel 1987 ed hanno avuto due figli, Sebastian (1989) ed Elijah (1992). Hanno divorziato nel 2004. Dal 2002 è legato all'attrice Leslie Stefanson, da cui ha avuto un figlio, Nathaneal nel settembre 2008.

Spader ha spesso recitato in ruoli di yuppie apparentemente normale (oppure in uno stato di evidente stress per il mancato sfogo delle tensioni interiori) che sotto l'apparenza per bene nasconde vari tipi di deviazione sessuale. Spader comincia la sua carriera in questi ruoli con Bella in rosa (Pretty in Pink) nel 1986.

Ha anche interpretato il ruolo di Alan Shore, l'eccentrico avvocato presente prima nella serie The Practice, ideata da David E. Kelley per il network ABC (ruolo per cui vinse un Emmy Award), e poi protagonista dello spin-off Boston Legal, per il quale vinse un altro Emmy nel 2005[3], diventando così uno dei pochi attori ad aver vinto due Emmy interpretando lo stesso personaggio in due serie differenti, (un altro è stato il co-protagonista di Boston Legal William Shatner, stella di Star Trek).

Dal 2013 interpreta nella serie televisiva The Blacklist il personaggio di Raymond "Red" Reddington, un criminale che si costituisce all'FBI per permettere a quest'ultima di catturare i peggiori criminali, con il quale ha avuto a che fare nel corso della sua carriera.

Nel 2015 ha interpretato il villain Ultron nel sequel di The Avengers, intitolato Avengers: Age of Ultron del Marvel Cinematic Universe.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante la fama, si conosce poco della vita privata di James Spader, essendo piuttosto restio a parlarne nelle interviste e non frequentando il jet set di Hollywood.

Tra le curiosità recentemente rese note, si possono elencare[4]:

  • Non guarda la televisione. Non perché la disprezzi, ovviamente, ma perché pensa vi siano cose più importanti da fare e poco tempo per farle.
  • Prima di diventare attore, ha ottenuto un posto come insegnante di Yoga a New York senza avere alcuna conoscenza in materia.
  • Al contrario della maggior parte dei genitori di tutto il mondo, quelli di James Spader lo hanno incoraggiato ad abbandonare la scuola a favore della carriera di attore.
  • Pur essendo famoso per recitare spesso parti di uomini decisi, nella vita privata afferma di essere piuttosto insicuro e in passato è stato soggetto a attacchi di ansia.
  • Ha una memoria fotografica ed è miope, per cui senza occhiali, anche da vicino, non riconosce i volti.
  • È un ottimo cuoco.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Premio Emmy[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004 - Miglior attore in una serie drammatica per "The Practice - Professione avvocati"
  • 2005 - Miglior attore in una serie drammatica per "Boston Legal"
  • 2007 - Miglior attore in una serie drammatica per "Boston Legal"
  • 2008 - Nomination al miglior attore in una serie drammatica per "Boston Legal"

Cannes Film Festival[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989 - Miglior attore per "Sesso, bugie e videotape"

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, James Spader è stato doppiato da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ James Spader Biography (1960-), su filmreference.com. URL consultato il 31 gennaio 2008.
  2. ^ Obituary, October 28, 2007; Massachusetts
  3. ^ James Spader Emmy Award Winner, su Emmys.com.
  4. ^ Ecco cinque curiosità assurde su James Spader, star di The Blacklist, su MondoFox, 22 febbraio 2016. URL consultato il 17 giugno 2019.
  5. ^ a b Nel film Spader interpreta l'antagonista principale del film, Ultron, mediante la tecnica del motion-capture

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85111802 · ISNI (EN0000 0001 2141 944X · LCCN (ENn92116885 · GND (DE140866183 · BNF (FRcb140233073 (data) · WorldCat Identities (ENn92-116885